Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
R-Pro "SYMPOSIUM '17: Ride The Lightning" 15/01; I hope so, brutha
Topic Started: Jan 15 2017, 23:20 (383 Views)
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Le immagini ci mostrano lo stage di questo faraonico, ed improvvisato, set da show di pro-wrestling allo Stadio Flaminio.
Nessuna theme, e per il momento nessuna luce particolare .
Una figura spunta dal backstage, spingendo cosa? Un carrello, un carrello da dolci, sulla quale è poggiata una bella torta di compleanno, di color rosso, con dettagli bianchi. Un faretto si accende puntando l'uomo... è “nTo Mega-Power” Hun Baldone.
Il baffone sorride, il pubblico risponde con il solito boato misto che accompagna i membri del new Turkish order. Il “Pure Turkish Steel” prende la parola.

HB: “Well... ladies and gentleman, girls and boys, e kidz di tutte e età, buonasera a voi. Oggi siete tutti ospiti di questo birthday party – guarda la torta con aria perplessa – forse siamo un po' troppi per farci bastare questa... uhm, ok, l'importante è il gesto, quindi da bravi allenatevi a mangiare la vostra torta immaginaria, io sarò il vostro Peter Bald sull'Isola del Jabroni che non c'è.”

Pausa per la magnificenza “baldoniana”.

HB: “Avanti kidz – rivolgendosi verso il backstage - fatevi avanti.”

Ed ecco arrivare qualcuno da dietro le quinte: Selim Arkin, Ismail, Ifrit the Giant, Ediz Gul, il magnifico Turkish Machismo, l'inutile Yusuf Oturk, Safiye e Nene Hatun. In una sola parola, tutto il new Turkish order attuale al completo, tutti con indosso l'ormai famosa ed elegantissima tuta del gruppo. Il pubblico si fa sentire ancora.
Ismail ed Ediz posizionano per bene la torna in primo piano (una pregevole opera pasticciera con logo dell'nTo, mica cazzi), mentre il resto della banda prende posizione.

HB: “Siamo tutti qui, kidz... manca qualcuno, lo so, ma facciamo finta di essere tutti qui, davanti a questo pubblico, e a Madre Roma.”

Boato dei romani.

HB: “Prima di iniziare con il trash-talk di rito, vorrei chiedere a tutti voi – indica sia il pubblico che i compagni – di tributare un applauso di supporto a tutte le persone che soffrono per quello che succede non solo nella nostra amata Turkish Nation – il volto di Baldy è serio come non mai - ma in tutto il mondo, da un capo all'altro del pianeta, un applauso per loro, e per tutte le persone di buona volontà che lottano per la pace e la sicurezza. Per favore...”

Un lungo applauso sincero si alza dallo Stadio Flaminio, con commozione di alcuni membri della stable.
Baldy alza la mano per riprendere la parola.

HB: “Grazie gente... grazie... ma adesso torniamo allo spettacolo... e che spettacolo. Uno show che continua da 2933 giorni, e non ha ancora saltato lo squalo. Il new Turkish order, folks, rende la vostra vita migliore da 8 anni ormai. Diamine. Often imitated but never duplicated! La stable più dominante del buziness, più importanti delle stesse federazioni che abbiamo graziato con la nostra presenza. Best singles wrestler, best tag team, best heavy, best junior, best young, best old dirty bastard – indica sé stesso – best ladies, non c'è una categoria dove il new Turkish order non ha brillato, si, si, abbiamo anche i migliori jabroni del business – indica Ediz, che ci rimane anche male – siamo lo standard dell'eccellenza sullo squared circle... WE ARE THE NEW TURKISH ORDER!!!”

La folla si fa sentire, i “maniacs” sono in estasi, gli “haters” schiumano di rabbia.

HB: “Potevamo festeggiare questa lieta ricorrenza con il classico match party, dove tutti noi saliamo sul ring a prendere a calci nel sedere la solita fagiolata di jabroni e losers... forse lo faremo prossimamente, ma non questa sera. Oggi alcuni di noi lotteranno match importanti, con in palio l'oro, the straps, moneta sonante nel dirty business. Celebreremo i nostri 8 anni facendo quello che ci riesce meglio: vincere!”

Altro stop per il pubblico.

HB: “E divertire voi gente – sorrisone che stende un numero imprecisato di donne tra i 40 e 60 anni – visto che siamo ad un ottavo compleanno, posso dire che siamo il più bel toychest che sia mai esistito. Tutti i kidz si divertono con noi. Perché abbiamo tutti i giocattoli... ci sono io, Hamm Baldy, il salvadanaio più cool che ci sia.”

Indica Ediz.

HB: “Rex Ediz, il pavido ma fidato dinosauro dell'Anatolia.”

Indica Ifrit.

HB: “Slinky Ifrit, il wrestler turco allungabile... anzi già allungato.”

Indica Ismail.

HB: “Mr. Potato Ismail, lui non si scompone mai, ed anche se succedesse, sa perfettamente come ricomporsi.”

Indica Yusuf.

HB: “Yusuf Gibraltar, il nostro forzuto ma da un po' silente buddy.”

Indica Safiye & Nene Hatun.

HB: “Jessie Safiye, la spericolata red hair cow-girl del ring, e Nene Peep, la... la pastorella con la forza di un camion.”

Si avvicina a Turkish Machismo, che già si mette in posa con le mani ai fianchi.

HB: “L'ultimo arrivato, lo sfavillante Machismo Lightyear!!!”

Baldy preme un immaginario pulsante sul petto del mascherato, porgendogli poi il microfono.
Lo scatto di Machismo è istantaneo, arraffa il microfono al volo.

TM: "DID YA LISTEN TO THAT? Avete ascoltato in religioso silenzio le parole del Pure Turkish Steel, the Big Baldy One, the Man, the Mustache the Legend? Oooooh yeaaaahhhhhh, vangelo, puro vangelooooo!!!"

Mano alzata e giro su se stesso in uno sventolio di laccetti colorati, Machismo si ferma salendo sul paletto e porta una mano all'orecchio.

TM: "Come? What my spicy head just listened? In una serata come questa, una serata che glorifica la più grande stable del wrestling dobbiamo ancora udire voci come quella del lamest, saddest, worthless jr champ che questo luogo abbia mai avuto? Cosa hai detto?"

Machismo scende dal ring andando tra il pubblico e passa il microfono ad una ragazza evidentemente emozionata, che infatti ride senza riuscire a parlare.

TM: "Io ho capito, io ho capito. Sotto le tue risate vi è rancore, il rancore verso qualcuno che ha osato raffrontarsi al miglior Jr. Champ che sia mai passato da queste parti. Qualcuno che pur di allungare il proprio regno senza rischiare ha preferito gettarsi in un inutile torneo tag team. Un torneo tag team???"

Machismo passa tra la folla e risale sul ring.

TM: "Ho visto un solo torneo tag team di valore ed è stato vinto dall'nTo. Questo è ben poca roba se vede in finale un wrestler che siccome non tollera la salsa piccante la continua ad allungare per riuscire ad assaporarla con la punta della lingua. Oh si mr Hardway!!!"

Baldone alza la mano e parlotta con Machismo.

TM: "Serio? Hardaway e non Hardway? Ah se non lo chiami con il suo nome finge di non sentire?"

Baldone fa un cenno di assenso.

TM: "Ed eccovi un campione più finto che mai signori. Un pupazzo che si crede grande ma che è solo capace di trovare scuse pur di non incrociare la sua strada con chi azzererò quel contatore che lui ha fatto crescere nascondendosi e fuggendo. Un contatore che cresce come il fango che copre quel titolo, un titolo che ha visto solo il top del top, la cream della cream. Avete udito le parole di un codardo? Egli ha paura di affrontarmi, come i little kidz che si inventano mostri per restare svegli dormire Hardway...HardAway inventa che non vuole difendere contro qualcuno che non conosce.
Throw away my mask?"

Pausa scenica.

TM: "Ci sono due motivi per cui non lo farò. Punto uno, se tu puoi tenere la tua maschera di campione su quella faccia di codardo io posso tenere la maschera che voglio. Punto due..."

Machismo si piazza a gambe larghe e si guarda in giro ispirando

TM: "YOU CAN'T RESIST TO FACE OF MACHISMO!!! Se io mi togliessi la maschera al solo vedermi negli occhi il tuo sangue ribollirebbe cuocendoyi come uno spezzatino di montone. Because these eyes can make any girl hot, and any lame-ass-shit-talking-puny-champ like you finire in cenere!
Ma ora basta perdere tempo con un simile Jabroni. Sai chi è un campione HardAway? E voi lo sapete?"

Machismo si sposta e allarga le braccia.

TM: "Ecco chi è un campione, ecco da chi potrete prendere esempio invece che dar retta a dei jobberweight che scappano. The One and Only Conqueror, SELIM 'WOODY' ARKIN!!!!"

Selim Arkin prende in mano il microfono, si posiziona al centro del ring mentre gli altri membri dell'nTo gli fanno spazio. E' davanti alla torta e guarda il pubblico. Sembra assaporare ogni reazione, ogni fischio e ogni applauso. Microfono alla bocca.

SA: "Voglio ringraziare e fare un applauso a Baldy e a Turkish Machismo. Quale modo migliore per festeggiare l'ottavo compleanno del new Turkish order se non con un bel discorso pieno di entusiasmo? Ok, in teoria il modo migliore lo vedrete stasera, a fine show, quando io, Ifrit e Safiye usciremo dal Flaminio come Tag Team Champions e World Women Champ. Perché stasera, miei cari nTo-addicted, tutti e tre i membri della migliore stable del globo terracqueo impegnati in un match vinceranno. Esattamente com'è successo in passato, esattamente come accadrà ancora e ancora e ancora in futuro. Questo è il modo migliore per festeggiare l'ottavo compleanno del new Turkish order. Ve l'avevo promesso: il Symposium, grazie all'nTo, avrebbe assunto senso perché i membri di questa stable avrebbero occupato i migliori match della serata."

Selim sorride.

SA: "E così è accaduto: l'imperatrice d'Europa, Safiye, sconfiggerà Zoey Di Maggio portandosi a casa cintura e passaggio del turno. Le Galata nTowers strapperanno i titoli tag team all'ennesima coppia che non ha saputo reggere il confronto con i Dev Adam nella storia di quel titolo. I Tokulucha sono l'ostacolo più piccolo ed insignificante che si sia mai posto sulla mia strada: Puzzle ed Aenigma, potrei essere l'ennesima persona a fare simpatici giochi di parole con i vostri nomi e invece... invece preferisco concentrarmi sullo sconfiggervi, sul vincere questo match e diventare per la prima volta nella mia carriera FWF World Tag Team Champion, riportando quelle cinture dove meritano di stare: all'interno del new Turkish order. E mi sembra inutile parlare del fatto che questa sia stata la scelta migliore che potessi fare. Numero uno perché è grazie ad Ifrit che il sottoscritto ha risalito la china, è grazie ad Ifrit che il sottoscritto ha potuto riacquistare fiducia, è grazie ad Ifrit se il new Turkish order è tornato a stare dove merita di stare."

Selim si volta verso Ifrit, inchinando leggermente la testa. Ifrit biascica qualcosa di incomprensibile. Selim sorride.

SA: "Ehi, Ifrit, non fare così! Dovresti usare quel dizionario di inglese che ti ho regalato per Natale! Sai, qui c'è gente che si lamenta perché tu non parli! Volevano sentire le tue parole nei confronti dei nostri avversari durante il Me, My-big-self and tag. Hanno detto che non siamo dei veri birader, non siamo una vera coppia di lottatori solamente perché ho detto tutto io, solamente perché tu non parli. Vuoi dirgli qualcosa? Vuoi dire qualcosa a chi la pensa così e agli avversari che abbiamo già sconfitto?"

Selim avvicina il microfono alla bocca di Ifrit che getta un urlo che fa gelare il sangue a tutti i presenti al Flaminio.

SA: "Credo possa bastare, grazie Ifrit. Ma non perdiamoci in chiacchiere! Stavo dicendo che il primo motivo per cui lottare per i titoli tag sia stata la scelta migliore che potessi fare era per dire grazie ad Ifrit. Il secondo motivo, invece, riguarda il fatto che ho ragionato su quale fosse la migliore scelta per il new Turkish order. E' vero, avere me come campione massimo darebbe grande peso a questa stable, ma questa stable ha già un grande peso. Inoltre, quando mio fratello ha deciso di andarsene e i Dev Adam erano campioni tag team, bhè, il new Turkish order continuava ad essere il migliore stable del panorama passato, presente e futuro. E continua ad esserlo ora che io non porto nessuna cintura alla mia vita. Ma scegliere di lottare e vincere per i titoli tag team, dopo che per lungo tempo ho inseguito il titolo massimo di questa federazione, è la dimostrazione che l'egoismo di Selim Arkin ha lasciato spazio ad altro..."

Pausa di Arkin.

SA: "Ha lasciato spazio alla voglia di porsi alla guida di questa stable, considerando ogni membro di questo gruppo come un fratello, come un birader. E' vero, avrei potuto scegliere di lottare per il titolo massimo, senza pensare a Ifrit, senza pensare ai miei birader. Ma non l'ho fatto. Lottare e vincere per un titolo che non si vince da soli è una grande dimostrazione di fratellanza. Una dimostrazione di cambiamento. Terzo motivo: ho detto che l'nTo avrebbe lottato negli spot più importanti. Alcuni di voi potrebbero pensare che l'FWF World Heavyweight Title valga più del titolo Tag, eppure se guardiamo agli ultimi tre campioni di entrambi i titoli da una parte possiamo trovare i Dev Adam e dall'altra? Il nulla cosmico. E siccome un titolo assume di importanza grazie al suo proprietario, in questo momento il titolo Tag Team vale decisamente di più. Almeno finché un membro del new Turkish order non diventerà l'FWF World Heavyweight Champion."

Sorriso del turco.

SA: "E infine, quarto ed ultimo motivo, avete ben visto il main event di stasera? John Kratos vs Red Revolution Raven! Partendo dal presupposto che tutto ciò non fa altro che avvalorare la mia tesi, secondo il quale questo show senza nTo è solamente un inutile showcase in cui vengono posti sul ring dei presunti campioni, per quale motivo avrei dovuto inserirmi in un match di questo tipo? Quando e se mai avrò voglia di lottare per l'FWF Title, allora vorrò stare solo io contro il campione. Sperando che nel frattempo Raven non sia così debole da perdere quel titolo, perché preferirei decisamente strapparlo dalla sua vita che da quella di qualsiasi altro lottatore."

Pausa di Arkin.

SA: "Quindi è per questi semplici motivi che ho preferito, anziché diventare il nuovo FWF World Heavyweight Champion, far sì che le Galata nTowers diventassero i nuovi FWF World Tag Team Champions. Alcuni potranno dire che è stata una scelta di codardia, credo di avervi risposto. È vero, i Tokulucha non sono al nostro livello, io e Ifrit dovremo avere la giusta pietà per non fargli troppo del male. Ma purtroppo per loro sono i campioni nel momento peggiore in cui avrebbero potuto esserlo: il momento in cui Selim Arkin ha deciso di vincere quelle cinture con il suo birader Ifrit. Dunque, altri due nomi dell'elenco di coloro che sono caduti davanti allo Yavuz: Puzzle ed Aenigma."

Arkin muove la mano verso un coltello vicino alla torta.

SA: "Prego, miei birader, avvicinatevi a me per le foto di rito. Basta parlare di cose che potrebbero annoiarci, farci arrabbiare o farci sentire un leggero prurito dove non batte il sole. E' giunto il momento di festeggiare l'ottavo compleanno del new Turkish order, ricordando con gioia i momenti del passato e coloro che ora non sono qui con noi. Brindando agli ennesimi successi futuri della migliore stable che c'è, che ci sia stata e che mai ci sarà! E ricordando sempre una semplice cosa: non c'è spazio per niente e nessuno nel mondo del wrestling. Solo per una cosa..."

Arkin taglia la torta, mentre vediamo sprecarsi i flash delle macchine fotografiche. Arkin alza lo sguardo.

SA: "Just Order."

SIGLA!

[align=center][utube]https://www.youtube.com/watch?v=SuyLE8OXwNY[/utube][/align]

Siamo nell’arena che ospiterà l’evento SYMPOSIUM promosso dalla Raven Project. Inquadrati nel backstage abbiamo Michael e Leon, i Lone Wolves, in rappresentanza della Valley Death Wrestling. I due lottatori svizzeri si stanno preparando al match che li contrapporrà al Cult Of Zeus, in rappresentanza della Catch Wrestling Society.

Michael: “Stasera lotteremo in un grande palcoscenico. Forse uno dei più importanti dell’anno. Sin qua abbiamo affrontato solo coppie di livello modesto, ma stasera si fa sul serio. 7 giorni fa abbiamo sconfitto l’Oriental Xpress in VDW, a casa nostra, e stasera ce la vedremo con il Cult Of Zeus. Sono onorato che Evil Dragon abbia scelto noi per rappresentare la sua federazione e…”

Leon interrompe il fratello. Stavolta c’è del tono sarcastico nelle parole del maggiore – di età e di stazza – dei due lupi svizzeri.

Leon: “Sei onorato che abbia scelto noi? Andiamo fratello! I Senshi No Puroresu si sono fatti massacrare e rimandare a SushiLand da Hugo Tennenbaum, i Kadets si stanno impegnando per rimanere campioni, gli Unmovable Objects non hanno ancora guadagnato la sua fiducia per rappresentare la federazione, i Deadly Premonitions hanno rotto l’alleanza, qualunque team mandato avanti da Mister York è colato a picco. Chi altro rimaneva? Ascolta, è vero che il palcoscenico sarà di quelli da 100 e 1 notte. Ma non pensiamo al contorno, pensiamo alla sostanza. Il Cult Of Zeus non è certamente tra i più forti tag team in circolazione. Voglio dire, sappiamo che poteva andarci molto peggio. Pensa se avessimo dovuto affrontare i Tiger Inn, o l’Hardcore Soccer Team, o se fossero sopravvissuti gli Uber Alles come formazione. Non posso dirmi preoccupato di un team proveniente dalla CWS che non ha mai fatto parlare di sé al di fuori di questa federazione. E quindi nemmeno tu dovresti, intesi?”

Michael guarda il fratello. Le parole del maggiore dei 2 un po’ lo hanno incoraggiato.

Michael: “Hai perfettamente ragione. Due lupi non arretrano davanti a niente e a nessuno. Nemmeno se non conoscono perfettamente la preda, nemmeno se cambia d’improvviso il loro terreno di caccia. Abbiamo faticato troppo per arrivare sin qua, dimostriamo a Evil Dragon che non ha sbagliato a scegliere noi, e dimostriamo al Cult Of Zeus che bisogna avere paura del lupo…”

Leon con un cenno della testa da segno di approvare le parole del fratello e tag team partner.

Leon: “Approposito dei due del Cult Of Zeus mi chiedo che cazzo di fine abbiano fatto. Prima sentivo il loro fetore sin qua, ma ora….”

Bale: “Ma ora Wolfgang era giusto andato un attimo in bagno!”

Axl Bale! Il più piccoletto dei due “soldati di Zeus” come piace chiamarli ad Apollonis, loro manager nei Cult of Zeus, si fa vivo dinanzi agli svizzeri rappresentanti la VDW.

Skafer: “Sì, ma ho fatto. Per intenderci… non che me la stessi facendo addosso dalla paura, ma deve essere stata la fagiolata che ho mangiato, mentre Herkless ed Apollonis ci parlavano prima di là.”

Bale: “Mi stai cercando di dire che mentre Apollonis ci motivava ed Herkless ci dava le istruzioni per il match tu stavi mangiando?”

Skafer: “Ehi Axl, siamo più forti, non c’è bisogno di istruzioni per farcire questi due!”

Bale: “Allora… innanzitutto saranno anche svizzeri, ma ciò non vuol dire che si debba sottovalutarli!”

Skafer: “Vengono dalla regione più inutile dell’impero prussiano, a cosa mai possono essere capaci?”

Bale: “Hai dimenticato la fine che abbiamo fatto contro i Roses’ Kingodom? Non dobbiamo mai sottovalutare gli impegni, Wolf. Potremmo anche essere più forti, anzi, di certo lo siamo, ma se avessi ascoltato prima Apollonis ti saresti accorto che sottovalutare gli avversari non porta a nulla.
Lui avrà anche i suoi modi, farà anche troppo affidamento a vecchie parabole tratte dalle vicende degli dei dell’Olimpo ai quali tu puoi non credere; ma i suoi insegnamenti sono più che utili. Nel caso tu non te ne fossi reso conto, grazie ai suoi insegnamenti, Herkless nella prossima puntata di Insanity vincerà la semifinale del torneo per il titolo hardcore della CWS. E noi, Wolf? Cosa abbiamo fatto? Ancora nulla…
Quindi per favore, ora cerca di stare in silenzio e lascia che sia io a dire quattro parole a questi sbruffoni.”

Skafer: “Mhmh…”

Bale: “Allordunque, ragazzi. O meglio… lupi, così come piace che vi ci si rivolga…
Di certo noi non siamo uno die migliori tag team in circolazione, vero? L’avete detto voi… Eppure sono ben due volte che veniamo scelti dalla CWS per rappresentarla nell’intero circuito EWW. E questo non accade di certo perché la CWS non abbia di meglio da proporre, ma è così perché l’intero Culto ha dimostrato di poter dominare come un’unica forza coesa all’interno della federazione lì, in Germania. Magari non avremo ancora ottenuto i risultati sperati, ma il rispetto ed il valore all’interno della nostra federazione l’abbiamo acquisito. Sarà stato grazie alle parole di Apollonis, sar stato grazie alle vittorie di Herkless, sarà stata la bellezza di Aphro che blocca davanti alle sue immagini segaioli come voi, ma…”

Skafer: “Se ti avesse sentito Herkless ti avrebbe fatto male.”

Bale: “Ma siamo qui anche e soprattutto per la nostra esperienza. Perché prima di essere i Cult of Zeus noi siamo Bale & Skafer. Noi abbiamo già ottenuto risultati in varie parti del continente ed abbiamo un nome. Ma voi? Voi invece cosa avete fatto? Con quale autorità ci ritenete un tag team non alla vostra altezza?”

Skafer: “Eppure mi pare di essere abbastanza alto.”

Bale: “Dai Wolf, questa potevi risparmiarla.
Ad ogni modo, ragazzi, ci si vede sul ring. Sarà lui a decidere chi sarà davvero all’altezza della situazione. Non saranno lupi, non saranno divinità greche, ma solo quattro uomini.
E solo due ne usciranno con le loro gambe.”

Bale sorride e va via, portando dietro di sé la montagna tedesca, Wolfgang Skafer, mentre i Lone Wolves rimangono per qualche istante lì nel backstage.

-CAMERA FADES-

[align=center]Posted Image[/align]

Il primo match di questa edizione di SYMPOSIUM vede affrontarsi due federazioni, una contro l'altra: la Valley Death Wrestling se la vede contro la Catch Wrestling Society! Da un lato ecco i fratelli Koch che arrivano sulle note di "Son of a Wolf" dei Powerwolf, dall'altro il Cult of Zeus che raggiunge il ring sulle note di "Powerslave" degli Iron Maiden! Sono tutti e quattro sul ring e ora il match può avere inizio!

1st Match - VDW vs. CWS:
The Lone Wolves (Michael Koch & Leon Koch) vs. Cult of Zeus (Axl Bale & Wolfgang Skafer)


Il match parte, con gli uomini legali che sono Bale e Michael. I due sono agli angoli opposti, si avvicinano e tra i due volano insulti pesanti. Bale spinge il nemico, il quale risponde alla medesima maniera. I due si ritrovano nuovamente faccia e faccia e allungano la mano verso il rivale, i due si afferrano con un braccio, poi si afferrano per l’altro e si chiudono in un Lock Up al centro ring. I due si smuovono, tentano di prevalere, ma la loro mole è equivalente e per quanto basso possa essere l’inglese, ci mette la grinta e la forza giusta per non cedere di un passo. Il britannico fino ad ora sembra dare una giusta prova di resistenza, ma lo svizzero lo riduce a colto di fiato e non appena vede Bale retrocedere, sferra un Knee Lift e poi lo chiude in un Headlock. The Soldier ricordiamo è privo di fiato e chiuso in una mossa di sottomissione elabora un modo per uscirne. Tenta un pugno al costato e poi prova a spingere il nemico che va contro le corde. L’atleta rosso crociato non si fa cogliere impreparato ed evita l’esecuzione di un Irish Whip. Bale però non è da meno e sfrutta subito la situazione per scaraventare il nemico fuori ring con una Clothesline, Michael abbassa le corde e fa precipitare Bale, che rimane sull’apron. La lotta non sembra avere pausa e anche dall’esterno l’inglese vuole sorprendere il nemico; sferra una ginocchiata e poi facendo un salto all’indietro trascina appresso il braccio del rivale facendolo impattare alle corde. Bale entra nel ring, avvista il nemico ormai indolenzito e mette a segno una Single Arm DDT. Bale tenta il pin:

1..Kick-Out!

Michael alza la spalla, Bale non si dispera e prova ancora a mettere alla prova la resistenza del rivale con un Headlock. L’inglese trascina il nemico all’angolo dove risiede il partner, i due contendenti arrivano alle corde e mentre il direttore di gara chiama il Rope Break, ecco che Bale da il cambio a Skafer. The Berlin Wolf da il tag al mastino del culto, il Problem Solver della stable blocca il suo simile al corner e chi rifila una devastante Chop. I membri rimanenti godono su tale immagini, mentre il sicario mette a segno un'altra cinquina. Michael esce dal corner con un petto rosso, si gira, ma ciò che riesce a rimediare è una potentissima Body Slam. Lo svizzero è out, sembra però avere lo spirito combattivo e mentre cerca aiuto dal suo angolo, The Wolfgang Skafer prende fiato. Leon Koch finalmente si prende il tag. Il lupo solitario entra nel ring e mette a segno uno Shoulder Block alle gambe del nemico, poi dopo averlo messo in ginocchio sferra una Clothesline. Skafer per quanto potente, non gode di agilità e quanto si rialza si becca un’ altra Clothesline, stavolta From Hell. Il performer di Berlino permane per poco, vien rialzato e scaraventato al corner con un Irish Whip. Leon prende la rincorsa e con un Corner Spear spezza il nemico. Stavolta lo svizzero chiama in causa il nemico, lo solleva in spalle ed insieme connettono con una loro prelibatezza The Sentence (Samoan Drop + Jumping Cutter). Leon copre il nemico:

1..Kick-Out! Skafer si libera al momento che alza la spalla travolge anche Leon facendolo balzare.

Il corpulento tedesco fa valere la sua forza bruta su Leon. Lo porta all’angolo, serie di spallate, poi prende la rincorsa e avalanche! Che botta! Lo tiene con una mano e va di short arm clothesline! Skafer allarga le braccia e mostra i suoi muscoli invitando il pubblico a tifarlo. Non è che ottenga tutto questo assenso, anzi. Comunque perde tempo nel bearsi, e sta concedendo tempo a Leon di riprendersi. Il lottatore di Berlino torna al capezzale del lupo svizzero, pioggia di stomp, poi prova a sollevarlo….
Ma no! Leon gli scivola alle spalle e con uno sforzo titanico connette un german suplex! Le spalle toccano terra!
1..2..
E no! Solo 2. Che atletismo però. Leon ora fa piovere ginocchiate sul lottatore di Berlino, dopo di che dimostra anche la sua preparazione tecnica chiudendo Skafer in una clutch al suolo pieno stile MMA. I lupi svizzeri stanno dando testa al componente più potente della stable, Skafer striscia all’angolo, tocca le corde e costringe il nemico a mollare la presa. Il colosso tedesco tenta il rialzo, Koch non esita un attimo che sferra una Running Knee Strike ai danni di Wolfgang Skafer. Leon solleva il rivale, sferra un pugno dietro la schiena del nemico e lo lancia contro le corde con un Irish Whip, al ritorno il lupo rosso crociato tenta una Spinebuster ma nulla. Il tedesco non si fa sollevare e non va giù. Leon prova a sollevarlo, ma nulla uno Stiff Punch del membro del Culto stende Leon. Il maschio alfa è in ginocchio, Skafer da il cambio a The Soldier Bale. Il challenger della arti marziali miste entra nel ring, se ne avvede della difficoltà nel rialzo del nemico e lo colpisce con un combo di Karate Kick agli arti. Leon è indolenzito alle braccia e Bale non resta che mettere a segno un Roundhouse Kick. Leon cade, il britannico lo afferra tentando un Cobra Clutch, ma uno Snapmare Driver lo stende. Leon da il cambio a Michael, il cruisweight non entra nel ring, ma prova una proiezione dal paletto. Leon afferra Bale e lo passa a Michael, lo svizzero afferra il nemico in posizione di Powerbomb e poi si lancia dalla terza corda connettendo con una Sitting Powerbomb. Michael tenta il pin:

1..2..NO! Kick-Out! Alza la spalla il britannico.

Il lupo solitario afferra la gamba del rivale e la tempesta di Stomp. Poi afferra entrambi le gambe e mette a segno una specialità di casa: la Giant Swing. L’inglese sembra su una giostra, fa dei giri rapidissimi e compie una serie di giri. Alla fine tenta la Boston Crab, ma nulla. Bale con un calcio lo respinge. Michael sbatte il piede a terra veementemente, Bale tenta il rialzo ma si becca un Superkick.

Mamma mia che colpo. Ma a Michael piace volare, prima va addosso a Skafer con un calcio in corsa che quasi abbatte il più possente del Cult Of Zeus, poi sale sul paletto…
450 Splash! Mamma mia! Copertura!
1…2…
E ancora non c’è il 3. Michael vuole indebolire il rivale, inizia a lavorarne le braccia. Serie di knee drop sulle braccia di Bale, e poi inizia una serie di tecniche di armwork mutuate dalla lotta libera. Prova una armbar, ma Bale lo spinge via, e quando Michael prova a farsi sotto viene steso con una belly to belly side slam! Wow che mossa! Cover!
1…2…
E non c’è il 3. Bale inizia allora una fase di ground and pound mulinando pugni pesanti come macigni sul volto del più giovane dei Lone Wolves, poi lo intrappola in una morsa da MMA. Interviene però Leon in aiuto del fratellino, ma deve subito tornare al suo angolo perché non è l’uomo legale. Intanto però Michael s’è liberato.
Il Lone Wolf sfrutta l’assist datogli dal fratello per continuare il lavoro iniziato in precedenza e connette sul braccio sinistro di Bale una cross armbreaker! Skafer interrompe tutto con una Stomp. Afferra Michael e con una Gorilla Press Slam lo getta oltre ring. Leon con un Cactus Clothesline finisce oltre la terza corda insieme al ring. Bale si rialza, sale sul paletto e dall’esterno quadrato atterra sul nemico con una Diving Crossbody. In quattro sono fuori ring, Bale afferra Leon, tenta di schiantarlo contro le balaustre, ma arriva la contromossa di Irish Whip che vede Leon scagliare il rivale contro le barricate. Gli uomini legali sono out, intanto l’arbitro arriva ad eseguire il double count-out che si arresta a 10 e segna una doppia squalifica.

Lone Wolves vs. Cult of Zeus finisce in No Contest (11:23) via Doppio Count-Out.

[align=center]Posted Image[/align]

Siamo in uno dei numerosi camerini per gli atleti predisposti per Symposium, dove per questioni di spazio, si trovano tutti i membri del team 'tecnico' della Proxima Evolution de Lucha Libre e tra El Hijo de la Santa Muerte, Skull Head e Salsa Bravo a prendere parola è proprio quest'ultimo.

SB: "Amigos, ci siamo, tra poco tocca a noi.
Esto es il momento di fare un piano per affrontare gli avversari... Ma noi non sappiamo nemmeno chi saranno!
Asì que l'unica cosa che possiamo fare è concentrarci su nosotros."

I due compagni annuiscono alla maschera infuocata di Salsa Bravo.

SB: "Skull Head, spero tu non abbia problemi con me dopo la nostra lucha nel primo show, è stato un bello spettacolo y mi sono divertito molto... Così come stasera dovremo dare un grande spettacolo per El Simposio, divertendoci mentre battiamo i rivali a sorpresa che ha scelta per noi Senor Jefe!"


Hijo de la Santa Muerte annuisce e batte le mani per poi stringere i pugni, dandosi la carica.

Hijo: “Le cose che son successe prima non contato. Ahora es el tiempo de trionfar! Non sappiamo niente dei nostri rivali, hai ragione amigo, ma sappiamo chi siamo e cosa vogliamo. Conosciamo i nostri punti forti ed è su quello che dobbiamo puntare. Nessuno ci conosce meglio di noi stessi ed alla fine anche i nostri nemici difficilmente avranno vita facile.”

Annuisce convinto il figlio prediletto di Catrina.

Hijo: “La vita, come la morte, ci mette di fronte a delle prove, delle scelte e noi oggi dobbiamo scegliere di dare il massimo. El Senor Jefe ha scelto noi per un motivo, crede in noi e vuole farci dimostrare, a pieno, di cosa siamo capaci. Quindi, uniti tutti, contro chiunque ci ritroveremo di fronte.
Sarà una sfida con tema centrale la nostra voglia di trionfare e… divertimento. Quello non deve mai mancare.”

Ridacchia, divertito, la sombra sorridente

Skull Head da una pacca sulla spalla a Salsa Bravo e con quel singolo gesto lascia capire che quello successo settimana scorsa è acqua passata ed è ora di scorgere la testa e di guardare avanti per il nuovo team. Con una voce elevata ed un accento marcato a prendere parola è il nerd hero Skull Head che sembra anche lui voler dare la carica con qualche parolina incitante in più.

SH: “Salsa, ciò che è successo settimana scorsa è ormai un evento passato per me, voglio dire nessuno si è fatto male, nessuno ha fatto ricorso a sadici esperienti per arrivare alla vittoria, ma soprattutto nessuno nega l’evidenzia, ossia il fatto che insieme ci siamo divertiti. Purtroppo il momento del divertimento è terminato amigos ed è arrivata l’ora di connettere: cuore, cervello, determinazione e mescolare il tutto per creare un mix di spettacolo e adrenalina.”

Head guarda i suoi compagni e adottando una modulazione maggiormente persuasiva riprende a ciarlare.

SH: “Symposium è la nostra opportunità, non ci basta che varcare la soglia e mostrare a la gente di che pasta siamo fatti. Inoltre non ci facciamo problemi ad adeguarci, insomma, abbiamo imparato a fidarci di noi stessi, non ci faremo problemi a scrutare i nostri rivali.”

Head si gratta il capo mentre osserva gli altri due suoi compagni

Non possiamo vedere il volto sotto la maschera di Salsa Bravo, ma il rilassamento muscolare lascia intendere che abbia ben accolto le parole di Skull Head.

SB: "Non ci resta che andare allora....
Vamos a Bailar Companeros!!!"

I tre si incitano a vicenda battendosi le mani e dandosi pacche di incoraggiamento e sono pronti alla sfida misteriosa che li attende

[align=center]Posted Image[/align]

Al tavolo di commento si vanno a sedere i due commentatori della Proxima Evolution de Lucha Libre : Joseph Browns e il mascherato El Fanatico

EF : ‘’ Hola amigos de Italia! Qui El Fanatico assieme al mio collega Joseph Browns! Qui allo stadio di Roma per commentare il match promozionale della Proxima Lucha!’’

JB : ‘’Ben detto homie, e chi abbiamo? Niente popò di meno che un magnifico trio di luchadores incredibili : la Sombra sorridente Hijo de la Santa Muerte, la faccia del terrore Skullhead e il luchador bailato Salsa Bravo! Ma non sappiamo invece chi saranno i loro avversari’’

EF : ‘’ Hermano, lascia che ti predica il futuro : non importa chi saranno i loro avversari, questi tre luchadores usciranno a testa alta da questo incontro, portando fiero il nome della PELL’’

JB : ‘’Basta chiacchiere , che entrino i luchadores!’’

Viva La Calaca è la theme che accompagna i tre luchadores; le luci si abbassano ed eccoli arrivare : Hijo de la Santa Muerte, Skullhead e Salsa Bravo , con il suo immancabile ‘’BAILA CO MINGO ‘’ nonostante la tenebrosa atmosfera creata dall’entrata con la theme del figlio della Catrina. I due tenebrosi luchadores scambiano hi five con il pubblico, per poi entrare rapidi nel quadrato, mentre Salsa Bravo prende il suo tempo per mostrare qualche passo di danza e liberarsi poi del microfono sotto la maschera. Sono ora sul ring i tre, la musica si ferma, le luci tornano normali e si attende ora l’entrata dei loro tre rivali.

Dopo qualche attimo di silenzio, è Personality Crisis ad interrompere il silenzio nell’arena : un po’ di fumo sullo stage che ne copre la visuale, ma ecco alla fine comparire…L’ACADEMY!! OMG!! TITO CANALES, SNOWCRASH E PRINCE ATLAS!! Il pubblico va in visibilio!! Sono questi quindi i nuovi acquisti di Senòr Jefe in PELL?!? Sembra proprio di si, perché vengono ora annunciati come rivali del trio dei mascherati. L’academy prosegue fino al ring, con Atlas al centro che si pavoneggia e i due agenti della Black Hydra di Black Dragon ai lati del ‘’bel’’ principe.

I due team hanno ora raggiunto il ring, e ricevo ora una rapida controllata da parte dell’arbitro. Luce verde, si aspetta solo un accordo per gli uomini legali che inizieranno l’incontro

2nd Match - PELL Offer Match - Lucha Rules Trios Match:
Hijo de la Santa Muerte, Skullhead & Salsa Bravo vs. Tito Canales, Snowcrash & Prince Atlas


DIN DIN DIN!!

Per i mascherati a partire è Skullhead, mentre per il team avversario, Prince Atlas! The Prince vs The Skull! E’ subito lock tra i due, ma Skullhead con la sua rapidità , si proietta alle spalle di Atlas , elevandolo e buttandolo poi di faccia a terra. Rotazione di Skullhead che si porta ora sopra le spalle del Principe e lo afferra per la gola, chiudendolo in una Chinlock. Atlas non resta a terra a lungo però, e la Chinlock di Skullhead non è stata applicata a dovere : Atlas quindi si rialza e riesce a sfilare la testa, spingendo poi Skullhead contro le corde e la faccia del terrore prende lo slancio, tornando dal principe che prova un braccio teso, ma Skullhead passa sotto andando contro le corde opposte e ancora uno slancio che lo fa tornare contro Prince Altas, che ancora prova un braccio teso, ma questo da a Skullhead la possibilità di appiglio, per poi afferrare la testa di Atlas con le gambe e roteare, Tilt-A-Whirl Hurricanrana!
Prince Atlas finisce contro il proprio corner, dove a prendere il cambio al big man : Tito Canales! Il mastodontico lottatore parte alla carica contro Skullhead e lo atterra con una spallata. Ancora , Canales corre contro le corde e Skullhead si rialza, solo per essere atterrato ancora , questa volta da una Clothesline di Canales. Il lottatore del Chile rialza ora Skullhead con una facilità inaudita , per poi scaraventarlo al corner e colpirlo al petto con una Chop. Non gli basta una, e quindi ancora un’altra , a ripetizione fino a quando Skullhead cade seduto al corner; In ultimo, Tito Canales si allontana, prende la rincorsa e piomba poi su Skullhead con una Cannoball!
Skullhead cade di faccia a terra e rotola fuori dal ring, e al suo posto, entra Hijo de la Santa Muerte! Il figlio preferito della Catrina va faccia a faccia con Canales, con quest’ultimo che prova a colpirlo al volto, ma Hijo de la Santa Muerte intercetta, evita, ed è poi lui a colpirlo con un pugno al volto. Canales indietreggia , toccandosi il volto, ma viene poi raggiunto dalla Sombra che sorride, spinto verso le corde e poi scaraventato contro le corde opposte con un Irish Whip; Canales rimbalza e torna verso Hijo , che si è piegato in avanti a centro ring, ma si becca un calcio di Canales , e subito dopo , un DDT da parte del cileno, che subito prova un pin a suo vantaggio

1…2..

Ma ottiene solo un due
Non è questo a fermare il bisonte cileno, che di peso rialza Hijo de la Santa Muerte , solo per scaraventarlo poi al tappeto come un sacco di patate. Trascina ora il figlio della Catrina al proprio corner, dando cosi il cambio di nuovo al principe! Prima di uscire, Tito Canales prende la distanza, poi corre contro Hijo de la Santa Muerte al corner e lo colpisce al volto con un Big Boot. Canales esce, entra ora Prince Atlas che trascina via dal corner Hijo de la Santa Muerte, per poi arpionarlo per la testa ed elevarlo in alto eseguendo su di lui un Vertical Suplex.
A terra ancora una volta, Hijo viene schienato da Prince Atlas

1…2…

E ancora una volta, la Sombra sorridente esce al conto di due
Prince Atlas torna al proprio corner, dando il cambio ora a Snowcrash, il quale invece che entrare nel ring, sale sulla terza corda , pronto a lanciarsi contro Hijo de la Santa Muerte…DOUBLE FOOT STOMP CODE BREAKER!! E da questo Hijo de al Santa Muerte non ne esce

1…2…

E INVECE SI!!
IL FIGLIO DELLA CATRINA NON VUOLE SAPERNE DEL PIN DI SNOWCRASH, ED ALZA LA SPALLA AL DUE! Infuriato il membro del trio, inizia a colpire Hijo de la Santa Muerte con degli Stomp , fino a spingerlo alle corde; Inconsciamente, Hijo appoggia la testa sulla prima corda e Snowcrash ne approfitta, premendo con il piede fino a strozzarlo contro essa. Azione illegale che viene richiamata subito dal direttore di gara , ma gli avvertimenti vengono ignorati dal membro dell’Academy , questo fino a quando l’arbitro non fa partire un conteggio, che arriva al quattro . e Snowcrash si fa indietro, solo per poi colpire con un ultimo Stomp, questa volta sulla schiena della Sombra sorridente. Hijo de la Santa Muerte cade al tappeto e rotola ora fuori dal ring, al suo posto entra Salsa Bravo! Snowcrash prova subito un braccio teso, ma il luchador bailato passa sotto proiettandosi dietro di lui, e quando Snowcrash si volta, viene colpito con un Kick all’addome che lo fa piegare in avanti. Salsa Bravo corre contro le corde , prende lo slancio e torna verso Snowcrash e salta oltre afferrandolo poi per le gambe, La Puesta del Sol Sunsetflip!

1…2…

Solo due per Salsa Bravo;
Il luchador mascherato fa una capriola all’indietro e si riporta in piedi, correndo di nuovo contro Snowcrash e di nuovo passando sotto un suo braccio teso, Salsa trova poi le corde e salta sulla seconda , poi terza e piomba su Snowcrash con un Moonsault, che abbatte nuovamente il membro dell’Academy e prova un altro pin su di lui

1…2..

Ma ottiene ancora un due.
Non molla il luchador, che ancora una volta si riporta in piedi, meno rapido di prima ma ancora con ‘’el fuego’’ nel corpo. Saltella sul posto , aspettando che Snowcrash si rialzi ancora, e quando il californiano lo fa, ecco che parte ancor- NO! ATTENZIONE! Canales è entrato e come un treno ha caricato contro Salsa Bravo, buttandolo a terra con una spallata…MA ANCORA!! SKULLHEAD, SULLA TERZA CORDA, ENTRA E PIOMBA CONTRO CANALES ESEGUENDO UN DIVING ELBOW SMASH! La faccia del terrore butta giù il bruto cileno, ed entra ora Prince Atlas, ma Skullhead lo anticipa e lo colpisce all’addome con un kick di pianta. Atlas si china in avanti e Skullhead gli salta sulla schiena, arpionando le gambe, Sunsetflip! Salsa Bravo, Snowcrash e Tito Canales sono fuori, gli uomini legali sono ora Atlas e Skullhead, con quest’ultimo che schiena il principe

1…2…

Ma ottiene solo un due
Skullhead fa per rialzarsi, stessa cosa fa Prince Atlas, ma trova subito un kick al petto di Skullhead, che lo costringe ad inginocchiarsi. Skullhead continua poi a colpire il petto del principe con dei Kick tirati con la tibia, fino ad un conto di 10, contato anche dai fans presenti allo stadio; Skullhead poi si allontana, andando verso le corde e fuori sull’apron ring, per poi saltare sulla terza corda e piombare su Prince Atlas , NIGHTMARE INTO THE TOILETTE!! Spettacolare Springboard Legdrop Bulldog di Skullhead, che ora schiena il principe

1…2…3!
PRIMA CADUTA PER SKULLHEAD, HIJO DE LA SANTA MUERTE E SALSA BRAVO

Il trio dei luchadores si porta in vantaggio , con Skullhead che assicura la prima caida per il suo team. Hijo de la Santa Muerte e Salsa Bravo entrano nel ring a congratularsi con il loro compagno, mentre Prince Atlas rotola fuori dal ring, nelle mani ora di Tito Canales e Snowcrash. I tre luchadores alternano lo sguardo tra loro stessi e i tre fuori, per poi prendere la rincorsa contro le corde, prendere lo slancio e continuare a correre…TRIPLE SUICIDE DIVE!!! Il pubblico è tutto in piedi : i tre luchadores si sono lanciati contemporaneamente contro i tre dell’Academy , causando un effetto birilli che manda al tappeto tutti e tre i luchadores e i membri dell’Academy. Al conteggio di 7 , a rialzarsi però è Tito Canales , che prende per la testa lo stesso Skullhead e lo rigetta nel ring. Il luchador però , agile , riesce a mettersi in ginocchio dopo una capriola in avanti e voltarsi poi alla volta di Tito Canales, colpendolo poi con dei Kick bassi , ma Canales non ci sta più e afferra Skullhead per la gola, scaraventandolo poi dall’altra parte del ring. La faccia del terrore è al tappeto, vicino alle corde e con esse prova a rialzarsi, ma viene agguantato per la vita da Tito Canales e proiettato poi al tappeto con un potentissimo German Suplex. Non lascia andare Skullhead e si riporta in piedi il cileno, ed esegue un secondo German Suplex sulla faccia del terrore, ed ancora, si rialza ed un terzo German Suplex sul luchador mascherato. Skullhead rimane stremato al tappeto, solo per essere sollevato di nuovo da Canales, per il collo questa volta, ed elevato ancora una volta in alto e sbattuto poi contro il materasso, la Chokebreaker di Canales!
Ed ora il bruto cileno poggia un piede su Skullhead, pinnando il mascherato

1…2…3
PRIMA CADUTA PER L’ACADEMY

Situazione pareggiata dal bruto cileno, mentre con il piede spinge Skullhead dal ring; In attesa di uno degli altri due luchadores, Tito viene raggiunto da Prince Atlas e da Snowcrash, che danno entrambi una pacca ciascuno sulle spalle di Canales. Ad entrare è il bailato luchador, Salsa Bravo, ma non è solo, perché nel ring rientra anche il figlio della Catrina, Hijo de la Santa Muerte. I due luchadores non si fanno intimorire dalla presenza dell’Academy, con il direttore di gara che si mette in mezzo ai due team, cercando di mantenere un ordine, e ci riesce : Canales e Snowcrash fanno ritorno al loro corner, cosi fa anche Salsa Bravo che anzi, va fuori a soccorrere l’amico Skullhead. Sul ring rimangono quindi Prince Atlas e Hijo de la Santa Muerte, con il figlio della Catrina che invita il ‘’bel’’ principe a farsi avanti, e lui lo fa : i due finiscono in un lock, vinto inizialmente da Prince Atlas, ma poi è Hijo de la Santa Muerte a ribaltare le sorti in suo favore, proiettandosi dietro al principe e afferrandogli il braccio destro. Cammina fino alle corde facendo impattare Prince Atlas contro di esse, poi sempre con esse si aiuta per poi eseguire uno School Boy su Atlas ed eseguire un pin su di lui

1…2..t

No, solo un conto di due
Prince Atlas fa una capriola all’indietro e si trova ora in ginocchio difronte al figlio della Catrina : la sombra sorridente sorride, appunto, invitando nuovamente il rivale a farsi avanti, e Prince Atlas non lo fa aspettare avvicinandosi quatto quatto con le mani che cercano quelle di Hijo de la Santa Muerte, ma è poi il piede di Prince Atlas a trovare l’addome del figlio della Catrina. Un calcio di pianta sull’addome fa piegare Hijo de la Santa Muerte in avanti, e Prince Atlas lo afferra per la testa e si porta giù , eseguendo su di lui un DDT. E’ ora il principe a schienare Hijo de la Santa Muerte

1…2…

No, due anche per lui
E’ in questi momenti che un principe non perde la calma : si rialza Prince Atlas, andando verso il proprio corner e dando il cambio a Snowcrash, il quale entra ora nel ring proprio mentre Hijo de la Santa Muerte sta per rialzarsi. Di spalle, Snowcrash aspetta il momento giusto, per poi afferrare il luchador per le braccia e proiettarlo a terra, Double Underhook Suplex, con ponte! E quindi , pin per Snowcrash ai danni di Hijo de la Santa Muerte

1…2…tr

NO!
Ancora resiste il figlio della Catrina, che non vuole saperne di deludere la propria madre , ne i suoi compagni di trio! Snowcrash quindi si vede costretto a ricorrere ancora una volta alla sua finisher : Codebreaker! Ancora una volta, Snowcrash sale sul corner : prima la corda più bassa, poi la seconda ed in fine la terza arrivando in cima…MA ATTENZIONE!! HIJO DE LA SANTA MUERTE LO RAGGIUNGE SULLA CIMA DEL CORNER, LO AFFERRA… SUPERPLEX!! SUPERPLEX!! Il pubblico non ci sta più, è fuori di testa dallo spettacolo che questi sei luchadores stanno dando! Contento sarà anche Senòr Jefe in Messico, ma ora Hijo de la Santa Muerte deve tornare al proprio corner, dove ad attendere ci sono Salsa Bravo e Skullhead con la mano tes- NO!! PRINCE ATLAS!! TITO CANALES!! I DUE ENTRANO NEL RING E TRASCINANO VIA HIJO DE LA SANTA MUERTE SPEDENDOLO NEL LORO CORNER!! A DISTRARRE L’ARBITRO CON LE CHIACCHIERE CI PENSA PRINCE ATLAS MENTRE IL BRUTO CILENO COLPISCE HIJO DE LA SANTA MUERTE CON DEGLI STOMP- MA ATTENZIONE!!! SALSA BRAVO!! SKULLHEAD!! I DUE LUCHADORES ENTRANO NEL RING E CON UN DOPPIO DROPKIC MANDANDO AL TAPPETO PRINCE ATLAS!! TITO CANALES NON SE NE AVVERTE, ANCORA IMPEGNATO A PESTARE HIJO DE LA SANTA MUERTE!! I DUE NE APPROFITTANO, SKULLHEAD SI METTE A GATTONI A CENTRO RING, SALSA BRAVO CORRE CONTRO LE CORDE, PRENDE LO SLANCIO E SALTA SU SKULLHEAD… E POI SALTA SU TITO CANALES!! SALSA E’ SEDUTO SULLE SPALLE DI CANALES, COLPENDO IL CILENO CON DEI PUGNI AL VOLTO E FACENDOLO BARCOLLARE VERSO LE CORDE E CON ESSE POI SALSA BRAVO SI AIUTA PER TIRARE GiU’ DAL RING TITO MA ANCHE SE STESSO!! E ANCORA : SKULLHEAD ORA CORRE CONTRO LE CORDE, SLANCIO, CORRE ANCORA E SI LANCIA POI OLTRE LA TERZA CORDA E CONTRO SALSA BRAVO, PRINCE ATLAS E TITO CANALES!!
Le rapidi azioni della Lucha Libre che lasciano senza fiato! L’arbitro si affaccia fuori, a controllare che tutti stiano bene, ma dentro il ring però Hijo de la Santa Muerte si sta trascinando verso Snowcrash, il quale è però già in piedi… PUGNO DI SNOWCRASH…CON UNA CAZZOTTIERA!! HIJO DE LA SANTA MUERTE BARCOLLA MA NON VA GIU’… SUPERKICK DI SNOWCRASH!! YUORS TRULY!! SNOWCRASH SI LIBERA DEL TIRAPUGNI E POI SI STENDE SOPRA HIJO DE LA SANTA MUERTE, L’ARBITRO SI GIRA E FA PARTIRE IL PIN

1…2…3!!
SECONDA CADUTA PER L’ACADEMY

Snowcrash, Prince Atlas & Tito Canales b. Hijo de la Santa Muerte, Skull Head & Salsa Bravo (22:21) con un Brass Knuckles Shot.

JB : ‘’I TRE DELL’ACADEMY FANNO IL BOTTO! In Messico qualcuno starà festeggiando o andando su tutte le furie, ma qui a Roma , l’Academy porta a casa la vittoria! Snowcrash viene raggiunto da Canales e Atlas, i quali alzano le braccia l’un altro a centro ring, in segno di vittoria. ‘’
EF : ‘’Non importa che abbiano barato per portarsi a casa la caduta finale, il fine ha giustificato i mezzi ed ora sono loro tre che andranno nella Proxima Lucha come vincitori di questo incontro.’’
JB : ‘’ E dei tre luchadores che ne sarà? Scopritelo guardando la Proxima Evolution di Lucha Libre. Grazie per averci avuti, e a presto!’’
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Siamo nel camerino che la R-Pro ha gentilmente concesso ai membri maschili dei Deadly Premonition.
Infatti notiamo subito loro due, Boom Jonny ed Hiroshi Yagami.
I lottatori indossano già il proprio ring attire e si ritrovano in silenzio l’uno di fronte all’altro.
Da qualche tempo, i dissidi interni al gruppo sembravano essersi diradati, ma qualche settimana fa, sono riesplosi, provocando più danni di quanti ce ne fossero prima.

???: Non ditemi che siete di nuovo arrabbiati l’uno con l’altro…

La voce appartiene al membro femminile del gruppo, Nurse Lisa, che nell’ultima occasione ha portato la vittoria ai Deadly Premonition schienando Elsa Este.

Lisa: Ragazzi, siamo ad un passo dai titoli di trio, non dico che li vinceremo, ma… non avremo nemmeno una possibilità di farcela se vi comportate così!

Jonny guarda Lisa per poi distoglierci subito lo sguardo.

Jonny: Sai… detesto ammetterlo, ma hai ragione… forse questi titoli possono risanare i nostri vuoti interni, non so se tu sia di questa opinione…
Fa strano dirlo ancora una volta ma dobbiamo cercare di collaborare, come un tempo, ci prenderemo questi titoli trios e poi… finalmente ci scontreremo!
Prometto di non voltarti le spalle questa sera visto che tutto ciò vale anche per il mio interesse, quest’oggi metterò piede nella Raven Project per la prima volta e lo farò lasciando il segno.
So che voi due non crederete mai a quello che sto dicendo ma è la verità! Voglio quei fottutissimi titoli… Dei titoli ci hanno portato a questo e degli altri potranno risolvere questa faccenda ancor prima dell’evento VDW dove magari a fine match l’uno darà la pacca sulla spalla all’altro, non credi Hiroshi ?

Lo sguardo della Red Nurse si rivolge dunque a Yagami, che però rimane serio e composto.

Hiroshi: Non credo!
Non dopo quello che hai detto Jonny…
Sono finiti i giorni in cui mi sbatto per esserti amico, al loro posto, sono cominciati quelli in cui aspetto solo di vederti rimpiangere ogni singola azione ed ogni singolo discorso fatto su di me.

Per quanto il lottatore italiano abbia detto di voler collaborare, l’asiatico dai capelli rossi non sembra della stessa opinione.

Lisa: Ragazzi, siamo arrivati al capolinea, abbiamo superato due turni ed ora affrontiamo i CAMPIONI di trio, quelli IMBATTUTI!
Avete capito? Ci vuole alchimia sul ring, perché loro ne hanno e senza, noi non possiamo far nulla.
Jonny ha ragione, in ballo ci sono le cinture, sarebbe meglio per tutti mettere da parte gli screzi almeno fino alla fine del match…

Hiroshi: Se c’è una cosa che oggi non volevo proprio sentire è “Jonny ha ragione”, ma comprendo il pensiero di entrambi, a me non serve alcun cerchio alchemico per essere un buon tag team partner, l’ho sempre dimostrato, anche se qualcuno ha avuto qualcosa da ridire…
In tutti i casi, non crediate che a me non interessi vincere i titoli, è una grande opportunità e come tale, voglio sfruttarla a pieno, anche dovendo far coppia con Jonny a malincuore, come fecero Naki e il Gourmet in Tokyo Ghoul…

La citazione ai manga fa tirare un sospiro di sollievo all’infermiera, che vede la situazione calmarsi.

Hiroshi: L’anno scorso, ho partecipato a questo stesso evento, ho combattuto per un titolo, contro Volkermord… e ho perso.
Non mi va proprio di lasciare la R-Pro con due sconfitte su due…

Jonny: Bene allora sta volta fai come dico io! Se non vuoi fare la stessa fine dello scorso anno ti conviene mettere da parte tutti i problemi, credi che io non mi stia trattenendo a dirti qualcosa?
Dimostrami oggi che magari anche gli Dei sbagliano! Dimostrami che hai ragione tu, che la perdita dei titoli tag VDW è stata solo colpa mia! Dimostramelo Otaku Senpai… Dimostrami chi è Hiroshi Yagami, dammi un assaggio di ciò a cui dovrò andare contro fa qualche settimana!
E perché, non sfruttiamo l’occasione per dimostrare a qualcuno che ha sbagliato a non metterci nel torneo tag team dei titoli EWW ?

Jonny si appoggia ad una parete e abbassa il capo, il diamond of pain sembra pensieroso.

Jonny: Questa volta non abbiamo contro dei semplici avversari ma Red Kamen, Dragon Ninja e Steve Barone e come ha già detto Lisa… attuali campioni, è il momento di spodestarli dal trono! A Last land to survival loro hanno vinto. Non sono affatto da sottovalutare!

Hiroshi: Da… da sottovalutare?!
Sono ottimi lottatori, sia in singolo, che in coppia, che in trio, sono IMBATTUTI e soprattutto sono i campioni, certo che non sono da sottovalutare, sono le ULTIME persone che si potrebbero sottovalutare, ma poi… dall’alto di cosa, tu, potresti permetterti di sottovalutare qualcuno?!

Lisa: Non ricominciate…

Hiroshi: Ok, ok… facciamo a modo vostro, anche perché mi state facendo sembrare quello cattivo…
Allora, Red Kamen è un ottimo lottatore in singolo e con i suoi amici è stato capace di fare ottime cose, come abbiamo già detto.
Io ormai posso dire di conoscerlo bene, ma voi…

Lisa: Non lo hai sconfitto ogni volta che vi siete incontrati?

La Red Nurse si riferisce ovviamente a quanto accaduto in JLW mesi fa.

Hiroshi: Sì, l’ho sconfitto più volte, e questo non ci rende, anzi, non MI rende, migliore di lui, questo comporta solo il fatto che sarà ancora più motivato ed aggressivo…

Lisa: Sagge parole!

Hiroshi: Il mio boss mi ha insegnato molto.

Per la prima volta dall’inizio del collegamento, sul volto dell’Otaku si dipinge un sorriso.

Hiroshi: Barone e Dragon Ninja prima di essere campioni di trio sono stati campioni di coppia, sono tre vincenti, dobbiamo tenerlo sempre a mente, dobbiamo giocare di squadra, davvero, non prendendo tag per il semplice fatto di voler essere la prima donna del ring… sono stato chiaro?

Lo sguardo dell’Otaku Senpai, ovviamente va a cercare quello del Diamond of Pain.

Jonny: Stammi a sentire muso giallo, non voglio mettermi a discutere con te adesso, ho testa solo al match! A tempo debito rimpiangerai tutto ciò… e dopo averti sconfitto risponderò alla tua domanda sul “Chi è Boom Jonny?” Dovresti saperlo anche tu ormai… ma evidentemente oggi non sei in te, Hiroshi… Hiroshi… Hiroshi ti vedo un po' troppo nervoso a quanto vedo, l’idea di dare una brutta impressione a Jack Leone ti fa paura o cosa?
Ma sì, lasciamo perdere… ah è per la precisione, se pretendo che tu o Lisa mi diate il cambio è perché so quello che posso fare.

Il Diamond Of Pain assume un’aria abbastanza seria e fa qualche passo in avanti.

Jonny: Di certo non sono venuto qui per entrare in quel ring e prenderle!

Jonny di avvicina alla porta mettendo mano alla maniglia con le spalle rivolte ai suoi compagni.

Jonny: È il momento di andare, fra poco tocca a noi… fra poco mostrerò a tutti coloro che mi hanno sempre disprezzato chi è Boom Jonny!

Il Boom Man esce dalla stanza veemenza, lasciando soli i propri partner.

Lisa: Pensa che io ero venuta solo a farmi prendere a pugni…

Hiroshi: Fa dell’ironia signorina Garland?

Lisa: Giusto un po’… per sdrammatizzare.
Spero che davvero andiate d’accordo tra poco.

Il giapponese testarossa poggia una mano sulla spalla della Fukuro Lady.

Hiroshi: Non temere Lisa, io farò la mia parte, speriamo solo che lui faccia la sua…

Detto questo, l’Otaku Senpai apre la porta, facendo uscire l’infermiera ed uscendo a sua volta.

-CAMERA FADES-

[align=center]Posted Image[/align]

Backstage dello Stadio Flaminio, all'interno di un locker room ci sono i Trios Champions della JLW, gli HouRR Rush! Red Kamen è impegnato in una delle sue attività consuete quando non deve lottare ossia disegnare, scarabocchiare e colorare su una miriade di fogli sparsi per tutto il pavimento, ma stavolta indossa delle cuffie da cui arriva della musica a volume altissimo. Il lottatore mascherato non può quindi sentire ciò che stanno dicendo in questo momento gli altri suoi due partner, Dragon Ninja e Steve Barone! Dragon Ninja mostra l'indice e il pollice della mano sinistra a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.

DN: "Manca così poco... Pochi centimetri, pochi passi, e poi..."

Dal nulla arriva una cantilena di Red Kamen.

RK: "It'll all be oveeeer! And we won't have to cry no more!"

Mai come in questo caso la coincidenza è inquietante, Kamen sta ascoltando "It'll all be over" dei Supreme Jubilees e canticchia il ritornello della canzone che però completa l'inizio della frase appena pronunciata da Dragon Ninja. Gli altri due HouRR Rush restano in silenzio osservando il loro partner che dal canto suo continua a disegnare senza accorgersi di essere osservato.

DN: "Dicevo che manca poco... Soltanto un incontro per mantenere ancora una volta questi titoli e vincere il torneo. Soltanto un incontro per stabilire definitivamente la nostra supremazia. Soltanto un incontro per far capire a tutti chi siamo noi e di cosa siamo capaci..."

SB: "Dovrebbe essere abbastanza chiaro a tutti, no? Di cosa hanno bisogno ancora? Cosa altro cazzo dobbiamo fare per ritagliarci finalmente il nostro posto? A volte penso che parlerebbero di me soltanto..."

RK: "If I should die tonight... Oh baby, though it be faaaaaar before my time..."

"If I should die tonight" di Marvin Gaye passa nelle cuffie di Red Kamen. I due lo guardano impietriti, scioccati da questa seconda coincidenza.

DN: "Kamen?"

Nessuna riposta da parte del lottatore mascherato che non può sentire in alcun modo quello che gli dicono i suoi compagni.

DN: "Ad ogni modo questa sera non possiamo sbagliare. Abbiamo battuto la Escuela de Lucha Libre, abbiamo battuto i TokuLucha... Team più quotati di noi sono caduti sotto i nostri colpi, tante volte siamo stati dati per spacciati e tante altre volte invece li abbiamo fottuti tutti e siamo usciti dal ring con le stesse cinture con cui eravamo entrati! Ormai chiunque sa che sottovalutarci è il modo migliore per essere sconfitti ed è per questo che stasera dobbiamo dare il massimo... Non lottiamo contro gli ultimi arrivati."

Steve Barone indica Red Kamen.

SB: "E poi c'è anche Hiroshi Yagami... Come credi che la prenderà?"

Mentre Barone rivela il nome del membro dei Deadly Premonitions, Red Kamen si blocca. Dalle cuffie non arriva nessuna musica ed è lecito presumere che abbia ascoltato almeno le ultime parole dei suoi compagni di team.

RK: "Hiroshi Yagami?"

DN: "Cosa c'è, Kamen?"

Il lottatore mascherato non si volta verso Dragon Ninja e resta fermo e immobile senza dire nulla.

RK: "Hiroshi Yagami?"

Steve Barone fa per alzarsi.

SB: "Ehi, Kamen, tutto bene?"

No. Non va tutto bene.

RK: "HIROSHI YAGAMI!!!"

Kamen con uno scatto fulmineo manda all'aria una pila di fogli, quindi inizia a strappare fogli e a spezzare pastelli e matite in un raptus di rabbia inaudito!

RK: "Hiroshi Yagami! Tu mi hai tolto tutto! Mi hai tolto la gloria, mi hai tolto l'eredità del wrestling, mi hai tolto l'amicizia, mi hai tolto l'anello del fuoco... Tutto ciò che ho perso l'ho perso per causa tua e ora tu vorresti rubarmi anche i titoli Trios? Non ne hai abbastanza? Non sei soddisfatto? Perché vuoi farmi questo? Perché a me?"

Kamen sbatte con violenza i pugni sul pavimento mentre Dragon Ninja e Steve Barone non hanno il coraggio di intervenire.

RK: "No! No! NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!"

Silenzio. Red Kamen non dice più una parola e sta rannicchiato a terra con la testa nascosta tra le braccia. Solo dopo pochi istanti dalla sua maschera inizia a provenire una risata prima sommessa poi sempre più forte e sguaiata.

RK: "Ma io ho una premonizione mortale... Eheheheheh!"

Dalla mano di Red Kamen spunta un pezzo di carta strappato. E su quel pezzo di carta c'è disegnato Hiroshi Yagami - in maniera rozza e quasi infantile - trafitto da numerosi coltelli e spade!

RK: "Io vedo e prevedo che questa sera finalmente Hiroshi Yagami troverà la morte per mano mia! O magari si salverà... So che insieme a lui... - Kamen volta il pezzo di carta su cui invece sembra esserci disegnata alla stessa maniera Nurse Lisa - C'è un'infermiera che potrebbe curare le ferite mortali che gli infliggerò! Ammesso che io decida di lasciarla in vita..."

Kamen ridacchia in maniera inquietante mentre si alza in piedi e raccoglie un altro pezzo di carta... Su cui invece è disegnato Boom Jonny!

RK: "E poi c'è Jonny! Beh... Jonny... Semplicemente... Farà boom!"

Con un movimento delle mani, Red Kamen riunisce i due pezzi di carta che inspiegabilmente prendono fuoco come se fosse il trucco di un prestigiatore. In tutto questo né Dragon Ninja né Steve Barone hanno mai mosso un muscolo e restano fermi a osservare Red Kamen che ora con serenità si dirige verso di loro.

RK: "E' tutto... Estremamente... Semplice."

Red Kamen mostra l'indice e il pollice della mano sinistra a pochi centimetri di distanza l'uno dall'altro.

RK: "Manca così poco."

Quindi esce dal locker room lasciando soli Dragon Ninja e Steve Barone. I due si guardano mentre le immagini vanno lentamente in dissolvenza.

DN: "Possiamo farcela.

[align=center]Posted Image[/align]

Chris DeWitt: Un saluto a tutti i fan della R-Pro, io sono Chris DeWitt e con me ci sono El Silente e Jimmy Lover, siamo il trio di commento del Khanato della Jack Leone Wrestling.
El Silente: Ci conoscono, Chris, da quando commentiamo WBFF Extreme Hell siamo diventati famosi.
Jimmy Lover: Io commentavo dai tempi in cui voi andavate ancora all’asilo! Siamo qui per la finale di un torneo veramente esaltante riguardante i trio della JLW.
Silente: Devo dire che il torneo è nato con l’obiettivo di trovare una fazione in grado di sconfiggere gli imbattuti HouR RRush di Red Kamen, sia all’interno che all’esterno della federazione. Ci aspettavamo la Trinidad in finale, invece i Deadly Premonition li hanno superati, raggiungendo questa conclusione.
DeWitt: Yagami è un trascinatore, è stato JLW Pro Wrestling Legacy Champion per dieci mesi, con lui ci sono Boom Jonny, noto per la sua appartenenza a ECF e VDW, e Nurse Lisa, l’allieva del JLW Dojo che ultimamente si è fiondata anche nella collaborazione nel Consejo Americano Luchadores.
Silente: Si tratta di avversari motivati, che vogliono un successo in R-Pro, dove lo scorso anno Yagami è stato sconfitto da Völkermord nella Berlin Wall Challenge nel match organizzato dalla JLW.

3rd Match - JLW Trios Tournament 2016 Final - JLW Trios Championships: HouR RRush (Red Kamen & Dragon Ninja & Steve Barone) © vs. Deadly Premonition (Hiroshi Yagami & Boom Jonny & Nurse Lisa)

Ingresso dei Deadly Premonition sul tema “Tetris” di Doctor P, gran brano dubstep che esalta la loro connessione alla cultura popolare. L’infermiera dai capelli rossi è degna protagonista dell’ingresso come i loro compagni, stasera potrebbe risultare la chiave di svolta della sfida, mentre Yagami e Jonny sono una coppia più classica, infatti sono partner anche in VDW. Il trio è pronto alla competizione, potrebbe diventare una serata indimenticabile e regalare a Jonny e Lisa uno fra i maggiori successi delle loro brevi carriere, oltre a esaltare ancora una volta la figura dell’Otaku Senpai.

Sul tema dei Lostprophets di “Shinobi vs Dragon Ninja”, fanno il loro ingresso il giapponese Dragon Ninja, il New Yorker Steve Barone e da Parts Unknown arriva anche Red Kamen, che non è un leader a tutti gli effetti ma il wrestler che più di tutti ha saputo rivelarsi il fattore decisivo delle sfide, nel bene o nel male, rappresentando un pericolo per il suo carattere vulnerabile, ma è affidabile per quanto riguarda la capacità di concretizzare le vittorie.

DeWitt: Si avvicinano le JLW Pro Wrestling Wars alla seconda edizione, che quest’anno sono a tema Double Leader – Double Winner, due boss per ciascuna delle tre fazioni a scegliere i componenti dei loro team.
Lover: Ma cos’è, il tempo della pubblicità?
DeWitt: Sai benissimo che riguarda Red Kamen e Hiroshi Yagami! Entrambi leader di due team differenti, i Genocidal Tendencies con Völkermord e lo Strange Circus con The Terrific Blue.
Silente: E poi c’è la Perfect Trinidad di Keith Gutierrez Sanchez, Mr. Khan ed Enfant Prodige.
DeWitt: Manca ancora un mese all’evento, mentre il 22 gennaio ci sarà Where Eagles Dare che vedrà i sei leader affrontarsi per ottenere i primi 5 punti delle Wars in un Dojo Conquest match, tre sfide contemporanee in zone diverse del JLW Dojo, sarà imperdibile per chi vuole vedere distruzione, tecnica ed emozioni allo stesso tempo.
Lover: Lo dicevo io che stavi facendo pubblicità!

L’arbitro Cartlon O’ Hara, senior (ma nemmeno troppo) referee della JLW, dà il via alla sfida.

DIN DIN DIN.

Regole trio tradizionali, un solo wrestler sul ring, serve il cambio per permettere l’ingresso di un compagno.
Sul ring partono proprio i due wrestler di spicco delle squadre, Kamen da una parte e Yagami dall’altra. Il giapponese urla “IKE!” all’avversario e comincia a sferrargli una raffica di Chop violentissime, si riconosce tutta la forza distruttiva del wrestler con l’attire simile a quello di Sub Zero. Arriva poi una gomitata ma Kamen riprende il controllo e sferra un calcio all’addome del rivale, seguito da una SNAP DDT.
C’è già Jonny che freme dal desiderio di entrare in azione e allunga la mano all’angolo, Yagami chiaramente non è affatto spossato, ma accetta di giocare di squadra.
TAG, arriva il Boom Man, che secondo indiscrezioni è stato scelto proprio da Red Kamen per far parte dei Genocidal Tendencies e dunque sarà avversario di Yagami nelle Pro Wrestling Wars (sono ancora rumor finché non verranno confermati domenica prossima).
Tornado DDT dell’Half Blood Vampire, seguito da un Backstabber.
Jonny se la cava bene e cerca di prendere vantaggio, ma sottovaluta la destrezza del rivale, che lo getta all’angolo d’impatto per fargli sbattere la testa e va a seguire con lo Shiranui.
Ottima manovra ed è tempo del gioco di squadra anche per i campioni Trios.
TAG per Dragon Ninja che sfrutta l’angolo per gettarsi di sotto con il GAIJIN SPLASH.
630° Splash che va a segno su Jonny, poi schienamento.
1… solo conto di uno!
Non finisce qui e il lottatore prende lo slancio per un Running Double High Knee ai danni del Boom Man.
TAG per Steve Barone, che applica subito la MAFIALOCK, Ankle Lock che non dà a Jonny un solo secondo di sosta. Il wrestler stringe mentre Dragon Ninja si prende un altro cambio per una manovra condivisa. TAG. Jonny sta per rialzarsi ma subisce l’HAIKU, la STO.

DeWitt: I campioni stanno giocando di squadra e questo significa che vogliono mettere al tappeto Jonny, fare di lui l’anello debole del team, ma io penso che non sarà facile, perché quel ragazzo stasera vuole prendersi una grande soddisfazione.
Silente: Concordo con la tua analisi, se c’è qualcuno che può fare la differenza in positivo quello è proprio Jonny.

Infatti arriva la reazione di Jonny, che travolge Barone con un Pelé Kick, seguito da un Facebuster. Ninja cerca di attaccarlo per impedirgli di dare il cambio ma lui si libera con un Dropkick e poi va all’angolo.
TAG per Nurse Lisa, l’infermiera dell’ospedale Alchemilla fa il suo ingresso. Non è una cosplayer, è una esperta delle arti mediche e conosce il corpo umano, ogni suo attacco è mirato a debilitare gli avversari.
Bicycle Kick ai danni di Barone, poi la ragazza va per la FUKURO DDT, Double Underhook DDT. Arriva addirittura lo schienamento.
1…
2…
Conto di due risicato, non era nemmeno netto.
Lisa sente di aver dato un bello slancio alla squadra, ma sia lei che Barone vanno ai rispettivi angoli.
Doppio cambio.
Entrano Dragon Ninja e Yagami, che si danno battaglia al centro del ring.
Lisa sfrutta una combo con il compagno.
Spinebuster del giapponese, con lei che si lancia con il Diving Double Foot Stomp dalle corde.
Questo era il GOODNIGHT NURSE!
Manovra devastante, il giapponese va a schienare Ninja.
1…
2…
3no!
No ci siamo ancora.


Lover: La sfida si scalda sempre di più, stiamo assistendo a una bella contesa fra i due trio.
Silente: Già, c’è grande voglia di vincere, Lisa si sta rivelando un vero tassello fondamentale per i Deadly Premonition.

Red Kamen scalpita dal desiderio di entrare sul ring, vuole UCCIDERE Yagami, vuole fargli provare dolore. E Ninja gli dà il cambio.
TAG.
Subito arriva uno Standing Moonsault Side Slam ai danni dell’Otaku Senpai, seguito dall’Iconoslam.
1…
Solo conto di uno!
Kamen lancia Yagami oltre la terza corda e si getta di fuori con uno Springboard Corckscrew Roundhouse Kick.
A SEGNO, A SEGNO!
Manovra devastante, ma Jonny e Lisa prendono la rincorsa. L’infermiera va per il Diving Crossbody, mentre Jonny va per la Phoenix Splash. SPETTACOLO! Kamen subisce un doppio impatto.
Ovviamente non finisce qui.
THUMP THUMP THUMP.
I fan battono le mani sulle transenne dello Stadio Flaminia.
DRAGONRANA di Dragon Ninja su Jonny!
Pazzesco, assolutamente insano.
Invece Barone va per il GUN SHOT! Monkey Flip su Nurse Lisa all’esterno. DRITTO SUL CONCRETE FLOOR.

DeWitt: Questa è azione che solo un match 3 contro 3 può offrire, non c’è stato un solo momento per fiatare, da quando è scattato Red Kamen tutti ci hanno dato dentro e il ring è ormai vuoto.
Silente: Ricordo che Kamen e Yagami sono gli uomini legali della sfida.

Kamen trascina l’avversario all’interno del ring, ma il giapponese è già pronto a reagire.
ICY BLUE MIST! Il liquido blu spruzzato dalla bocca del lottatore, un veleno letale che annebbia la vista di Kamen e gli permette di passare all’azione.


JET SCRANDER! Top Rope Missile Dropkick di Yagami su Kamen.
A segno, arriva lo schienamento che può consegnarci dei nuovi campioni trio.
Jonny e Lisa tengono Barone e Ninja impegnati all’esterno, nessuno di loro può intervenire.
1…
2…
NO!
NO!
NO!
Non sembra possibile, ma Red Kamen si è ripreso, evitando lo schienamento. Grande reazione e ha fatto tutto da solo. Ormai sul ring si scatena il caos, Jonny scalcia Kamen e poi se la deve vedere con Barone, che va per l’ASK ME SORRY! Italian Revolution ai suoi danni.
L’arbitro O’ Hara cerca di fare chiarezza e invita tutti a uscire, appare ormai chiaro che Kamen ha bisogno di un cambio.
TAG proprio per il New Yorker, che cerca di applicare la PAYMENT DAY ai danni di Yagami. Mutoh Lock che non va a segno, c’è Lisa di mezzo a interferire pur rischiando la squalifica ora che l’arbitro ha i nervi tesi e non vuole più saperne di interferenze.
OH, NO! Arriva la Triangle Hold del former Pro Wrestling Legacy Champion, che insiste e cerca di privare l’avversario del fiato. Barone è in difficoltà ma arriva l’uso delle corde e lui deve mollare la presa.
Yagami è stanco, sudato, provato da questa sfida, sa che deve fare ciò che è necessario, dare il cambio a un compagno.
TAG per Jonny, che solleva Barone per la Go To Sleep ma lui si libera a suon di gomitate.
TAG per Dragon Ninja, che sale sul ring ma viene proiettato a terra con un German Suplex da parte di Jonny.
1…
2…
No. No. No.
Non ci siamo ancora.
Kamen e Barone sfruttano una strategia condivisa, preparando un tavolo all’esterno del ring. Non è possibile, c’è il rischio di squalifica ma se il tavolo dovesse ‘rompersi’ per un lancio nessuno sarebbe da accusare, tattica vista tante volte nella storia del Wrestling. Ninja tuttavia è in difficoltà e sale all’angolo.
450° SPLASH.
IT’S OVER!
Il lottatore va a schienare Ninja per la vittoria.
1…
2…
Barone interviene e poi sguscia via prima di farsi squalificare mentre Kamen trascina Ninja all’angolo e si prende il cambio.
TAG, ora è lui l’uomo legale.


Intanto Lisa chiede il cambio a Jonny, lui accetta perché ha capito di essere il bersaglio del trio rivale.
TAG. Ora anche Lisa può passare all’attacco.
Jonny intanto insegue Barone, e arriva anche Yagami. I due compagni dei Deadly Premonition vanno per la FINISH HIM!
Mortal Kombat Fatality (DDT in corsa) combinato a un Running Low Dropkick.
VERSO L’ESTERNO.


DRITTO SUL TAVOLO!!!

CRAAAAAAAAASH.

STEVE BARONE SFONDA IL TAVOLO DOPO LA COMBO DEI DUE RIVALI.
Ma Dragon Ninja ormai si è ripreso e sfrutta le corde per spingere di sotto Jonny, anche lui dritto sui frammenti del tavolo. Yagami si accorge di lui e lo solleva per un SUPLEX, ma deve sacrificare se stesso. I DUE COLLASSANO GIU’ DALL’APRON RING.
PAZZESCO! Semplicemente folle!

CRAAAAAAASH.
Tutti e quattro sono giù dove ormai il tavolo è spezzato e distrutto in ogni modo possibile. Rimangono in due a giocarsi la vittoria sul ring, l’infermiera e Kamen.
Lisa, che finora non ha sbagliato nulla, va per la RED GORE, la sua Spear, ma l’avversario la schiva, sfruttando il suo fiato rimasto.
TEXAS PILEDRIVER sulla Fukuro Lady!
Poi il lottatore sale all’angolo e si piomba giù con la RIDE THE THUNDER.
Corkscrew Shooting Star Press sulla Red Nurse.

DeWitt: Ora deve andare a chiudere, deve schienarla perché è l’unica occasione dove nessuno potrà intervenire.
Silente: Già, o adesso o mai più, questa è un’occasione unica per Kamen.
Lover: Siamo giunti alla fine del match?!?

Arriva lo schienamento.
1…
2…
3!!!
Ci siamo, ci siamo, la Ride The Thunder è risultata decisiva per portare gli HouR RRush alla difesa dei titoli e alla vittoria del torneo.
Hanno sconfitto i Rudos della Escuela del TWP, poi hanno sconfitto i ToKuLucha della R-Pro, infine i Deadly Premonition di JLW e VDW.
Una vera e propria carneficina, gli HouR RRush rimangono imbattuti come trio della JLW, e stavolta pare impossibile trovare per loro degli avversari in grado di superarli. Tornerà la Trinidad per una seconda chance? Verrà pescato un altro trio dall’esterno? Non lo sappiamo ma di certo questo match non fa altro che gettare nuovo astio nella competizione fra Yagami e Kamen, che con le Pro Wrestling Wars si daranno battaglia come leader di fazioni rivali.

Red Kamen, Steve Barone & Dragon Ninja b. Hiroshi Yagami, Boom Jonny & Nurse Lisa (14:02) con la Ride The Thunder e mantengono i titoli.

DeWitt: Dimenticatevi Alì contro Foreman, Prost contro Senna, Pelé contro se stesso perché è il migliore calciatore al mondo, questo match ha fatto la storia della categoria trio.
Silente: Mi rifiuto di accettarlo, non c’è un messicano fra loro. Cioè, Red Kamen potrebbe esserlo ma sinceramente non ne ho idea. Araña Roja suona bene!
Lover: Non c’è il finale a lieto fine per il grande sogno degli amici Hiroshi Yagami e Boom Jonny, ogni volta che hanno unito le forze sono arrivati sempre più vicini a un risultato, ma se lo sono visto sfuggire. Solo che stavolta non si può dire che sia colpa dell’uno o dell’altro, sono stati fantastici, ma Lisa ha perso contro Red Kamen.
DeWitt: Stavolta penso proprio che Barone e Ninja non avranno nulla da obiettare al loro compagno, poi proprio qui in R-Pro a Roma in casa di Raven.
Silente: L’appuntamento è dunque per il 22 gennaio con JLW Where Eagles Dare, vedremo se Kamen e Yagami avranno un nuovo confronto.

[align=center]Posted Image[/align]

HAIL HYDRA!
HAIL HYDRA!
HAIL HYDRA!

Piovono fischi a Roma mentre dal backstage fa la sua uscita l'Hydra! Il team capitanato da Black Dragon è composto dal Grande leader, che porta la cintura di campione Hydra, e da i fedelissimi Snowcrash e Tito Canales, reduci da un match questa sera. I due dell'Academy portano alla cintura i titoli di coppia della ECF e Canales porta sulla spalla anche il titolo di Young Blood.

Carichi di oro i tre si muovono verso il ring ed entrano rapidamente armandosi poi di microfono. La parola va subito al leader.

"My name is Christopher Warren Lee, but you all know me as Black Dragon, leader of Hydra and conquer of ECF"

Buuuuuuuu! A nessuno importa chi sia, anzi nessuno lo vuole proprio vedere.

"E questi sono il più grande tag team del panorama mondiale. Tito Canales e Snowcrash, la mia Academy"

Altri fischi.

"Questa sera non voglio parlarvi della forza del mio gruppo e di come conquistanno Roma, ma voglio riportarvi a Montecarlo. Ho sentito che qualcuno vuole prendere il posto della ECF nel principato. Un avvoltoio pronto a calare sulla carcassa della ECF."

Fa no-no con il dito.

"No signore. Credete che ho fatto tutto quello che ho fatto solo per il gusto di spegnere la federazione? La vecchia ECF del ring a sei lati è morta, la ECF di NOW, FIGHT, Death Impact è morta, la ECF di Girard, Condor, Otto è morta...La Extreme Combat Federation come azienda posseduta dall'Hydra è ancora viva e vegeta"

...

"E come azienda, la nuova ECF avrà il puro scopo di genere utili, di fare soldi. Per questo la ECF sarà trattata come una qualsiasi grande azienda, con una Board of directors e vari manager a controllarla. Vi fermo subito...Io non avrò il controllo! Sono e sarò il proprietario, ma le decisioni non verranno prese da me, ma da due figure...Un General Manager e un Commissioner of Operations che risponderanno direttamente alla Board. Quello stupido ring a sei lati viene abolito insieme agli utili show settimanali. Gli show non avranno cadenza fissa, ma saranno in onda ogni venti/trenta giorni sotto forma di pay per view con lo scopo di massimizzare i profitti. I titoli? Quelli rimangono tutti!"

???: "Ho sentito bene, Andy? Proprio tutti i titoli???"

???: "Le ipotesi sono due, Mario... O siamo sordi tutti e due o questo stronzo ha appena detto che i titoli ECF sono ancora vivi e vegeti!"

Occhi sullo stage! SONO COMPARSI MARIO GENTILI E ANDY MURRAY!!! L'HARDCORE SOCCER TEAM E' QUI!!! Applausi del pubblico per i due ex-campioni 6-Man Tag che tornano dopo tanto tempo nella FWF Arena! I due percorrono la rampa verso il ring senza staccare gli occhi di dosso dal trio presente sul ring e una volta all'interno del quadrato è subito staring.

AM: "Chi non muore si rivede, eh?"

Gentili sorride.

MG: "Sapete, passavamo di qui per caso e non abbiamo potuto fare a meno di ascoltare alcune delle cazzate che stava dicendo questo finocchio. A parte la maleducazione del voler riaprire la ECF senza dirci nulla... Ma davvero pensavi di farla franca senza darci quello che ci spetta?"

AM: "Avevamo un accordo, Blackie, una shot ai titoli di coppia in cambio di una shot al titolo Young Blood... Noi la nostra parte l'abbiamo fatta come dimostra quella cintura che Tito tiene sulla spalla, ma ora tocca a voi!"

MG: "Da un uomo d'affari come te, Blackie, mi aspetto che la parola data venga mantenuta... Altrimenti..."

AM: "Non abbiamo nessun problema a scatenare l'inferno qui, a Montecarlo, o dovunque avrai intenzione di portare il tuo baraccone del cazzo!"

Dragon e i suoi due allievi si guardano l'un l'altro e si consultano nascondendo il microfono in modo che nessuno possa sentire di cosa stanno discutendo.

Il leader passa il microfono a Canales che prende la parola.

TC: "Volete il vostro match per i titoli di coppia? Tito Canales e Snowcrash contro gli Hardcore Soccer Team? Championships on the line?"

La domanda viene posta verso il pubblico che si scalda.

TC: "Let's do it!"

YEEEEEE! Il pubblico esplode. Tutti ovviamente per l'Hardcore Soccer Team! Anche i due sfidanti sono pronti al match.

SC: "Aspetta Tito! Ma perché dobbiamo fare sta cosa a Roma? Che ci ha dato sta città?"

Blackie è poggiato di schiena contro un angolo che se la ride.

TC: "Hai ragione viejo. Il titolo è della ECF e lo difenderemo a Montecarlo!"

BUUUUUUUU!

Il pubblico non prende bene la decisione dell'Hydra, intanto Murray e Gentili discutono anche loro a micofoni lontani per non farsi sentire da nessuno, quindi, rivolgendosi nuovamente a Dragon e ai suoi si limitano a fare spallucce.

AM: "Your titles, your rules..."

MG: "Per noi non è un problema dove volete farvi rompere il culo! Potete anche scegliere il cortile di casa vostra, il risultato sarà sempre lo stesso... Faremo sì che la ECF ritorni quella di un tempo, vi prendermo a calci nel culo finché non tornerete nel buco di culo cileno, egiziano o che cazzo ne so, dal quale provenite e ritorneremo campioni di coppia!"

AM: "Just as it used to be, assholes!"

Ed ora è subito staring tra i due team, il pubblico applaude: la ECF non è morta e presto ripartirà con uno scontro che si prennuncia emozionantissimo!

CAMERA FADES

[align=center]Posted Image[/align]

Ci troviamo nel grande e maestoso giardino della reggia di Re Umada, dove il Sovrano della EWS sta camminando insieme al suo fidato cavaliere, Lord Alistair.

RU - Lord Aries, probabilmente ti starai chiedendo perché ti ho chiesto di discutere da soli, senza nessuno al nostro fianco, neppure Amilcare o Madame Merida. Il motivo è semplice: questa questione riguarda solo noi due. Abbiamo compiuto un grande percorso da quando abbiamo formato la Fellowship of the Ring, a partire dal nostro record in EWS fino alla finale del torneo per i Tag Team Titles della EWW, ma sarà tutto inutile se non otterremo la vittoria. Dunque, per farlo, non possiamo permetterci distrazioni, dobbiamo studiare ogni singola mossa nei minimi dettagli, dobbiamo essere pronti ad avere una contromossa per ogni azione dei nostri avversari. Mi spiace per Amilcare e Merida, ma in questo momento rischiano di essere più una distrazione che un ausilio. Questo non possiamo permettercelo, ed è per questo che con un editto reale ho imposto assoluto silenzio per rispettare la nostra preparazione.

LA - Your Grace, è proprio vero. Sarà una faccenda fra noi e la coppia formata da Takeshi Kodama & Tyson Hardaway, il tag team conosciuto come Tough Boys. Tyson Hardaway è stato addirittura Runner Up come EWW Wrestler Of The Year 2015, ed è un peccato che abbia una seconda shot alla gloria proprio contro di noi... beh, non c'è due senza tre. La Man House di Vince Ross può aver trasformato il kickboxer Hardaway e il mixed martial artist Kadama in wrestlers, ma forse non sanno che il nostro background non è tanto differente. Io stesso sono passato dall'essere un attore di film d'azione con un background di MMA, insegnato dai migliori stuntman di Hollywood, a diventare allievo di Mr. Tank, leggenda EWS, in attesa del mio debutto. So dei pericoli che comporta lo striking, so cosa vuol dire passare ore intere, giorno dopo giorno, ad allenarsi in palestra sulle submission e sulla tecnica. Re Umada, sei stato appassionato al wrestling sin da piccolo ed hai un background amatoriale da wrestler olimpionico, non è una lode da suddito, ma un dato inopinabile, aye. Guardo al mio debutto di quasi 5 anni fa in EWS e di come ho combattuto proprio contro di te, mio Re, come prima grande sfida: una prova del fuoco che m'ha segnato ed insegnato, e col tempo siamo passati da rivali a compagni ed amici.

RU - Non è stato facile arrivare fino a qui, contro avversari mai incontrati, in una crociata da te richiesta Lord Alistair, ma è proprio adesso il momento in cui non bisogna sbagliare. Se ho scelto di esserci, è perchè io voglio vincere, non mi accontento a partecipare. Questa è una guerra che abbiamo iniziato e dobbiamo portare a termine nel miglior modo possibile, l'unico che conosciamo e che dobbiamo concepire: la vittoria. Scordiamoci il trionfo ai danni del Roses' Kingdom e degli Awesome Brothers, conquistando WBFF e WTF, ormai fa parte del passato. Volgiamo il nostro sguardo al futuro, alle stelle: volgiamo il nostro sguardo alle cinture EWW e andiamo a conquistarle. I Tough Boys hanno combattuto ad EWS Highway #296, li abbiamo osservati, abbiamo carpito i loro punti di forza e i loro punti deboli. Ma tutto questo potrebbe non bastare, caro Lord Alistair. Noi siamo la coppia da battere, per questo motivo avremo davanti due avversari più che motivati a scrivere la storia. Per loro sarà già solo un onore condividere il ring con noi, con la Fellowship of the Ring, quindi faranno di tutto per metterci i bastoni tra le ruote. La nostra forza e la nostra motivazione dovranno essere maggiori delle loro, altrimenti l'unica cosa che otterremo sarà il fallimento e la discesa nell'oblio, ciò che noi riserviamo ai nostri oppositori giornalmente.

LA - Aye, si parla di scrivere la storia e quale cornice migliore di Roma per R-Pro Symposium '17? Il regno di Umada è pronto ad estendere i propri confini sull'intero circuito EWW, dominando proprio come ha fatto l'Impero Romano geograficamente, deal with it boys. Mi sembra appropriato chiudere il cerchio: i Tough Boys in rappresentanza della R-Pro cominciarono il torneo vincendo in EWS, casa nostra, ma noi chiuderemo il torneo rappresentando l'EWS, come Fellowship Of The RIng, andando a conquistare la R-Pro. Fort Aries e la Reggia d'Umada hanno costruito mura solidissime, tanto da resistere al Tough-Phoon, ricordando la casa di mattoni che il lupo non riusciva a soffiare giù nella celebre fiaba. From Dusk Till Down... it will be you, that will live K-Nightmares: la vostra notte non ci fa paura, perchè a illuminarci la strada non è la stella polare, ma l'oro dei EWW Tag Team Championship a cui tanto aspiriamo. Ciro De Curtis non può rimanere nella memoria di tutti come massimo esponente della EWS in EWW: qualcuno batterà il suo record di longevità, ma nessuno ci toglierebbe il vanto di essere stati i primi EWW Tag Team Champions, la conquista dei titoli perciò è un obiettivo fondamentale, per la quale sono stato addirittura disposto a fare coppia proprio con De Curtis nel difendere la EWS in passato, pur di essere scelto con il mio Re per questo torneo.

RU - Kodama e Hardaway avevano combattuto insieme una sola volta prima del torneo, eppure eccoli qui, in finale, contro di noi. Certo, sono arrivati fino a qui, ma l'inevitabile mancanza di alchimia e di esperienza in coppia sarà un vantaggio per noi. Un vantaggio che dovremo sfruttare se avremo intenzione di vincere. Tutto ciò che ci abbiamo messo per arrivare fino a qui è stato ciò che ha fatto la differenza negli scontri precedenti, contro gli Awesome Brothers e poi contro il Roses' Kingdom. Probabilmente fuori dalla EWS ci hanno sottovalutati fin dal primo turno, ma abbiamo dimostrato che siamo noi il team da temere in questa dannata guerra. Abbiamo dimostrato che siamo qui per vincere, per dimostrare che la Fellowship of the Ring è il miglior Tag Team in circolazione. Siamo arrivati fino alle porte del regno EWW, un regno che vogliamo conquistare. Ma se non abbatteremo quelle mura, allora sarà tutto inutile. I Tough Boys impareranno a loro spese, sulla loro pelle, che noi siamo arrivati fino a qui con un solo obiettivo in testa: la vittoria. Non importa quanto siano duri, non saranno mai duri abbastanza per fermare la nostra sete di gloria.

LA - La nostra ambizione è impareggiabile, mio Re. C'è un detto che recita "mi piego, ma non mi spezzo" e temo che anche se i Tough Boys dovessero soffrire la pressione della sfida, non riceveranno da noi alcuna pietà: no matter how Tough you are, saliremo sul ring per spezzarvi pur di guadagnare le cinture EWW ed essere riconosciuti ufficialmente come miglior tag team nella storia. Volenti o nolenti voi vivrete incubi e terrore nella forma della Royal K-Nightmare, in cui Re Umada si unisce alla mia finisher, o nella forma della Assisted Black Dread, in cui sono io ad alzare al cielo l'avversario per subire la Pop-Up Spear del mio Re: questa è la Fellowship, un'unione d'intenti perfetta votata alla conquista del wrestling. Cosa potremmo chiedere ancora all'EWS nella categoria di coppia che già capeggiamo? Nulla. Questa finale è il match tag più importante che ci sia rimasto da combattere nella nostra intera carriera di coppia, non esagero, siamo diventati entrambi Grand Slam Champion nella stessa sera e Re Umada è addirittura un Hall of Famer attivo, ma dobbiamo completare l'opera e vi assicuro che i match con qualcosa in palio sono quelli che amiamo combattere e in cui eccelliamo. Aye, vi riconosciamo che abbiate fatto il possibile. Aye, avete superato le aspettative altrui come noi, ma con la Fellowship sul ring non si leggono fiabe, perchè si leggono libri di storia. Witness history, this...may be the last chance.

Re Umada si ferma insieme a Lord Alistair di fronte alla gigantesca fontana che campeggia al centro dell'immenso giardino. Una volta lì, i due portano la mano destra sul cuore, per chiudere con la loro classica catchphrase che abbiamo imparato ormai a conoscere

FoR - FEAR THE FELLOWSHIP... AND DEAL WITH US.

[align=center]Posted Image[/align]

Siamo all'interno di una palestra, la telecamera riprende un ring sul quale si trovano Tyson Hardaway e Takeshi Kodama in uno sparring di coppia altri due membri della Man House, la palestra da cui provengono, la camera è ancora lontana dal quadrato e tutte quel che si sente finché non si avvicina abbastanza è solo il rumore degli stivali sul ring, non i consigli del loro allenatore comune, Vince Ross, non gli scambi di consigli e indicazioni tra i due, l'arrivo a ridosso del ring coincide con la pausa nell'allenamento, via i paradenti e Kodama parla per primo.

Kodama: "Ci siamo Ty, ancora pochi giorni e finalmente saremo sul ring del Simposio, l'evento dell'anno..."

Hardaway: "L'evento dell'anno... per ora, Take. Diventando campioni ora non si può mai dire su quale palcoscenico potremo esibirci tra pochi mesi, lo sai... I detentori delle cinture EWW vagano tra le federazioni e difendono i loro titoli negli show più importanti di tutto il mondo, non solo in quelli della propria federazione"

Kodama: "Per me sarà già così a Symposium praticamente, non ho fatto molto in Raven Project per ora."

Hardaway: "E' chiaro, hanno scelto noi principalmente per la mia presenza, ma tra tutti quelli con cui ho provato a lottare in coppia, tu sei quello con cui mi sono trovato meglio in vita mia. I nostri stili sono simili, il nostro modo di interpretare la vita e la lotta è lo stesso e... Insomma, non è nemmeno facile per tutti starmi dietro sul ring.
Tu sei sveglio, rapido, preciso, attento ai dettagli e sono sicuro che affrontando prove sempre più dure, presto o tardi arriverai a combattere nei match più importanti... Quindi stai tranquillo, il mat di quel ring sarà come gli altri, le corde ti daranno la stessa spinta e l'aria non sarà più difficile da respirare, andrà tutto bene."

Finalmente Ty si accorge della telecamera.

Hardaway: "Ehi, sei pronta? Iniziamo il video per Symposium, ok?"

Un pollice spunta da dietro la telecamera, non arriva la risposta 'stavo già riprendendo', ma poco importa.

Hardaway: "Umada, Alistair, ci siamo, è il momento della finale."

Se il tono di Tyson prima era calmo e distensivo, ora è diventato di colpo rabbioso, come al suo solito.

Kodama: "Sai Ty... Dovresti chiamarli con i loro veri nomi, RE Umada e LORD Alistair. Hanno battuto un altro Kingdom per essere qui, quindi se lo meritano."

Hardaway: "Sai che ti dico? Che i loro titoli, meritati o meno, non contano niente quando salgono sul ring.
Fuori magari potranno dargli qualche vantaggio, influenzare qualcuno a seguirli per il titolo che portano o per le loro origini, ma finché restano tra queste quattro corde, possono anche chiamarsi Comandante della Galassia e Distruttore di Mondi, ma non fa alcuna differenza.
Tu vedi un Re e un Lord? Io vedo due uomini, come noi."

Kodama: "Io sinceramente, vedo quattro braccia, quattro gambe, due schiene, due teste e due colli... Un totale sicuramente pari di parti di due corpi tra cui scegliere quale spaccare per vincere... E purtroppo per loro ne basterà anche una soltanto."

Hardaway: "Questo è il punto."

Il Ty-Phoon applaude alle parole del compagno.

Hardaway: "Non importa che tu venga dal Giappone e io da Harlem, che loro siano nati con possedimenti o con parenti nobili, tutto quel che conta è come ci si preparare per quello che succederà a Symposium, perché saremo su un ring, a combattere per la vittoria, la gloria e il successo, ovvio, ma anche per la salute e per l'incolumità fisica..."

Kodama: "E in questo non arriveranno di certo più preparati di noi, è chiaro.
Noi siamo i Tough Boys, l'abbiamo già spiegato, è per come viviamo questo sport, per come intendiamo la vita da atleta e per come ci prepariamo alle nostre battaglie... La Fellowship of the Ring, invece, è unita da una presunta superiorità insita nella loro natura, come se non dovessero faticare per riuscire, come se il successo gli fosse dovuto per volontà divina..."

Hardaway: "Loro credono che il popolo non conti niente in confronto alla nobiltà e ai potenti... Ma come dice Ocean (il cantante n.d.T) cos'è una Folla per un Re? Niente. E cos'è un Re per un Dio? Niente... Ma cos'è un Dio per un non credente? Niente.
E così voi Umada e Alistair, sul ring non siete niente, perché vi assicuro che lì fuori non troverete un popolo da sottomettere o un dio a cui affidarvi, ma solo i Tough Boys, pronti a farvi la festa... Ci avete già visto in casa vostra, ci siamo dovuti passare per qualificarci a questo match e avrete già capito che non sarà di certo una festa di incoronazione."

Il giapponese del duo sorride.

Kodama: "Gli unici titoli che conteranno dopotutto a Symposium, saranno quelli in palio, che noi legheremo alle nostre vite, per poi portare in spalla in tutte le maggiori federazioni del mondo.
Noi saremo i primi EWW Tag Team Champions della storia, quanto a voi..."

I due si avvicinano e sporgendosi oltre la terza corda vanno in primo piano.

Hardaway: "Stasera vedremo se il vostro sangue è blu o rosso come il nostro..."

Kodama: "...Quando lo spargeremo per l'Arena!"

Scendono dalle corde e tornano sul ring, quindi Takeshi si rivolge alla cameraman.

Kodama: "Ce l'abbiamo? Buona la prima?"

E la registrazione si conclude.

[align=center]Posted Image[/align]

Finale del torneo EWW ora in scena: ad affrontarsi saranno i Tough Boys e i Fellowship fo the Ring! Il primo team è composto da Tyson Hardaway e Takeshi Kodama, molto più leggerini e veloci del secondo team, formato da "Lord" Alistair M. Aries e Re Umada: se Aries è comunque un peso leggero, anche se per poco, Umada supera i 121 kg, molto più dei suoi due avversari. Chi trionferà?

4th Match - EWW Tag Team Title Tournament - Finale:
Tough Boys (Tyson Hardaway & Takeshi Kodama) vs. Fellowship of the Ring (Re Umada & Lord Alistair)


C'è grande attesa da questa sfida da parte del pubblico, piuttosto caldo! Ad iniziare per i Tough Boys c’è Kodama, mentre dall’altra parte è Alistair a iniziare. I due si guardano in cagnesco e poi iniziano il contatto fisico con una classicissima presa di clinch. Kodama però si divincola subito, c’è qualcosa che non va: vuole un match più veloce! Allora parte in corsa verso Alistair.... Ma Umada interviene e connette con una STO sull’avversario! L’arbitro ovviamente va a richiamarlo, gli animi si riscaldano, Hardaway si lamenta con l’arbitro mentre Alistair dà l’idea di volersi occupare da solo del suo avversario. Hardaway allora decide di intervenire, ma sempre in maniera regolare, ottenendo il tag. Ora è Hardaway vs Alistair. Quest’ultimo non ha paura del suo avversario, anzi, lo invita a farsi sotto. Lui si lancia allora sulle corde e va a connettere con una variante Springboard della sua Black Panther Bite! Un calcio volante al volo!

Sicuramente, ora che è a terra, Alistair sta ripensando che, forse, sotto sotto, non ha fatto bene ad incitare Hardaway. Quest’ultimo va a continuare l’assalto con una doppia ginocchiata a terra, è arrivato il MIDNIGHT EXPRESS! Quindi è ora Hardaway ad incitare l’avversario, alzandolo... Per poi stenderlo col suo Ty-ger Uppercut! Alistair ancora a terra, mentre Umada con la sua carica riesce a motivarlo. “You can do it, Alistar!” Ma, evidentemente, Alistair non è granchè motivato, perché va subito a dare il touch al suo compagno! Ora è dentro Umada, 120 kg contro i 90 di Hardaway, che però non teme il suo avversario. Hardaway tenta il calcio rotante anche contro Umada... Ma il peso dell’avversario è ora ben differente! Umada arretra ma non cade, finendo ad appoggiarsi sulle corde. Il pubblico si riscalda e con esso anche Hardaway, che aspetta che Umada sia in posizione... X-KICK! Umada finalmente a terra, ma si rialza poco dopo!

Hardaway ne è sorpreso, decide allora di rifiatare un po’ e di dare il touch al suo compagno. Rientra quindi Kodama, che continua l’assalto su Umada con una serie di calci a terra... Non sembrano essere sufficienti, perché quest’ultimo si rialza e inizia a colpire Kodama con una serie di pugni... Tecnica allo stato puro, insomma. Umada allora alza Kodama, se lo porta sulle spalle, pronto a colpirlo con un Samoan Drop... Ma l’agilità di Kodama gli consente di scivolare dietro le spalle di Umada... E portarlo a terra applicandogli una Dragon Sleeper! SIGURD GATAME! Non potendo contare sulla forza fisica contro Umada, Kodama preferisce giocarsela a terra con una presa di sottomissione! E sembra funzionare, perché Umada soffre a causa della presa... Ma riesce a toccare le corde!!! Kodama deve interrompere la presa di sottomissione, non può rischiare la sconfitta per squalifica! Hardaway, dal paletto, si dispera ma rimane fiducioso.

Kodama allora attende che Umada si rialzi... Salto sulla corda più alta, e calcio rotante in volo! WATERFALL KICK! Va ora per il primo tentativo di schienamento: 1...2...no! Ancora troppo poco per stendere Umada. Kodama allora rialza Umada, lo porta sul paletto più alto... Vuole tentare la SPARROW FLIGHT! Un Brainbuster dal paletto più alto! Kodama inizia a sollevare Umada... Ma è veramente dura per lui! Forse ha esagerato con la sua valutazione, risultando troppo ottimista... Infatti Umada inizia a reagire con una serie di ginocchiate allo stomaco di Kodama... Ed è Umada ad alzare Kodama! E LO STENDE LUI CON UN BRAINBUSTER DAL PALETTO!!! Entrambi franano a terra e nessuno dei due riesce a capitalizzare. L’arbitro inizia a contare, con i due che si alzano lentamente... Comunque è Umada a rialzarsi per primo... EXPLOSIVE THRONE! Chokebomb di Umada su Kodama! Conteggio: 1...2...no!

Umada sta ribaltando la situazione del match che, sino ad ora, non volgeva affatto a suo favore. Non vuole perdere altro tempo, sale sul paletto più alto... E chiama la FLY OF THE KING! Una 450° Splash eseguita da un bestione di oltre 120 kg! Non è manovra facile per lui... Si lancia... E SI SCHIANTA SUL RING! Kodama si è spostato!!! Incredibile! Kodama allora si rialza, e, mentre Umada tenta di fare lo stesso, stende il suo avversario con un altro calcio rotante! Umada ricrolla al tappeto! Kodama, però, sa di aver consumato buona parte delle sue energie e quindi va all'angolo per dare il cambio a Hardaway. Hardaway entra nel ring... DEPOSITION DI ALISTAIR SU DI LUI! Il compagno di squadra di Umada non è rimasto a guardare e stende Hardaway con un Zig-Zag! Questo per consentire a Umada di rialzarsi... E dare il cambio allo stesso Alistair! Due touch di fila da parte deidue team!

Alistair entra motivatissimo e tenta subito di stendere l’avversario con un Lariat... NO! BLACK PANTHER BITE!!! O, almeno, una sua variante non eseguita in volo! Hardaway tenta di chiudere il match dopo questa mossa e tenta il conteggio: 1...2...no! Alistair alza una spalla ed esce dal tentativo di conteggio! Hardaway sembra già stufo di combattere contro i suoi due avversari, chiede ad Kodama di dargli il cambio e lui si fa trovare pronto. TAG, Kodama è sul ring. Alistair allora decide di fare lo stesso, dando il cambio a sorpreda ad Umada, ma, invece di uscire, decide di lanciarsi con un Suicide Dive contro Hardaway, con entrambi che cadono fuori ring! Alistair fa praticamente piazza pulita di Hardaway... E di sé stesso, lasciando il destino del match nelle mani, anzi, nelle braccia di Kodama e Umada!

Kodama osserva un attimo la situazione del suo compagno di tag e... SPEAR!!! SPEAR A SORPRESA DI UMADA!!! BLACK DREAD! Distrazione che può costare molto cara ai Tough Boys! Umada va per il conteggio: 1...2...3!!! UMADA E ALISTAIR SONO I VINCITORI DELLA CONTESA!!!

Re Umada & Lord Alistair b. Tyson Hardaway & Takeshi Kodama (12:55) con la Black Dread e conquistano i titoli.

E' stato un match emozionante che ha coronato un torneo pieno di agonismo e affiatamento... E ora finalmente possiamo incoronare i primi campioni tag EWW! Umada e Alistair festeggiano con le loro nuove cinture... Dopo Ciro De Curtis, la EWS conquista un altro titolo EWW, ma tra poco scoprirà il nome della prossima federazione che la sfiderà!
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Siamo nell’arena che ospita lo show della R-PRO Symposium, il pubblico è in delirio..ma improvvisamente risuona una theme song…oh yeees! E’ proprio lui..il nativo di Rodi, il Dio del mare…POSEIDONAS! Il Greco accolto dal pubblico in modo positivo oggi si giocherà il titolo del mondo della SFC contro Karl McBrain e CJ Harris. Il Dio avanza verso il ring e si fa passare un microfono.
“Symposium..una parola che trasmette quel senso di divertimento, di allegria, di sorrisi, baci e abbracci, di bevute e tanto altro. La EWW, l’associazione che racchiude tutte le più grandi Federazioni di Wrestling, organizzerà proprio questo show, Symposium. Sarà uno show dalla garanzia CERTA, dal livello impressionante. Chiunque ambisce a diventare una Top Star, sa che mettersi in luce di fronti a tantissima gente e di fronte a colleghi, dirigenti e altre figure importanti, è una occasione irripetibile. Per questo devo ringraziare, ancor prima del nostro caro Chairman Mr.York, CJ Harris e Karl McBrain. Si diamine! Con il loro modo di fare, con il loro ricorrere ai mezzucci più subdoli per fregarmi, si sono ritrovati con il coltello puntato alla gola. Adesso la loro amicizia verrà messa alla prova, ne sarà veramente valsa la pena per CJ fare quello che ha fatto in favore di quello psicopatico da cinque centesimi?”
Piccola pausa del number one contender
“Una domanda che si pongono in molti. Davanti a milioni di persone, dovranno dimostrare che tutto quello che hanno fatto era solo per dimostrare che loro sono due uomini semplici, genuini, che si spalleggiano l’un l’altro. Altrimenti..beh…risulteranno ridicoli, patetici, contraddittori e chi più ne ha ne metta. Io dal canto mio non posso far altro che approfittare di questa situazione, perché anche se tutti mi danno per sfavorito, io posso e devo sorprendere tutti e fidatevi che uscirò la magia dal cilindro. Alla fine dei conti io sono un Dio no? Io sono ciò che più si avvicina alla Completezza, modestamente parlando. Non scenderò a compromessi, ne mi lascerò abbindolare dai loro sporchi piani. Sarò furbo e affronterò questa sfida come ho sempre fatto.”
Altra pausa e poi va per terminare il discorso.
“Quale situazione migliore se non questa, per mettere in ridicolo Harris, McBrain e chi si vorrà aggiungere al loro carro di dementi? Non vedo l’ora di salire su quel ring, di provare che sono la giusta persona per poter rappresentare la SFC. Li travolgerò con la mia voglia di conquista, tralascerò la vendetta ai deboli, io agirò solo per mio conto, per accrescere me…e non per compiere passi falsi. E’ il mio momento!”

Applausi della gente e Poseidonas abbandona il ring tra l’incitamento della gente.

[align=center]Posted Image[/align]

Siamo qui in arena e il pubblico è davvero eccitato.
All'improvviso si spengono le luci dell'arena e il chiasso si ferma.
Il titantron manda un video.

Siamo in una casa abbandonata.
Non riusciamo a riconoscere precisamente il luogo, trovandoci dentro, ma vediamo un enorme corridoio, due stanze, una a destra e una a sinistra e al centro una grande scala a chiocciola che porta al piano superiore.
Si sente un tonfo provenire dalle nostre spalle.
L'inquadratura si gira velocemente e possiamo vedere la porta d'ingresso chiusa con una sbarra di legno.
All'improvviso parte una risata dalla stanza alla nostra sinistra.

???:"AAAHAHAHAHAHHAHAHAHH!
SIETE TUTTI BLOCCATI QUI DENTRO.
NON POTETE PIÙ SFUGGIRMI!
AAHAHAHAHHAHAHAHAHA!"

Non ci resta che dirigerci verso questa voce.
Andiamo nella stanza a sinistra...è una cucina.
C'è un enorme tavolo nel mezzo con sopra un machete insanguinato conficcato.
Ancora una volta la risata.

???"VI VEDO PALLIDI, COME SE SUL TAVOLO CI FOSSE UN MORTO.
AHAHHAHAHAHAHAH.
E INVECE CI SONO IO!"

Ma cosa?
Sul tavolo non c'è nessun...
UN UOMO DAL SOFFITTO ATTERRA DIRETTAMENTE ACCANTO AL MACHETE DA MACELLAIO.
Quest'uomo è Karl McBrain!
Il campione della SFC ci ha portati in questo luogo.
Era sua la voce di prima.

KMcB:"Ebbene si, il campione della SFC è qui con voi.
Affamato di cervella e assetato di sangue più che mai!
Sapete dove siamo?
Questa è la casa maledetta della Roanoke Island!"

Il Crazy Doctor toglie il machete conficcato con un po' di fatica e scende dal tavolo.

KMcB:"Beh, a dirla tutta non è la casa ad essere infestata, ma bensì il terreno sul quale è stata costruita.
Su questo terreno si insediarono dei coloni e lo iniziarono a proteggere a costo della loro vita.
A capo di questa colonia, c'era una donna, chiamata "la Macellaia", e ovviamente, come me, aveva un machete con cui mieteva vittime.
Lei uccideva chiunque osasse entrare in questo terreno, il suo terreno.
Ma un giorno morì e maledisse questo terreno.
La maledizione consisteva nell'uccidere chiunque venisse qui in un preciso periodo dell'anno, cioè nel periodo della luna di sangue!
E ora siamo in quel periodo, quindi la Macellaia e i suoi coloni ritorneranno qui per spargere il sangue delle loro vittime su questo terreno.
Però io sostituirò la Macellaia.
Sacrificherò il sangue dei miei due avversari, Poseidonas e CJ Harris e lo cospargerò su questo terreno.
La Macellaia adesso è stata sostituita da me, il campione della SFC, e resterò tale anche dopo essere salito sul ring con quei due.
Ho già sconfitto in passato ognuno di loro e non ho problemi a rifarlo, solo che questa volta sacrificherò le loro vite.
Il sangue sarà di questo terreno, le cervella saranno mie.
La mia sete di cervella non avrà mai fine.
Sarò io a mettere fine alle loro vite, e quale momento migliore se non questo, durante la luna di sangue!"

Il dottore pazzo sale la scala che abbiamo visto in precedenza e ci porta al piano di sopra.
Una volta saliti, qui possiamo vedere delle camere e un'altra stanza con una grande finestra.
Karl McBrain ci porta proprio davanti alla finestra.

KMcB:"Eccoci qui, al piano di sopra, luogo dove sono stati compiuti più omicidi, tutti per la luna di sangue ovviamente."

L'SFC Champion si ferma impietrito davanti alla finestra, lo vediamo per qualche momento a riflettere, poi ritorna a parlare.

KMcB:"Ricordate la porta sbarrata all'entrata?
Beh, non si può uscire ovviamente, essendo stata chiusa in quel modo.
Fate finta che qui con me ci sono i miei due avversari.
Non hanno vie d'uscita e devono per forza affrontarmi.
Hanno solo due vie d'uscita da questa casa.
Una è la più consigliata ma allo stesso tempo quella impossibile, cioè battermi.
L'altra la più facile per loro e anche per me, cioè aspettare che io li metta a tappeto e mieta le loro vite, cospargendo il loro sangue.
In tutti e due i casi potranno uscire dalla mia morsa, ma in nessuno dei due potranno far sì che ci guadagnino qualcosa anche loro.
Io sono il Crazy Doctor, e ho preso il posto della Macellaia.
Non avrete vita facile con me in quel quadrato.
Sarete faccia a faccia con la morte."

KARL CONFICCA IL MACHETE NELLA PARETE E POI SI AVVICINA ALLA TELECAMERA.

KMcB:"I WILL EAT YOUR BRAINS MOTHERFUCKERS!"

Il Crazy Doctor colpisce la telecamera e finisce il video.
-camera fades-

[align=center]Posted Image[/align]

Spogliatoio.
Nessuna scarica statica, nessuna scena altisonante o cortei funebri di personaggi grotteschi.

Alpha Jack è seduto appoggiato ad una panchina, le mani davanti a se, seduta e poggiata al suo corpo, in pratica chiusa in un incavo composto da Jack stesso, Allyson tiene la mano del padre e vi sta avvolgendo sopra della stoffa stile pugilista.

Allyson ha già preparato una mano e ora si occupa dell'altra:"Stupido cane, stupido stupido cane; senza di me non ti sei curato, te lo ho sempre detto e papà-papà David me lo ha insegnato, bisogna stringere bene la fasciatura per evitare che ti si danneggino le ossa.
Devi stringere bene, così"

Allyson, con molta cura, stringe le fasce sul polso, Jack le carezza la testa con l'altra mano:"Sei molto brava"

:"Sei molto brava sei molto brava, scommetto che se ti controllo la schiena sarai pieno di schegge di legno e cocci di vetro, figurati se qualcuno ti ha curato bene" dice scimmiottandolo inizialmente.

Jack le ferma la mano:"Ti mancano?"

Allyson sospira, stringe le labbra:"Si.
Mi manca anche Dvora, che non conoscevo bene, era molto religiosa, ma non come quelli che sembra preghino per paura di essere puniti, pregava perchè ci credeva ed era bello vederle fare tutte quelle cose.
Mi manca Bernie, sai che mangia più di me?"

Allyson gira leggermente la testa guardando Jack e sorridendo, il randagio le sorride di risposta:"E sa essere sempre allegra e felice.
Non come Nene, ma mi manca da morire, sempre dura, sempre arrabbiata, ma sempre a spingerti ad essere più forte, a non fermarti mai.
E poi Safiye.
Safiye mi manca tanto.
Non era come te, ma mi voleva tanto tanto bene.
Non chiedeva niente, non voleva niente" Allyson si passa una mano sugli occhi:"Voleva solo io fossi felice"

Jack stringe Allyson a se, le da un bacio leggero in testa:"Mi dispiace, davvero, che tu abbia dovuto abbandonarle e che abbia dovuto mentirle.
Non lo meritavano.
Mi piacerebbe dirti che la colpa è di chi ci ha messi in questa situazione ma avevamo delle scelte e le abbiamo prese e vanno pagate le conseguenze"

Allyson sospira:"Tu...tu pensi che magari, eventualmente, loro potrebbero rivolermi assieme a loro?
Senza lasciare te, ma magari ogni tanto potrebbero volermi a giocare sul ring con qualche bambola da farmi rompere"

Jack prende un guanto e se lo mette sopra la fasciatura:"Si ti vorrebbero, ma non puoi andare te.
Farlo imporrebbe loro una scelta, la scelta di doverti accettare o meno e questo potrebbe farle male.
Siamo in debito con loro, io come te, sei stata accolta e protetta e per me questo vale più di ogni cosa"

Allyson da un'altro guanto a Jack:"E tu?
Tu come stai?
Nessuno ti ha protetto, tutti questi mesi con...Frank."

Jack lascia fare la figlia poi apre lentamente la mano:"Era come trovarsi chiuso in una macchina al sole mentre hai la nausea da viaggio.
Ogni momento speri arrivi qualcosa a darti refrigerio, ma nulla.
Annaspi ma continui a guidare.
E ad un certo punto non ti accorgi nemmeno dove stai andando"

Allyson ha un brivido:"E...e invece lui?"

Jack fa ruotare le mani, fissandone i palmi ed i dorsi:"Non esiste modo per descriverlo.
È male privo di ogni coscienza, malvagio senza sceglierlo.
Ogni gesto che compie è come qualcosa di automatico, solo che viene puntato solo a questo.
Questo cancro che ha in se, qualcosa che lo divora di continuo, e lui vi ha ceduto del tutto, lui vi si é arreso, ma nel farlo lo ha accettato.
Solo che ora non lo contiene più e vuole...ah cazzo, non lo so, non ho idea cosa voglia"

Jack si poggia indietro e si accende una sigaretta:"Sono stanco bimba, sono esausto, come poco burro d'arachidi su troppo pane"

Il Randagio si piega in avanti poggiando i gomiti sulle gambe, Allyson è in piedi davanti a lui.
:"Sai una cosa, quando ho iniziato era differente, era più difficile ma aveva un motivo.
Il motivo era che a me piaceva, lottavo perchè era il massimo, lottavo perchè era tutto.
A volte non sapevo nemmeno per cosa stavo lottando, titoli o avversari, salivo e mi scatenavo."

Jack fuma:"Poi da quel titolo tutte le cose sono cambiate, nel modo peggiore.
Lottavo per quel titolo, lottavo perchè Frank ci aveva promesso la libertà.
Ogni volta che salivo sul ring lo facevo perchè sentivo la sua presenza, sentivo quella voce e sapevo che lui era lì, sempre presente ad osservare e ad aspettare.
Lottavo di continuo, affrontavo ogni nemico ma sapevo che era li, in attesa di trovarci."

Jack spegne la sigaretta per terra, Allyson si stringe al padre:"E ora che tutto è alla fine sento che, mi sento fottutamente svuotato"

:"Andrà tutto bene" dice la ragazza stringendosi a lui.

:"Ti avrà, finito tutto questo ti avrà, lui ha il tuo schedario e ti porterà ad Ender"

Silenzio.

:"Prima che avvenga però combattilo e distruggilo, distruggi lui, distruggi Legion, fagli vedere che non ha possibilità di fare nulla se non di usare un foglio di carta.
Ma con o senza quello non cambia cosa siamo noi, dovunque sarò questo non cambierà"

Silenzio.

Jack si alza:"B ob?"

Deglutisce colui che sino ad ora ha ripreso tutto:"S...si?"

:"Esci, mi devo preparare"

Bob arretra ed esce, mentre Allyson resta con Jack.

[align=center]Posted Image[/align]

Ancora nel Backstage, siamo giunti più o meno alla metà di questa edizione di Symposium e tutti si chiedono quale sarà il prossimo match in card.
Le immagini ci portano all’interno di uno spogliatoio, all’interno del quale troviamo il General Manager della SFC, CJ Harris! Al suo fianco il suo braccio destro, il guardiano della notte, The Owl.

CJH: “Caro Owl… è giunta l’ora della verità. Nelle scorse settimane avevamo a lungo riflettuto su Karl e sulla sua validità di essere campione. Credevamo che non fosse all’altezza, ma poi la sua scelta di unirsi a noi mi ha fatto ricredere.
Tuttavia c’è ancora questo dubbio che mi assale… possiamo fidarci al cento per cento di lui?”

TO: “Credo di poter asserire che, in ogni caso, abbiamo noi il coltello dalla parte del manico, CJ.”

CJH: “Ma lui ha il titolo, Owl. Sì, so che è uno dei nostri e pugnalarlo alle spalle non sarebbe da un uomo che risponde al nome di CJ Harris, ma…
Ho bisogno per natura di mantenere alto l’indice di gradimento dello show!
Devo farlo con la cintura alla vita?”

TO: “Avrei due osservazioni in merito: in primis, tu stesso hai appena affermato come non sei sicuro dell’atteggiamento che Karl possa avere e poi… perché combattere in questo match se non lo si vuole vincere? Ma soprattutto, per quanto possa dare meno nell’occhio avere un campione alleato, quale sarebbe il problema nel caso tu diventassi campione?”

CJH: “Avrei un bersaglio enorme dietro la schiena. Il punto è che se il titolo rimane nelle mani di Karl, ma Karl è nelle mie mani… io sono il campione. Ma con meno problemi e senza avversari.”

TO: “E quindi?”

CJH: “Non lo so. Credo che il mio naturale impulso alla fine farà ciò che è giusto che succeda. C’è solo un ostacolo. E quell’ostacolo bisogna cercare di evitarlo in ogni modo. E tu sarai a bordo ring proprio per questo.”

TO: “Poseidonas?”

CJH: “Proprio lui. Il titolo non può finire nelle sue man…”

???: “Eccolo qui! Il mio General Manager preferito!”

CJH: “Chris… Che sorpresa!”

Chris York! Il chairman della SFC si è fatto vivo nel camerino di CJ!

CY: “Una sorpresa gradita, immagino!”

CJH: “Certo, a cosa la devo?”

CY: “A nulla in particolare, CJ. Semplicemente volevo vedere come andavano qui le cose. Se i bollenti spiriti che circolavano fra te e Karl McBrain si fossero riaccesi o dopo ‘Christmas’ Pain’ si fossero assopiti del tutto. Ma mi sembri abbastanza tranquillo, il che vuol dire che la mia non è stata una pessima idea. Il rapporto che hai coltivato ultimamente con Karl sta volgendo verso il meglio ed è ancora saldo.”

CJH: “Diciamo che per quanto a te non possa stare bene io ho sempre un asso nella manica, che si chiami Karl McBrain o meno. Puoi cercare di eliminare i miei alleati, puoi mettermeli contro, uno dopo l’altro, ma io non resterò mai da solo, Chris! Mi hai dato questo ruolo e me lo tengo stretto!”

CY: “Quanta malizia. Come piace dire a te, lo show deve avere un alto… com’è che lo chiami? ‘Indice di spettacolarità’? Sì, giusto? Bene. Io dovevo dare un match della mia federazione qui, per questo show, questa sera. E anch’io volevo che fosse qualcosa di spettacolare, di mai visto.
Guarda caso, la chiamata dalla R-Pro è arrivata proprio mentre il Main Event di ‘Christams’ Pain’ volgeva al termine, proprio nel momento in cui si è concretizzata la tua alleanza con Karl.
Tutto quello che è frullato nella mia mente è stato in funzione di un alto indice di gradimento popolare. Due alleati novelli che si sfidano. Con il titolo in mezzo. Ed uno di loro è i GM della federazione. Non trovi che tutto sia fantastico?”

TO: “E perché metterci Poseidonas in mezzo?”

CY: “Sai Owl, ti facevo più intelligente. Tre teste sono meglio di due. E di certo non si può dire che Poseidonas abbia materializzato a pieno la sua shot. Quindi, facendo due più due.”

CJH: “Abbiamo fatto cinque. Chris, ti conosco io. Tu vuoi semplicemente mettermi in difficoltà. Sei invidioso, Chris. Ti ho rubato la scena. Ed ora non puoi fare altro che tentare di farmi crollare, a poco a poco, perché cacciarmi via sarebbe da parte tua un’ammissione di sconfitta. Io lo so, Chris, lo so. Ma allo stesso tempo so anche di non avere limiti. So che se mi tagli un braccio, questo mi ricresce. Ho sempre un asso nella manica, Chris, sempre.”

CY: “Sei tu a pensare tutto ciò ed io non posso far nulla per levartelo dalla testa. Credi quello che vuoi, CJ. Quel che è certo è che se ci sarà qualcuno che si godrà lo spettacolo, quell’uomo sarò io.
Ossequi!”

Detto ciò, Christopher Joseph York va via, lasciando soli nello spogliatoio The Owl ed un CJ Harris motivato e pronto alla lotta.

-CAMERA FADES-

[align=center]Posted Image[/align]

Ed ora è giunto il momento di un altro match! Si tratta dell’incontro per l’SFC World Title, un Triple Treath Match che vedrà contrapposti il campione, Karl McBrain, lo sfidante numero 1, Poseidonas ed il general manager di SFC BlackHole, CJ Harris! Proprio l’uomo che qualche settimana fa nel PPV SFC, Chistmas’ Pain ha deciso di allearsi con il campione SFC, McBrain.

Il primo a fare la sua comparsa in arena è il greco Poseidonas, che viene osannato dal pubblico, sotto le note della sua theme song, “God of War”.

Subito dopo ecco risuonare “Happy Tragedy” e giunge sotto i fischi del pubblico il General Manager della SFC, CJ Harris!

E per ultimo l’uomo che ha voltato le spalle all’universo SFC, il campione, sotto le note di “Painkiller” dei Three Days Grace, il primo campione del mondo SFC, KAAAAAARRRLLL McBBBRRRAAAAAIIIIIIINNNNN!!!!!

Ora i tre atleti sono tutti nel ring e non si aspetta altro che la campanella che darà inizio alla contesa…

05th Match - SFC World Title - 3WAY Match:
Karl McBrain © vs. Poseidonas vs. CJ Harris


DIIINN!! DDDDDDDIIIIINNNN!!!! DDDDDDDDDDIIIIIIIIIIIIIIINNNNNNNNNNN!!!!!!!

Subito CJ Harris e Karl McBrain si scagliano su Poseidonas colpendo violentemente il greco che si accascia in prossimità delle corde, cercando sostegno in esse, ma i due sembrano non intenzionati a smettere di colpire il God of Sea che subisce un calcio da parte di Harris ed una gomitata da Karl! MA ECCO CHE TENTA DI REAGIRE! Poseidonas blocca un pugno di Harris e rifila una testata a McBrain, prima di rialzarsi e spedire CJ verso un paletto con un Irish Whip! Gran bel momento per il greco che mette a segno una PowerSlam su un Karl McBrain barcollante dopo la testata subita.
Subito dopo si fionda su CJ Harris con uno Stinger Splash fiaccando notevolmente il General Manager.
Tenta allora un Vertical Suplex su quest’ultimo, ma Harris resiste… Fin quando non arriva McBrain a colpire alle spalle Poseidonas! Ora è di nuovo la legge dei numeri ad avere la meglio sul vigore del colosso greco, che si accascia sul mat ed è costretto a subire una serie di calci dai suoi due rivali, prima di rotolare direttamente fuori dal ring.
Nello Sqaured Circle rimangono ora solo CJ Harris e Karl McBrain che si osservano l’un l’altro e… CJ scende dal ring!
CJ scende e va alla ricerca di Poseidonas… CHE LO ANTICIPA COLPENDOLO CON UNA GOMITATA IN CORSA!!!
Ma ancora una volta Karl McBrain giunge in soccorso di CJ e mette K.O. Poseidonas con un Superkick!!! Poseidonas cade al suolo, ma viene presto risollevato dal campione in carica e scagliato contro i gradoni! Grande impatto per Poseidonas che rimane lì esanime!!!
Karl prende allora il corpo di CJ che era rimasto lì a rifiatare e lo riporta nel ring, prima di risalirci anche lui.
CJ si rialza e guardando fuori dal ring il greco esanime tende la mano verso Karl McBrain… chissà cosa starà frullando per la testa a CJ in questo momento… Karl afferra la mano di Harris…

E SE LO CARICA…

E METTE A SEGNO LA SUA BRAINBUSTER!!!!

EAT THE BRAINNNNN!!!!!!!!!

IL PUBBLICO ESPLODE IN UN BOATO!!!!!! ASSURDO!!!!!!

1…

2…

3!!!!!!!!!!

ANZIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!

CJ è fuori!!!!!!!!!!! CJ ne è uscito con le proprie forze!!

Karl non riesce a crederci, CJ è riuscito a resistere alla Eat The Brain. Karl ha tentato il colpo gobbo ai danni di CJ, ma non gli è riuscito. Ed ora tutto gli si potrà solo ed esclusivamente ritorcere contro.
Ma non si perde d’animo Karl e solleva CJ… che però mette subito a segno un Superkick!! Karl barcolla, ma non crolla. CJ allora prende il rebound ai tendenti e va verso Karl mettendo a segno un Leg Lariat!!!!! NOOOO!!!! Karl lo solleva e CJ atterra in piedi alle sue spalle e colpisce il Crazy Doctor con un pugno! McBrain risponde!

HARRIS!
McBRAIN!
HARRIS!
McBRAIN!
HARRIS!
McBRAIN!
HARRIS!
McBRAIN!
HARRIS!
McBRAIN!
HARRIS!
McBRAIN!

DOPPIA CLOTHESLINE DA PARTE DI POSEIDONAS!!!!!!

Il greco ritorna nel ring e stende i due ex alleati!
Karl si rialza e Poseidonas lo butta giù!
CJ si rialza e Poseidonas lo butta giù!
Karl si rialza e Spinebuster!
CJ si rialza e Powerslam!!!!!!
Gran momento per Poseidonas che tenta lo schienamento su CJ!!!

1…

2…

NO!

CJ scivola fuori dal ring e Poseidonas corre a schienare McBrain!

1…

2…

Tr…NO!

Poseidonas si rialza e non si perde d’animo, assapora il momento e chiama a sé l’attenzione del pubblico preparando il… GOD PUNCH…

…KARL SI RIALZA…

…LENTAMENTE…

…FIATO SOSPESO…

GOD PUNCH!!!!!! A SEGNO SU KARL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

PIN!

1…

2…

….



..

.

3!!!!!!!!!AAAAANNNNNNZZZZZZIIIIIIIIIIIIIII







CJ ROMPE LO SCHIENAMENTO COLPENDO CON DEI PESTONI POSEIDONAS!!!

Poseidonas si sposta, ma Harris continua la sua opera continuando ad infierire con degli stomps su Poseidonas, che ormai non ne ha più e… CJ SI RIVOLGE VERSO KARL…

Karl McBrain sta pian piano risollevandosi, metre CJ si avvicina con fare minaccioso.
Karl si rialza poggiandosi sul corpo di CJ…

CJ LO SOLLEVA IMPROVVISAMENTE!!!!

E LO ABBRACCIAAAAA!!!!

Ma cosa…

E poi indica a McBrain la carcassa di Poseidonas…

Karl un po’ intontito va a sollevare Poseidonas, che tenta di ribellarsi con delle gomitate all’altezza del costato… MA CJ INTERROMPE LA SUA OFFENSIVA CON UNA CLOTHESLINE!!!

Poi risolleva Poseidonas… E LO PORGE A KARL…

CHE METTE A SEGNO LA EAT THE BRAIN SU POSEIDONAS!!!!!

Karl si rialza ed osserva CJ, che dice al Crazy Doctor di schienare il greco.

McBrain esegue, il pubblico rumoreggia.

CJ ha scelto di far mantenere la cintura al suo prescelto…

L’arbitro batte:

1



2











CJ SOLLEVA KARL E LO SPINGE FUORI DAL RING!!!! CHE BASTARDO!!!!!!!!



MA KARL SI MANTIENE ALLE CORDE E RITORNA VERSO CJ…

END OF THE SHOW!!!!!!

FUCKING.
END.
OF.
THE.
SHOW.

CJ COLPISCE KARL CON LA SUA FINISHER.
IL CAMPIONE SCIVOLA FUORI DAL QUADRATO.

MA CJ SCHIENA POSEIDONAS CHE E’ ANCORA ESANIME AL CENTRO DEL RING!

E stavolta sì, è la fine.

1



2



3!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

NOOOOO!!!!!!!!!

POSEIDONAS LA TRAMUTA IN UNA CULLA!!!!

1



2



CJ NE ESCE!!!!!

I DUE SI RIALZANO!!!!

DOD PUNCH DI POSEIDONAS!!!!

LA FOLLA ESPLODEEEEEEEEE!
CJ NON CADEEEEEEE!

GOD CUTTER. DUE FINISHER SU CJ.

ADESSO E’ FINITA SUL SERIO!

1



2









3!!!!!!!!!!

Poseidonas b. CJ Harris and Karl McBrain (16:11) con God Cutter e conquista il titolo.

ABBIAMO UN NUOVO CAMPIONE!!!! L’SFC HA UN NUOVO CAMPIONE!!

Questa sera, qui, in R-Pro, a Symposium 2017 il colosso greco, Poseidonas, ha annientato l’alleanza Harris-McBrain che ha scricchiolato in più di un’occasione ed è il secondo storico campione della SFC!

Ed ora? McBrain ed Harris in che rapporto saranno? Per ora l’unica cosa certa è che fra il boato del pubblico, Poseidonas festeggia il suo trionfo, tutto il resto lo scopriremo solo nelle prossime puntate di SFC BlackHole!

[align=center]Posted Image[/align]

Risuona Unsetting Difference. Compare sulla scena Alpha Jack, spolverino e Lament Configuration con lui Allyson, la ragazza tiene il padre per mano. I due arrivano sul ring, privato di corde e di supporti esterni, sopra di esso 4 gabbie metalliche sono agganciate tra loro, pronte a calare sul ring.

Jack è sul ring ora, con Allyson, la ragazza da un microfono a Jack.
:"Uscite fuori ora, inutile perdere tempo"
Risuona Jeepers Creepers.

Ad aprire il gruppo gli Hollow, il gruppo di uomini di FTW, abiti eleganti e maschere bianche a tutto volto. Frank Thompson Walker cammina dietro di loro, al suo fianco il Dottor Killjoy, con una cartelletta stretta a se. Dietro di loro Legion. Il gruppo arriva sul ring, FTW e Legion salgono sul ring. FTW:"Figlioli, sono tra voi, e con me porto il mio esercito"

Legion avanza, e dopo un attimo di silenzio prende la parola:

LG: “Il grande giorno è arrivato, Jack... ed Allyson. Al termine di questa serata, dopo che questi occhi... - indica il pubblico – ansiosi di vedere la violenza, saranno soddisfatti, tutti noi saremo uniti, Jack... ma soprattutto tu, Allyson... piccola scatola di biscotti, piena di spilli.”

Il colosso strabuzza gli occhi.

LG: “Se noi, la Legione siamo qui, è perché il nostro lungo cammino, la nostra avanzata imperiosa, vuole una nuova casa... una nuova dimora dove albergare, un nuovo involucro...”

Scatto della mano, Legion indica Allyson, la quale si para dietro Jack.

LG: “C'è tanta confusione dentro di te, donna, confusione che chiama ordine, l'ordine che solo noi possiamo dare... ed è questo quello che tu vuoi... hai paura di me? E pure siamo così uguali, tu e noi, piccole differenze, grandi somiglianze. Anche tu provochi dispiacere, anche tu gioisci per questo... e tu, a differenza nostra... lo provochi anche a chi ti ha accolto, ed ha provato a proteggerti.”

Legion sghignazza sotto la maschera.

LG: “Avrai spezzato il cuore alla donna dai capelli rossi, Sehrazat... Ahahahaha... sei andata via anche tu, hai dato forse l'ultimo colpo, quello decisivo, quello che le farà perdere fiducia nel genere umano... Allyson... sei così perfetta per noi, sei una piccola principessa, un fiore... un agnellino bianco mandato a morire sgozzato... Ahahahaha...”

Allyson scatta avanti:"NON NOMINARE SAFIYE!!! Non ci provate, voi infimi vermi, voi piccoli insetti maleodoranti. Scarti, inutili e inutili ancora, inutili inutili inutili inutili!!!"

Jack tira a se la ragazza che pare una furia:"Marcirò nella fossa, immersa nel fango, mi indicheranno con disprezzo e diranno che sono una vergogna. Ed hanno ragione, ho ferito la sorellina Safiye e sono dannata per questo. Ma se voi pensate che lei smetterà di essere la persona fantastica che è siete stupidi oltre che inutili! Pensate di poter far marcire ogni cosa che annusate ma nemmeno tutti assieme potrete mai farla divenire ciò che non è..."

Allyson cede, lasciando che Jack la stringa a se:"Lei è buona...la sorella Safiye...lei lo è"

LG: “Avanti Allyson – Legion sembra ignorare Jack – recita con noi... Signore degli eserciti, se vorrai considerare la miseria della tua schiava e ricordarti di me, se non dimenticherai la tua schiava e darai alla tua schiava un figlio maschio, io lo offrirò al Signore per tutti i giorni della sua vita... Ahahahaha!”

FTW avanza:"Quanta enfasi, quanta passione, ecco Kaydern, vedi?Nemmeno nella tua rabbia sei in grado di provare qualcosa di simile"

Frank passa una mano sul capo di Legion. :"È ora che voi iniziate, ma prima costoro" Frank indica il pubblico:"Hanno bisogno di sapere qualcosa di più su di te Kaydern e su mia figlia, Allyson. Ognuno di voi conosce e sente quel sottile velo che ci separa e che vi tiene lontani da questo santo luogo di sangue e dolore"

Frank indica con la mano il ring:"Eppure quanto segue non si ammanta di questo velo, ed è solo una pura e semplice realtà. Kaydern Twowolves, che voi conoscete come Alpha Jack ed Allyson Marie Walker, che conoscete con il proprio nome ma anche con il nome di Sehrazat, sono malati. Entrambi sono in cura presso il mio istituto, dal quale gli è stato concesso di uscire perchè ritenuti almeno temporaneamente migliorati"

Frank si avvicina a Killjoy, il quale gli passa una cartelletta:"Purtroppo per loro il dottor Killjoy ha firmato i documenti il 31 Dicembre con i quali viene imposto il reinternamento nell'istituto di entrambi. Questa è l'ultima sera che vede Alpha Jack ed Allyson."

Frank si avvicina ai due:"Adoro tu indossi il mio volto (la Lament Configuration, la maschera che porta Jack fu la maschera di FTW) ma mi fa soffrire figliolo, quella maschera avrebbe fatto di te il messia del Vuoto, ma lo hai rifiutato, lo hai buttato via e per cosa? Per evitare che questo fanciullo potesse avere ciò che gli spetta?"

LG: “Ciò che è stato sarà e ciò che si è fatto si rifarà... non c'è niente di nuovo sotto il sole... Jack è destinato a fallire, come ogni essere umano. Ogni vostra esistenza, per noi, è solo una stupida barzelletta, ogni cosa in cui voi credete, ogni vostro sogno, ogni vostra speranza è vana e priva di significato. Come la tua ribellione Jack, come la tua fuga dal tuo passato... per noi sei solamente una mosca che ronza attorno ad una luce... finirai per bruciarti senza accorgertene...”

Lo sguardo si poggia ancora su Allyson. LG: “Anche tu sei una barzelletta, principessa. Una barzelletta che non fa ridere... vogliamo dirti un segreto, tu non sei poi diversa dalle altre persone che hanno abbandonato, deluso la donna dai capelli rossi. Non sei diversa dalla grande meretrice dell'oriente o dal maestro scomparso... sei solo il terzo chiodo che la fissa alla croce dell'umana infelicità. Chissà se un giorno anche lei, deciderà di venirci a fare compagnia, e tu sarai con noi Allyson... passeremo tanto tempo insieme nella tua cella...”

Legion china il collo ed inizia a ridere silenziosamente.

Frank avanza:"Vedi Kaydern, questo è il punto della cosa, questo è il senso, ogni cosa che tutti fanno in questo mondo delimitato da delle corde è solo un passo verso il Vuoto. Ognuno di voi, voi finti guerrieri, cerca solo di colorare un immagine in bianco e nero di un letto di cenere. Cercate del colore, cercate qualcosa e poi lo trovate in un titolo, in una vittoria, ina una federazione o nel vostro nome. Ma date solo una bracciata in più per allontanarvi dal Vuoto ed egli vi carpisce di nuovo. Ognuno di voi qui stasera finirà in esso, prima o poi affronterete il suo stesso match"

Frank indica Jack:"Il match finale, e dopo non esisterete più. Sarete un ricordo sbiadito sino a svanire, nel Vuoto. Divenendone Avatar saresti diventato eterno, ma hai preferito..."

:"Bugiardo" Le prime parole di Jack da alcuni minuti, il Randagio è a testa bassa, con Allyson tremante fra le sue braccia.

Frank sorride:"Oh no, non sono bugiardo, sai bene che è la verità, osserva quanto, seppur lontano per anni e anni, la mia presenza sia forte, osserva come ha vissuto e si spande, con lui, con..."

Jack alza la testa:"Con me"

Frank piega la testa di lato. Jack allarga le braccia ed Allyson ne esce, su entrambi la tensione sembra svanita. Allyson dondola e si avvicina a Bob, gli dice qualcosa nell'orecchio, il cameraman sbianca, trema e guarda FTW, poi scappa dal ring!!!

:"Non fate caso al seguace di FTW" da quasi due anni Bob segue Alpha Jack, una spalla comica, quasi un fratello minore, ma forse qualcosa di più...

:"Oh si Frank, lo ho scoperto molto molto tempo fa. Sai quando Allyson mi raccontò di te e di sua madre. Quella notte mi disse quale era la sua canzone preferita. C'era solo Bob con noi e poi, poche settimane, e Selim Arkin la ha citata. No, Selim non è dei tuoi, ma Bob si, e fece arrivare all'nTo il video, un tuo tentativo di farmi sudare sangue pensavi. Ecco perchè Allyson andò all'inizio da loro, per capire, povera bimba. Invece ha trovato una famiglia"

Allyson sorride con amarezza:"Ma scusate, si stava parlando di spiegare giusto? Eccotene una di spiegazione"

Jack si sfila i guanti ha fasciature da boxe sotto:"A te non frega un cazzo del Vuoto, a te frega essere ricordato, hai bisogno di loro più di quanto ammetterai mai"

Allyson si avvicina a Jack e si inginocchia, togliendogli gli stivali, indossa fasciature anche sui piedi:"Altro che cazzate, vuoi essere notato, vuoi un seguito e per farlo volevi un figlio, ma sei un deviato mentale del cazzo, hai fatto stuprare Allyson e lei ha perso ogni possibilità di avere figli"

La giacca cade, Jack ha le sue ginocchiere e dei pantaloncini neri elasticizzati, due lupi sui lati e HIGH IMPACT scritto dietro. :"Dio hai preso la mia vita e la hai resa un inferno ci hai avvicinato perchè così ti avrebbe dato un figlio, seppur indirettamente. Ci hai portato al limite, Castiel, mio padre, la nostra famiglia, ci hai martoriato perchè potessimo perdere tutto, divenire come loro" indica i due Hollow che hanno poggiato ai quattro angoli le sacche:"Senza nulla, marionette a combattere per te. Incatenato, torturato e rinchiuso all'angolo. Ma devi stare attento quando pensi di aver messo alle strette il cane"

Jack ai toglie la maschera, una bandana rossa a fascia sui capelli e sul viso un paint di un teschio mostruoso. Allyson avanza:"Perchè il cane potrebbe essere un lupo"

In tutto per tutto Alpha Jack indossa l'attire di quando il suo nome era Cody Knox. The Wolf Cody Knox. Allyson poggia la mano sul petto di Jack, che non distoglie lo sguardo da Legion:"Ora vieni Creatore, lasciamo sia la violenza a parlare e poi potremmo concludere questa storia, in un modo o nell'altro"

Allyson scivola fuori dal ring, FTW, i suoi due Hollow e Killjoy anche, ai due lati opposti del ring si trovano ora i sostenitori dei due combattenti.
Con un rumore metallico il ring viene chiuso.

Il match non si svolge nell'arena, ma in una zona esterna, il fattore ring esplosivo ha infatti convinto il board ad evitare problemi al chiuso.
La temperatura non ha minimamente fatto desistere i tifosi, che si sono spostati attorno al ring.

Redcap Slaughterhouse Match.
Una gabbia a barre di ferro avvolge il ring, filo spinato e fissato sulle pareti interne, vi sono 4 sacchi pieni di armi ai quattro angoli ed appese alla gabbia 4 sedie ognuna con piastrine tenzan.
Ma la cosa più pericolosa sono le cariche ai 4 angoli, dopo 25 minuti infatti il ring verrà investito da un esplosione, motivo per cui il refree ha maschera balistica e protezioni su tutto il corpo.

La vittoria si consegue solo per pin o tap out.

Alpha Jack e Legion sono uno di fronte all'altro, il refree fa partire il cronometro.

6th Match - Redcap Slaughterhouse Exploding Deathmatch:
Alpha Jack vs. Legion


Ed i due si assalgono a vicenda prendendosi per la testa e partendo di pugni uno contro l'altro!!!!
Pugni a ripetizione e contemporaneamente, ora si sganciano, doppia testata!!!

Barcollano indietro tutti e due, big boot di Legion!
Preso in faccia Jack risponde con una ginocchiata allo stomaco, poi tiene Legion in una headlock e lo porta verso il filo spinato, ma non riesce, Legion tiene, anzi solleva Jack e lo porta di peso contro la parete, Jack punta i piedi che però sono scalzi e si ferisce le piante!!!

Stringe i denti e spingendo con una capriola va alle spalle di Legion, il quale si volta e parte con un braccio teso...movimento fulmineo di Jack che arriva alle spalle e blocca il braccio HALF NELSON SUPLEX CONTRO IL MASTODONTICO LEGION!!!

Caduta molto violenta, l'half nelson suplex era una trademark di Jack nella sua prima identità, lo Stray Dog ai rialza e sbatte i piedi sul ring a scacciare il dolore, ma Legion è in piedi, scuote la testa ed aggancia il collo di Jack ed è Chokeslam!!!

Jack si pianta a terra, Legion va verso un sacco ma Jack si rialza!!!
Strong Spirit da parte di entrambi, Jack scatta contro Legion e compie un giro su di se Let Me Roar in pieno viso!!!
Roaring Elbow che fa barcollare Legion che risponde con due Hammer Blow, boxing punch alla figura di Jack, Hammer Blow di Legion, diretto, diretto, body blow e gancio di Jack, testata di Legion!

Testata di Jack!

Doppia testata diretta!!!

I due barcollano, arretrano e poi vanno agli angoli, prendono due sacche, poi le altre e le svuotano sul ring!!!
Armi, bastoni, tubi al neon, di tutto.

Legion stacca una sedia e Jack anche, si avvicinano, swing a vuoto, altro swing a vuoto, poi impatto tra le sedie, i due arretrano, di nuovo impatto, i kenzan cadono per il ring, di nuovo impatto sedia contro sedia, Jack da un calcio frontale a Legion che barcolla, scatto di Jack in avanti ma nel farlo calpesta un Kenzan e si ferma all'istante.

Istante fatale, sediata in testa di Legion!!!
La sedia si piega e sulla fronte di Jack compaiono i Kenzan incastrati sulla sua fronte!!!

Legion butta la sedia in terra e prende Jack per il corpo, belly to belly slam sulla sedia!!!
Altre kenzan sul corpo di Jack!!
Legion prende da terra un batticarne e colpisce le due kenzan che Jack ha piantate sulla fronte!!!
Jack si porta le mani al viso, Legion lo solleva in posizione spinebuster e corre contro la parete della gabbia piantandoci Jack!!!

Jack urla a denti stretti, colpisce Legion con dei colpi alla schiena, Legion arretra tenedoselo su una spalla e carica nuovamente, di nuovo contro la gabbia!!
Un attimo Jack serra il braccio al collo di Legion e gli chiude le gambe al corpo, guillottine choke in atto, Lagion spinge contro la gabbia, terza volta ma Jack stringe di più urlando.

Legion barcolla e finisce in ginocchio, Jack rimette i piedi a terra, tira Legion ed è implant ddt su una fascia di tubi al neon!
Legion si porta le mani al viso, Jack si stacca i kenzan, non sprizza sangue solo per la bandana che si sta già impregnando.

Una sedia viene incastrata su una gamba di Legion, Jack prende una mazza da baseball e la pianta due e tre volte sulla sedia!
Legion si prende il ginocchio dolorante e nel frattempo Jack ha preso una manciata di spiedi di legno, li piazza sulla fronte di Legion e con una manata li pianta sull'avversario, dalla testa di Legion si apre un fiore di spiedi di legno!!!

Buller in the Head di Jack che tenta un pin troppo anticipato senza alcun successo, prende allora per la gamba appena colpita Legion e lo porta sulla gabbia e gliela incastra, poi sale su e ci salta sopra!!
Di nuovo!

Legion è dolorante Jack lo solleva ma si becca un colpo allo stomaco da Legion, poi un altro, Jack lo scaglia di forza contro la gabbia di testa e ora?
Armeggia e gli sgancia la maschera, gli prende la faccia e gli fa aprire la bocca piazzandogliela poi su una barra dove c'è il filo spinato, Legion sta mordendo la barra di ferro spinata, Jack prende quel che pare un cacciavite e si avvicina a Legion lo solleva ma questi gli sputa il proprio sangue sugli occhi!!!

Legion pesta con violenza il piede di Jack, quando questi si abbassa lo prende in posizione powerbomb e lo schianta contro la parete spinata!
Legion lo tira a se e lo chockeslamma sulle armi!
Legion barcolla ma raccoglie intanto un martello e torna da Jack, lo colpisce in testa due volte e ora raccoglie quella che pare essere una tagliola!
La chiude sul braccio destro di Jack poi ci cala sopra con un leg drop!!!

Legion si stacca gli spilloni, li lecca e li lancia verso Allyson, ora prende Jack per il braccio e gli restituisce il favore, chiudendoglielo tra le barre metalliche, poi ci sale sopra e ci piazza tutto il proprio peso!
Jack urla, in tutto e per tutto questa è una sottomissione e l'arbitro chiede se vuole cedere ma lui urla di no.

Legion lo molla, prende Jack e lo lancia di peso contro un'altra parete Jack ci resta contro, Legion parte e lo investe con con un body press, Jack barcolla in avanti viene sollevato in posizione su una spalla, da li Legion corre e lo getta di testa contro la gabbia!
Jack ci resta appeso mentre Legion zoppica ma lo va a prendere e lo porta a centro ring.

Siamo già a 10 minuti

Legion vuole usare la Knightfall!!
Tenta il sollevamento ma Jack si tiene, Legion non si sforza oltre, prende il braccio già colpito e lo torce per poi gettarsi a terra sopra di esso schiacciandolo contro il ring pieno di armi.
Jack si regge il braccio dolrante, Legion apre due sedie e le piazza una davanti all'altra, poi prende Jack e gli piazza il braccio sopra, terza sedia su di esso e ora?
Legion va alla gabbia e ci si arrampica, a metàsi gira e sembra pronto a saltare ma gli arriva una sedia in volo addosso!
Legion perde la presa con una mano ma si tiene con l'altra, Jack raccoglie una catena con falcetto e tenendola con la mano buona la usa per frustare sulla gamba Legion.

Il colosso sta per cadere Jack gli prende il piede che Legion ha ancora buono e tira con forza, in questo modo lo fa atterrare sulla gamba menomata!
Legion cade in ginocchio, Jack gli avvolge la catena al collo e con il falcetto gli incide la fronte, Legion urla di dolore, ma non si ferma, si sta rialzando, Jack lascia l'arma e fa partire l'MDK!!!
Il colpo spinge Legion avanti ma Jack si tiene il braccio dolorante, parte però contro Legion a carponi e salta con un enzui knee drop contro la nuca schiacciandolo in basso.
Una sorta di Medulla Oblungata Cutter, la finisher di Allyson, ma usando il ginocchio.
Di nuovo pin, ma niente.

Jack prende Legion e lo solleva, lo spinge contro la gabbia petto contro il filo spinato, spinge più e più volte e poi lo tira a se con un russian leg sweep lo fa finire a terra, Jack si guarda il braccio e prende la bandana avvolgendosela sulla ferita, poi piazza di nuovo la sedia tra le due e piazza la gamba di Legion sopra, ora sale sulla gabbia ed arrivato a metà salta.

Legion si sposta e Jack ci finisce sopra!!!

Legion è ancora a terra, Jack anche, l'arbitro conta ma entrambi riescono ad alzarsi, Legion zoppica verso Jack e gli tira un pugno, Jack risponde di sinistro, destro di Legion, sinistro di Jack, serie di pugni di Legion Jack arretra sino alla gabbia, braccio teso ma Jack si abbassa e da un calcio alla gamba all'avversario Legion si china e Jack fa partire il Lariat!!
Legion va contro la gabbia e Jack finisce in ginocchio reggendosi dolorante il braccio.

Legion però scatta e lo chiude nella full nelson!!
Jack è chiuso nella lock letale dell'avversario, dalla quale non sembra poterne uscire, l'arbitro chiede a Jack se vuole cedere, ma lui agita la testa negando, poi butta il peso sulla gamba di Legion, questi però si tira in piedi Legion agita Jack e lo sbatte sulla gabbia, Jack punta i piedi e cerca di salire, ferendosi ogni volta che li poggia sul filo, si inarca sempre più e ogni volta che sale Legion perde la presa.

E si libera!
Jack si libera ed è sulla gabbia, fa partire due calci indietro al volto di Legion il quale arretra e prende da terra un punteruolo, Jack schiva il colpo e nel farlo sale, Legion si arrampica inseguendolo, Jack stringe i denti sino ad arrivare in cima, Legion gli arriva vicino e fa partire un colpo con il punteruolo prendendolo in fronte, Jack rischia di cadere, altri colpi da Legion, lo Stray Dog rischia di cadere, altro colpo di Legion che ride felice.

Legion ora spinge verso l'esterno Jack ma il randagio si tiene, serie di colpi di Legion che ora cerca di ripetere la Knightfall dalla gabbia, seppur la mossa sia un suicidio più per lui che per l'avversario.
Jack piazza la mano sul volto di Legion e gli mette le dita negli occhi, e prende anche uno degli spiedi che è ancora piantato lì e lo spinge in basso, Legion perde la presa e Jack quasi cade dentro il ring, no si tiene!!!

Jack si issa su e si aggancia a Legion, prendendolo dietro la gamba e alla testa, impossibile, no impossibile!
Legion da dei colpi di gomiti ma Jack non molla, stringe i denti e tira, tira eeed è MURDER DROP DALLA CIMA DELLA GABBIA!!!!!

OH MIO DIO I DUE CADONO ENTRAMBI SUL RING E ALL'IMPATTO SI SFONDA!!!
LEGION ED ALPHA JACK HANNO SFONDATO IL RING!!!!

Dal pubblico urla di supporto, Allyson corre alla gabbia e urla disperata, Frank fa un cenno con la mano e due Hollow lo tirano indietro mentre lei urla il nome di Jack.

20 minuti.

L'arbitro guarda dentro il buco, si toglie l'elmetto protettivo per controllare meglio, qualclsa si muove da dentro.
Legion!!!
Legion si sta issando fuori, coperto di sangue e tirandosi per le braccia, esce fuori e sorride.
Ma dal buco, dal vuoto sotto il ring spunta qualcuno.
Alpha Jack.
Ferito, distrutto ma ormai con nulla da perdere, scatta alle spalle di Legion e cinge le braccia attorno al collo, passando sotto il braccio di Legion, Fear The Wendigo che viene agganciata.

Legion si trova chiuso nella lock, si agita e cerca di libersarsi, ma non ha appoggio con la gamba, Jack tira e tira, Legion cerca di liberarsi.

Il timer si avvicina a 25 minuti.

Allyson urla il nome di Jack, con rabbia e dolore, Jack da un calcio all'arbitro buttandolo nel buco sul ring e poi spinge seguendo la forza di Legion, direzionandolo verso l'angolo, uno dei quattro angoli con gli esplosivi.

E il ring deflagra.

Scoppio, detriti, fumo, FTW è in piedi e non si sposta.
Il fumo si abbassa, il ring è un macello, Legion è in piedi, con le mani sulla gabbia, davanti alle piastre che sono esplose.
Jack e appeso a Legion.
La scena sembra una foto, non si muovono, non accennano a nulla.
Dal buco il refree spunta fuori, si guarda in giro e poi esce.

Jack scivola e finisce in ginocchio, poi sdraiato sul fianco, l'arbitro gli è vicino, poi va da Legion.
Il gigante apre gli occhi, sputa sangue e si stacca dalla gabbia, le mani, il petto, il corpo martoriato.
Barcolla verso Jack, che ha perso i sensi.
Legion spalanca le braccia :"ANCHE...ANCHE SE IO...CAMMINASSI NELLA VALLE DELLA...VALLE DELLA MORTE...io non"
Legio prende per i capelli Jack:"Io non temerò alcun male, poichè il signore mio Dio è...è con me"

Legion tira su Jack.

:"Mordi!!!MORDI STUPIDO CANE!!!!" L'urlo di Allyson scuote Legion, anche FTW si volta e la guarda:"MORDILO, DILANIALO, RIEMPI IL VUOTO CON LA SUA CARNE, PAPÀÀÀÀÀÀ!!!"

Uno schiaffo sul volto di Allyson, Frank la colpisce:"Non amo le punizioni corporali, ma tu figliola hai superato ogni limite"
Legion sorride e sputa sangue, poi scivola in avanti.

Jack ha incastrato le sue gambe in quella di Legion, un tackle perfetto, applica una lock ad essa e poi, sopratutto, aggancia le braccia al collo di Legion, usando la bandana per agganciarlo al collo alla perfezione.
Jack urla, rabbia, solo ed unicamente rabbia, anni e anni di soprusi, di incubi si scatenano in questo momento.

Legion non riesce a liberarsi, spinge ma non ha appoggio, ma ogni singola voce gli dice, gli impone di non cedere, o Legion finisce k.o. o Jack perde le ultime energie.
Ed è lui a prendere la decisione, tira sino a portarlo seduto, lascia la gamba e poi lascia la presa.
Si alza, ruota su se stesso e fa partire il Murder Death Kill in versione Ultra.
Sul collo di Legion.
Pin

1
Frank avanza verso la gabbia.
2
Allyson si alza in piedi.
3

L'arbitro fa suonare la campana.

Alpha Jack b. Legion (29:00) con la MDK-Ultra.

La gabbia sale, Allyson ci scivola sotto, si riempie di tagli ma non si ferma, si getta su Jack piangendo e lo solleva dolcemente mentre lui quasi non e cosciente.

:"Bravo cane"
Jack le carezza il braccio:"Brava bimba"

-clap clap-

Frank è salito sul ring, Killjoy al suo fianco, cartelletta stretta tra le braccia, i due Hollow di prima assieme a lui mentre altri due prendono Legion e lo portano via.

:"Scaricatelo nel retro, non ho intenzione di ospitarlo ancora è fuori da ogni cura"

Frank si avvicina a Jack:"Proprio un bravo cane si, signori, prendete in gestione la mia bambina per favore"

I due Hollow tirano su Allyson che urla disperata, Frank si china su Jack:"E ora?
E ora cosa pensi di aver ottenuto?
Vedete" Frank si alza:"Tutti voi che aspettavate un lieto fine sarete delusi, tu però più di tutti" indica Jack, che si è messo in ginocchio.

:"Hai una sigaretta?" Chiede Jack sussurrando.

Frank sorride:"Sempre inimitabile vero?
Vedete, dissi a Jack, come predilige venir chiamato, che finito questo match avrei portato via sia lui che Allyson, ma ho pensato che metterli nello stesso luogo, seppur un manicomio, li avrebbe resi comunque motivati e speranzosi.
Ecco perchè il dottor Killjoy ha invece firmato che tu sei del tutto sano, sei guarito figliolo"

Killjoy con un sospiro apre la cartelletta e ne da il contenuto a Frank, che lo passa a Jack.

Che ha una sigaretta in bocca.

Frank si blocca, Jack prende il foglio e lo legge, facendo una smorfia:"Sei venuta bene in questa foto bimba"
La cartella clinica di Allyson, con il timbro che la dichiara sana di mente.

Per Frank Thompson Walker la visione della cartella clinica della figlia, con il timbro è qualcosa di inaspettato.
A conti fatti, sua figlia non potrà mai più essere internata.
Si volta e strappa la cartelletta a Killjoy aprendola.

Jack e ancora in ginocchio:"Cazzo...fumo sigarette spente?"

Una seconda scheda, su di essa il volto di Jack, il timbro di guarito anche su essa.

Jack fissa Frank:"Direi che se vogliono possono andarsene, loro intendo" indica il pubblico:"Non vorrei annoiarvi.
Come, mi ripeti come era quella storia?
Quella del messia.
Verranno in quattro.
Per prima la Pioggia, porta il caos e danneggia le cose"

Allyson si stacca dagli Hollow, e abbraccia Jack, sostenendolo, Frank guarda prima la scena e poi gli Hollow, per poi fissare Killjoy.
Il quale si sposta verso Jack:"Poi viene la Fame, o come cazzo si chiama.
È infida, è qualcuno di cui ti fidi, qualcuno a te vicino no?
Giusto dottore?"

Killjoy sospira:"Mr Walker, reputo ormai che lei non sia più in grado di gestire il manicomio di Habbot e reputo che Allyson e Jack siano del tutto sani.
Ad alcuni livelli leggermente sociopatici, ma una cosa da poco, rispetto a molti altri sicuramente molto meglio inseriti..."

Jack muove la mano:"Killjoy è passato dalla nostra parte quando lo incontrammo a Roma, quando eliminammo i tuoi pazzoidi e facemmo saltare i denti e la mandibola del tuo capo delle guardie.
Vedi Frank, da quando Allyson è tornata in se stiamo elaborando il come toglierti di mezzo, come liberarci di te.
Ma non ce la avremmo mai fatta da soli, cazzo il mio piano iniziale era di spararti in faccia.
Fortuna che ci ha aiutato qualcuno davvero in grado di elaborare un piano, oh sai, mi ha insegnato lui quella mossa, ma di questo non ti interessa.
Dopo la Fame chi arriva?
Ah si, la Febbre"

Uno dei due Hollow si toglie la maschera.
David Arlan Stark, D-Wolf, il padre di Alpha Jack :"Se lo avessi lasciato fare Frank probabilmente la avresti avuta vinta te lo sai?
Ma un padre deve guidare il proprio figlio, insegnargli e in alcuni casi, essere fermo e duro" David da uno scappellotto a Jack, facendogli cadere la sigaretta:"Ti ho già detto che non devi fumare dopo un match imbecille"

:"Fottiti vecchio, potrei avere un trauma cranico!"

:"Un trauma cranico per te è solo un miglioramento, si lo so Frank, mi avevi visto finire ad Ender, ma come ormai hai capito arrivato lì avevo Killjoy di supporto, tu non fai bene i conti vero?
Conosco molte persone ancora nell'esercito e tu, senza tenerne conto, hai preso tra i tuoi degenti anche dei militari, gente con traumi da guerra che hai usato e sfruttato.
Non usi molto internet vero?
Ad Habbot non hai nemmeno internet, se la avessi avuta ti saresti potuto tenere in contatto con Ender e sapere che ormai da due settimane ad Habbot ci sia in corso un ispezione che ti vede come indagato di atti senza alcuna remore medica o umana"

Nessuno ha mai visto FTW in questo stato, per la prima volta del tutto fuori controllo della situazione in cui si trova.
L'ultimo Hollow raccoglie la sigaretta, so toglie la maschera e se la accende.
Castiel Caliburn, il Magnum Mage, si avvicina a Jack:"E poi venne la Fine, con essa svanì la luce e su tutto calò il sipario"

Castiel inspira il fumo:"Salve padre" rivolto a Frank:"Nel caso te lo chieda no, nel nostro match io e Jack non ci siamo trattenuti, e i lividi e gli ematomi che ho avuto per mesi lo dimostrano.
Ma dovevo andare ad Ender e controllare alcune cose, tra le quali una cartella clinica"

Frank trema di rabbia, fissa il gruppo davanti a lui e si guarda attorno, da solo.

Castiel fuma:"Lo sai quale cartella clinica no?
La hai nascosta a Midian, nel posto più oscuro di Ender, ma la ho trovata.
La tua cartella clinica Frank.
Vuoi un erede perchè tu non puoi lottare, non potrai più farlo.
Hai superato il limite ed il tuo corpo ti mostra il conto.
Stai diventando cieco, del tutto, ogni colpo che hai subito ti ha lesionato e non ti sei mai curato, sino ad ora.
Sino a perdere ogni cosa."

Jack si alza, D-Wolf lo sorregge da un lato ed Allyson dall'altro:"Anni e anni di dolore e sofferenza, abbiamo dovuto muovere ogni pezzo con attenzione, abbiamo dovuto soffrire e sanguinare, separarci ed arrivare a questo.
Solo che invece che credere a cazzate come il tuo vuoto, ci siamo mossi come un branco.
Ecco come riempi il vuoto Frank, anche se temi che ti divori lotti senza fermarti e preferibilmente lo fai con persone con le quali riesci a non scannarti"

Castiel sorride:"Quasi tutti"

Jack sputa in terra:"Quasi tutti, ora addio Frank, raccogli i cocci e tira avanti, perchè non avrai altro, se vuoi prendi la mia ultima lezione e falla tua.
Per il resto, eccoti il tuo sipario"

FTW batte i pugni sul ring, rabbia, una sensazione nuova da parte sua:"No...no...NO!!!NOn è finita, non è ancora finita, il Vuoto non ha finito, non finirà mai, esso circonderà sempre le vostre esso sarà sempre pronto ad avvolgervi e fagocitarvi..."

E se il resto di tutto questo non fosse a sufficenza assurdo accade qualcosa di ancora più strano, Allyson avanza ed abbraccia FTW, si stacca e gli tiene il volto tra le mani:"Si, è vero Frank, non ci possiamo fare nulla per evitare che ogni giorno ci voglia mangiare; ma possiamo evitare che lo faccia.
Esistono i Journey, Breakfast Club, gli animali, papà quando prova a fare da mangiare, esiste la birra (ma per papà e Occhi Neri) ed infine esistiamo gli uni per gli altri; capisci Frank?
Se hai qualcosa da cui tornare non puoi cadere nel Vuoto.
Buona fortuna, mamma diceva che eri bravo a incidere il metallo, costruisci qualcosa invece che lasciare che marcisca" Allyson bacia FTW in fronte e poi si riunisce alla propria famiglia dissociata.

Scarica Statica.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
[align=center]Posted Image[/align]

"Bad Karma" risuona nell'arena, i fischi del pubblico accompagnano l'entrata in scena di Zoey Di Maggio. Si presenta in abiti da combattimento, con alla vita il THEA Divas Tag Team Title e in spalla il prestigioso FWF World Women's. Fa la sua entrata nel ring, prendendo possesso del microfono.

Z: "Good things come of tragedy.

E' ciò che ho detto a me stessa quelle poche, rare, volte in cui ho messo in discussione le mie scelte. Scelte come l'opera di distruzione della Fight For Honor, scelte che mi hanno portato lontana da questo business con la convinzione di aver raggiunto un livello tale da essere un modello a cui ispirarsi, oggetto di divinazione di un'industria che non ha mai visto prima d'ora una donna come Zoey Di Maggio. Ho visto Lilith impossessarsi delle mie cinture, ho visto il mondo del pro-wrestling proseguire senza la mia figura, un mondo perso nel ricordo delle mie gesta. E non potevo sopportarlo, non potevo starmene a guardare. Ho spento la sigaretta, poggiato il calice sul tavolo ed ho nuovamente indossato l'abito da guerra.

Ed oggi sono qui."

Alza al cielo il titolo FWF.

Z: "I am the THEA Divas Tag Team Champion.
I am the last and eternal 2FH Diamonds Champion.
I am the FWF World Women's Champion.

And Europe...

I am still your Empress."

Fischi della folla, Zoey ridacchia mentre cammina serena attorno al quadrato.

Z: "Quindi si, la tragedia è solo il preludio al vento di cambiamento che mi ha portata a concludere un glorioso 2016, così come mi ha portata ad aprire il 2017 nel migliore dei modi. Io sono il mito di questa generazione, l'ho dimostrato quando ho sconfitto forse l'unica donna che mi ha realmente messa in discussione, sconfiggendo colei che mi ha sempre dato filo da torcere e che mi ha messo con le spalle al muro. Con Lilith va via l'ultima possibilità da parte di qualsiasi componente del pro-wrestling femminile di solamente avere l'idea malsana di porsi al mio medesimo livello. Io sono irraggiungibile, sono intoccabile, e non è solo il delirio di una donna fin troppo sicura di sé. No, Italia...Questa è la realtà dei fatti."

Sorriso di scherno, Zoey annuisce.

Z: "E c'è un'altra realtà che dovrò affrontare. Una realtà che io sono pronta ad affrontare poiché, dopotutto, la nostra è una storia così lunga che sarebbe impossibile giungere impreparati al Simposio. Siamo nuovamente una contro l'altra, Safiye, siamo ancora una volta pronte a scatenare una guerra senza curarci delle ripercussioni. Sai bene che le radici di questo confronto nascono anni fa, quando io ero solo una nuova leva e tu già eri ai vertici di questo business, il modo con cui ti ho guardata per anni è totalmente cambiato col passare del tempo. Poiché ogni qual volta provavo a emergere tu eri lì presente a stroncare la mia ascesa, quasi come a prevedere la nascita del mito.

Prima Chelsea e poi Pain, hai messo fine al mio primo regno Divas Tag Team, così come hai stroncato il mio secondo regno. Eri capace di prevedere ogni mia mossa, di proteggere il tuo status di donna più importante di questo business...Ma tutto ciò che sei riuscita a fare è stato rimandare la fine del tuo gran momento, hai solo sprecato energie affinché il mio dominio tardasse. E alla fine ho conquistato tutto quanto potevo conquistare in ogni singola compagnia di cui ho fatto parte, e nel momento in cui mi sono presa le luci della ribalta divenendo l'Imperatrice d'Europa proprio ai tuoi danni...Quel preciso istante, Safiye, sei stata spodestata. In quel momento la tua figura non ha contato più nulla, divenendo una delle tante."

Zoey non sembra aver finito, tutt'altro.

Z: "E non solo. In quel momento hai compreso un'importante realtà che ci distingue, che ci pone su due livelli totalmente diversi. Il momento in cui hai compreso che tu sei soltanto una comparsa in una gloriosa storia, un romanzo interamente dedicato alla mia figura. Sei soltanto una parentesi degna di nota prima del mio arrivo, prima della mia ascesa. Sei un momento nella storia di questo business che sarà eternamente oscurato dalla mia ombra, incapace di poter nuovamente emergere poiché non solo tu non potrai mai spodestarmi, né ora né mai, ma sarai costretta a vedermi per tutto il resto della tua patetica esistenza mentre io ricopro il ruolo che un tempo era tuo, raggiungendo picchi di popolarità che tu non hai mai sognato.

E questo ovviamente ci porta ad una chiara conclusione..."

Alza nuovamente il FWF World Women's Title al cielo.

Z: "Tu non vedrai mai più questa cintura. Sarebbe solo uno spreco, un modo per svalutarla totalmente affidandola nelle mani di una lottatrice che fa parte del passato. Un passato composto da mediocri elementi che hanno provato a ostacolare il mito di questa generazione fallendo miseramente. Tu Safiye sei il simbolo di quel passato che non tornerà, e spero che queste parole siano abbastanza chiare per metterti in guardia in vista di stanotte. Poiché voglio che tu comprenda la differenza che si è creata tra noi, una differenza che non cambierà mai più. Questo è il mio regno Safiye, questo che osservi appartiene esclusivamente all'attuale Imperatrice d'Europa...E a differenza mia la tua resterà in eterno una tragedia.

You better believe in it."

[align=center]Posted Image[/align]

Nuovamente in diretta dallo Stadio Flaminio. C'è già qualcuno sul ring: le note di “Ölürüm Sana” sfumano nell'aria, Safiye è già al centro del quadrato, con una giacchetta a difenderla dal freddo romano, e con il microfono già pronto ad essere utilizzato.

SF: “Grazie pubblico di Ro...”

La Turkish Delight non riesce ad ultimare la frase, le sue parole vengono coperte dagli applausi del pubblico. La ragazza sorride e aspetta di riprendere la parola.

SF: “Grazie pubblico di Roma, grazie innanzitutto per i calorosi auguri e le numerose manifestazioni di stima, prima in occasione della piccola festa di compleanno del new Turkish order – continua a rispondere con cenni del capo ai saluti del pubblico – il compleanno della nostra e anche vostra stable, che oggi compie 8 anni.”

Gli “nTo-maniacs” si fanno sentire.

SF: “Otto anni di new Turkish order, stable spesso dominante, raramente sconfitta, ma mai doma!”

Altra pausa per i fan.

SF: “Prima ho preferito lasciar parlare Baldone, Turkish e Selim, sono nettamente più bravi di me nelle grandi occasioni... ma adesso vorrei fare un ringraziamento speciale, non solo a voi ma anche a tutti quelli che stasera non sono su questi spalti, ma che ci seguono da tutta Europa e forse dal mondo. Grazie a voi io, Nene Hatun e Princess Sehrazat abbiamo vinto il Ladies Award dei People Choice. Per me e Nene si tratta del terzo riconoscimento in meno di un anno. Davvero troppo gentili.”

Safiye allarga le braccia verso il pubblico per accoglierne il festoso entusiasmo.

SF: “Credo che di Nene Hatun non mi sbarazzerò tanto facilmente – risata accompagnata dalla reazione divertita del pubblico – quanto a Sehrazat sappiamo che ha deciso di prendere la sua strada, una strada a noi sconosciuta, ma per questo nuovo viaggio della vita merita il mio e il vostro incoraggiamento.”

Pausa per le reazioni del pubblico. Poi la rossa riprende.

SF: “Oggi è un'occasione di festa ma voglio dedicare un pensiero al mio Paese e a tutti i miei connazionali, ultimamente la nostra Turchia è martoriata da attentati e tensioni, soprattutto la grande Istanbul. Oggi la mia casa è un Paese senza pace, e no, non sono qui per fare politica, ma per dirvi che questi avvenimenti non mi hanno lasciata indifferente e, accanto ad altre vicissitudini personali, hanno prodotto in me un cambiamento. Mi hanno resa consapevole del fatto che quello che ami va difeso, che sia un Paese o un sogno.”

Pausa drammatica.

SF: “Ma lo spettacolo continua, anche questo fa parte della vita, e la mia vita adesso è qui tra queste quattro corde. Il mio scopo è difendere è il pro-wrestling femminile. Difenderlo da personaggi spocchiosi, arroganti e vacui come Zoey Di Maggio.”

La platea si spacca in due.

SF: “In Irlanda ha tenuto un lungo discorso nel quale si è dipinta come la più importante figura del panorama, ha ricordato i suoi successi e ha enumerato le sue corone. È giusto, non la giudico, anche io sono fiera dei miei successi, ho lasciato il segno ovunque abbia messo piede: in WBFF, WTF, THéA, RBG, 2FH e CAL. Lo ammetto, qualche volta anche io ho peccato di superbia, ma poi ho imparato...”

Sguardo verso la camera.

SF: “... ho imparato che non bisogna mai essere troppo sicuri di sé. Le circostanze e la vita mi hanno insegnato che più in alto si sale, più farà male cadere. Allora sarà solo l'amore per questo – indica il ring - a farti rialzare, perché la bravura di un lottatore non si vede solo durante il volo dal paletto, ma anche dal modo in cui si rialza. Ricorda Zoey che le vittorie devi desiderarle, non pretenderle, e il pro-wrestling non devi solo dominarlo ma anche amarlo.”

Il pubblico rumoreggia.

SF: “Pubblico, credo di essere una persona nuova, e questo coincide con la vittoria di un Award, con il compleanno del nTo e con l'inizio del nuovo anno, quale momento migliore? Se vedessi la me stessa di 5 anni fa stenterei a riconoscerla. Per quanto riguarda Zoey si può dire lo stesso? Si è evoluta o i suoi discorsi sono una copia carbone di quelli di anni ed anni fa? A voi il giudizio pubblico.”

Reazioni contrastanti.

SF: “Le mie ambizioni e l'amore per questa disciplina, sono i motivi per cui ho ritrovato la giusta grinta e determinazione necessarie per andare a riprendermi la corona di Empress of Europe, e il titolo FWF Women's. Ma stasera voglio farvi delle confidenze... - attimo di concentrazione - Ritengo questo sport, i premi, le vittorie, le cose più importanti della mia carriera, ma riconosco che da quando l'nTo ha conosciuto un periodo difficile, mi sono gettata a capofitto nelle mie ambizioni, fino a divenire qualcosa di molto, troppo lontano da me stessa, qualcuno che non mi piaceva affatto. Oggi però sono più matura. Oggi ho capito che la mia vita è sì fra le quattro corde ma non è solo fatta di ambizioni. La mia vita è lottare per il piacere di fare un bel match, di vincere sì, ma non per odio nei confronti delle altre quanto per me stessa. Qualcuno che conoscevo molto bene ha sempre detto che noi lottatori siamo del pubblico. Permettetemi di aggiungere che oltre a essere vostri – indica la platea - siamo anche di questo sport, ed in nome della passione possiamo avere un forte agonismo, purché sia sano e non finisca per distruggere noi stessi.”

Pausa scenica.

SF: “Quindi che dire, eccomi pubblico, sono la vostra figlia e la figlia del pro-wrestling, e cercherò di rendere fiero chi mi ha fatta arrivare fin qui, più saggia ma non meno combattiva. Le doti di una perfetta Empress of Europe.”

Braccia al cielo, “Ölürüm Sana” riparte, il pubblico applaude.

[align=center]Posted Image[/align]

La storia del “SYMPOSIUM” di arricchisce di un nuovo capitolo: il primo match femminile della storia.
Nelle sue precedenti 3 edizioni, il maxi-evento R-Pro non ha mai ospitato uno scontro tra donne, e lo farà questa sera, con un incontro davvero importante. Zoey Di Maggio contro Safiye, incontro valido per i quarti finale dell'Empress of Europe Tournament, e come da tradizione dei tornei della board, in palio ci sarà anche altro, la cintura FWF World Women's.
Zoey difenderà per la prima volta il titolo, conquistato lo scorso 30 dicembre in Irlanda, affrontando Safiye, proprio come avvenuto lo scorso 8 marzo 2016, in occasione del secondo anniversario della THÉA. Quella volta, la Di Maggio riuscì a confermarsi campionessa, uscendo fuori da un combattutissimo 2/3 Falls Match. Oggi basta un solo pin, una sola submission, a decidere l'esisto dell'incontro, a dirci chi raggiungerà la semifinale dell'Empress of Europe.

Risuona “Ölürüm Sana” e lo Stadio Flaminio accoglie con un boato d'approvazione la sfidante Safiye, accompagnata anche oggi da Nene Hatun. Sei titoli femminili conquistati attorno al mondo, due cinture tag ed una trios, prima Empress of Europe, vincitrice dell'Amazon Twins, la Turkish Delight a 25 anni, appena compiuti, è una vera istituzione del pro-wrestling femminile internazionale.
Adesso è il turno di “Bad Karma”, la theme che accompagna l'Empress of Europe in carica, la campionessa FWF Zoey Di Maggio.
La folla dimostra come sempre tutto il suo odio nei confronti della bionda di Chicago, che dall'alto dei suoi cinque titoli in singolo, tre in coppia, e doppietta Empress-Amazon può considerarsi anche lei tra le lottatrici più vincenti degli ultimi anni.

La storia parla di due precedenti diretti tra Zoey e Safiye: il primo, targato “Civil War 2014”, il primo match femminile della storia della 2FH, ed in quella occasione a spuntarla fu la Turkish Delight; il secondo, il già citato 2/3 Falls Match, conclusosi con un pin a testa ed un doppio KO nella ripresa finale, risultato che premiò la campionessa Zoey.
Tutto pronto per il terzo incontro della serie, cenno dell'arbitro Rigoberta Gemma... via!

DIN! DIN! DIN!

7th Match - Empress of Europe Tournament - Round 2/FWF World Women's Title:
Zoey Di Maggio © vs. Safiye


Fase di stallo iniziale, che fa piombare nel silenzio lo stadio romano. Zoey rimane ferma al suo angolo, mano alla corda, mentre Safiye in posizione da guarda MMA avanza guardinga. La campionessa FWF esce dal suo angolo, passeggiando per il perimetro delle corde. Finalmente il primo contatto al centro del quadrato, un clinch abbastanza vigoroso.
Partono gli scambi tecnici, vari capovolgimenti di fronte, Safiye ha la meglio, porta Zoey a terra e prova a chiudere un Armbar... no, nulla di fatto, ropebreak. La Di Maggio tocca le corde, l'arbitro interviene, e la detentrice della cintura rotola giù dal ring.
Nuovo break, con Zoey che blocca il ritmo del match restando a bordo ring. Si riprende dopo un po', clinch, Zoey prevale chiudendo una Side Headlock, Safiye non si arrende e va sulle corde per liberarsi con un'IRISH WHIP... no, Zoey la porta a terra serrando la presa al collo. Subito dopo la submission diventa una STF!!! La campionessa FWF serra la morsa per diversi istanti, salvo poi cambia rapidamente submission, passando alle gambe della Turkish Delight... SINGLE LEG BOSTON CRAB!!! Niente da fare però, Safiye tocca la corda. Ropebreak.
Zoey però immediatamente continua a controllare la situazione afferrando la rossa per i capelli, rialzandola e chiudendola in una FRONT HEADLOCK. La Turkish Delight è all'angolo, serie d ginocchiata inferte dalla Di Maggio, Safiye è pressata contro l'angolo. Zoey si allontana per prende la rincorsa... CORNER SPLASH!!! Salto a schiacciare della campione FWF, che subito dopo afferra la turca per il collo per uno SNAPMARE!!! La rossa è messa a sedere, Zoey prende uno slancio sulle corde... LOW DROPKICK sul petto di Safiye!!!
Zoey va quindi per il primo pin del match...

1...
2... No!

Safiye si libera con decisione, ma Zoey continua a controllare, rialzandola e lanciandola contro le corde... rimbalzo... reazione rapida della rossa... HIP ATTACK!!! Sederata volante che stende Zoey. Adesso la rossa attende che la campionessa FWF sia su per attaccarla con i calci... LOW KICK, LOW KICK E MIDDLE KICK alla gamba e poi ancora MIDDLE KICK al fianco!!! La Di Maggio si allontana dolorante, Safiye ha quindi spazio per attaccare... ROUNDHOUSE KICK!!! L'impatto proietta contro l'angolo la campionessa FWF, e la Turkish Delight si allontana per la rincorsa... HIP ATTACK!!! Nuova sederata, questa volta a pressare contro l'angolo. Safiye spinge Zoey lontana dall'angolo, sale sul paletto e salta... MISSILE KICK!!! Centrato!! La Turkish Deligh può quindi andare per il pin

1...
2... No!

Zoey si libera dallo schienamento, ma la nTo continua a controllare la situazione. Rialzata per i capelli, Irish Whip... No, Zoey ribalta, si libera e colpisce con un TOE KICK! Safiye si piega in avanti, Zoey va contro le corde... rimbalzo e... YAKUZA KICK!!!
Calcio che si impatta sulla testa della sfidante. Zoey acciuffa Safiye, Irish Whip verso l'angolo... no, Safiye ribalta e lancia lei Zoey contro le protezioni correndo poi dietro per pressarla... no, la Di Maggio salta sulla seconda corda e Moonsault ad evitare sia l'impatto che Safiye. L'azione è rapidissima, la Turkish Delight si volta e si scaglia contro l'Empress of Europe che l'accoglie con un ARMDRAG TAKEDOWN... Zoey attacca ancora Safiye che si rialza immediatamente... BIG BOOT e subito dopo SNAPMARE a mettere a sedere l'avversaria... corsa contro le corde e LOW DROPKICK in pieno volto!!! Ouch!!! Zoey rialza l'avversaria... posizione da Suplex... sollevamento... FISHERMAN'S SUPLEX... INTO INVERTED STF!!! Rapidissima transizione da mossa da impatto a submission!!! Applausi del pubblico. Zoey serra la mossa... Safiye non si arrende... non si arrende... e stop. La campionessa molla e cambia strategia, si allontana per caricare alle spalle Safiye con una ginocchiata... NO! Safiye intercetta l'attacco di Zoey, si scansa di lato e chiude un'ANKLE HOLD!!!
Zoey saltella per non farsi chiudere la morsa, Safiye strattona indietro e cintura l'americana... GERMAN SUPLEX HOLD!!!

1...
2... NO!

Zoey si lascia cadere di lato salvandosi. Le due si rialzano, Safiye attacca ancora con uno SPINNING KICK.. A VUOTO!!!
Zoey si abbassa evita il calcio e contrattacca in rapidità... ENZUIGIRI KICK!!! Colpo dietro la testa a segno!!! La Di Maggio rialza la sfidante... BRAINBUSTER!!!! Pin...

1...
2... NO!

Safiye esce dal pin, la Di Maggio la rialza, ma ecco la reazione rabbiosa della turca dai rossi capelli... BACKFIST!!! La campionessa finisce ancora a terra, dove è presa a calci. Zoey trova le corde, inizia a rialzarsi sfruttandole... Safiye ritorna all'attacco chiudendo l'avversaria in una Front Headlock. L'azione si sposta al centro del ring, la campionessa prova a liberarsi ma per tutta reazione la sfidante la spinge a terra e poi GROUND KNEESTRIKE!!! Due ginocchiate in stile MMA e vai con il pin...

1...
2... No!

Zoey si libera dallo schienamento e rotola via. Safiye raggiunge l'avversaria, prova a rialzarla ma ella reagisce... CHOP!!! Colpo sul petto della Turkish Delight, la Devil's Muse insiste con con una serie di sberle e poi prova un ENZUIGIRI KICK... a vuoto!!! Safiye si abbassa ed evita il calcio alla testa, Zoey finisce nuovamente a terra. La ragazza del new Turkish order cerca l'appoggio del pubblico... lo trova. La Di Maggio si rialza, Safiye attacca... MIDDLE KICK... MIDDLE KICK... MIDDLE KICK... Zoey para il colpo immobilizzando la gamba... Safiye salta colpendo con l'altra gamba libera JUMPING HIGH KICK!!! Safiye affonda ancora Zoey per poi rialzarla e lanciarla contro le corde... rimbalzo... reazione della Di Maggio che salta... RUNNING FRANKENSTEINER!!! Ritorno della campionessa che immediatamente corre verso le corde, salto per la slancio... SPRINGBOARD DROPKICK!!! Zoey centra Safiye!!!
La campionessa rialza la sfidante e la lancia contro l'angolo. Corsa a pressare... Safiye alza la gamba, BIG BOOT a respingere Zoey. Scatto della Turkish Delight... e la Devil's Muse intercetta la sua corsa con uno SNAP SCOOP POWERSLAM!!! La Di maggio scatta verso il paletto più vicino... balzo dalla seconda corda... DANGEROUS LAUGH!!! Split-Legged Corkscrew Moonsault a segno, pin...

1...
2... STOP!!!

Safiye si libera con decisione, ma Zoey continua a controllare e la rialza l'avversaria per i capelli... HAIR-PULL FACEBUSTER!!!
Violento impatto sul tappeto ai danni della Turkish Delight. La Di Maggio rialza l'avversaria, la mette in posizione per chiudere la sua... MUSE'S CHANT!!! NO! SAFIYE SI LIBERA SPINTONANDO IN AVANTI ZOEY! Toe Kick verso la Di Maggio che si volta, e Safiye può chiudere la sua UNSWEET LOKUM!!! Vertical-Drop Uranage a segno. Ma niente pin, Safiye non ci riesce, le due lottatrici restano a terra, e l'arbitro conta per il doppio KO...

1...
2...
3...
4... Zoey striscia verso Safiye
5...
6...
7... Zoey è in ginocchio ed ha afferrato Safiye per i capelli, l'arbitro stoppa il conteggio.

La campionessa FWF stringe la Turkish Delight per la chioma, le fa sbattere ripetutamente la testa al tappeto, quindi la rialza.. Irish Whip... la turca rimbalza sulle corde... attacco dell'americana... SUPER KICK!!! A segno, subito il pin...

1...
2... NO!!!

Safiye si libera, ma Zoey insiste chiudendo la campionessa in una Ground Headlock. La Turkish Delight soffre la morsa però riesce a reagire alzandosi in piedi e colpendo Zoey con due ginocchiate all'addome. La campionessa però attacca dal nulla con un DDT!!! Safiye ancora a terra, Zoey come una pazza corre verso il paletto... MOONSAULT PRESS!!! Wow! Pin...

1...
2...
2,9999NO!!!

Nulla da fare, Zoey se la prende con l'arbitro, il match continua. La Di Maggio rialza ancora Safiye tirandola su per i capelli, Irish Whip... Safiye contro le corde... reazione della rossa... LOU THEZS PRESS! Serie di pugni a terra e subito dopo transizione in un ... CROSS ARMBRAKER!!!! Zoey prova a resiste, serra le mani per non far chiudere la mossa... sta per cedere... ma tocca la corda con un piede. L'arbitro interrompe, Safiye molla ma quando è in piedi attacca ancora... BUZZSAW KICK!!! Zoey si accascia a terra, pin...

1...
2...
2,9999 NOOOO!!

Per pochissimo, Zoey si salva, Safiye vede sfumare la vittoria per una frazione di secondo!
Breve break con entrambe le lottatrici a terra, e Safiye si rialza per prima sfruttando le corde.
La Turkish Delight rialza la Di Maggio, la gira... chiudendo poi un GERMAN SUPLEX!!! Nessun pin, la turca tempesta di stomp l'americana. Safiye insiste rialzando la sfidante... FISHERMAN'S SUPLEX HOLD!!!

1...
2...
2,9999999 NOOO!

Anche Zoey si salva all'ultimo. Nuovo attimo di pausa, Safiye prende fiato... Zoey ha un guizzo, una “desperation move”, sorprende dal nulla... NECKBREAKER!!! La campionessa ci crede, rialza la rossa, prova una cintura da dietro... No! Safiye scalcia all'indietro, Zoey molla la presa, la turca con rapidità si volta afferrando una gamba della sfidante e con maestria chiude un'ANKLE HOLD!!!!
Zoey soffre ma riesce a toccare le corde, l'arbitro interviene, ropebreak. Safiye molla la presa... e Zoey scalcia a tradimento colpendo la Turkish Delight in piena faccia. La Di Maggio aspetta il momento propizio, corre verso l'angolo... DRAGONFLY'S FLIGHT!!! Colpo a segno, Safiye viene travolta. Zoey rotola via e prepara il DEVIL'S ORDER!!!
Zoey corre per colpire con il Punt Kick... SAFIYE EVITA!!! La turca si appiattisce al tappeto, l'americana finisce contro le protezioni dell'angolo. La Turkish Delight si rialza, si carica e punta all'angolo, dove Zoey è rimasta a disperarsi... GUIZZO DISPERATO DELLA CAMPIONESSA!!! ZOEY ASSALE SAFIYE APPENA SI AVVICINA E SONO ATTACCHI ILLEGALI!!! Graffi in faccia, tirate di capelli e addirittura morsi!!! Zoey è come una belva ferita che fa di tutto per difendersi. Safiye prova a togliersela di dosso, ma ormai è spalle alle corde... e la Di Maggio affonda i suoi denti nella spalla della Turkish Delight!!! L'arbitro Rigoberta interviene senza successo e subito conta rapida per la squalifica...

1...
2...
3...
4...
5!!! SQUALIFICATA!!!

Shock generale per il pubblico. Il match è finito!

Safiye b. Zoey Di Maggio (21:23) per squalifica (Zoey conserva il titolo).

Impressionante ed inaspettata la reazione della Di Maggio, che in qualche modo limita i danni della sconfitta conservando il titolo. Di certo quello che abbiamo visto stasera è realmente inaspettato. Sul ring è salita anche Nene che con tutta la sua forza scolla dalla tag partner quella pazza scatenata di Zoey. Safiye si tocca la spalla dolorante per i morsi ricevuti (sperando che il morso di Zoey non sia velenoso), venendo immediatamente soccorsa dai paramedici. Per il quarto anno consecutivo è in semifinale dell'Empress of Europe, ma quella di stasera è una vittoria in un certo senso mutilata, priva di quel titolo FWF che non vince ormai da 3 anni.

Zoey resta campionessa, ha difeso letteralmente con le unghie e con i denti il suo status di campionessa.

[align=center]Posted Image[/align]

Diario di Omega.
Capitolo Finale.

Dicono che non abbia mai fatto così freddo da queste parti come in questi giorni.
La temperatura esterna era di -7 Gradi quando sono arrivati, i condizionatori la portano a 19 Gradi nell'arena.
Dove mi trovo io sono a -8 Gradi.

Sono venuto sul tetto a mappare questo luogo, lascio che i rumori rimbalzino di parete in parete ritornandomi contro e dandomi informazioni, come gli odori, osservo e registro i movimenti delle persone, dei mezzi, della fauna locale.

Lui è già qua, lo ho percepito, una sola cosa non ho ancora detto a nessuno, ora capisco chi ci sia sotto quella maschera.

Questo é il finale della mia storia, mentre mi muovo sul parapetto inizio a mappare il tempo, ricordo lentamente gli odori percepiti salendo sul tetto, i primi rumori sentiti e le variazioni di spettro luminoso, poi ricordo ogni sensazione sempre più a ritroso.

Sono sempre tutti stupiti delle mie capacità sensoriali, spesso poi restano meravigliati del mio equilibrio e della mia cordinazione, conseguenze dirette proprio dei miei sensi.
Ma nessuno comprende cosa sia la cosa più incredibile che io riesca a fare.

Riesco a rivivere ogni evento della mia vita a partire da quel giorno, ogni singolo momento, posso percepire nuovamente ogni cosa.

Da tempo non rivivevo quel giorno.

Aveva piovuto la notte prima, ma il caldo si era fatto strada con la propria implacabile tranquillità, le strade odoravano di asfalto bagnato, sottili lingue di fumo si alzavano dove il sole andava ad imporre la propria presenza.

Sento tutto questo da dentro la palestra, in ginocchio, davanti a me c'è un ragazzo che indossa abiti scuri, ha una felpa di Guerre Stellari ed impugna un fucile automatico, indossa un casco che ha ora la visiera alzata.
Mi guarda, è serio ma al tempo stesso è chiaramente spaventato.

L'aria è impregnata di un odore metallico misto a zolfo, sento nella lingua un sapore salato, il sangue che è fuoriuscito dalla sua ultima vittima, il nostro insegnante di ginnastica.
So parlare bene, molto, leggo tantissimo e riesco a tenere testa a qualsiasi dibattito.
"S...Simon..." sono le mie ultime parole, non ne dirò altre per molti anni a venire.
"Shh" preme la canna sulla mia bocca"Non parlare Caleb"

È il mio migliore amico, lui e Gale, ma lei non c'è oggi, nemmeno io dovevo esserci.
Siamo stati un trio per 5 anni, condividendo ogni cosa, sino agli ultimi due mesi, io e Gale siamo ora una coppia.
Non lo abbiamo mai escluso da nulla, ma inevitabilmente un muro si é alzato.
Siamo i perdenti della scuola, gli strani, i geek, ma io e Gale ci sappiamo difendere egregiamente, lei non abbassa mai lo sguardoz ha due fratelli che sono stati i linebacker di maggior successo della scuola ed è bellissima.
Io ho i geni di mio padre, le innumerevoli lezioni di arti marziali, Simon ha solo una lingua avvelenata e tagliente.
Ed è un arma a doppio taglio, ferisce ma lo rende sempre un bersaglio.

È il nostro ultimo anno, dopodichè passeremo assieme tutta l'Estate, andremo a New Orleans dove c'è un amico di mio padre e finiremo il tutto andando alle Hawaii, dove vive mio nonno con mio zio.
In realtà non succederà nulla di tutto ciò, Simon vuole uccidermi.
Non lo fa per invidia, per gelosia o che, lo fa per salvarmi.

"Non finirà mai lo sai?
Ci saranno sempre, i bulli, i cattivi, i jedi oscuri" accenna un sorriso:"Sono sempre lì, passano intere giornate odiando quello che sono, perchè non hanno mai avuto i coglioni per sceglierlo realmente e per questo se la prendono con noi.
Perchè noi invece possiamo scegliere, lo abbiamo fatto.
E loro si credono fighi, ma lo sai no?
Sono solo dei codardi.
Ma sono più di noi.
Volevo eliminarli tutti, perchè nessuno debba vivere come noi questo momento della propria vita, sempre a lottare, sempre sul chi vive.
Ma sai una cosa?
Le pallottole non bastano mai.
Quindi penso che ci sia solo una cosa da fare, salvarti."

Abbassa la visiera, è a specchio, vedo la mia faccia, una maschera di terrore e paura:"Avevo detto a te e Gale di non venire, ma te hai capito Caleb, hai capito e sei venuto.
E allora ho capito anche io, quando ti ho visto ho capito.
Il prof è stato il primo, avrei potuto eliminarli tutti ma ho capito.
Non posso vincere.
Quindi ora ho trovato il modo di truccare il gioco.
Ma sai una cosa ancora più buffa?
Oggi..." sono le sue ultime parole, non ne dirà più altre, la polizia spara dagli spalti e lui muore.

Sono di nuovo qua, inspiro, mi riempio i polmoni di aria ghiacciata.
Stasera perderò la maschera.
Me la diede mio padre, dopo quell'attacco smisi di parlare, iniziai a percepire ogni cosa sempre più a fondo, sempre più viva ed acuta.
Mi aiutò lui, mi allenò, smise di lottare e di fare wrestling per me, si concentrò su di me e trovo una soluzione con la maschera.
All'idea che qualcuno mi veda in faccia vado nel panico, temo vedano la mia paura, vedano lo stesso ragazzo che rivedo in quel riflesso.
E con la maschera vedono solo Omega, Bishamonten, il Silent Warrior.

Stasera perderò la maschera.
Ma non sarà Genocide a strapparla.
Non la toglierò a fine match, stasera terrò questa maschera ma lo farò perché è la maschera di Omega.
Non ne avrò più bisogno, non mi peserà più averla, non avrò più paura.
Non ho più paura.

Genocide ha sbagliato.
Ha compiuto un errore incredibile, mi ha portato di nuovo in quel momento, ma stavolta mi ha mostrato un punto differente.
Mi ha mostrato che a tenermi quel fucile sul viso sono io, che sono io dietro quel casco, mi ci sono messo e non riesco più, no, non riuscivo più a liberarmene.

Ho visto il ragazzo impaurito e ho capito che devo aiutarlo, non nascondendolo ma mostrandolo al mondo.
Lo stavo tenendo prigioniero perchè quella era l'unica paura che ancora non avevo affrontato.
Sono andato da Gale Genocide, sono andato da lei e mi ha parlato, mi ha perdonato, perchè la lasciai sola, mi ha perdonato perchè lasciai anche lei in quel posto.
Sono libero ora Genocide.

Ma c'è ancora una persona prigioniera, e sei tu.
Tu che usi una maschera di altri per nasconderti, perchè come per me quella maschera ti protegge e ti dà coraggio.
E tramite essa hai sparso in giro parole di odio e di paura, hai fomentato le stesse catene che mi sono imposto io.
Ma mi hai anche mostrato come spezzarle.
E farò lo stesso con te.
Perchè è ora che tutti sappiano chi sei, e ora che Genocide cada di nuovo.
Perchè tutti conoscano quel che so io.
Io so chi sei.

Quando pensavi di avermi distrutto allora sono andato oltre, ho mappato te, ogni oncia di quello che sei e ho finalmente capito chi ti sia.
Hai combattuto sempre da cacciatore.
Ora sei la mia preda.

La temperatura è costante, ma la mia si è alzata di alcuni gradi, non combatto per scacciare la paura, combatto per distruggere il diavolo.
E stasera cadrà.
Sto arrivando Genocide.
Che tu mi veda o che tu mi senta non potrai scappare.

[align=center]Posted Image[/align]

"Finalmente stasera ti libererò."

La maschera di Genocide è quella al centro dell'inquadratura sul maxischermo.

"Dopo averti liberato dall'imbarazzo del tuo passato e aver raccontato a tutti ciò che tu stesso non riuscivi a raccontare, stasera ti libererò da un altro peso, quello della perfezione.
Il lottatore senza paura e senza macchia, il cavaliere dell'onore e Re della Guerra, da domani potrà non esistere più.
Sarai libero. Libero di tornare ad essere un normale essere umano, con i suoi problemi, le sue fobie, le sue manie, senza nasconderti più, senza dover fingere di essere quel che tuo padre e i tuoi 'fratelli' vogliono che tu sia."

Genocide ha in mano una benda nera, uguale a quella usata da Omega per i suoi match.

"Ti libererò di questa manetta, che ti costringe a una super-esistenza che non ti appartiene e che ti logora.
E' il tempo di smettere di fare buon viso a cattivo gioco e superare definitivamente i tuoi problemi mentali, è il momento di chiudere questa storia, di farsi curare e di rientrare nella normalità di una vita tranquilla."

La benda viene strappata a metà.

"Probabilmente non riuscirai più a essere un wrestler, non ripercorrerai le orme leggendarie di tuo padre, il grande Wildcore, ma magari riuscirai ancora a vivere con loro, se sarai in grado di convivere con il fatto che non potrai più affiancarli sul quadrato.
Non sono un veggente e non so cosa succederà in futuro.
Non sono nella tua testa e non so come reagirai al tutto."

Il Quarto si avvicina alla camera per un ultimo messaggio.

"Quel che so è che tu perderai e che io ti strapperò la benda.
Quel che accadrà da domani, è nelle tue mani, per la prima volta, dopo tanti anni.
Addio Omega. Bentornato Caleb."

Allunga un dito e interrompe il collegamento.

[align=center]Posted Image[/align]

Match numero otto in questa giornata di wrestling romano ed è il momento dell'incontro offerto dal Total War Project, la federazione californiana di Simon Steed.
Sul maxischermo passano le immagini che rimanda all'incontro, rapidamente scorrono le immagini di Omega, dal suo esordio al titolo di primo King of War della federazione, poi quelle delle difese e successivamente quelle dell'inizio della rivalità con Genocide, il primo assalto del lottatore in maschera a gas durante il War is the Answer Elimination Match a 20 uomini, le prove tecniche di Genocide sulle capacità di lotta da bendato dell'avversario e la vittoria di Omega in un Blindfold Match, poi il furto della benda che copre il volto di Omega e il suo ritiro dal match che poteva ridargli il King of War Title e per finire, un breve estratto del discorso con cui Genocide ha raccontato a tutti la vera storia di Omega e del suo trauma infantile e la sfida lanciatagli per questa sera, tre parole che riempiono lo schermo:

MASK VS MASK!

8th Match - TWP Offer Match - Mask vs. Mask:
Genocide vs. Omega


Ed ecco risuonare Dogfight per l'ingresso del primo King of War del Total War Project, ormai abbastanza apprezzato da ricevere una grande accoglienza dall'arena romana, il vincitore dei premi come miglior warrior e miglior debuttante del TWP, nonché membro della scuola che ha vinto l'award di categoria con gli Shinsegumi, con il peso di 77 kg, Bishamonten, Silent Assassin: OMEGA!!!
Che per l'occasione si presenta senza la sua classica benda nera a coprirgli gli occhi, ma con una maschera integrale, è un Mask vs Mask e se sarà Genocide a vincerlo, non dovrà soltanto sollevare una benda per mostrare il volto del rivale, ma ci sarà una vera maschera in palio.
Omega saluta tutti i tifosi lungo le transenne, molto carico, quindi sale sul ring dove saluta ai quattro angoli e prende posto al suo angolo per l'arrivo dell'avversario.
Che non si fa attendere molto, Celebration of the Fourth dei Samael lo presenta e come l'avversario, anche lui è abbastanza conosciuto, avendo partecipato anche al Me My-Big Self Tournament nei Das Extinction, da essere fischiato sonoramente dal pubblico romano, la maschera antigas che indossa è inconfondibile, con il peso di 80 kg, Genocide: The Fourth!
Genocide si ferma prima della rampa e incrocia le braccia a X sul petto, per poi aprirle verso il basso di scatto, il suo segno di 'estinzione' dell'avversario, quindi percorre la rampa che lo separa dal ring, ignorando tra il pubblico sia chi lo insulta, sia chi gli chiede un saluto e così raggiunge il quadrato per...

NOOOO!!! OMEGA SI E' GIA' LANCIATO DAL RING!!! Per colpirlo con una Over Top Rope Plancha in corsa!!!

Il referee dà subito l'ok al timekeeper e il match ha inizio!

Con Omega che rimette subito in piedi l'avversario all'esterno del quadrato, lo colpisce con un paio di Chop in pieno petto e poi lo rimanda sul quadrato, quindi sale sull'apron e gli fa segno di alzarsi, Genocide si rimette in piedi e Omega dall'apron salta sulla terza corda per uno Springboard Missile Dropkick! Genocide a terra e Omega in piedi... E Standing Moonsault del Bishamonten ancora a segno! Omega non prova nemmeno il pin, ma cerca di sfruttare il momento propizio, rialza l'avversario e lo lancia a un paletto, rincorsa e Corner... Niente! Genocide si sposta, Omega finisce all'angolo e appena si gira... Si becca un calcione in faccia in sforbiciata dall'avversario! Che poi carica Omega sul paletto e lo raggiunge con un unico movimento fluido, stacco da terra, piedi sulla seconda corda dai due lati del paletto e slancio verso l'alto... Per un Top Rope Hurricanrana!!! Genocide reagisce con un'azione spettacolare, Omega va al mat e il Quarto sale sulla terza corda... Per lanciarsi con un Diving Leg Drop a ghigliottina!!! Che va a vuoto! Omega si sposta in tempo rotolando su un fianco e a terra ci finisce Genocide, che senza pensare troppo al dolore, si rimette in piedi alle corde e solo a questo punto si massaggia una gamba per l'impatto con il ring, dalla parte opposta anche Omega si rialza pronto al combattimento e per la prima volta questa sera, i due hanno un momento di 'stare' nel ring, le due maschere che si fissano dalle parti opposte del quadrato, due acerrimi nemici pronti a partire alla carica.

Ed ecco che partono all'attacco! Scambio di Forearm Smash tra i due, Omega ha la meglio e da scambio si passa a scarica, con Genocide che non può fare altro che indietreggiare fino alle corde, quindi Omega lo lancia dalla parte opposta del ring, rimbalzo di Genocide... Che si abbassa in tempo per evitare un colpo e si ferma per uno Spin Back Kick! Quindi blocca dal collo l'avversario e connette uno Snap Suplex! Ancora Genocide all'attacco, rialza Omega e lo porta alle corde, colpi a pugno chiuso alla maschera del rivale e dopo il richiamo del referee, c''è l'Irish Whip dalla parte opposta del ring, rimbalzo di Omega e Back Body Drop! No! Il Silent Assassin con uno Spinning Kick a vuoto passa sopra l'avversario e completa la manovra con una 'verticale' che lo manda contro le corde.... Per un Handspring Cutter!!! Connesso appena Genocide si gira a centro ring!!!
Omega non perde tempo, lo rialza immediatamente ed evita la reazione debole, un pugno lento di Genocide che Omega evita per poi passargli alle spalle... Per un German Suplex! Connesso... E non molla la presa, ma la modifica soltanto... Per un Dragon Suplex! Schienamento... No! Lo rialza ancora e passa a un Aztec Suplex!!! Connesso ancora!!! Teutonic Dragon Cross di Omega!!! E ora c'è il pin!!!

One... Two... Thno! Right Shoulder Up per Genocide!!!

Omega ora indica l'avversario a terra e il pubblico esulta e lo invita a proseguire e dopo la tecnica 'appresa' da Richard Valroux, il Silent Assassin sembra vo passare a quella di Cassie Carter, si piazza a un paletto mentre lentamente Genocide prova a rialzarsi e quando lo fa, Omega parte in scatto per un Pumping Big Boot!!! Drill Missile!!! Nooooo!!! The Fourth evita e stacca da fermo per restituire all'avversario il Cutter precedente! Anche a lui non basta e c'è velocissimo un salto sulla terza corda... Per una Spiral Tap!!! Kansas City Shuffle!!! Schienamento di Genocide!!!

One... Two... No! Omega kicks out!!!

E ora Genocide passa all'attacco, serie di Stomp che blocca a terra l'avversario, poi calci alla schiena per portarlo a un paletto facendolo rotolare a terra e all'angolo finalmente lo rialza, piazza Omega sulla top rope e lo raggiunge con i piedi sulla corda più alta per una serie di testate maschera contro maschera quindi un... Niente! Omega non ci sta e reagisce con dei pugni al costato di Genocide! I due restano sulla corda più alta in bilico e alla fine il Bishamonten spinge giù l'avversario, che ha comunque un buon atterraggio e riesce a rialzarsi subito... Per diventare vittima di un Diving Burning Wild Strong Syle Lariat!!! Omega omaggia anche il padre Wildcore con la sua finisher in versione in caduta e poi fa segno di voler andare nuovamente sulla corda più alta!
Il pubblico applaude ancora una volta la sua decisione e Omega raggiunge la Top Rope, prende la mira su Genocide inerme a terra nel ring... E poi si lancia con quella che era la sua mossa finale agli esordi! Double Stomp dalla corda più alta!!! Rashomon!!!

NOOOOOOO!!! Genocide si sposta in tempo!

Omega atterra in piedi saltellando sul posto cercando di limitare i danni alle gambe, ma il Quarto è già in piedi e lo blocca... Per una Omega Driver!!! Third Day Comeback!!! Seguita dal pin di Genocide!!!

One... Two... Three!!! Nooooo!!! Right Shoulder Up di Omega!

E ora i due restano finalmente qualche secondo al tappeto, dopo essersi letteralmente massacrati in questa prima parte di incontro, il pubblico si fa sentire, per entrambi in un modo o nell'altro, coprendo così il conto di doppio KO del referee.

BI-SHA-MONTEN!
GENO SUCKS!
BI-SHA-MONTEN!
GENO SUCKS!

E alla fine entrambi si rialzano, ancora una volta alle parti opposte del ring, rincorsa di Genocide che prova a colpire per primo, ma troppo lentamente! Omega evita facilmente il colpo andando incontro all'avversario a centro ring e prosegue la sua corsa dalla parte opposta del quadrato, Genocide si gira e Spinning Kick di Omega! Nooo! Genocide evita abbassandosi! Con una capriola Omega si rimette in piedi e Genocide è già lì per attaccarlo vicino alle corde... Noooo!!! Omega anticipa ancora e con un Back Body Drop laterale lo manda fuori dal quadrato!!! Brutta caduta per Genocide che prova comunque a rialzarsi... Ma Omega corre sul quadrato, lo Special Ring del Flaminio si alza in piedi pregustando il passo successivo... E dopo la lunga rincorsa Omega si lancia tra le corde per un Suicide Dive... Chiuso in Tornado DDT!!! Omega Sanction che completa l'opera su Genocide fuori dal quadrato!!!

THIS IS AWESOME!
O-ME-GA!
THIS IS AWESOME!
O-ME-GA!

Il pubblico romano si fa ancora sentire per 'oscurare' il count out dell'arbitro e celebrare Omega, che nel frattempo si rialza, si appoggia a una transenna per cercare di recuperare energie almeno per un paio di secondi di break, quindi rialza l'avversario e lo manda sul ring, per poi andare direttamente sul paletto, il pubblico romano è pronto per la chiusura del suo favorito, Omega si alza in piedi sulla top rope... E vola rotando per la sua 630° Senton Bishamonten!!!

NOOOOOOOOO!!!

Omega si schianta a terra!!! Genocide si è spostato in tempo rotolando lateralmente... E ora fa il percorso opposto, per poi mettere una mano sul petto del rivale!!!

One... Two... Three!!!

NOOOOOOOO!!!

Omega alza una spalla in tempo!!!

Ed è il turno di Genocide di provare a chiudere definitivamente il match, il Quarto si rialza e si appoggia a un turnbuckle e rifiata, quindi va sulla corda più alta e resta 'appollaiato' in attesa di Omega, che incitato dai suoi sostenitori si rialza... E si becca in pieno il Flying Spinning Corkscrew Leg Lariat di Genocide! The Bigger Bang va a segno!!! E stavolta per Omega è davvero finita!!!

One... Two... Three!!!

NOOOOO!!! OMEGA KICKS OUT AGAIN!!!

E Genocide non ha nemmeno più le forze per disperarsi! I due restano a terra ancora e timido inizia a sentirsi qualche incoraggiamento anche per Genocide, che nonostante le premesse, sta disputando una prova degna di nota, guadagnandosi una sua piccola fetta di sostenitori.

BI-SHA-MONTEN!
GE-NO-CIDE!
BI-SHA-MONTEN!
GE-NO-CIDE!

Ed è proprio Genocide il primo a rialzarsi, stavolta però va subito a rimettere in piedi Omega e lo porta all'angolo, un paio di spallate all'addome per contenerne la reazione, poi lo carica sulla corda più alta e lo raggiunge sulla seconda, ancora dei pugni alla maschera del rivale per evitare spiacevoli sorprese... E alla fine lo raggiunge sulla corda più alta per bloccarlo per la sua C4 dal paletto! Top Rope Backflip STO di Genocide!!! Noooo Omega non gli concede la Wrestler Holocaust reagendo a suon di gomitate! E poi lo blocca lui per una Top Rope Lifting Side Slam!!! Con cui lo sbatte giù dal paletto!!!

NOOOOOOOO!!!

Genocide in qualche modo riesce a portare la manovra a suo favore... E connette un Diving Tornado DDT!!!

PER POI NON MOLLARE LA PRESA E CHIUDERE LA GUILLOTINE CHOKE!!!

ZYKLON B DI GENOCIDE CHIUSA!!!

Omega non ha via di fuga!!! Le corde sono lontane! La presa è serrata alla perfezione! In ogni modo il Bishamonten cerca di liberarsi! Omega non ci sta a cedere, ma Genocide sembra disposto a spaccargli il collo piuttosto che mollare la presa!!!
Ogni tentativo è inutile e le forze iniziano ad abbandonarlo... Ma Omega prende la sua decisione, meglio la perdita dei sensi o la morte piuttosto che la resa e prova ancora con tutte le forze rimaste a divincolarsi dalla presa...

PER POI RIUSCIRCI!!!

Omega esce dalla Zyklon B riuscendo a tirare fuori la testa dalla morsa nemica!!!
Genocide rotola via... Ed esce fuori dal quadrato immediatamente passando sotto corda più bassa...

E TRA LE MANI HA LA MASCHERA DI OMEGA!!!

Per liberarsi dalla Zyklon B Omega ha finito per sfilarsi da solo la maschera e ora resta a terra nel quadrato a coprirsi la faccia con le braccia, mentre Genocide a terra fuori dal quadrato mostra la maschera dell'avversario come un trofeo e alla fine...

OMEGA DECIDE DI RIMETTERSI IN PIEDI E LOTTARE SENZA MASCHERA MOSTRANDO IL SUO VOLTO E COMBATTENDO I SUOI DEMONI!!!

Posted Image

E SOTTO LA MASCHERA HA UN FACEPAINT DA BATTAGLIA!!!

Genocide resta spiazzato dalla reazione di Omega! Pensava bastasse togliergli la maschera per rimandarlo in stato catatonico e invece Omega è in piedi a centro ring, furioso e soprattutto pronto a vendicarsi...
Esce dal quadrato e va all'assalto! Serie di pugni e calci, Omega è una furia, rialza Genocide e lo lancia contro una transenna, poi lo prende da un braccio e Irish Whip contro i gradoni d'acciaio! Ancora Stomp che schiacciano l'avversario al gradone e poi gli piazza uno stivale sotto la maschera antigas per strozzarlo!

OMEGA SEMBRA INDEMONIATO!!!

E a salvare Genocide... Ci pensa il referee!!! Chiamando il No Contest per Count Out!!!

Omega vs Genocide finisce in No Contest (23:42) via Doppio Count Out

L'aggressione di Omega non si ferma indipendentemente dal risultato, l'obiettivo di entrambi era la maschera e mentre Genocide ha raggiunto il suo, Omega non ha ancora ottenuto quella del rivale...

Ma viene finalmente fermato dall'intervento della sicurezza, che va a separarlo da Genocide e il quarto senza fiato e distrutto cerca di allontanarsi il più possibile, strisciando lontano dal 'nuovo' Omega.

[align=center]Posted Image[/align]

Backstage.
Un incontro non casuale.
Aaron Kirk passeggia tranquillamente lungo i corridoi del Flaminio, quando Sheenan gli si para davanti agli occhi.
Kirk inarca il sopracciglio e sorride, Sheenan rimane impassibile.
Alle spalle del Tribal Warrior, quasi nascosto dalla figura del WBFF Desperation Iron Man Champion, appare Drago.
Il fighter di Liberec viene squadrato dalla testa ai piedi da Aaron Kirk, e sembra non essere a suo agio fianco a fianco con i suoi rivali.

Drago: "No... No, no no..."

Drago scuote la testa tenendosela ben salda tra le mani; Kirk sposta vigorosamente Sheenan e stringe le spalle del fighter di Liberec, il quale non si degna di guardare negli occhi l'Humbler.

Kirk: "Se prima eri una puttanella isterica, vorrai dirmi che ora sei una puttanella isterica e scleropatica?!?"

Drago: "No, io non sono... Io non..."

Kirk: "Tu non, tu no... Cosa cazzo stai dicendo?"

Sheenan, spazientito, volta verso di sè Aaron Kirk in maniera energica.

Sheenan: "Cosa c'è, Aaron? Non mi risulta che tu abbia mai avuto a cuore il destino di quest'uomo. Anzi, da quel che ricordo tu stesso lo hai denigrato per lungo tempo, facendolo apparire come un lottatore a te inferiore fino a quando lui non è riuscito a strapparti l'Undisputed WBFF Heavyweight Championship.
O forse..."

Voodoo Doll inclina lievemente il capo verso sinistra, facendo comparire sul suo volto deturpato da numerose cicatrici un sorriso sghembo.

Sheenan: "O forse stai solo cercando di capire cos'è successo, perchè dentro di te è nato un dubbio su ciò che potrebbe conseguire dall'incrocio delle nostre strade? Magari stai solo sondando il campo per valutare tutti i rischi.
Se così fosse non ti biasimerei, perchè ogni genere di approccio che puoi adottare ti porterà sempre verso la stessa spiegazione. Puoi farla più facile e credere che io abbia davvero assoggettato l'anima di Drago al mio volere, o cercare quelli che i comuni esseri umani come te definirebbero dati oggettivi, ipotizzando che io possa essere riuscito a fargli il lavaggio del cervello manipolando la sua psiche. In entrambi i casi, Kirk, arriveresti comunque a capire che non si gioca con me, perchè sono più pericoloso di quel che credi. Realizzeresti che, intraprendere un cammino con me, ti cambia dentro... Profondamente, che tu lo voglia o no."

Kirk punta l'indice contro Sheenan.

Kirk: "Proprio quando pensi che hai avuto abbastanza pirati, parnaso, cyborg e Tommy Kent per una vita."

Lo scozzese si avvicina al Desperation Iron Man Champion.

Kirk: "Drago ha interferito nel mio incontro proprio quando stavo per mettere fine al tuo ridicolo regno senza valore. Drago si è preso la mia cintura, Drago mi ha eliminato dal Two Worlds One Cup.
È mio.
E finché non avrò completato la mia vendetta, finché quel figlio di puttana non avrà abbastanza fiato in corpo neanche per dirti 'sì padrone' ti conviene farti da parte. L'unico dubbio che ho su ciò che potrebbe conseguire dall'incrocio delle nostre strade, Sheenan, è se preferisco spaccarti la fronte con una Kirk's Brand o farti passare le pene dell'inferno chiuso in un'altra Humbler."

Kirk si avvicina a Drago, che arretra di un passo.

Kirk: "Fottuto fenomeno da baraccone."

Drago: "Fottuto...fenomeno...da..."

Drago indietreggia sempre più rapidamente, scuotendo la testa in maniera del tutto innaturale, prima di dare le spalle a Kirk e correre in direzione opposta ai due futuri rivali.
Kirk sorride sornione e si volta verso Sheenan per riservargli un'ultima battuta pungente, ma il Tribal Warrior ormai non c'è più.
Le telecamere indugiano sul primo piano di un Kirk visibilmente turbato, mentre le immagini sfumano.

[align=center]Posted Image[/align]

Risuona la theme song di Sheenan. Il Desperation Iron Man Champion fa il suo ingresso sul ring, raggiunto a breve da uno dei wrestler più famosi del panorama internazionale.
Sulle note di I want it all dei Queen, Aaron Kirk con fare deciso si avvia verso il ring.
Ultimo, ma non in ordine di importanza, il fighter di Liberec, al secolo Drago, fa il suo ingresso sulle note di Can't Hold Us. Drago barcolla in maniera vistosa e non sembra in grado di sostenere un match di tale portata, vedremo cosa succederà sul ring di qui a breve.

09th Match - WBFF Desperation Iron Man Title - 3WAY Match:
Sheenan © vs. Drago vs. Aaron Kirk


DING DING

La campana dà il via alla contesa. Drago sembra sempre molto incerto sul da farsi, e rimane al suo angolo visibilmente scosso, seduto, in attesa di non si sa bene cosa.
Aaron Kirk e Sheenan, intanto, collidono a centro ring. Kirk spintona vigorosamente il Desperation Iron Man Champion, il quale rimbalza contro le corde e viene colpito da un Aaron Kirk che, dandosi slancio dalla parte opposta, mette a segno un BRIGHT KICK!
Kirk prova lo schienamento...

1...

Drago interviene immediatamente gettandosi addosso all'Humbler! L'azione del fighter di Liberec è visibilmente confusa, eppure la sua grinta sembra quella dei tempi migliori! Kirk fatica a ripararsi dai colpi di Drago, il quale adotta una strategia di combattimento estremamente stiff ma poco spettacolare!
Kirk riesce a spintonare via Drago, ma Sheenan con una QUEIXADA (classica manovra stile capoeira) colpisce l'Humbler, il quale rotola al tappeto in direzione di uno dei quattro angoli.
In piedi sono rimasti Drago e Sheenan.
Il fighter osserva il Tribal Warrior e scuote la testa...chiudendo gli occhi per un istante, turbato da qualcosa...

...E SHEENAN NE APPROFITTA IMMEDIATAMENTE METTENDO A SEGNO LA SKULLSCRAPER! Drago non riesce a ripararsi dalla manovra risolutiva di Sheenan e finisce al tappeto!
Sheenan si fionda a coprire un inerme Drago!

1...
2...

Kirk interviene con una ELBOW SMASH ed interrompe il conteggio!
Drago non sembrava in grado di potersi liberare, e rotola fuori dal ring...
Kirk rialza Sheenan e con un TELEGRAPH ROAD, una delle manovre più efficaci del suo arsenale, mette al tappeto il Desperation Iron Man Champion!
Kirk sale sulla terza corda e si prepara a volare su Sheenan con una PRIDE FALLS (Senton Bomb)...

...

NON FOSSE CHE DRAGO BRANDISCE UNA STEEL CHAIR E COLPISCE ALLA SCHIENA AARON KIRK PRIMA CHE QUESTI SI GETTASSE DALLA TERZA CORDA!
Kirk finisce sul mat a pancia in giù, e Drago nuovamente si fionda contro di lui senza Steel Chair, ed a mani nude lo colpisce con una serie di pugni alla schiena!
L'azione di Drago è caotica, e questa volta anche poco efficace poichè colpisce una zona nella quale Kirk non sente chissà quale dolore, ed infatti l'Humbler riesce a ribaltare la situazione e portarsi in posizione dominante su Drago, colpendolo con uno schiaffone per risvegliarlo!
Drago, tuttavia, reagisce in malo modo gridando qualcosa di incomprensibile e rotolando fuori dal ring.
Kirk si rimette in piedi, e Sheenan sorprende l'Humbler con una INSIDE CRADLE alle spalle!

1...
2...

Kirk's Out!
Aaron Kirk è in piedi, e Sheenan prende una rincorsa alle corde...WITCHAMMER A SEGNO!
Una delle manovre sottratte a Liiva nel passato, una SPINNING BACK ELBOW SMASH devastante che manda nuovamente l'Humbler al tappeto!
Kirk viene rialzato da Sheenan...ma l'Humbler reagisce con una gomitata al volto, e riesce a portarsi alle spalle del campione...

...GERMAN SUPLEX CON ANNESSO TENTATIVO DI PIN!

1...
2...

Kick Out di Sheenan!
Kirk vuole chiudere la Humbler sul Desperation Iron Man Champion...ci prepariamo ad assistere ad un cambio di titolo?
La Humbler è quasi chiusa...

...

MA DRAGO TORNA DI GRAN CARRIERA SUL RING!
Ed ancora una volta oggetto della sua furia è esclusivamente Aaron Kirk, il quale viene colpito da una gomitata alla nuca!
Kirk finisce a terra, Drago colpisce con numerosi pestoni il rivale, soprattutto al volto!
Kirk subisce l'azione del fighter, il quale questa volta rimette in piedi Kirk...KOLENO SKOK!

Una delle manovre d'impatto più efficaci!
Per la prima volta Drago riesce a mettere a segno una manovra ragionata, e Kirk rotola dolorante fuori dal ring!
Drago si volta e prende una breve rincorsa, pronto a colpire finalmente Sheenan, il quale si è rimesso in piedi dopo un momento di difficoltà...

...

DRAGO VA PER LA KOLENO SKOK SU SHEENAN, ma si ferma prima che il pugno al volo impatti sul volto del campione...tenendosi ancora una volta la testa tra le mani, e lanciando un grido straziante che gela le vene degli spettatori del Flaminio, i quali faticano a comprendere cosa sta accadendo.
Sheenan sorride...
...
SKULLSCRAPER SU DRAGO!

Kirk tenta di risalire sul ring, ma è troppo tardi, Sheenan copre Drago.

1...
2...

3!!!!!!

Kirk sta per interferire, ma il conto di tre è ufficiale!
Drago ha gli occhi sbarrati e continua a tenersi la testa, mentre Sheenan rotola fuori sul ring e si riappropria del Desperation Iron Man Championship che anche questa sera rimane attorno alla sua vita.

Kirk osserva Drago e scuote la testa, questi rotola lentamente fuori dal ring e corre in direzione del backstage, superando anche Sheenan che sulle note della sua theme song stava per fare ritorno anch'egli nel backstage.

Sheenan b. Drago e Aaron Kirk (09:45) con la Skullscraper e mantiene il titolo.

Solo Aaron Kirk rimane sul quadrato, il suo volto non trasmette sensazioni positive, la storia tra lui e Sheenan, ma soprattutto tra lui e Drago, sembra ben lungi dall'essere vicina ad una naturale conclusione.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Backstage della FWF Arena. Gli FWF World Tag Team Champions, Puzzle e Aenigma, si stanno preparando all'interno di un locker room in vista del match che li vedrà opposti a Selim Arkin e Ifrit the Giant.

P: "Ancora una volta il new Turkish order sbarra la nostra strada... La nostra nemesi cerca ancora di ostacolarci e di toglierci ciò che abbiamo conquistato con impegno e determinazione. Sarà dura, amico mio..."

Aenigma annuisce mentre Puzzle continua a parlare.

P: "Abbiamo creduto che la dipartita di Kemal e Mustafa fosse un duro colpo per il new Turkish order... Che fosse l'inizio della loro fine. Siamo stati ingenui e abbiamo sbagliato completamente ogni previsione. Come una fenice, l'nTo è rinato e Selim è sbocciato definitivamente riuscendo a prendere in mano la guida di un gruppo che finora era stato troppo grande per le sue piccole mani."

Pausa di Puzzle.

P: "Sono più pericolosi che mai... Ma proprio per questo è importante fermarli ora. Proprio per questo è importante vincere questa sera. Per dimostrare loro che nessun gruppo è in grado di prevalere sul bene e sulla giustizia di cui noi siamo i difensori. Per dimostrare che Selim non sarà mai sufficientemente maturo per sconfiggere me. Per dimostrare che questi titoli sono nostri e che non possono appartenere a nessun'altro."

Anigma si fissa i guanti seduto sulla panchina, mentre Puzzle finische gli ultimi preparativi.

Aenigma: "Ne abbiamo passate tante insieme, io e te. Una vita di sacrifici. Una vita spesa su questo ring con te. Non mi piace guardare il passato. Ti mostra cos'hai sbagliato e ti ricorda le tue sconfitte, perchè una sconfitta mette in ombra mille vittorie. La nostra stessa storia è dura. Quando mai abbiamo avuto la vita facile? Forse quando eravamo io e te, gli International Questions. Giorni in cui anche se perdavamo eravamo pronti a tornare su quel ring a riprenderci ciò che ci spettava. Giorni in cui ci si poteva fidare dei propri compagni: eravamo solo noi due, daltronde. Oggi invece non vedo dove andremo. Penserai che è tipico per me pensare solo al presente. Vedila così: il futuro è il presente di domani. Sai a volte vorrei tornare a quei giorni, ma non si può tornare indietro."

Puzzle scuote la testa.

P: "Ciò che è stato, è stato... Il passato non può tornare e ciò che era un tempo, ora già non è più. Tuttavia abbiamo la possibilità di correggere il passato per avere un presente e un futuro che siano migliori. Possiamo far rivivere il nostro idilliaco passato e renderlo persino migliore, facendo brillare ancora di più queste cinture e facendo sì che in esse non possa specchiarsi altro che il volto dei nostri nemici sconfitti. E' difficile, ma io e te abbiamo il potere di riuscirci!"

Il Riddle bird si alza avvicinandosi al compagno.

Aenigma: "Fare i buoni sembra semplice agli occhi degli altri, ma io penso che sia molto più semplice andare a bordo ring, prendere una mazza chiodata e fare fuori tutti gli ostacoli. L'nTo è questo. L'nTo è qualcuno che decide di emergere sugli altri. C'è stato Arkin Sr., Kemal, ora Arkin jr. L'opposto della nostra situazione. No, Puzzle non siamo stati ingenui. Non eravamo nella posizione di fare altro. Siamo stati sempre con le mani legati, in ogni match e in ogni situazione. Ora però sono stanco di tutto ciò. Forse non sarà questa sera, ma arriverà il nostro momento. Combatteremo fino a quando non saremo liberi di volare. Combatteremo per riportare la libertà e giustizia. Combatteremo anche quando le nostre forze crolleranno. Combatteremo anche se a farlo saremo solo io e te. Combatterò anche se rimarrò da solo su quel ring. Oggi non sarà la fine dell'nTo, ma domani il lupo perderà il pelo e anche il vizio."

Puzzle annuisce.

P: "Da tempo attendevo di ascoltare parole come queste... Siamo pronti a fare ciò che è necessario per eliminare la minaccia del new Turkish order. Siamo pronti a fronteggiare il nemico faccia a faccia senza paura, senza retrocedere nemmeno di un millimetro. Non permetteremo l'avanzata di Selim, non permetteremo che lui e il suo gruppo tornino nuovamente al successo, non permetteremo che estenda le sue grinfie su un altro pezzo del Raven Project! Lotteremo fino all'ultima goccia di sangue, lotteremo fino all'ultimo barlume di lucidità, lotteremo fino all'ultimo respiro nei nostri polmoni."

Pausa di Puzzle che porge la mano a Aenigma.

P: "E credimi... Alla fine prevarremo."

Aenigma non indugia un solo istante e stringe la mano del suo tag team partner, dopodiché i due escono dal locker room.

CAMERA FADES

[align=center]Posted Image[/align]

Penultimo match di questo lunghissmo show. Pronti ad entrare in scena i titoli FWF World Tag Team.
I campioni Puzzle & Aenigma affrontano Selim Arkin & Ifrit The Giant, vincitori della Me, My-Big-Self & World Tag League 2016.

I primi ad entrare sono ovviamente gli sfidanti, accompagnati dalle note di “Ayni Ben Gibi” di RockA. Pubblico spaccato in due, gli nTo-Maniacs si fanno sentire come sempre, così come gli “nTo-haters”.
I due hanno vinto il torneo annuale della R-Pro, battendo Child of Havoc & Great X in finale, con Selim nei panni di Saladin The Great, primo ring name utilizzato da Ifrit ad inizio carriera. Stasera sono chiamati ad un'impresa simbolica, riconquistare a nome dell'nTo quelle cintura FWF, vinte 5 volte dai Dev Adam.

Ed ecco i campioni, sulle note di “Falling to Pieces” dei Faith No More. I TokuLucha compaiono sullo stage, applauditi e incoraggiati dal pubblico, pronti a difendere le loro cinture. Ricordiamo che i due sono anche campioni Intercontinental Jr. Tag Team, allori che questa sera non saranno messi in palio, visto che lo sfidante Ifrit supera di moltissimo il limite di peso.

I due tag sono sul ring, operazioni di rito, l'arbitro fa segno che tutto è pronto, aprono le danze Aenigma ed Ifrit.

DIN! DIN! DIN!

10th Match - FWF World Tag Team Title:
Tokulucha (Puzzle & Aenigma) © vs. Galata nTowers (Selim Arkin & Ifrit The Giant)


Aenigma inzia a girare per il ring, mentre Ifrit lo osserva dall'alto dei suoi 224 centimetri.
Il colosso si muove per viene diagonali, ma alla fine è il campione mascherato ad ottenere quello che vuole attirandolo al proprio angolo. Puzzle entra nel ring, i due Tokulucha si scagliano contro Ifrit... ma il djinn accoglie i due campioni chiudendoli in una doppia SIDE HEADLOCK!!! I Tokolucha provano a liberarsi, Puzzle ci riesce, ma Ifrit lo spintona facendolo cadere a terra, e subito dopo infligge una OVERHEAD CHOP ai danni di Aenigma!!! Il gigante riacciuffa Puzzle e lo pressa sulle corde con entrambe le braccia, l'arbitro stra per intervenire, ma ecco che arriva Aenigma a salvare il compagno colpendo il turco alle spalle.
I Tokulucha provano a tenere a bada il colosso del deserto, ma nulla da fare Ifrit riesce a ribaltare la situazione pressandoli entrambi, uno dietro l'altro di spalle al paletto. Il gigante volta le spalle verso i Tokulucha ed affonda violenti colpi di anca. Una, due, tre, quattro poderose spinte. Ifrit guarda quella specie di Oreo composto dai due campioni e dal paletto, inquadra Puzzle... GIANT CHOP!!! Mostruosa chop in pieno petto, l'inglese cade in avanti “scoprendo” il povero tag partner. Ifrit afferra Aenigma per il collo, lo “scolla” dal paletto, si volta verso il centro del ring, lo solleva... CHOKESLAM!!! Ifrit sta dominando questo inizio di match, i due campioni sono stati devastati.
Il djinn trascina Aenigma per un piede verso il proprio angolo, cambio per Selim Arkin.
Il Crudele prende in consegne l'avversario, lo lancia contro le corde, rimbalzo... LEG LARIAT!!! Aenigma è colpito in pieno, Selim lo rialza per chiudere una BODY SLAM. Corsa contro le corde del giovane Arkin... LIONSAULT!!! Pin...

1...
2...
2,999 NO!!!

Stava già tutto per finire, ma Aenigma scolla le spalle dal tappeto all'ultimo istante.
I due si rialzano, il campione riesce a chiudere un Clinch, ed arretrando verso il proprio angolo, permette a Puzzle di prendersi il blind tag.
Arkin è rapido a mollare la presa e ad allontanarsi, onde evitare eventuali situazioni di inferiorità numerica.
Puzzle entra nel ring, attimo di pausa, i due si vengono incontro, clinch... no! Toe Kick a tradimento di Selim che inizia a colpire Puzzle con dei pugni al volto. Irish Whip e ginocchiata all’addome che manda il wrestler di Londra a terra. Il turco può quindi affondare una KNEEDROP!!! E vai con il pin...

1... No!

Puzzle con rabbia si libera, ma Selim continua la sua offensiva prima con una violenta serie di Stomp e poi sollevando, caricandoselo su e mettendo a segno un CAPPADOCIA DRIVER!!! Death Valley Driver a segno e pin...

1…
2…NO!!!

Ancora nulla da fare, e Selim infierisce su Puzzle con dei pugni al volto e all'addome. Monkey Flip a catapultarlo al tappeto, Arkin Jr. parte con una STANDING SHOOTING STAR PRESS!!! Pin...

1...
2... NO!!!

Selim si gasa, e rialza Puzzle con calma. Irish Whip... no, Puzzle ribalta in suo favore lanciando Arkin contro le corde... rimbalzo... ED ARKIN SCATTA, DROPKICK!!! Dominio del new Turkish order! Selim sale sulla terza corda… SPLIT LEGGED MOONSAULT!!! A SEGNO!!! Pin...

1!!!
2!!! NO!!!

Puzzle solleva una spalla all’ultimo istante, lo Stadio Flaminio lo incita a rialzarsi.
Selim fa segno al pubblico di stare zitto (neanche fosse lo Street Dog), rialza Puzzle, Irish Whip... rimbalzo ed ancora DROPKICK di Selim! L'inglese sembra essere nel pallone più completato, Arkin lo rialza, lo mette a salire fino alla terza corda... pronto per un Superple... NO!!! Puzzle si ribella, serie di gomitate all'indietro, Selim scende dalle corde, l'inglese decide quindi di saltare... MOOSAULT INVERTED DDT!!! A segno, a segnoooo. Puzzle si carica, e ritorna su un altro paletto, questa volta per una SHOOTING STAR ELBOW DROP!!! A SEGNO!!! Ecco il pin!!!

1…
2…
2,9 NOOOOOOOOOOOO!!!

Selim alza una spalla e si salva, per la gioia di qualcuno e la disperazione di un altro.
Puzzle va verso il proprio angolo per dare il cambio a Aenigma, ma quando sembra che stia per farcela si accorge che Arkin è in piedi e prova ad afferrarlo, il campione si volta… E COLPISCE CON UN ENZUIGIRI KICK!!! Cambio per Aenigma!
Il Riddle Bird entra nel ring saltando sopra la terza corda e lanciandosi contro Selim… che risponde con una LARIAT! NO!!! Aenigma si abbassa evitando e si scaglia verso Ifrit per spingerlo giù dall'apron... NO! IL GIGANT LO ACCOGLIE CON UNA BRAIN CHOP!!! Con una mossa degna del compianto Bud Spancer, Ifrit centra Aenigma in corsa con una potente botta in testa. “Hot Tag” abortito violentemente, Aenigma barcolla trovandosi davanti a Selim che rincara la dose... SUPERKICK!!! Subito dopo è il giovane Arkin a correre verso Puzzle e spintonarlo giù. Selim ritorna su Aenigma, lo rialza, lo mette in posizione, scatta... YAVUZ SPECIAL!!!! A segno! Pin...

1...
2... Ifrit a protezione del pin...
3!!!

Il match è finito, abbiamo dei nuovi campioni.

Galata nTowers b. Tokulucha (9:48) con la Yavuz Special conquistando il titolo.

Le Galata nTowers svettano sopra il cielo di Roma, sono loro i nuovi detentori del cintura FWF World Tag Team. Il new Turkish order ha riconquistato uno dei suoi “tesori”, dopo i Dev Adam un nuovo tag team mette le mani su quelle cinture. Selim Arkin è ormai ad un passo dal vincere tutto quello che si può vincere in R-Pro, sia a livello di titoli che di tornei. Resta una sola gemma da conquistare, un ultimo spazio da colmare: il FWF World Heavyweight Title.
Ma a questo Selim ci penserà da domani, adesso è tempo di festeggiare, e il resto del new Turkish order arriva in scena per festeggiare la vittoria dei compagni.

[align=center]Posted Image[/align]

"Charlie Big Potato" degli Skunk Anansie risuona per tutto lo Stadio Flaminio! RED REVOLUTION RAVEN IS HERE!!! Boato del pubblico romano che accoglie l'idolo di casa che compare sullo stage con la cintura FWF in bella vista su una spalla! Raven non indugia un solo istante e si dirige verso il ring a lunghe falcate mentre scambia saluti e hi-five con i suoi fan che si sporgono dalle transenne per salutarlo e incitarlo: dopo un giro attorno al ring per salutare altri fan, Raven prende un microfono e sale all'interno del quadrato da dove inizia subito a parlare!

"Ancora una volta SYMPOSIUM è realtà! Ancora una volta abbiamo riunito sigle diverse, lottatori che non hanno mai condiviso lo stesso ring, ancora una volta vi abbiamo regalato uno spettacolo incredibile ed irripetibile!"

Il pubblico applaude, i match finora sono stati di suo gradimento.

"Ma manca ancora un'ultima cosa..."

Raven si toglie la cintura dalla spalla e la alza al cielo.

"Questa cintura, il match valido per essa e lo scontro che finalmente contrapporrà me e John Kratos!"

Il pubblico esplode in un boato: il main event è uno dei match più attesi di questo show e non vede l'ora che Kratos e Raven lottino uno contro l'altro.

"You see, l'ultima volta che ho detto qualcosa in merito a John Kratos ci mancava poco che mi arrestassero per turbativa dell'ordine pubblico... Soltanto perché mi sono beffato del suo aver vinto il 2 Worlds 1 Cup, mi sono arrivate centinaia di mail, di messaggi su Facebook sia pubblici che privati, repliche su Twitter e chi più ne ha più ne metta... "Sei solo invidioso", "E tu che cazzo hai vinto per poter prendere per il culo Kratos?" "Sei fuori luogo, rosicone!", queste sono solo alcune delle critiche che mi sono state rivolte dai fan di Kratos e non solo dopo quell'infausta chiacchierata che ho avuto col mio allievo Steven O'Brien [per chi non sapesse/non ricordasse, vedere qui: TWP #46, ndFra]..."

Pausa di Raven che riflette su qualcosa.

"Well, forse non avevano tutti i torti, e mai un'occasione è stata più propizia per fare chiarezza in merito come questa..."

E' un Raven stranamente umile quello che si appresta a continuare il discorso.

"Perché non posso negare che non si vince un 2 Worlds 1 Cup. Non posso negare che in pochi possono vantare nel proprio palmares un titolo come il Total Title della WTF o il Desperation Iron Man Title che, pur essendo un titolo di seconda fascia, è stato detenuto da lottatori estremamente validi... Tra cui il sottoscritto... Non posso negare che affrontare John Kratos sullo stesso ring non possa definirsi una passeggiata e che per vincere dovrò mettercela più del massimo."

"E non voglio fare il finto umile, non intendo certo dire che io sono l'ultimo degli stronzi rispetto a Kratos. Cazzo, sono Red Revolution Raven! 10 fottuti titoli mondiali! Sono l'attuale Re di Roma e ovunque ho messo piede non ho raccolto altro che successi. Ma lui è comunque Kratos... Lui è comunque colui che ha conquistato due mondi sconfiggendo 63 uomini! Io al massimo ne ho battuti 15..."

Raven finge di fare di conto con le dita.

"C'è une balla differenza, mi sa..."

Piccola pausa, Raven continua a riflettere prima di sfoggiare un sorriso a 32 denti.

"Ma sapete una cosa? Sapete perché quando mi dicono che Kratos è l'attuale vincitore del 2 Worlds 1 Cup io non posso fare a meno di ridere a crepapelle? Per un motivo semplicissimo: perché quello che ha vinto uno dei tornei più importanti dell'intero panorama del wrestling, è lo stesso che si è fatto battere da ogni singolo rookie che ha messo piede nella Jack Leone Wrestling! Quello che ha vinto uno dei due titoli maggiori della Wrestling Triumph Federation è lo stesso che poi non ha saputo resistere nemmeno mezz'ora contro quel coglione psicopatico di Sheenan che ormai per vincere è costretto a drogare o a ipnotizzare o che cazzo ne so di quello che può aver fatto a Drago! Quello che gran parte dei suoi sostenitori vuole far passare come uno dei lottatori più importanti della disciplina che tutti noi chiamiamo wrestling, è lo stesso che deluso dai fallimenti si è messo una giacca e una cravatta e ha deciso di fare il commissioner come se fosse un'altra identità che nascondesse i fallimenti di una vita passata..."

Raven si porta la mano al volto mormorando a mezza bocca.

"Oh God, era meglio Amelia Kratos..."

Quindi torna a parlare a voce alta.

"E allora no, Johnny, ti stimo e ti rispetto per quello che hai vinto... Ma col cazzo che ho paura di te! Col cazzo che temo l'incontro che dovremo disputare! Col cazzo che ti dò anche solo il 10% di possibilità di vincere stasera! Perché la verità è un'altra! Tu sei solo un perdente, un perdente di lusso, un perdente di quelli che vengono invitati alle feste di gala così che i mediocri possano fare una figura migliore! E se hai vinto due cose in croce è solo perché anche un orologio rotto segna l'ora giusta due volte al giorno!"

"Ma questa non è la tua ora, Johnny... Non adesso, non in questo momento. Perché questo è il MIO momento! Questa è la mia fottuta era e non finirà finché non sarò io a dire basta! Per te, John, e per tutti coloro che vorrebbero essere al mio posto e vincere questo mio titolo il messaggio è solamente uno..."

"GET READY TO RIDE THE LIGHTNING!"

Raven fa cadere il microfono a terra e riparte subito "Charlie Big Potato"! Il pubblico esplode in un boato e saluta con cori e applausi il suo idolo che se ne torna nel backstage con sguardo carico e deciso.

CAMERA FADES

[align=center]Posted Image[/align]

In una città a sud della Grecia, una figura statuaria si erge dinnanzi a un piccolo campo da calcio improvvisato, dove ragazzi di età varia, dai bambini agli adolescenti, inseguono un palone di pezza. Gli occhi dell’uomo dal fisico imponente scrutano in loro la gracilità, la fragilità di corpi malnutriti, una debolezza.
Il pallone rotola vicino ai piedi dell’uomo, capelli pelati, sui 2 metri di altezza e un fisico temprato dall’allenamento e segnato da numerose battaglie. Un viso burbero ma che denota la sua esperienza nella vita.

“Ehi, signore, mi passi la palla?”

Un ragazzino, probabilmente di 11 o 12 anni, chiama l’attenzione di John Kratos con leggerezza, anche il suo modo di fare è quello della persona semplice. Ma il Greek Warrior non risponde alla richiesta come ci si aspetterebbe, la palla non viene calciata, anzi, è lui a invitare il ragazzo a raggiungerlo con un cenno della mano. In quel momento, forse vuole testare se lui incute timore alle altre persone, specialmente a chi è così giovane, ancor più dei suoi allievi che ha forgiato nel combattimento. Lui lo raggiunge e recupera la palla, sorride con naturalezza al burbero uomo, ma Kratos allunga una mano sul suo braccio e va a sentirne la muscolatura, ridotta al minimo. Condizioni di vita orrende, malnutrizione e pericolo che le ossa possano sgretolarsi troppo presto. Non può tollerare quello che vede, ragazzi così giovani in condizioni di povertà assoluta, che a loro modo si divertono con quello che hanno di fronte, una semplice palla di pezza, che chissà da quanto tempo è lì. L’impulso distruttivo del lottatore lo porta a pensare che potrebbe spezzare quel braccio in un solo secondo, rovinarglielo. Ma non ha di fronte un nemico, soltanto una persona che ha bisogno d’aiuto.

Kratos: “Vi danno da mangiare?”
Bambino: “Certo, ogni sera.”

Ogni sera implica che non si tratta dei due pasti minimali. Il guerriero di Sparta avanza verso il centro del cortile, vediamo un’insegna con doppia scritta, sia in greco che in inglese. Orfanotrofio Liberty, ma la parola è una traduzione errata, o addirittura arcaica, del termine moderno, Freedom. L’attenzione del lottatore è attirata dalla presenza di un corvo che si posa sul balcone. Una figura famelica, che vede corpi denutriti e, nella sua intelligenza, crede che siano vicini a passar a miglior vita. Tipico di un corvo attendere per giorni, ma in questo caso nessuno perderà la vita e l’attesa sarà vana in un appello alla disperazione nel freddo inverno.

Kratos: “Sto cercando il gestore dell’orfanotrofio.”
??: “Sono io.”

Lo accoglie un uomo gentile sui 50 anni, più ossa che pelle, con un bastone di legno da passeggio, con evidenti problemi di salute.

“Erastos Niketas, è venuto qui per una visita?”
Kratos: “Sono qui per una donazione.”
Erastos: “Che Dio la benedica, allora.”
Kratos: “No, non c’è alcun dio che deve darmi benedizioni, sono qui grazie alla mia impresa, ho sconfitto molti avversari in un match di Wrestling per prepararmi a uno scontro importante contro un mio vecchio rivale.”

Lo sguardo del lottatore ricade sul corvo, è ironico che mentre lui stia pensando a Red Revolution Raven quel corvo nero lo fissi con disinteresse.

Erastos: “Scusi la domanda, ma mi pare di conoscerla, lei è John Kratos, il wrestler?”
Kratos: “In persona.”
Erastos: “È da anni che sento parlare di lei per meriti sportivi e per aver tenuto alto il nome della Grecia, ma mai mi sarei aspettato di trovarla nel nostro orfanotrofio.”
Kratos: “Un lottatore che dona soldi a un orfanotrofio sembra quasi un cliché, eppure io sono qui come orfano, so cosa vuol dire essere dimenticati dal resto del mondo, ogni tanto ho bisogno di rimanere nella mia terra natale, questa Grecia che ho scelto di rappresentare in battaglia.”

La fierezza dello Spartano è facile da riconoscere, Kratos parla con orgoglio.

Kratos: “Perché quei fanciulli sono così denutriti?”
Erastos: “Le condizioni di vita sono difficili da quando è arrivata la crisi economica. Poi abbiamo visto Tsipras scendere in politica e credevamo di aver trovato il messia che avrebbe ridotto il divario fra ricchi e poveri.”
Kratos: “E invece con le sue riforme è stato costretto a tagliare da qualche parte, siccome non si può tagliare il supporto alla sanità già provata da condizioni impossibili, sono stati ancora una volta gli orfani a pagare questa scelta d’ufficio.”
Erastos: “Gli orfani sono mal visti, specialmente quando non sono le famiglie già in difficoltà ad adottarli, ma individui appartenenti alla criminalità.”

Il Bald Basterd fa cenno di comprendere le parole dell’uomo. Di fronte alla figura minuta appare come una statua imponente contro un mero tentativo d’imitazione di un essere umano. Il battito cardiaco del Greek Warrior pulsa sempre di più nel circondarsi da così tante persone deboli. Il contrario dell’eccitazione è l’apatia, eppure il suo interesse non cala.

Kratos: “So che questa era una tattica che ha reso popolare l’ascesa nel mondo del crimine delle famiglie di Yakuza nel Giappone dopo la Seconda Guerra Mondiale. Così tanti orfani potevano tornare utili agli Yakuza, che potevano così arricchirsi di nuovi elementi da addestrare, la loro accettazione li rendeva leali, perché erano stati abbandonati da tutti, per quello con la lealtà e l’onore si sono forgiati legami che hanno portato la criminalità a un successo senza precedenti.”
Erastos: “Be’, qui le cose sono un po’ differenti. Diciamo che c’è meno onore nella criminalità locale, e l’ultima cosa che voglio è di vedere i miei ragazzi spacciare droga per strada. Ho ricevuto molte offerte da questi criminali e devo ammettere che siamo così in crisi che rischiamo di perdere tutto e quei soldi ci farebbero comodo per sopravvivere.”
Kratos: “Anni fa avrei scelto di combattere personalmente questi criminali, ma oggi so che la violenza non risolve i problemi, li fomenta ulteriormente. I miei peggiori nemici sono quelli che ho combattuto più spesso, e la violenza ne chiama altra in un ciclo senza fine. Mi occuperò io di risolvere i vostri problemi, non posso salvare tutti, ma almeno aiuterò voi. In compenso, le chiedo di ricordarsi che quei ragazzi non hanno bisogno soltanto di educazione e di cibo, ma anche di curare il loro fisico, altrimenti le loro vite saranno brevi e infelici.”
Erastos: “Non so come ringraziarla.”
Kratos: “Non deve farlo, non sono venuto qui per fare un piacere a qualcuno, ma per provare a me stesso che posso compiere qualcosa di nobile. Io sono conosciuto come un distruttore nell’ambiente del Wrestling, ho rovinato tante carriere, ho posto fine a tante stelle, o talenti promettenti, e la verità è che provo gusto nel farlo, perché non ho rispetto per chi è debole, non ho pietà per chi non dimostra determinazione. Sono brutale con chi non merita il mio rispetto, ma sono anche violento e spietato con chi lo merita, con i miei migliori avversari.”

Il Bald Basterd parla di se stesso ed è sorpreso di fare un discorso del genere con un uomo così debole circondato da ragazzi che al momento non hanno alcun futuro. Forse, lui può davvero salvare le loro vite, ma non influirà su di esse. Non vede in loro persone da allenare, è lì per salvare delle vite, qualcosa che non ha mai fatto.
Torna a guardare il corvo ed esso sembra percepire il suo spirito combattivo e la gioia del gestore dell’orfanotrofio. Senza fiatare, l’animale si allontana, sconfitto in questa sfida psicologica di sguardi.

Erastos: “Chi è questo avversario che l’ha spinta a fare un gesto del genere?”
Kratos: “En eroe che combatterà in casa, Red Revolution Raven nella sua Roma, lui che di quella città ne è divenuto Re.”
Erastos: “Un fiero greco contro un abile romano? Questa è bella!”
Kratos: “C’è ben più di questo. Io e Raven ci conosciamo da tanti anni, è un lottatore che rispetto e che considero un punto di riferimento nell’ambiente. Questo rispetto non fa altro che risvegliare il mio desiderio di competizione, l’istinto bellico innato, la voglia di dar vita non a una singola battaglia ma a una guerra senza fine. Sono questi i pensieri che mi tengono vivo, presente sul quadrato. Non voglio pensare a quando mi ritirerò, preferisco desiderare il momento del mio trionfo. Ho sempre avuto un rapporto complicato con coloro che rappresentano Roma, li trovo particolarmente eroici perché hanno dalla loro parte una città eterna, che è crollata più volte ma non è mai stata distrutta. Mentre io che vengo da Sparta spesso vengo visto come uno scellerato che si attacca al passato, al punto da rimanere vittima delle sue ossessioni.
So chi sono e da dove provengo, e per me competere per Sparta o per la Grecia è motivo d’orgoglio. Continuerò a combattere per ciò che amo, e a combattere contro quello che mi esalta di più. Raven è un obiettivo, superarlo mi renderebbe campione del mondo, con una cintura che mai avrei pensato di indossare in carriera, solo che ora con questo confronto io ci credo, perché so che posso sconfiggerlo. Sarà una prova del fuoco ma ho superato tanti avversari di valore prima di arrivare a lui, e questo è un confronto che non può mancarmi.”

Il guerriero di Sparta vede l’altro uomo sorridere. Firma l’assegno mentre lui si assenta, sa già dove sta andando Erastos Niketas, a chiamare quei ragazzi tutti insieme per ringraziarlo della sua donazione. Una scena tipica per un orfanotrofio, ma di gloria fra i deboli lui non ne vuole.

Erastos: “Ringraziate questa persona che…”

Il discorso è interrotto, di Kratos non c’è più alcuna traccia, sul tavolo vi è un assegno con una cifra ingente, più un breve messaggio da parte del lottatore.

“Continuerò a fare in modo che i corvi si tengano a distanza da voi, che possiate vivere sereni.”

Un messaggio positivo, il gestore dell’orfanotrofio sorride e sembra incredulo. Il ragazzino che ha incontrato Kratos in precedenza si reca di corsa verso il cancello e lo vede calciare la palla verso la piccola rete fatta in casa. Un colpo alla palla da parte del Greek Warrior che va a destinazione, in quel momento lui sorride, ignaro di uno sguardo posato su di lui. Il guerriero appare felice di aver compiuto una buona azione, e allo stesso tempo ha fatto svanire un corvo. Gliene rimane da affrontare uno decisamente più imponente. Il nuovo scontro fra Sparta e Roma si sposterà nella città eterna.

[align=center]Posted Image[/align]

SYMPOSIUM è giunto alla sua conclusione, ma manca ancora un match prima di poter salutare questa fantastica edizione del super-show targato R-Pro! John Kratos e Red Revolution Raven se la vedranno one on one con in palio l’FWF World Heavyweight Title! Chi avrà la meglio? Andiamolo subito a scoprire perché risuona “Serenata Immortale” ed è John Kratos a comparire sullo stage! Applausi e cori d’incitamento per il Greek Warrior che raggiunge con passo veloce il ring salutando qualche fan qua e là per poi salire all’interno del quadrato per fare un po’ di riscaldamento al suo angolo… Ma ora parte “Charlie Big Potato” degli Skunk Anansie! ARRIVA IL CAMPIONE! Red Revolution Raven compare sullo stage e raggiunge il ring salutando tutti i suoi fan, sguardo d’intesa con Kratos prima di salire sulla sommità di un paletto per godersi ancora di più l’ovazione del suo pubblico! La cintura viene consegnata ora al referee che spiega brevemente le regole ai due contendenti… E il match può finalmente avere inizio!

11th Matc - FWF World Heavyweight Title:
Red Revolution Raven © vs. John Kratos


DIN DIN DIN!!!

Breve fase di studio tra i due atleti… Ed è Clinch! Ovviamente è Kratos che ha la meglio e fa indietreggiare Raven fino alle corde, Irish Whip del greco verso il lato opposto, dopodiché si prepara ad un Back Body Drop ma Raven capriola sulla schiena dell’avversario e quando questi si volta verso di lui lo colpisce con un Dropkick! Buon inizio per Raven, Kratos barcolla alle corde e Raven prova ad attaccarlo ma il greco reagisce con un Lariat out of nowhere che manda Triple R gambe all’aria! Il Bald Basterd solleva subito Raven e lo stordisce con alcuni pugni al volto, quindi lo lancia alle corde e sul ritorno… BLACK HOLE SLAM!!!

Possibile che voglia tentare la King of Sparta?

Non ci è dato saperlo perché RRR sfrutta la rotazione di Kratos per connettere con una Tornado DDT con cui pianta la testa di Kratos nel mat! Tentativo di pin dell’italiano! 1…2NO! Kratos c’è! Raven però non demorde e solleva ancora il suo avversario, pugni al volto per stordirlo e tentativo di Irish Whip che viene prontamente reversato da Kratos… Ma ancora una volta Raven ha la meglio e sul ritorno proietta l’avversario a terra con un Headscissors Takedown dopo il quale salta sulla seconda corda e connette con uno Springboard Moonsault! Ancora pin! 1…2…NO! Kratos resiste! Raven non demorde e solleva ancora l’avversario… E inizia a colpirlo con un’impressionante sequenza di calci e pugni fino a che Kratos non sembra proprio del tutto stordito, quindi si dà lo slancio dalle corde… MA SI BECCA UNO SPARTA KICK DAL NULLA!

Raven crolla a terra ma tenta subito di rialzarsi… E invece si becca una Clothesline che lo manda ancora KO! Kratos lo risolleva all’istante, lo stordisce con dei pugni e poi Strong Irish Whip contro l’angolo! OUCH! Impatto devastante per Raven che cade faccia avanti tenendosi la schiena dolorante, ma Kratos non ha pietà e infierisce su di lui con una serie di Stomp proprio sulla schiena… E ora lo intrappola in una Camel Clutch al centro del ring! Kratos colpisce ancora la schiena dell’avversario e Raven non può fare altro che tentare di resistere il più possibile! L’italiano urla ma non vuole assolutamente cedere e alla fine è Kratos, ormai stufo, a mollare la presa! Stomp sulla nuca di Raven da parte di Kratos che ora pensa ad una nuova strategia…
Raven intanto lentamente si rialza… E Kratos lo carica con una Spear! NO! RRR salta sopra di lui con un Leap Frog e quando il greco si volta lo colpisce con un Superkick dritto sul mento! Kratos barcolla e allora Raven ne approfitta per un Double Knee Facebreaker! Che colpo! Kratos rimbalza a terra e Raven si sbriga a salire sulla terza corda… SHOOTING STAR LEGRDROP!!!

NO!!! KRATOS EVITA SPOSTANDOSI ALL’ULTIMO!

Brutto impatto per Raven e per il suo osso sacro contro il mat, Kratos si rialza e colpisce RRR con un calcio al petto che lo manda completamente a terra quindi connette col suo Kratos Legdrop! E ora Raven è di nuovo in trappola! L’aria gli manca sempre più mentre l’arbitro gli chiede se vuole cedere ma Raven risponde negativamente e… COSA FA?!? Con un colpo di reni riesce a posizionarsi dritto a testa in giù e in questo modo dall’alto verso il basso sferra un calcione sulla testa di Kratos costringendolo a mollare la presa! Raven si riporta subito in piedi con un Kip Up e colpisce subito Kratos con un Low Dropkick che lo manda definitivamente KO, quindi sale nuovamente sulla terza corda…

E STAVOLTA LO SHOOTING STAR LEGDROP VA A SEGNO!!! Subito pin a seguire!

1!!!
2!!!
3NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! Kickout di Kratos!

Ma Raven ha già qualcosa in mente e infatti intrappola l’avversario nella No Exit! L’FWF World Heavyweight Champion restituisce il favore a Kratos e ora è lui a indebolirgli la schiena! Kratos però non vuole cedere e lentamente si trascina verso le corde… E alla fine le tocca! Raven molla subito la presa ma inizia ad infierire su di lui con una serie di Stomp, quindi prende la rincorsa… E con una Baseball Slide fa finire Kratos direttamente fuori dal ring! L’arbitro vorrebbe iniziare il Count Out ma Raven resta vicino alle corde in attesa che il Greek Warrior si rialzi… E salta su di lui con un Pescado! NO! Kratos lo afferra al volo! E LO LANCIA CONTRO LE TRANSENNE CON UNA FALLAWAY SLAM!!!

HOLY SHIT!!!

Kratos non esita un solo istante e solleva di nuovo Raven… Strong Irish Whip contro i gradoni d’acciaio! OH MY! Impatto terribile!!! Raven non sembra in grado di reagire ma per John Kratos tutto ciò non basta! TERMOPILI!!! TERMOPILI SUL CONCRETE!!! DEVASTANTE!!! Soltanto ora Kratos si sente soddisfatto e lancia Raven all’interno del quadrato, quindi sale anche lui per provare subito un pin!

1!!!
2!!!
3NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! C’E’ IL KICKOUT DI RAVEN!!! INCREDIBILE!!!

Kratos è incredulo, pensava di avere la vittoria a portata di mano e invece Raven è ancora in partita e il match deve continuare, Kratos risolleva Raven e lo whippa alle corde dopo averlo colpito con alcuni pugni al volto! Tilt-a-Whirl Backbreaker sul ritorno ma Kratos non molla la presa e continua ad applicare pressione sulla schiena di Raven che viene premuta contro il ginocchio del Bald Basterd! Raven soffre terribilmente ma riesce a trovare le forze per reagire e colpisce Kratos con dei calci al volto che gli fanno mollare la presa! Il greco però torna subito all’assalto… NO! Raven lo anticipa con un Drop Toe Hold Takedown e Kratos finisce faccia avanti! Subito Legdrop alla nuca da parte di Raven che ora si dà lo slancio alle corde e colpisce l’avversario con un Low Dropkick in pieno volto! Per RRR non è finita così e sale sulla terza corda…

BOYS DON’T CRY!!! A SEGNO!!! E c’è subito il pin a seguire!!!

1!!!
2!!!
3!!!
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! JOHN KRATOS HA ALZATO UNA SPALLA!!!

Raven non riesce a crederci ma l’arbitro gli fa segno che era solo conto di due e che il match deve continuare, ma il campione ha deciso che il match ha finito e sale ancora sulla sommità del turnbuckle chiamando a gran voce la Ride The Lightning! NO! Kratos si riprende e lo raggiunge in cima al paletto… Tra i due inizia una colluttazione che viene vinta proprio dal Greek Warrior!

SUPERPLEX!!! SUPERPLEX DI JOHN KRATOS!!! CHE COLPO!!! I due lottatori sono a terra e nessuno dà segni di ripresa… E allora l’arbitro inizia a contare il Doppio KO!

1!!!
2!!!
3!!!
4!!!
5!!!
6!!!
7!!!
8!!! Si stanno riprendendo!
9!!!
10NO!!!

SONO IN PIEDI! E iniziano subito un violento scontro brawl! Pugno di Kratos! Pugno di Raven! Pugno di Kratos! Pugno di Raven! Pugno di Kratos! Pugno di Raven! Nessuno dei due sembra avere la meglio finché non è proprio Kratos ad anticipare l’avversario con una ginocchiata al ventre che gli toglie il fiato! Irish Whip alle corde da parte dello Spartano… E Arn Anderson Spinebuster sul ritorno! Ennesimo devastante colpo alla schiena di Raven che ormai sembra non averne più, Kratos lo solleva e se lo carica sulle spalle… MUSCLE BUSTER! CON ROLL-UP A SEGUIRE!!! Temple of Destruction a segno e l’arbitro conta!

1!!!
2!!!
3NO!!! Colpo di reni all’ultimo istante con cui Raven esce dal pin!

Neanche Kratos ha vita facile ma questo non sembra far desistere il Greek Warrior che intrappola subito RRR nella Holy Bridge! Modifed Muta Lock ai danni di Raven che mette ancora una volta a dura prova la sua resistenza… L’italiano non molla però e nonostante la sofferenza usa la gamba libera per sgambettare gli arti inferiori di Kratos su cui punta il greco per applicare pressione, questo lo fa cadere schiena a terra allentando la presa al collo di Raven e allora l’italiano può approfittarne per abbrancare lui braccia e collo di Kratos… CROSSFACE! La situazione si è completamente ribaltata e ora è Kratos a soffrire! Fortunatamente per lui però le corde sono abbastanza vicine e non ci vuole molto prima che, allungando il braccio libero, egli riesca a toccarle… Ancora una volta Raven molla la presa ma si rialza subito in piedi, con un calcio colpisce Kratos al braccio con cui si aggrappava alle corde e glielo afferra per poi proiettarlo schiena a terra con una Magistral Cradle dal nulla!

1!!!
2!!!
3NO!!! Kickout di Kratos ma Raven è già in piedi e lo stende con un Buzzsaw Kick! Standing Midnight Moonsault a seguire dopodiché l’italiano sale sulla terza corda… OH MY!!! E’ TEMPO DI CAVALCARE IL FULMINE!!!

RIDE THE LIGHTNING!!!

A SEGNO!!!

E adesso è davvero finita, Raven copre Kratos per il pin e l’arbitro non indugia un solo istante prima di eseguire il conteggio!

1!!!
2!!!
3!!!

NO? NO!!!

JOHN KRATOS HA ALZATO UNA FOTTUTA SPALLA!!!

Lo Stadio Flaminio viene giù, nessuno si aspettava che il Greek Warrior potesse resistere alla finisher di Red Revolution Raven e invece così è stato! Raven resta in ginocchio, ansimante, a guardare il referee dicendogli senza neanche troppa convinzione che era un conto di tre, ma l’arbitro dice che era solo due… Il match continua! Raven però non vuole che il match continui ancora e prova un’altra via…

FAKE SOUND OF PROGRESS!!!

Raven rialza Kratos e con uno sforzo incredibile se lo carica sulle spalle… HERE IT COMES!!!

NO!!!

La schiena di RRR già pesantemente debilitata durante tutto il match non riesce a reggere a questo sforzo e l’italiano letteralmente collassa sotto il peso di John Kratos che riesce a riprendersi e si carica Raven sulle spalle…

FEEL THE PAIN!!!

FEEL THE PAIN A SEGNO!!!

Devastante F5 messa a segno da Kratos che ora va per il pin!

1!!!
2!!!
3!!!

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

NON E’ POSSIBILE!!! ANCHE RED REVOLUTION RAVEN HA ALZATO UNA SPALLA!!!

Lo Stadio Flaminio è in delirio! Questo match ha regalato già tantissime emozioni e non sembra intenzionato a smettere di regalarne… Kratos è incredulo ma sa che il match deve continuare e che la vittoria è comunque alla sua portata! Eccolo rialzare Raven, lo stordisce ulteriormente con dei pugni al volto e poi lo whippa verso le corde… Shoulder Block sul ritorno che manda Raven a terra, quindi è lo stesso Kratos a darsi lo slancio alle corde ma prima che possa fare alcunché Raven si sposta costringendo il greco a passargli sopra, quindi è lo stesso italiano che si alza ed evita un’altra avanzata di Kratos stavolta saltandogli sopra con un Leap Frog e sull’ennesimo ritorno di Kratos lo proietta a terra con un Monkey Flip! Kratos si rialza subito, Raven lo attacca… Ma Kratos lo anticipa con una devastante Discus Clothesline!

Red Revolution Raven capriola in aria per la violenza del colpo prima di cadere a terra! Kratos lo risolleva subito e connette con un Vertical Suplex poderoso prima di eseguire un’altra volta il pin! One, two and NO! Raven kicks out! Ma il Greek Warrior non demorde, solleva ancora Raven e se lo carica sulle spalle… CHAOTIC SOUL! Raven viene violentemente lanciato contro l’angolo! Brutto impatto per l’italiano che crolla a terra con la schiena contro i sostegni del turnbuckle e allora Kratos non se lo fa ripetere due volte, prende la rincorsa… Running Facewash su Raven che va definitivamente nel mondo dei sogni! Kratos non perde tempo e trascina subito l’avversario al centro del ring, here’s the pin!

1!!!
2!!!
3NO!!! Non si sa come ma RRR ha alzato una spalla! L’italiano non sembra cosciente ma inconsciamente ha trovato le forze per uscire dal pin prima del 3 definitivo!

Nonostante la giovane età, questo ragazzo ne ha passate tantissime e il suo corpo ha sviluppato reazioni proprie in situazioni come queste… Kratos lo sa e decide di annientare ogni resistenza dell’avversario… E lo intrappola in una Sleeper Hold a terra! Raven, che già aveva poche energie con sé, perde rapidamente gli ultimi barlumi di conoscenza, ma Kratos non vuole che gli si dia una vittoria per KO dell’avversario… Vuole un 3 netto e prima che l’arbitro si sinceri delle condizioni del campione FWF, lo solleva e se lo carica sulle spalle… FEEL THE PAIN!!!

NO!!!

Raven si riprende ancora una volta e colpisce Kratos con delle gomitate allo zigomo! Kratos è costretto a mollare la presa… NO! Nonostante non riesca a eseguire la manovra finale, non la dà vinta a Raven e prima di dover mollare la presa si getta a terra connettendo con un Samoan Drop che blocca la possibile ripresa di Triple R! Kratos rialza nuovamente RRR… Ma c’è ancora una volta la ripresa dell’italiano che connette con una Sitout Jawbreaker dal nulla! Kratos barcolla all’indietro e Raven lo colpisce con un Single Leg Dropkick che lo stordisce ulteriormente… Ma Kratos riparte con un Lariat! NO! Stavolta Raven si abbassa e manda a vuoto l’avversario che quando si gira si becca un altro Superkick in pieno volto! Kratos stavolta indietreggia fino alle corde, rimbalza all’indietro e consente a Raven di sfruttare l’occasione per una Falling Neckbreaker! Connessa! Ancora pin da parte di Raven… 1…2…NO! Nulla da fare per il campione!

Raven però sa di non poter perdere tempo e allora prova a chiudere Kratos nella Charlie Big Potato… Ma Kratos scalcia e riesce a spingere via Raven! L’italiano rimbalza alle corde e torna all’assalto sul ritorno ma ora è Kratos che lo fa cadere a terra con un Drop Toe Hold Takedown! E LO INTRAPPOLA NELLA WAIT AND TAP! OH MY! Si mette male per Raven che viene intrappolato nella finisher finale di Kratos e non sembra poterne uscire… Ancora una volta è la schiena che viene messa a dura prova ma ecco che l’italiano riesce con uno sforzo a mettersi in posizione seduta complicando l’esecuzione della submission a Krato che quindi molla la presa ma solo per rifilare un calcione alla schiena di Raven che urla dal dolore… La sua schiena ormai non può reggere più nulla dopo tutti i colpi subiti.

E Kratos decide di continuare proprio su questa via, prima solleva l’avversario e lo schianta a terra con uno Scoop Slam e poi chiama a gran voce la fine del match… E’ IN ARRIVO UNA NUOVA FEEL THE PAIN!

E INVECE NO!

Ancora una volta, Raven sfrutta la rotazione della manovra di Kratos per connettere con una Tornado DDT! Poderosa! Kratos resta a terra e Raven ne approfitta per scalare il più velocemente possibile i sostegni del paletto fino in cima…

RIDE THE LIGHTNING!!!

A SEGNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Questa volta Kratos non può resistere!

1!!!
2!!!
3!!!

IT’S OVER!!!

Red Revolution Raven b. John Kratos (18:33) con la Ride The Lightning e mantiene il titolo.

E’ stato un match devastante per entrambi gli atleti, Raven ha visto la sconfitta da vicino più e più volte e Kratos gli ha reso la serata durissima dimostrandosi un lottatore tenace e pericolosissimo che nessuno vorrebbe mai come avversario ma alla fine il campione ce l’ha fatta e adesso può riabbracciare la sua cintura…

O forse no?

L’arbitro è rimasto nei pressi del tavolo di commento e sta cercando la FWF World Heavyweight Belt che sembra essere sparita nel nulla… Che diavolo è successo?!?

Ma… Un momento… Uno spotlight viene puntato in mezzo al pubblico! E viene inquadrato Kain de Roland sorridente con i piccoli Giselle e Adam! E TIENE SULLA SPALLA LA CINTURA FWF!!! Nonostante tutto alla fine Kain ha presenziato alla festa di SYMPOSIUM e ha decido di metterci anche lo zampino… Il trio familiare saluta Raven con la mano mentre si alza e raggiunge l’uscita prima che possa intervenire la sicurezza e lo stesso Raven che, esausto dopo il match, non riesce a fare molto di più se non sporgersi dalle corde e minacciare de Roland di ridargli la sua cintura… Minacce che cadono nel vuoto perché de Roland è ormai prossimo all’uscita e sparisce subito nel nulla.

SYMPOSIUM si chiude così, Raven ha vinto ma qualcun altro si è preso le luci della ribalta e presto una nuova sfida occuperà il Main Event R-Pro! Buona notte!

[align=center]Posted Image[/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Beppe

Un evento molto corposo e che porta, con sé, risultati soddisfacenti per molti. Primi tra tutti Re Umada e Lord Alistair. Sono davvero felice per loro che, questo premio, se lo sono meritati. Una coppia rodata e ben gestita in EWS che riesce a fare bene anche nel circuito EWW. Un plauso a loro e tanti auguri per un buon regno. Ho trovato, a suo tempo, la scelta di iniziare questo torneo EWW anche per le cinture di coppia una manna dal cielo. Permette una migliore interazione e concede ance ad una categoria alle volte bistrattata di avere il proprio spot light. Comunque voglio ricordare ai due che con saranno mai fighi e belli quanto Ciro 8D

Andiamo poi al match della Proxima Lucha. Non mi aspettavo una vittoria, i rivali misteriosi si sono rivelati ed hanno avuto modo di presentarsi a dovere. Sarà però divertente adesso vedere che piega prenderanno gli eventi PELL. Il progetto si è avviato assai bene e credo che possa continuare ancora meglio.

Vediamo poi Safiye avanzare nel torneo dell'Empress, ma Zoey riesce comunque a mantenere i titoli. Il finale è stato fatto giusto per proteggere entrambe, anche se così facendo la Di Maggio si gioca il torneo, ma forse va bene così per lei che riesce a tenere le cinture al sicuro. In più ciò potrà darle buoni pretesti per aumentare il suo status di campionessa priva di scrupoli nel futuro immediato.

Il finale di Omega vs. Genocide mi ha gasato assai, da adesso possono esserci sviluppi interessanti.

Complimenti ai turchi per i nuovi titoli!

Il main event, infine, ha regalato moltissime emozioni e credevo davvero che Kratos potesse farcela, ma alla fine il corvaccio riesce a mantenere, ancora una volta, il titolo. Il finale, però, non me l'aspettavo in questo modo. De Roland si presenta in arena, con tanto di nipoti, e si prende la cintura dileguandosi subito dopo. Questa gestione di Kain l'ho adorata, certamente perché mi sono preso uno spotlight assurdo, ma più che altro perché è in perfetta linea con il personaggio. Mi gaso troppo! Ti spenno corvo del cazzo!
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Psykomarty

Pbp d'obbligo per non dimenticare di commentare qualcosa (Beppe di merda)

-Lupi contro figli di Zeus.
Bael e Skaefer non sono ex 2FH?
Buoni i promoso seppur il passaggio da uno all'altro non mi sia piaciuto, apprezzato molto di più i lupi.
Il match mi è risultato ostico da seguire, più e più volte ho dovuto rileggere perché mi ero perso.

-Match Pell.
Deludente il manco minimo accenno dei concorrenti ai membri ufficiali Pell, troppo annacquati per me, ci vuole un pelino di più di cazzodurismo.
Bellissimo il match, ottimi passaggi e mosse.
P.S. chi CAZZO È TITO CANALES (cit.)

-Buoni gli Hour Rush seppur mi facciano cagare come Team, molto meno piacevoli gli avversari, troppi dissapori interni, inevitabile a mio parere la loro sconfitta.
Non mi esalto quando per cose importanti si faccia troppo leva sul disagio tra i membri di una squadra, trovo si esageri.

-I FotR fanno un gran promo, concentrato e ben costruito, i TB invece molto scarso, partendo dal mostrare che si facciano riprendere ma arrivando al promo in se, debolissimo, meritata la sconfitta purtroppo.
Match cortissimo, sotto tono per lo show.

-3 Way match: McBrain mi scade un pelino con la questione AHS, troppo chiamata, Poseidonas mi è piaciuto molto meno Harris che pare troppo scollegato.
Bello pero il match, unici punti incasinatu sono i passaggi tra Harris e McBrain, ma piacevole.

-Mio match, miei promo, mia storia, fine.

-Empress, Zoey è in effetti ripetitiva, se non ha un titolo parla delle vittorie e di quanto abbia dominato, se ha un titolo parla del titoloce di quanto abbia dominato; necessita di qualcosa di nuovo.
Molto meglio Safye che punta il dito sulla propria evoluzione.
Il match è bello sopratutto per il finale, rivaluta proprio Zoey, mostrando che questo manto di gloria che indossa sia ormai una seconda pelle e senza di essa tema di sparire.

-Genocide vs Omega.
Non sono andato pazzo per lo smascheramento avvenuto così (mi pare assurdo) ne per il no-contest, penso che Genocide ormai ci stia marcendo sotto quella maschera, che è sempre stata un oggetto a breve termine, non una gimmic continua.

-La 3 way, o 3-some, non è stata male, mi piace porti bene avanti una storia già vista qua, unico appunto definire Kirk così famoso mi pare un'esagerazione.

-Non ho mai nascosto di non amare i Tokulucha, oltre che per il gruppo in se sia per il tener incatenato un ottimo pg come Puzzle che per aver terminato troppo in fretta il regno dei Kongorikishi che avevano invece bisogno di proseguire il proprio.
Ottimo il neo-nTo, ottimi tutti, il nuovo arrivo è spettacolare (:3) Selim è ora dieci volte meglio di Memhet, un vero leader più che un boytoy, meritatissima la loro vittoria (e ci sarà mai una sfida per vedere quale tag sia il migliore interno alla stable?)

-Raven in questo promo spacca, ma tanto, Kratos per nulla; il corvo minaccia dei bambini moribondi ed il pippone sul proprio ruolo sono troppo troppo prolissi, ma troppo; una cosa più semplice avrebbe fatto più effetto.

-Trovo esagerata la presenza di Delete Owens...intendevo Kain DeRoland, non trovo alcun motivo per cui un simile personaggio possa avvicinarsi ora al titolo massimo, tra qualche mese ok, ma ora mi pare una scelta poco azzeccata (sperando poi non tiri fuori l'aver vinto la valigietta in 2FH).
Tralaltro ho apprezzato il promo pre-show nel forum, ma così lo rende abbastanza ridicolo.

Bellissimo show, di sotto tono a parte KdR, quindi un solo momento, non ho trovato nulla.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
The Undetected Hero
Member Avatar

Quote:
 
-Empress, Zoey è in effetti ripetitiva, se non ha un titolo parla delle vittorie e di quanto abbia dominato, se ha un titolo parla del titoloce di quanto abbia dominato; necessita di qualcosa di nuovo.


Mi trovi abbastanza d'accordo. Stavolta è mancato qualcosa di nuovo, ma credo ci possa stare un calo di contenuti ogni tanto. L'importante è sapersi costantemente rinnovare e in futuro Zoey non avrà problemi in questo senso.
Posted Image

Spoiler: click to toggle
Online Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
I commenti scarseggiano, butto giù due righe io.

VDW vs CWS
Non male le prove dei due team, dispiace un po' che il match sia finito in No Contest, aprire uno show così non è proprio il massimo...

Proxima Lucha
Bello il ritorno dell'Academy (ancora più bello il ritorno dell'ECF più avanti :D ). Il match è il classico match promozionale. Solido e piacevole.

JLW Trios Tournament
Qui parlo più da handler che da owner: sono strafelice del risultato ottenuto, è un riconoscimento importante e sarò un po' sborone ma aggiunge un pezzo importante in bacheca perché testimonia che ormai (dopo aver dominato categorie di titoli massimi, femminili, tag, cruiser, hardcore) ho dominato anche nei trios. Onore agli sconfitti e al buon lavoro fatto da Kevin e Giordano, in ogni caso.

EWW Tag Team Titles
La EWS fa doppietta e dopo il titolo massimo conquista anche i tag EWW (Tave cane, potevamo essere noi a farlo). La fed di Tancredi ha molte positività e le sta mostrando a tutti quelli che finora non l'hanno considerata. Ho letto che il match non è piaciuto e lo comprendo, però dei writer su cui generalmente posso fare affidamento Expo è stato l'unico a rispondere e io devo solo che ringraziarlo.

SFC
Ho apprezzato moltissimo il lavoro svolto dai ragazzi della SFC in funzione di questo show: c'è voglia di emergere e di ottenere visibilità da parte di tutti (anche se qualcuno non ha capito che questo non era uno show EWW ma R-Pro) e credo che con questo impegno la fed non avrà problemi a diventare ancora più importante nel panorama e-fed. Tra i tre partecipanti ho preferito McBrain, molto creepy; anche il match mi è piaciuto e ho apprezzato tantissimo che sia stato scelto SYMPOSIUM come palcoscenico per un cambio di titolo, lo considero un onore.

ALPHA JACK VS LEGION
Si conclude un ciclo, una delle migliori (se non la migliore) storyline che abbiamo avuto qui in R-Pro: Martino ha fatto un lavoro sensazionale, ha costruito passo dopo passo una storia bellissima, e io sono felicissimo di esserne stato spettatore e promotore contemporaneamente un tassello alla volta. Chapeau.

Empress of Europe
Commentare questo risultato dopo la finale dell'EoE è un po' strano, soprattutto perché mi rendo conto che anche questo è uno dei motivi che hanno reso deludente questa edizione: l'uscita di Zoey per squalifica dopo che aveva battuto Lilith in pompa magna riprendendosi i suoi due titoli è piuttosto triste.

TWP
Grandioso step di un altro grandioso feud. Il face paint di Omega non mi piace molto a livello estetico, ma a parte questo dettaglio abbiamo avuto un altro grandissimo spettacolo e sono sicuro che ne vedremo ancora parecchie.

WBFF
Sheenan vs Drago vs Kirk è una delle cose migliori che ha proposto la WBFF ultimamente, c'è una bella storyline (che però sta andando un po' troppo per le lunghe ultimamente) che crea hype e interesse a mille e in cui le abilità di tre ottimi handler si stanno amalgamando alla perfezione. Il match onestamente è cortino, mi aspettavo molto di più.

FWF TAG TEAM TITLES
Dispiace perdere i titoli tag nel momento forse migliore di Puzzle e Aenigma, ma con questo Selim non era possibile rimandare il conferimento di un riconoscimento importante.

MAIN EVENT
Non mi è piaciuto moltissimo il promo di Kratos, mi aspettavo un attacco più veemente, mentre invece il Greco si presenta abbastanza moscio all'appuntamento. Il match l'ho scritto io e non lo commento, ma dico qualcosa sul post-match:
secondo me ci sta tutto, è un colpo di scena, è qualcosa che nessuno si aspettava (proprio in funzione del promo fatto sul forum), e se non piace perché KdR non ha chissà quale status allora ripeto per l'ennesima volta che la R-Pro è fatta anche di scelte coraggiose, questa volta diamo lo spotlight a Kain, vedremo a giochi fatti se abbiamo fatto bene o meno.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
RankD
Member Avatar

Allora ovviamente no, non faccio un pbp perchè non sono figo. Ne approfitto per "comunicare" a chi ancora non lo sa che in questo periodo sto perdendo il divertimento che una volta mi dava il mondo dell'efed e quindi mi sono defilato dai compiti più gravosi (come un impegno in pianta stabile in WTF), ma sono rimasto in quelli meno impegnativi sotto un punto di vista temporale. Quindi arrivando a questo Symposium a me è piaciuto e non mi ha deluso.

Ritornando invece alla frase di martino:
Quote:
 
-Non ho mai nascosto di non amare i Tokulucha, oltre che per il gruppo in se sia per il tener incatenato un ottimo pg come Puzzle che per aver terminato troppo in fretta il regno dei Kongorikishi che avevano invece bisogno di proseguire il proprio.


Spiego la situazione dei Tokulucha perchè meritano due parole (mi sembrava di averlo già fatto, ma non ne sono certo e perciò perdonatemi se mi ripeto). Questa stable era partita da una mia idea essenzialmente con cui ho coinvolto Diggia e lui ha fatto il resto trovando altri pg "affini". Tuttavia alla fine della fiera di attivi e a combattere sotto il vessilo TKL siamo rimasti io e Fra, gli altri boh. Quindi rimpiango io stesso questa stable e forse era meglio con il solo duo International Questions. Quindi quando ti rivolgi al gruppo in se, vedo molto una critica ad Aenigma (giusta o sbagliata, sono opinioni). Aenigma è un pg semplice, anche perchè non ha mai avuto un vero e proprio feud con nessuno e a volte è stato stroncato sul nascere (questo mi dispiace molto). Per quanto riguarda Puzzle, io non ho mai obbligato Fra a tenere legato il suo pg al solo TagTeam, anzi in alcuni promo cerco di farmi piccolo con Aenigma appunto per non sembrare una palla al piede e dare il giusto spazio a un pg di spessore come lui. Spero di essere stato utile nel cercare di capire questa stable/non-stable.
[spoiler=Palmares]David Turner:
- Raven Project, Team HCW vs Team WTF: unico sopravvissuto e vincitore con il Team WTF (David Turner, Thorsten Eversen, John Pranzo & Razor-Blade)
- WTF Rising Star Champion (2x)
- WTF TOTAL Champion
- Winner WTF Royal Rumble 2016 (entrato come numero 18#)

Aenigma:
- R-Project 6-Man Tag Team Champion (The Masks w/ Puma Kaiser IV, Puzzle)
- AVLL Intercontinental Jr. Heavyweight Tag Team Champion (International Questions w/ Puzzle)

Jason Slayer:
- Winner WTF Royal Rumble #1 (entrato come numero 30#)
- WTF Tag Team Champion (The New Kult w/ Paul DeSade)[/spoiler]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
DealsFor.me - The best sales, coupons, and discounts for you
« Previous Topic · Show · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR