Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
[nTo] nTo Henchman; gli scagnozzi
Topic Started: Feb 24 2015, 12:13 (271 Views)
Cross Wizard
Member Avatar
Grazie Gianni, GIAOOOO!
Nome: Ismail
Data di Nascita: 04/08/1977
Luogo: Istanbul, Turchia
Altezza: 184 cm
Peso: 135 kg
Allineamento: Heel
Theme Song: nTo Theme
Titoli & Tornei vinti: R-Pro 6-Man Tag Team Title (con Kemal & Mustafa)
Stile di lotta: Brawling
Stile di lotta secondario: Hardcore
Mosse tipiche: Generico moveset da brawler/hardcore wrestler.
Finisher: Powerbomb, Jackhammer

BACKGROUND
Insieme ai Dev Adam rappresenta il nucleo originale dell'nTo. Ismail è il prototipo del guardaspalle fedele fino al midollo.

ATTITUDE E STILE DI COMBATTIMENTO
Ismail è molto grezzo sul ring, ama spesso utilizzare oggetti di ogni genere.

ATTIRE
Una canottiera rossa o nera sopra due ampi pantaloni rossi e stivaletti neri.




Nome: Ifrit The Giant
Data di Nascita: sconosciuta
Provenienza: Van, Turchia, ma annunciato come proveniente da "il deserto"
Altezza: 224 cm
Peso: 215 kg
Theme Song: Giant Press (Ifrit version)
Titoli & Tornei vinti:
- Sultan of Sultans Heavyweight Title (3)
- BWF Heavyweight Title (1)
- FWF World Tag Team Title (1 con Selim Arkin)
- Me, My-Big-Self & World Tag League (1 con Selim Arkin)
Stile di lotta: Power
Stile di lotta secondario: Brawl
Mosse tipiche:
Attacchi: Brain Chop, Mongolian Chop, Elbow Smash, Headbutt, Big Boot, Knee
Prese: Backbreaker, Powerbomb, Chokeslam, Military Press, Atomic Drop
Submission: Bear Hug, Camel Clutch, Boston Crab, Argentine Backbreaker
Running Moves: Running Elbow Smash, Lariat, Running Body Press, Running Big Boot
Aerial techniques: Second Rope Diving Brain Chop/Mongolian Chop.
Finisher:
Jinn Bomb (Sitout Two-Handed Chokeslam)
Black Stone Fall (Second Rope Diving Body Press)
3rd Wish (Back Suplex Chokeslam into Pin)

BACKGROUND
Alcuni aspetti della vita di Ifrit The Giant sono volutamente tenuti nascosti, questo per creare un alone di mistero intorno a questo personaggio ispirato all'omonima entità sopranaturale del cultura islamica. Dalle scarse notizie, mai confermate, sul passato di Ifrit sappiamo che il suo vero nome è Blîmet Çiya, originario della città turca di Van. La cosa, ripetiamo, non è stata mai confermata, anzi spesso smentita, ufficialmente Ifrit non ha una nazionalità, è un nomade dei deserti del Vicino Oriente. Continuando con la sua biografia non ufficiale, Blîmet da ragazzino avrebbe provato a diventare un giocatore di basket, ma a causa di un infortunio alle ginocchia fu costretto ad abbandonare. La sua imponente stazza lo portarono prima a lavorare per breve tempo in un circo internazionale, poi ad apparire in alcune produzioni cinematografiche di basso livello.

Il rapporto tra il presunto Ifrit, Blîmet Çiya, e il pro-wrestling iniziò nel 2002 quando fu notato da un promoter tedesco che lo mise sotto contratto. Blîmet lottò sotto il suo nome prima e poi con la gimmick di Saladin The Great in giro per l'Europa, prima di essere chiamato nel 2004 in Giappone, dove indossò la maschera di Giant Mecha #3.
Nel 2005 fu ingaggiato dalla Sultan of Sultans Pro-Wrestling, una federazione con base a Dubai che organizza show per il pubblico mediorientale pescando a piene mani nella tradizione e nel folklore della cultura arabo-islamica.
Passando alla storiografia ufficiale, il gigante del deserto debuttò ufficialmente con il nome di Jinn al fianco del top-face Alā ad-Dīn. Il suo personaggio era quello del classico “genio della lampada”, e il suo ruolo era quello di proteggere il suo alleato dalle angherie degli heel della SoS.
Nel gennaio 2006 la svolta, Jinn tradisce Alā ad-Dīn, turnando heel e prendendo il nome di Ifrit The Giant. Il suo personaggio in un primo tempo è quello del beduino del deserto arabico, legato al tumultuoso passato pre-islamico della penisola araba, ma brevemente vira verso il soprannaturale.
In breve diventa il top-heel della SoS, conquistandone il titolo Heavyweight nell'agosto del 2006.

L'imbattibilità di Ifrit dura anni, fino al 30 dicembre 2008, quando viene sconfitto a Dubai da Oldwacker King della FWF, in un match valevole per il SoS Heavyweight Title. Ifrit decide di dare la caccia al pastore seguendolo nella FWF, ed alleandosi con il new Turkish order. Il 25 gennaio 2009 Ifrit sconfigge Oldwacker King e Stone Sheep riconquistando il titolo SoS Heavyweight e vincendo anche l'omologo BWF in un “3-Way Double Titles Match”. Il gigante, fin troppo sicuro di sé, decide di difendere immediatamente il titolo BWF contro Oldwacker, perdendolo così subito. La cosa indispettisce l'nTo, che sale sul ring imponendo al gigante di difendere il titolo SoS contro “Istanbool” Ric Fatur. Ifrit perde ancora, viene scaricato dalla stable turca e picchiato violentemente. A difendere Ifrit interviene Oldwacker, riportandolo dalla parte dei "buoni".

Ifrit “umanizza” di molto il suo personaggio, diventando una sorta di gigante dal cuore d'oro. Al fianco di King prova a lottare contro l'nTo incassando però alcune clamorose sconfitte. Nel giugno del 2010 è costretto ad un lungo stop a causa di un infortunio ad entrambe le ginocchia.
Ritorna nell'agosto del 2011 apparendo negli ultimi show della FWF, mostrandosi in grande forma, ma subendo allo stesso tempo clamorose angherie sia da parte dell'nTo che dagli atleti della FWF. Al termine di ogni match, i turchi nella loro lingua gli intimavano di ritornare alle sue radici, visto che ormai era diventato lo zimbello di tutti. Il 1° settembre 2011 Ifrit appare per la prima volta in WBFF attaccando i campioni FWF World Tag Team Jack Leone & Red Revolution Raven, e gli sfidanti Darkside & Justice. L'assalto segna il ritorno del gigante nel new Turkish order e al suo personaggio originale di "jinn".

Nella federazione di Chicago il gigante del deserto vive una lunga ma discontinua rivalità con John Kratos che si trascina per la quasi tutta la prima metà del 2012. I due si scontrano in un “Buried in Sand - Desert Tomb Match”, il greco riesce a vincere ed Ifrit sparisce dalla scene. Con il licenziamento dell'nTo, Ifrit segue i suoi compagni prima in R-Pro e poi nella WTF dove assume il ruolo di guarda spalle di “nTo Mega-Power” Hun Baldone.
A Larissa il gigante vive tutte le vicissitudini della stable che attraversano il turbolento biennio 2013-2014. Nel corso della “guerra civile” Ifrit si schiera dalla parte di Mehmet Arkin, ma al termine di essa ritorna tranquillamente a seguire gli ordini di Kemal. Il gigante è presenza fissa negli eventi “WrestlEmpire” e a partire dal 2015 negli show della TürkWA, diventando in seguito parte dello staff tecnico della Baldhaus, nonché guardaspalle di Safiye in diverse occasioni.
Tra la fine del 2016 e l'inizio del 2017 ritorna a vincere qualcosa dopo anni di digiuno al fianco di Selim Arkin, nel sodalizio dei Galata nTowers. I due prima vincono il Me, My-Big-Self & World Tag League, l'annuale torneo di coppia R-Pro, e poi i FWF World Tag Team, detenuti fino all'infortunio del giovane Arkin.
Nel giugno del 2017 è entrato a far parte della TWP, così come tutto l'nto, arrivando a competere senza successo per il titolo King of War.

ATTITUDE E STILE DI COMBATTIMENTO
Ifrit interpreta il ruolo di un'entità sopranaturale, un “jinn”, quindi non parla ma agisce soltanto. Si può considerare come l'arma segreta dell'nTo, anche se spesso si dimostra incontrollabile nella sua oscura furia di creatura del deserto.

Ci troviamo davanti al classico “gigante”, quindi non aspettiamoci dinamismo e tecnica sopraffina. Ifrit è lento ma potente, è conscio della sua stazza e dei suoi limiti, quindi tenta di risolvere tutto con la sua forza e il suo peso. Se riesce a prendere le redini del match è un rullo compressore che non lascia via di scampo ai suoi avversari. Il suo attacco preferito è la Brain Chop, con cui può stordire con facilità gente molto più bassa di lui.
Famosa è la sua “3 Whises Combo” con cui conclude alcuni match, scandendo le mosse con le dita della mano:

- Ifrit colpisce l'avversario con un Running Stike (Big Boot, Lariat, Elbow Smash etc...), e subito dopo fa il segno “1” con la mano.
- Ifrit rialza l'avversario e lo colpisce con un nuovo attacco (Brain Chop. Mongolian Chop, Samoan Spike) o lo chiude in una Trapping Headbutt, e subito dopo alza due dita per fare il segno di “2”.
- Ifrit rialza ancora l'avversario e chiude con la 3rd Wish (Back Suplex Chokeslam into Pin), quando l'arbitro conta il pin, il gigante si alza festeggiando con tre dita al cielo per fare il segno di “3”.

Con avversari più “abbordabili” Ifrit chiude immediatamente con la Jinn Bomb o con la Black Stone Fall, mossa con cui ama schiacciare più di un avversario alla volta.
In campo hardcore, Ifrit non ama particolarmente usare degli oggetti contundenti, anche se non disdegna di sbattere gli avversari su tavoli o sedie, ma utilizza due pittoresche scorrettezze a base di fuoco: come The Original Sheik lancia contro l'avversario delle “palle di fuoco” che nascono dal palmo della sua mano, come Mr. Pogo si esibisce in numeri da mangia fuoco sputando addosso al suo avversario una pericolosa fiammata (ovviamente con l'attrezzatura giusta).

I punti deboli di Ifrit sono legati essenzialmente alla sua lentezza e al suo imponente peso. Le gambe sono il suo tallone d'Achille, colpirle forte e al punto giusto è la via giusta per mandarlo a terra. Come dimostrato spesso negli scontri con i Dev Adam, è abbastanza vulnerabile alle submission move.

ATTIRE & INGRESSO
Nel corso della sua carriera internazionale Ifrit ha utilizzato essenzialmente tre gimmick:

- Versione “umana”: capelli lunghi, bracciali, pantaloni e scarponi neri, ed un gilet in lana grezza di pecora.

- Versione “soprannaturale”: testa completamente rasata ad esclusione di un ciuffo raccolto a codino dietro la testa, lenti a contatto bianche, sopracciglia folte e “mefistofeliche”, pizzetto, su tutto il corpo una lieve pittura che gli dona un innaturale colorito rosso fuoco, bracciali neri con risvolti rossi, pantalone rosso con cintura nera, stivali dalla punta arricciata nere, durante l'ingresso indossa un gilet nero con decorazioni rosse.

- Versione “ibrida”: quella utilizzata in WTF, convivono i due aspetti delle precedenti versioni; Ifrit nei segmenti “off ring” si presenta vestito come un normale membro dell'nTo.

L'ingresso di Ifrit ricorda l'evocazione di un “genio” e segue il seguente schema: le luci calano, lo stage viene invaso da una fitta nube di fumo, illuminato di rosso, ad un certo punto due rapide fiammate ai lati e il fumo si apre ed Ifrit appare braccia conserte al centro dello stage.
Nelle occasioni speciali (ppv importanti) ad essere invaso dal fumo e l'intero ring, una volta diradata la nube Ifrit “appare” alle spalle dell'avversario.




Nome: Ediz Gul
Altre identità: Eddie El Turco, Eddie El Profeta, Hate-moon, Milton Vanilli II
Data di Nascita: 30/04/1985
Luogo: Smirne, Turchia
Altezza: 175 cm
Peso: 80 kg
Allineamento: Heel
Theme Song: nTo Theme
Titoli & Tornei vinti:
- WBFF Deadly Shiver Title (1)
- R-Pro 6-Man Tag Team Title (1 con Selim Arkin & Hijo de Halfmoon)
- AVLL/OBW International Jr. Heavyweight Tag Team Title (2 con Selim Arkin, 2 con Milton Turco)
- WTF Tag Team Title (1 con Selim Arkin)
Stile di lotta: Hi-Flying/Lucha
Stile di lotta secondario: Cheating
Mosse tipiche: BK Bomb, Huracanrana, Headscissors Takedown, Lionsault, Monkey Flip, Pescado, Senton Bomb, Standing Shooting Star Press, Split-Legged Moonsault, Three Amigos, Tornado DDT, Turkish Feint (619)
Finisher:
- Leap to Faith (Frog Splash)
- Turkish Feint (Tiger Feint/619) + Bosphorus Coast Pop (Springboard Huracanrana/ Springboard Legdrop)

BACKGROUND
Nasce come wrestler nell'originale FWF, è un personaggio comico, protagonista più di squash che di incontri seri. Riesce ad entrare nel new Turkish order, venendo però più volte cacciato per la sua inettitudine.
Inizia a farsi valere in WBFF in occasione dell'invasione nTo del 2011-12, conservando da prima l'animo comedy, virando poi su un'impostazione più seriosa. Eddie "El Turco" inizialmente ha una personalità ancora instabile, ma poi trova la fede, cambiando nome in "El Profeta" ed acquisendo elementi mistico-religiosi. Nonostante la cacciata di gran parte dell'nTo, Eddie rimane in WBFF al fianco di Mehmet Arkin, rinnegando però il gruppo, e subendo l'ennesima punizione. Dopo aver messo nuovamente la "testa a posto", Eddie approda in WTF, dove inizia a lottare con il nome di Ediz Gul, e a dimostare anche una certa saggezza, accompagnata però anche da un certo timore nei confronti degli altri membri del gruppo. A Larissa stringe una profonda amicizia con Selim Arkin, diventando di fatto il suo amico più fidato. Il duo Selim & Ediz vince diversi titoli, diventando il secondo tag nella stable dopo i Dev Adam.
Ediz resta fedele a Mehmet Arkin durante la "guerra civile" dell'nTo tra il 2013 e il 2014, ma dopo la vittoria dei Dev Adam accetta la loro ripristinata leadership. Quando Selim viene mandato via dalla stable, Ediz lo segue, prendendo parte al progetto UnStable, sotto la maschera di Hate-moon. In seguito, conclusa questa parentesi in incognito, Ediz rimarrà al fianco di Selim Arkin per tutta la durata della sua permanenza in 2FH, fino alla chiusura della sigla nell'estate 2016. Da lì in poi, si è diviso tra Baldhaus, dove è uno degli allenatori, e sporadiche apparizioni. Nel giugno del 2017, così come il resto dell'nTo è entrato in TWP, riformando in seguito la nTo Jr. Force, questa volta al fianco di Milton Turco (precedentemente noto come Hijo de Halfmoon Jr.).

ATTITUDE E STILE DI COMBATTIMENTO
La gimmick di Eddie è più complessa di quanto si possa pensare. Fondamentalmente nasce come uomo dalle mille maschere, che indossava fisicamente e metaforicamente. Si è prestato a più ruoli ed è intimamente scisso fra la sua parte comedy e la sua parte "seria". Dopo un periodo di conflitto interiore ha deciso di effettuare il suo "salto nella fede" (da cui la finisher), ossia di abbandonarsi totalmente ad un punto fermo per fissare una volta e per tutte la sua identità. Ediz Gul applica al pro-wrestling il sufismo, l'ascetismo islamico, per lui la lotta è quindi un mezzo per avvicinarsi al Divino.
Fondamentalmente nasce come luchador, e continua ad essere tale. Anche da heel preferisce non darsi a scorrettezze, ma ad umiliare il suo avversario con mosse il più possibile complesse e veloci, spesso pericolose, come veri e proprio voli suicida, proprio per dimostrare la sua superiorità sul ring.

ATTIRE

Fisicamente e dal punto di vista dell'attire El Profeta ricorda moltissimo Eddie Guerrero ai tempi della WCW. Ovviamente i colori della suo costume sono quelli della bandiera turca.




Nome: Hijo de Halfmoon
Data di Nascita: sconosciuta
Luogo: Istanbul, Turkey
Altezza: ?
Peso: ?
Allineamento: Heel
Theme Song: nTo Theme
Titoli & Tornei vinti:
- R-Pro 6-Man Tag Team Title (con Selim Arkin & El Profeta)
- WTF Tag Team (con Selim Arkin)
Stile di lotta: Hi-Flying/Lucha
Stile di lotta secondario: Brawling
Mosse tipiche: Snap DDT, Dragon Suplex, Moonsault Press, Enzugiri Kick, Backstabber, Low Blow, Frankensteiner, Gory Bomb
Finisher:
- Greatest of All Time (GoT) (Avalanche/Spinning lifting sitout double underhook facebuster)
- Kilink Clutch (Dos Caras Clutch)

BACKGROUND
Il misterioso lottatore è apparso per la prima volta durante “The F-World #32” diventando immeditamente campione R-Pro 6-Man Tag Team al fianco di Selim Arkin & El Profeta. Di lui non si sapeva praticamente nulla, tranne la presentazione fatta da Mehmet Arkin al suo debutto:

“Ho deciso di smuovere i miei agganci e di cercare una persona che ho incontrato anni fa. Signori e signore...ecco a voi l'unico vero erede di Halfmoon...EL HIJO DE HALFMOON!”

Nel giugno 2014 ha perso la maschera contro Halfmoon II, rivelandosi essere Maximo Chavarro, un wrestler messicano.
In occasione di uno show R-Pro, il 1° novembre 2015, Kemal ha indossato per un solo match i panni di Hijo de Halfmoon III.

ATTITUDE E STILE DI COMBATTIMENTO
Hijo de Halfmoon non parla... ma riesce lo stesso a farsi odiare. Il suo fare è sempre arrogante ed irrispettoso nei confronti dell'avversario. Sul ring è il classico “rudo” della Lucha Libre, ama strappare le maschere degli altri avversari e colpire basso!

ATTIRE
Indossa una maschera che cela completamente il suo volto, rosa e con una mezzaluna bianca che prende la parte destra della faccia ed una stella della stesso colore sull'occhio sinistro. Gli occhi sono coperti da una retina satinata.
Sotto porta una t-shirt smanicata ed un paio di pantaloni larghi rossi con decorazioni bianche.




Nome: nTo Oldwacker
Data di Nascita: ?
Luogo: Anatolia Orientale (annunciato come proveniente da)
Altezza: ?
Peso: ?
Allineamento: Heel
Theme Song: -
Titoli & Tornei vinti: -
Stile di lotta: Power
Stile di lotta secondario: Brawl/Hardcore
Mosse tipiche: Military Press Slam, Powerslam, Scoop Slam, Piledriver, Short-Range Clothesline, Big Splash, Diving Headbutt, Diving Shoulder Block, Running Dropkick, Diving Body Press.
Finisher: Diving Kneedrop (spesso preceduta da uno Spider German Suplex), Sit-Out Powerbomb.

BACKGROUND

La gimmick di nTo Oldwacker nasce come semplice “parodia” di Oldwacker King. L'identità del suo interprete è stata sempre circondata da un alone di mistero, e non si esclude che ci siano diversi “pastori impostori” nel corso degli anni.
Il personaggio ha fatto la sua apparizione nel 2009, quando il new Turkish order provò a far credere agli spettatori e agli altri lottatori che Oldwacker King fosse passato dalla loro parte. L'inganno durò relativamente poco, ma nTo Oldwacker non scomparve dai teleschermi, diventando di fatto uno dei membri fissi della prima incarnazione della stable turca.
Per un certo periodo, quando i Dev Adam si dedicarono ad un tour mondiale, nTo Oldwacker & Ismail arrivarono a competere per i titoli FWF World Tag Team. La chiusura della FWF nel 2010 segnò anche la sparizione del personaggio.
Nel 2011 una variazione di questa gimmick, chiamata nTo Warrior, apparve in WBFF, ma non era altro che una copertura usata da Hun Baldone per il suo ritorno in federazione come membro della stable turca. In seguito, nTo Oldwacker fu annunciato come tag partner di Ismail nella prima edizione di “WrestlEmpire”, dove avrebbe dovuto affrontare Schizophrenia & Ghostmaker per i titoli WBFF e ECF Tag Team, venendo però poi sostituito da Baldone.
Dopo quasi 4 anni, nel marzo 2014, il personaggio è tornato sugli schermi in concomitanza con la permanenza di Oldwacker King in WTF. La particolarità di questo ritorno è che viene deciso da Baldone, ormai allontanato dalla stable da tempo; si tratta quindi di un nTo Oldwacker “apocrifo”, paradossalmente esterno al gruppo di cui porta il nome. Al momento della riunificazione della stable è stato però cacciato da Kemal a causa della sua pessima prestazione nel corso del Total War Elimination Match. Fuori dalla stable, questo wrestler ha continuato a lottare in Turchia con il nome di Anadolu Coban, provando senza successo più volte a ritornare nell'nTo.
In occasione di uno show R-Pro, il 1° novembre 2015, Ismail ha indossato per un solo match i panni di nTo Oldwarrior, una fusione delle gimmick di nTo Oldwacker e nTo Warrior.

ATTITUDE E STILE DI COMBATTIMENTO

Essendo un “clone” di Oldwacker King ne ricalca in qualche modo lo stile di combattimento e la costituzione fisica.
L'nTo Oldwacker apparso in WTF sembra lievemente meno possente dell'originale, ma anche un filino più agile, propenso anche a fare qualche volo dal paletto.

ATTIRE

Simile a quello di Oldwacker King ma di color rosso, con la scritta “nTo” sul retro del gilet di lana. A differenza del modello originale, nTo Oldwacker sfoggia un facepaint bianco-nero-rosso per celare la sua identità.




Nome: El Turco
Data di Nascita: ??/??/??
Luogo: Turchia
Altezza: Variabile
Peso: Variabile
Allineamento: Heel
Theme Song: nTo Theme
Titoli vinti: -
Stile di lotta: Variabile
Stile di lotta secondario: Variabile
Mosse tipiche: -
Finisher: -

BACKGROUND

El Turco è la classica gimmick “da inganno”, utilizzata per beffare qualcuno. Diversi lottatori hanno vestito la maschera de El Turco, soprattutto per tenere nascosta fino all'ultimo la loro appartenenza al new Turkish order.

- El Turco I: Ediz Gul, per essere accolto la prima volta nella stable.
- El Turco II: Ifrit the Giant, al debutto a sorpresa come membro nTo.
- El Turco III: "Istanbool" Ric, al debutto a sorpresa come membro nTo.
- El Turco IV: Jack Leone, come alleato misterioso dell'nTo al debutto in WBFF.
- El Turco V: Mustafa, per farci gioco dell'Hardcore Soccer Team.

ATTIRE:

Attire molto semplice, che ricorda i classici luchador come El Santo o Blue Demon. Maschera, pantaloni aderenti, stivaletti e polsiere tutto interamente rosso, senza nessuna particolare decorazione.




Nome: Princess Sehrazat
Data di Nascita: ??/??/??
Luogo: Topkapı Palace
Altezza: Variabile
Peso: Variabile
Allineamento: Tweener
Theme Song: “Olurum Sana” - Tarkan
Titoli vinti: R-Pro World Trios Title (1 da Allyson con Safiye & Nene Hatun)
Stile di lotta: High Flying
Stile di lotta secondario: Technical/Submission
Mosse tipiche: Spinning Roundhouse Kick, Jumping High Knee, Superkick, Moonsault Press
Finisher: Diving Double Footstomp, Double Underhook Piledriver

BACKGROUND

Princess Sehrazat è una gimmick ispirata a Sherazade, la protagonista de "Le mille e una notte", la celebre raccolta di novelle orientali. Si tratta essenzialmente dell'alter ego di Safiye, anche se sotto il suo velo si è nascosta anche Allyson, durante la sua breve parentesi come membro delle nTo Amazonlar, ed ancora prima "Bad" Berenike Wagner in occasione dello show del sesto anniversario nTo.

- Princess Sehrazat I: Safiye, utilizzata quando non ancora 18enne debuttò in un piccolo show in Turchia.
- Princess Sehrazat II: "Bad" Berenike Wagner, in occasione di "nTo TAYFUN in ISTANBUL" nel 2015.
- Princess Sehrazat III: Allyson, quando militava al fianco di Safiye & Nene Hatun nelle nTo Amazonlar.
- Princess Sehrazat IV: una sconosciuta appartenente alla TWP Suicide Academy entranta nella Baldhaus.

ATTIRE:

Il costume ricalca quello classico delle odalische, la caratteristica principale è appunto il velo che cela il volto dell'interprete.




Nome: Turkish Machismo
Data di Nascita: ??/??/??
Luogo: Turchia
Altezza: Variabile
Peso: Variabile
Allineamento: Tweener
Theme Song: "Wild Thing" - The Runaways
Titoli vinti: R-Pro World Cruiserweight Title (2 da Sami Maeda)
Stile di lotta: High Flying
Stile di lotta secondario: Lucha Libre
Mosse tipiche: -
Finisher: Diving Elbow Drop

BACKGROUND

Turkish Machismo è l'ennesima gimmick utilizzata per ingannare qualcuno, nello specifico Tyson Hardaway. Si tratta di un personaggio molto colorito, ispirato negli atteggiamenti a Hun Baldone.

- Turkish Machismo I: Sami Maeda, che con l'appoggio di Selim Arkin e Hun Baldone tornò a puntare al titolo Cruiser.
- Turkish Machimso II: misterioso lottatore, che aiutò Maeda ad eliminare Hardaway nella PELL World Cruiser Rumble.

ATTIRE:

La maschera è rossa e copre tutto il volto. Il costume è dello stesso colore, con disegni sul tema fiamme. Entra indossando un cappello da cowboy ed un giacca con le frange (per intenderci come "Macho Man" Randy Savage).
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
DealsFor.me - The best sales, coupons, and discounts for you
« Previous Topic · Roster · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR