Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
the guy, the girl and the mirror faced scarecrow
Topic Started: Sep 26 2016, 22:46 (21 Views)
Psykomarty

Dove sono?
La temperatura fredda, troppo, non capisco quanti gradi, nessuna fonte luminescente di sorta, nessun odore.
La vasca ha un debole odore salino, qua nessuno.
Cos' questo rumore?
Qualcuno colpisce tutto attorno a me, le vibrazioni mi scuotono dallo stomaco.
Dove sono?

No, fermo, mappa il tempo se non puoi mappare lo spazio ha detto pap.

Ring, Gallego alle corde, rivolto all'esterno, parla la sua lingua natia e dice:"Non pensarci nemmeno bastardo"
A chi si rivolge?
Ricky e intervenuto?

Non lo s ma ho pochi secondi, fuori non c' nessuno, sino all'entrata nessuno che io conosca.
Scatto e lo cingo alla vita, punto prima i talloni e poi le punte dei piedi, inarco la schiena all'indietro, la mia testa sotto il suo braccio, la sua di testa sopra ogni cosa.
Ed con essa e parte del collo che impatta al suolo, incassa tantissimo, ma nessuna arte marziale ti rafforza gli organi interni.

Gallego va a terra e io lo schieno.

Poi non mi ricordo.

Ed ora sono qua.

Cosa sta battendo con forza?
COSA STA BATTENDO CON FORZA??

Muovi la testa, lentamente, capta qualcosa d'altro, batti il piede, senti le vibrazioni di ritorno.
Niente....
Devo alzare la mano tenderla per sentire qualcosa.

Cosa mi tocca la mano?
No, qualcosa me la stringe, qualcuno.
Arrivano gli odori, cannella, DrPepper, il tatami sintetico.
Sotto il rimbombo sento una voce, qualcuno sussurra.
"Caleb"
Stringe la mia mano con forza, il suo odore, la sua voce, il suo corpo, la sua temperatura.

Cassie.

Da lei si spande come a macchia d'olio il mondo esterno, la uso come faro e sento tutto il resto.

Sono sul ring.
La mia temperatura alta, sono sudato, c' Jack Gallego che si appoggiato all'angolo e mi fissa.

"OMEGA!!!OMEGA!!!"

Il pubblico mi acclama "alza la mano, sorridi" Cassie mi poggia la mano sul petto, finge di sorridere lo s, serve a dissimulare, io alzo il pugno.
Perch ero ancora qua.

Mappo il tempo, di nuovo.

Ho sconfitto Gallego, sono in piedi, poi sento, in verit poi non sento.
qui, lo capisco, lui qui, la sua voce mi sovrasta, parla ovunque, ma lui non qui.
Lo cerco, lo cerco, cerco il suo battito, ma il mio mi sovrasta, mi schiaccia, qualcosa che perquote con violenza per essere liberato.
Lo spaventapasseri con la faccia a specchio si avvicina, ha in mano il tubo con il diserbante e vuole cacciarmelo in gola.

NO!
No.
Stringo la mano a Cassie, sorrido e deglutisco, usciamo dal ring, passiamo sotto l'entrata, la musica sfuma, siamo nel backstage.
Cassie mi tira, non mi fa fermare, sento la voce di Ricky, lo stanno intervistando, fa il tracotante.
Deride Gallego.
Poco pi in l Connor e Benkei presentano Billy, il nuovo membro della nostra famiglia.

Specchietti per alloddole, li distraggono per permettere a me di arrivare al dojo, il mio luogo sicuro.

Entriamo, ogni cosa com', gli odori hanno piccole variazioni ma tutto come mi aspettavo, barcollo, ho mappato troppo, ho camminato troppo in l, se lo faccio rischio di rimanervi imprigionato.
Sento mio padre stringermi a se "niente paura, pap qui"
Respiro meglio, mi accompagna alla mia stanza, mi sdraio sul tatami, resta al mio fianco, aspetta io sia tranquillo poi esce.
Ma il mio mondo anche l fuori.

"Cosa cazzo successo???"la sua voce agitata, ha il fuoco nelle vene, il nostro capo e nessuno capisce quanto sia brava a farlo.
"Non ora" lui teso, vorrebbe essere ghiaccio, ma sotto lo strato c' pi fuoco che quellocdi Cassie.
"No!Non ora un cazzo!IO sono il loro comandante, e non puoi nascondermi questo" respira forte, si placa:"Cole, ti prego, s che senza maschera va nel panico ma s anche che sentirebbe una libellula scopare in mezzo ad un concerto degli AC/DC, quindi per favore, cosa e successo?"

Mio padre inspira col naso, come a preparare un colpo, ma i suoi muscoli sono leggeri e non contratti, stanchi.

Odore di mountain dew, formaggio, altri odori, il passo tranquillo e molleggiato:"Diglielo Cole" Sami, la sua voce sempre come vento tra gli alberi, serena ma precisa, beve.
:"C Square ha ragione" Sami ha scommesso di riuscire ad inventarsi pi nickname di Cassie di quanti ne esistano per Wildcore:"Se non sa tutto come pu aiutarlo"

:"Aspetta, e TU come fai a sapere TUTTO?Tutto cosa?" Il fuoco divampa di nuovo nella voce di Cassie.
"Si chiama dissociazione sensoriale" pap non lascia nemmeno che i due inizino le loro guerre verbali, non ora:"Qualcuno che conosco insegn a Caleb ad affilare i propri sensi, dopo l'incidente che lo colp.
Dopo di esso era come se qualcuno avesse infilato cocaina e propellente per razzi nel suo sistema nervoso, permettendogli di percepire le cose come non mai.
Ma cos era dura, rumor troppo forti che per noi erano appena percepibili."

Si sposta e prende la bevanda di Sami:"La faccio breve, gli insegnarono a concentrarsi e a focalizzare le cose.
Ma il problema che se si focalizza senza trovare quello che cerca si perde e quando si perde rivive l'evento"

Cassie sempre pi nervosa, Sami, come se
mpre, camuffa bene:"Prima che sorgano problemi di sorta, sono stato io a chiedere a Cole di sapere tutto su Caleb, per far in modo che quando fosse venuto alle Hawaii con noi potessi aiutarlo e controllare che lui non lo trovasse"

"Lui?Genocide?"

:"Brava Double C, io lo ho affrontato, io mi ci sono scontrato e vi posso garantire che pericoloso, freddo come la morte ed altrettanto letale"

Restano in silenzio, poi Cassie prende la parola:"Cosa successo, qual' l'evento?"

So cosa devo fare, mi alzo ed esco, sento il battito di tutti aumentare, Cole e Cassie sono sollevati, Sami, mi stupisce, preoccupato.

Lei viene verso di me e mi abbraccia, poi mi da un pugno sulla spalla:"Imbecille, fermo l come una statua, se non fossi intervenuta avrebbero smontato il ring con te sopra" sorrido, poi le prendo la mano e mi siedo in terra.

Mio padre prende Sami per la spalla ed escono, mi tolgo i guanti e muovo le mani, i gesti divengono una tela, intesso parole coi gesti.
Le parlo.
E per la prima volta da anni, le racconto chi sia davvero io e chi sia lo spaventapasseri con il volto di specchio.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
ZetaBoards - Free Forum Hosting
Free Forums. Reliable service with over 8 years of experience.
« Previous Topic · Promo · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR