Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
Lettera di Natale
Topic Started: Dec 29 2016, 10:20 (54 Views)
Psykomarty

Caro Babbo Natale.

Dovrei forse scrivere caro Krampus, perchŔ non penso che tu venga da persone come me e papÓ Jack, siamo stati cattivi, molto, abbiamo fatto del male senza preoccuparci di coloro che lo hanno subito.

Abbiamo mentito, senza riguardo alcuno,facile all'inizio, poi alcune delle persone alle quali abbiamo mentito si sono rivelate buone con noi e quindi abbiamo fatto male a chi ci ha voluto bene.
Sopratutto io Babbo Natale, sono stata cattiva e infida.
Non serve dire mi dispiace o non qvrei voluto farlo, papÓ dice che quando fai un taglio, anche impercettibile, il segno rimane per sempre, ci dimentichiamo dei tagli piccoli visto che spariscono e quelli grandi li nascondiamo il pi¨ possibile.

Il problema Ŕ quando non tagli il corpo ma lo spirito, allora i segni non vanno mai via.
Noi abbiamo tagliato a fondo.

Insomma io ti scrivo lo stesso poi se pensi debba venire da noi Krampus al tuo posto ok, ce lo siamo meritati.
Fai attenzione per˛ perchÚ papÓ Ŕ molto nervoso e tendente ad essere davvero violento.

Devo dirti qualcosa di pi¨, visto che magari guardi la tv e basta e non sai cosa sia successo.
Allora dopo che papÓ mi ha salvato dall'Uomo Nero e mi ha portata via siamo andati in camerino, abbiamo preso le cose che ci servivano in fretta e furia ma io non ero molto di aiuto.
Non soffrirai tanto il freddo visto il lavoro che fai, ma sappi che erano mesi che mi sentivo gelare, non come quando arriva il vento dal nord e magari giro per casa in mutande e dico a papÓ che deve mettere altra legna nel camino e lui urla che se sto col culo per aria posso gelarmi ma lui manco morto spreca la legna.

╚ che non riesco a dormire se non sono sicuro che mr Terribile Ŕ rientrato, Ŕ il nostro gatto, io dormo solo con la maglietta e le mutande ovviamente e magari esco a cercarlo e lui Ŕ in casa e...
Ah si, la casa non c'Ŕ pi¨ e Terribile Ŕ con mamma di Jack, assieme a Salem e gli altri del branco.
Ma loro sono tutti bravi e so che a loro porterai cose buone.

Il freddo che ho sentito Ŕ la mancanza di calore, non quello da fuori ma da dentro, tremi anche in mezzo alle fiamme e hai paura di ogni singolo momento in cui sei da sola.
PerchŔ sai che in quei momenti come stormi di corvi i ricordi vengono a banchettare su di te.
Ma finalmente papÓ era tornato, con lui il calore, i corvi non c'erano pi¨ e io non riuscivo a staccarmi da lui.
Ad essere onesta Babbo Natale il poterlo riavere Ŕ stato per me meglio di ogni regalo che esista al mondo.

╚ speciale, perchŔ per lui io sono importante, mi capisce, mi protegge e mi permette di stargli vicino, no, non piange quando ci sono io o si fa fare le trecce.
Mi piacerebbe ma ha detto che non accetterÓ mai.
╚ una cosa istintiva come respirare, Ŕ sentire di aver trovato un posto da chiamare casa.
Siamo due lanterne rotte, una senza vetri ed una senza candela, se siamo vicini per˛ allontaniamo ogni ombra.

╚ protettivo, sarÓ complicato per chi vorrÓ sposarmi, ma Ŕ bello per il quanto tiene a me.
Insomma, scusa se scrivo troppo, eravamo assieme e lui mi diceva che dovevo staccarmi perchŔ senn˛ non riusciva a prendere le cose e io ho tenuto il broncio ma lo ho mollato ma approfittavo di ogni momento per stargli vicina e lui ha sorriso e a un certo punto mi teneva stretta con un braccio e con l'altro prendeva quello che ci serviva.
Non lo conosci bene ma davvero per lui fare queste cose Ŕ strano, per˛ penso che sia stato in un freddo peggiore del mio mentre era in quel luogo orrendo.
Comunqe una volta finiti siamo usciti ed il creatore era lý.
Tu sai chi sia il Creatore vero?
Non merita io lo chiami padre, no, mai, ma mi ha creata, come ha creato papÓ Jack, occhi neri e tanti altri.
Il Creatore Ŕ il male, nemmeno tutto il carbone del mondo basterebbe per lui, ha fatto male e continua a farlo.

Ed era lý, davanti a noi, sembrava annoiato, anzi, pi¨ che altro inquietato, ci guardava e con lui il suo mugulo di servitori, gli Hollow che pi¨ hanno nome, Nanny Nancy con i sui Gemelli Infranti, Frattura, la Torsione Umana e c'era ancora qualcuno che non conosco.

Il Creatore prende le persone spezzate e le ricostruisce, le assembla con il suo modo di vedere e dove non vi era pi¨ niente lui ci mette un pezzo del proprio Vuoto.
Scusa se ne parlo, tu sei Babbo Natale e io parlo di quella cosa.
Per˛ voglio tu capisca.

Ci fissa e scuote il capo, non vi Ŕ debolezza peggiore della paura, dice con la sua voce che sembrano chiodi su una lavagna.
La paura Ŕ una catena che scegliamo di indossare, non si avvicina a noi, Jack ha in mano un martello.
Lui prosegue, essa Ŕ una catena poichŔ la usiamo per limitarci per nascondere che non siamo in grado accettare che ogni singolo giorno della nostra esistenza Ŕ una menzogna, una menzogna che ci raccontiamo per non credere al Vuoto.

In quel momento sono sicura che PapÓ Jack stesse riflettendo se usare il martello sul primo che si fosse avvicinato o su di me.
Sai, per evitare che il Creatore mi prendesse; lo so, sembra orrendo, ma non voglio raccontarti tutto quello che mi ha fatto, ma, questo voglio tu lo sappia, non ci sarÓ mai una piccola me o un piccolo me ad attendere il tuo arrivo proprio per colpa sua.
Quindi per questo non giudicare male papÓ Jack ok?
Il Creatore continua e papÓ Jack sputa in terra, conti di andare avanti con queste stronzate o mandi qualcuno dei tuoi al macello, si PapÓ Jack Ŕ proprio un duro, tipo Snake Pliskin o John McLane.
Il Creatore sospira, lo fa sempre quando vuole farti sentire un bambino rispetto a lui, fremono i suoi insetti ma non si muovono perchŔ ormai sono del tutto assoggettati.
Lo credono un Dio lo sai?
Si che lo sai.
Penso che molti di loro, anche se hanno fatto cose cattive, non lo siano realmente, ma questa cosa la lascio a te.
Il Creatore dice che si, potrebbe portarci via ora, farci trascinare urlanti e scalpitanti direttamente a Ender, oppure lasciare sia la legge a fare il suo lavoro e dire loro che entrambi dobbiamo essere rinchiusi.

PerchŔ Ŕ questo il potere che ha in mano, sia io che PapÓ siamo malati, non in senso fisico ma secondo dei dottori nella testa; secondo un dottore almeno.
Si chiama Killjoy ed Ŕ il dottore di Habbot, di Ender, lui decide chi deve essere rinchiuso e chi no, e entro fine anno avrebbe dovuto o chiudere le nostre cartelle o confermare fossimo pazzi del tutto.
Killjoy fa tutto quello che dice il Creatore e il Creatore ci vuole a Ender.
Avrebbe voluto io dessi alla luce il nuovo Messia del Vuoto, e poichŔ non posso farlo come farebbe una mamma ha fatto si che io attirassi PapÓ Jack, che lo legassi a me e che poi, usandomi come mezzo di scambio, fosse obbligato a divenirlo lui.

E lo avrai visto, lo hanno visto tutti, per un pochino Ŕ successo quello che il Creatore voleva, ma poi quella sera PapÓ Jack mi ha salvato.
Lui e le mie sorelle e il Gigante e il Principe...
Sono stata cattiva con loro Babbo Natale, mi hanno voluto bene e li ho abbandonati e traditi e ora mi odieranno e me lo merito.

Scusa se ho divagato, ma quello che ho fatto a Safye, a Nene, a Berenike, a Dvora, a Ifrit e a Selim Ŕ orrendo e non posso perdonarmi.
Per˛ non posso nemmeno non essere felice davvero che io e PapÓ siamo ancora assieme.
Il Creatore invece non lo Ŕ, finge che a lui non importi nulla ma non Ŕ vero, quello che abbiamo fatto Ŕ peggio di qualsiasi cosa gli sia mai stata fatta.
Ed infatti quello che dice lo dimostra.
Dice che ci lascia andare, o per meglio dire ci lascia scappare, dice che Jack dovrÓ per˛ combattere contro l'Uomo Nero, per placarlo e lo dovrÓ fare ad un evento che si chiama Simposio.
Lo vuole fare lý perchŔ lo guardano tutte le federazione e vuole che tutti vedano la caduta di PapÓ Jack.
Dice inoltre che vada come vada il match io sar˛ internata.

Questa Ŕ la cosa che penso abbia colpito al cuore PapÓ Jack, il quale inizi˛ a tremare, poi a respirare solo con il naso, insomma io lo conosco ed era chiaro cosa stava per accadere.
Ma non eravamo in un isola deserta, ma in un parcheggio, infatti iniziano ad arrivare persone, fan, giornalisti e non so come, tutti i seguaci del Creatore scompaiono in quel momento lasciandolo solo.

PapÓ non poteva attaccarlo, solo perchŔ per˛ gli tenevo la mano, sentirmi di fianco a lui penso gli facesse capire che avesse ancora qualcuno da difendere.
I giornalisti intanto chiedono e il Creatore, con il suo solito modo di fare, annuncia che Legion e Alpha Jack si sarebbeo affrontati al Simposio, quando qualcuno per˛ chiede in che match la risposta arriv˛ proprio da mio PapÓ.

Redcap Slaughterhouse match.
Ti spiego, una volta il nome del mio papÓ era Cody Knox e combattŔ un match che gli cambi˛ la vita contro un avversario che aveva due persone nella testa.
Ora, per affrontare qualcuno che ha una legione di persone nella testa mio PapÓ ha chiesto lo stesso match.

Ed il Creatore ha accettato.

Da quel giorno non ci fermiamo mai Babbo Natale, quindi magari ti sarÓ difficile trovarci, loro ci seguono, ci cercano, il Creatore ha dato il permesso di cacciarci e noi dobbiamo scappare.
Siamo stanchi e ora stiamo dormendo in un piccolo albergo in un posto lontano e sperduto, PapÓ Ŕ sempre sul chi vive ed io sono attenta a lui come lui a me.

Questo Ŕ quanto, ma non ti ho detto che regali vorremmo.
Ecco vorrei riavere la VHS di Breakfast Club, perchŔ PapÓ Jack si sente in colpa per averla bruciata con la casa e almeno cosý sarebbe pi¨ tranquillo e per me.
Per me vorrei poter stare sempre vicina a PapÓ e se non fosse possibile che invece lo sia.
Poi mandami tutto il carbone che merito Babbo Natale, ma aiutami a far si che PapÓ Jack sia pi¨ sereno e sia finalmente in pace.
Fa che tutto finisca bene ok?
E ti giuro che non dir˛ pi¨ parolacce.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
« Previous Topic · Promo & Off the Record · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR