Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
TWP #64; The Final Chapter
Topic Started: Mar 10 2017, 03:03 (67 Views)
Il Cavaliere Nero
Member Avatar
AKA Pigmeo
[align=center]La puntata si apre nell'ufficio di Simon Steed. Come di consueto, quando la telecamera lo riprende non è per ammirarlo mentre svolge le noiosissime incombenze burocratiche, ma solo perché qualcuno sta per interromperlo. E quel qualcuno è, anzi sono, Kevin Rushmore e Red Revolution Raven.

RRR: "Con permesso, Simon... Kevin ha ancora altro da dirti."

Il GM fa cenno al rookie di dire la sua ma questi preferisce rivolgersi a mezza bocca a RRR.

Rushmore: "Ma perché sei venuto con me? Potevo fare da solo!"

RRR: "Perché devo controllare che tu non faccia cazzate tipo confondere Billy Stone con Robert Stones."

Rushmore: "Giusto. Ma tagliamo corto - Rushmore ora si rivolge a Steed - Ho sconfitto lo Stone giusto, hai visto? Quindi la mia domanda è: quando mi farai affrontare Trevor Masters, mr. Steed?"

Il proprietario del TWP resta tranquillo, lo sguardo completamente concentrato sul rookie del Nest.

Steed: "In linea teorica... si...potresti essere il più meritevole di una Shot al momento"

Rushmore: "Ehi, ehi, ehi... Che significa in linea teorica?"

RRR: "Lui non è molto bravo con la teoria, Simon, l'hai visto..."

Rushmore: "Non prendetemi per il culo, tutti e due! Non mi piace il tuo condizionale, mr. Steed! Io SONO il più meritevole di una shot al momento!"

Simon alza le mani, in segno di 'pace'

Steed: "Lo sei, ma questo non significa che l'avrai. Non oggi, almeno"

Rushmore resta in silenzio, e sembra piuttosto arrabbiato, quindi prende un foglio dalla scrivania di Steed e gli strappa la penna di mano iniziando a scarabocchiare qualcosa, dopodiché mostra il risultato all'owner del TWP. E' una riproduzione più o meno fedele della differenza gerarchica all'interno della rookie division, ma manca il nome di Rushmore stesso!

Rushmore: "Due settimane fa mi hai detto che io ero qui vicino a Zweite Kraken... Poi mi hai detto che dovevo battere questo qui - Rushmore indica il nome di Billy Stone - e l'ho battuto. Quindi dimmi ora... Dove cazzo è il mio nome? Così saprò quanta strada devo fare prima che tu ti decida a darmi la MIA shot!"

L'ex Stuntman allunga una mano con calma e si fa riconsegnare la penna.

Steed: "Sei qui."

Scrive 'K.R.' di fianco a Masters.

Steed: "Ma non ho mai detto che arrivando qui avresti avuto automaticamente una shot.
Non era un torneo. Ho mai detto che lo fosse? No, non l'ho mai detto perché non c'era nessun torneo.
Quindi... se vuoi un'altra chance..."

Pausa teatrale di Simon Steed, con Kevin Rushmore che sembra sul punto di esplodere.

Steed: "Il problema, è che tu vuoi una shot al Rookie title, Raven vuole una shot all'Anarchy Title e se Steve-O vincerà il prossimo match, avrà una shot al King of War Title...
Ora, se non ricordo male il prossimo show si chiama WarPath e non RaveNestEmpire... anche se suona bene, quindi se voi ragazzi volete tutte queste chance titolate, dovrete meritarvele."

Questa volta è Raven a intervenire.

RRR: "La mia storia parla per me, Simon, Kevin sta battendo tutti gli avversari che tu gli stai mettendo contro e Steven si è guadagnato ogni centimetro cubo di gloria col sudore, col sangue e con le lacrime... Cos'altro vuoi di più? Cos'altro dobbiamo fare per essere... Meritevoli?"

Simon ora alza un indice, pronto a spiegare.

Steed: "A Steven basterà vincere contro Barbarigo, come a tutti gli altri a cui il Roses' Kingdom ha tolto la possibilità di sfidare Gallego.
Per voi due però ho in mente un altro match, prima della fine del cammino: allievo e maestro contro allievo e maestro.
Vincetelo e avrete le vostre shot... ma se saranno i vostri avversari a vincere, la tua shot andrà al capo dell'altra scuola, Raven... mentre il campione Rookie potrà semplicemente riposarsi e godersi la cintura in attesa di un nuovo sfidante, perché avrà già difeso il suo titolo."

Sorriso beffardo del losangelino.

Steed: "Next week, a TWP #65, avremo Red Revolution Raven & Kevin Rushmore contro John Kratos & Trevor Masters."

Raven sta per rispondere ma è Rushmore ad anticiparlo con grande coraggio e determinazione.

Rushmore: "You are on."

E senza dire altro, il rookie esce dall'ufficio seguito da Raven che fa spallucce e poi ciao con la mano a Steed che finalmente può tornare ai suoi affari.


Posted Image

Una musichetta che poco spesso si sente in TWP si diffonde nell'arena ed è Niccolò Barbarigo a fare il suo ingresso nel ring!
Niccolò viene fischiato, e non poco, dal pubblico della TWP.
Diciamo che avere come avversario un membro del Raven's Nest non giova tanto a Niccolò.
Che, comunque, non si interessa più di tanto di questa cosa.
Più che altro è nauseato da questo pubblico con cui non si è mai legato.
Però ha qualcosa da dire a loro, se ha un microfono in mano.

Barbarigo: "Siete contenti di vedermi aprire lo show?"

Reazione decisamente negativa da parte del pubblico.

Barbarigo: "Siete contenti del fatto che da me dipende il destino di Michael Roses?"

E qua ci sono reazioni miste: diciamo che i fan sperano in una sua sconfitta, proprio per impedire a Roses di portare a casa il risultato.

Barbarigo: "Dare il main event ai miei compagni e relegare me nell'incontro di apertura? Questo è l'atteggiamento da avere con Niccolò Barbarigo?"

Il pubblico risponde ad una voce: sì.

Barbarigo: "Ebbene, miei cari, avete ragione. Sì. Me lo merito".

Atto di umiltà?
Cosa succede?

Barbarigo: "Parliamoci chiaro. Io sono una persona molto pragmatica. Non ho portato a casa nessun risultato utile sino ad ora. Ho mai trionfato in un match importante? No."

Atto di umiltà.

Barbarigo: "Ma... Nulla è perduto. I miei compagni della Militia hanno visto quello che ci è successo come la fine di un mondo. Il mondo, però, non finisce mai! Esso ha sempre delle aree verdi da esplorare, nuove terre da colonizzare! Le opportunità sono sempre tante per chi ha la giusta predisposizione per coglierle!"

Qualche gene degli antichi navigatori italiani dev'essersi conservato nel mondo di Barbarigo.

Barbarigo: "Ci troviamo in un meraviglioso mondo nuovo. Noi della Militia siamo nessuno ora, è vero. Siamo di nuovo creta da plasmare. Ma ora non abbiamo nessuno che ci dica che forma dobbiamo assumere. Siamo NOI a deciderla. Noi a decidere del nostro destino... E addirittura del destino di Michael Roses. Cosa diceva Hegel sul rapporto tra Signoria e Servitù? Noi, i servi di Roses, siamo in realtà coloro che comandano, da cui dipende vita o morte del re. Questa è un'opportunità d'oro! E Niccolò Barbarigo vuole prendersela..."

Le continue sconfitte non l'hanno certo privato di ambizione.

Barbarigo: "Io non ho problemi con la morale. La morale è per i deboli. Qualcosa che ti blocca, che ti impedisce di agire. Le barriere vanno superate! Roses è guidato da principi morali discutibili? Ciò non mi interessa. Ciò dovrebbe interessare unicamente Roses. Io sono qui per combattere, per salire pian piano i gradini della gerarchia del TWP. Mi adatto ad ogni contesto, come un camaleonte, e l'abito che ci ha cucito Roses non mi tarpa le ali come la gabbia dorata di Barbarossa. Sono più libero di prima! Sono venuto qui, determinatissimo, per la vittoria!"

Forse tanto umile non si sta mostrando ora...

Barbarigo: "Guardate cosa ha creato Raven..."

E qui ci sono le reazioni positive.

Barbarigo: "Lui è partito da zero ed ora è un eroe..."

Dai, non citiamo la Disney ora...

Barbarigo: "Credete che qualcuno gli dicesse, agli inizi, cosa dovesse fare? Lui è un vero rivoluzionario, e se entrambi siamo nati nella terra dei grandi navigatori e dei pensatori spregiudicati come Machiavelli ci dev'essere un motivo. Siamo persone a cui le gerarchie vanno strette. Perché NOI vogliamo dettare legge. I suoi lo seguono perché è una guida per chiunque, un modello da seguire. Non come Barbarossa! Non come chi perde tempo con le parole senza concretizzare alcunché! Non come chi parla di Codice di Onore e poi scappa come un codardo! Io sono rimasto qui e dovranno cacciarmi a calci in culo se non vogliono Niccolò Barbarigo sul ring. Il solo tra i miei compagni che si è esposto qui, davanti a tutti, per spiegare le sue ragioni. Non mi nascondo. Perché gli altri devono rispondere a una gabbia chiamata morale. Io no. Io sono qui solamente per vincere. E vincerò..."

Niccolò lancia il microfono al timekeeper che lo prende al volo e la linea torna alla regia.


Posted Image

Diario dell'Asura.

Nel 1950 l'Oklahoma venne colpita da una tremenda siccità, le persone morivano di fame, le città venivano abbandonate e le tempeste di sabbia invadevano e sotterravano ogni cosa.

L'Asura lo sa, sente ogni cosa che sia legata a ciò che decade e viene distrutto.
L'Asura sente tutte queste cose poiché è da esse che viene attratto.

Mi sento stranito a pensare all'Asura come ad un essere a se stante, ma è l'unico modo per mantenere Caleb, me stesso fuori da questo male.

Cammino a testa bassa entrando nell'arena, in molte altre occasioni avrei istantaneamente percepito temperatura, umidità e grandezza delle stanze, ma ora no, la cosa mi scivola di mente.

Sono ora nel dojo, o nello spazio che ci è stato riservato come esso, percepisco l'odore di Billy e di Ricky, se ne sono andati ora, percepisco il calore corporeo di Cassie, lei avrà chiesto loro di lasciare la zona e lo hanno fatto.

Sul tavolo il volto dell'Asura mi guarda, dipinto su un elmo balistico, rabbioso e funesto, inizio a dipingermelo sul viso.
-Easy man, gli romperai il culo, dagliene uno da parte mia- il cellulare vibra lasciandomi questo messaggio, Sami Maeda.

A differenza mia non si è lasciato incatenare dal suo demone interiore quando è stato sconfitto da Genocide ma se ne è liberato e con esso è rinato.
Io no, non voglio liberarmi dell'Asura, mi ha sostenuto al buio per anni.

Respiro, faccio ruotare il collo.
Dopo la sparatoria ho iniziato a sognarlo, il demone, il mostro, colui che ora chiamo Asura.
Ma non mi inseguiva, non mi faceva del male o altro.
Nei miei sogni Asura uccideva il mio carnefice, lo disarmava e gli piantava nella trachea il fucile, gli spezzava il collo, gli piantava ambo le dita nelle cavità orbitali.
Ogni volta Asura mi salvava, uccideva l'uomo con la Maschera a Specchio e mi proteggeva.

Asura è stato il mio custode, finchè mio padre non mi ha aiutato a focalizzarmi.
Asura ha riposato, rimanendo sotto la pelle, sino a Genocide.
Penso lui abbia cercato me perchè percepiva quello che celavo dentro di me, ma non comprendeva quanto fosse potente.

Sapendo chi sia realmente lo comprendo, ma non si salverà per questo.
Non perchè mi ha sconfitto slealmente, perchè ha colpito Cassie o altro, ma perchè Asura deve mangiare.

Ora Asura è uscito, il suo volto cela il mio, solo lui salirà sul ring e lotterà, solo se potrà mangiare dormirà e io potrò tornare.
Non odio Genocide, non sento astio per lui, solo pena.


Posted Image

Locker room del Raven's Nest. Steven O'Brien si sta preparando in vista del suo match contro Niccolò Barbarigo ma la sua concentrazione viene interrotta da Red Revolution Raven e Kevin Rushmore, reduci dall'incontro avuto con Simon Steed: Rushmore è in silenzio mentre Raven ne ha per tutti.

RRR: "A volte mi sembra di gestire un asilo e non una palestra... Questo - indica Rushmore - frigna e sbraita per ogni cosa e ora mi trovo te in versione depressa."

O'Brien non prede bene le parole del suo allenatore e risponde in maniera acida.

O'Brien: "Ho un match importante tra poco se non te ne sei reso conto..."

RRR: "Certo, hai un match importante. Un match importante contro una delle più grandi seghe che abbiano messo piede sul ring della TWP, se escludiamo la Dragon Academy ovviamente. Stiamo parlando di Niccolò Barbarigo, Steve, è di Venezia... Sai cosa si dice da me a Roma di quelli di Venezia? Che mangiano gatti e che puzzano di fogna perché vivono su quella laguna del cazzo! Ora dimmi, devi davvero avere paura di lui?"

O'Brien sospira.

O'Brien: "Lo so, Raven, hai perfettamente ragione ma per me è l'occasione di agguantare qualcosa che mi è sempre scivolata via di mano all'ultimo istante... La sconfitta contro Ricky Falisci quando ci giocavamo la shot coi Death By Strike, il furto di Michael Roses nella Battle of the Bosses: sono sempre arrivato a tanto così dal potermi giocare un'opportunità di lottare per il King of War Title ed è sempre sfumato tutto malamente... Stasera dovrebbe essere una formalità, dovrebbe essere tutto estremamente semplice, hai ragione tu."

"Ma io ho una paura fottuta."

Raven non risponde e si siede a fianco di O'Brien.

RRR: "Ascoltami, capisco come ti senti... Succede che a un certo punto una certa situazione negativa si ripeta spesso e che tu entri in un tunnel da cui non riesci a uscire perché ogni volta hai paura che succeda ancora quello che non vorresti accadesse. Ma ehi... Soltanto tu puoi tirarti fuori da questa situazione, soltanto tu puoi uscire fuori da questo incubo. Sei Steven O'Brien e tutto quello che hai avuto nella vita te lo sei guadagnato provando, riprovando e provando ancora e ancora finché non ci sei riuscito, combattendo con i denti e coi pugni... Sei Steven O'Brien e la tua occasione arriverà ma tu non puoi smettere di lottare, senza paura e senza temere nessuno."

RRR: "Ora vai e spezza quel moscerino, ok?"

O'Brien fa cenno di sì con la testa e si alza per uscire dal locker room, mormorando qualcosa che riusciamo a sentire solo noi.

O'Brien: "There will be blood."

CAMERA FADES


Posted Image

Xue: "Il prossimo match è un One on One ed è valido per una title shot al King of War Title!
Il primo warrior a presentarsi da Dallas Texas, con il peso di 105 kg, per il Raven's Nest: Steven O'Brien!!!"

Pulse of the Maggots è la prima musica a risuonare nell'arena e Steve O fa il suo ingresso nella Chesapeake Energy Arena, ricevendo un'ottima accoglienza dal pubblico di Oklahoma City!
Il primo allievo del Nest di Red Revolution Raven percorre la rampa salutando i tifosi lungo le transenne, per poi arrivare al ring e mostrare la scritta WarPath, per poi passarsi le mani in vita nel segno della cintura.

Xue: "E il suo avversario da Venezia Italia, con il peso di 78 kg, per la Roses' Kingdom Militia: Niccolò Barbarigo!!!"

Che al contrario di chi l'ha preceduto viene pesantemente fischiato dall'Arena, per la sua scelta di schierarsi dalla parte di Michael Roses, per interesse personale, ma incurante e anzi zittendo qualcuno particolarmente offensivo raggiunge il quadrato e va a salutare sul paletto, ricevendo altri fischi.
I due si trovano quindi a centro ring, dove il referee ricorda le regole e poi dà il via all'incontro!

King of War Title Shot
One on One Match

Roses' Kingdom Militia vs Raven's Nest
Niccolò Barbarigo vs Steven O'Brien

Che parte con uno scambio di colpi a centro ring! Chop di O'Brien a cui Barbarigo risponde con Forearm Smash! Lo scontro va avanti finché Steven non prevale definitivamente e porta il veneziano fino alle corde, qui chiede un attimo di silenzio all'Arena... E lo colpisce con una sberla in pieno petto! Il pubblico gradisce e lo incita a continuare, ma stavolta Barbarigo non resta a guardare e lo anticipa con una ginocchiata! Quindi con un paio di Club to Neck che mandano l'avversario a terra carponi, dove va a colpire con numerosi Stomp alla schiena, agganciandosi alla Top Rope, fino al conteggio di 4 del referee, che lo costringe a mollare la presa per il Rope Break, tra i fischi del pubblico!

Fullerton: "Concentriamoci un attimo sulla posta in palio oggi, la shot titolata per O'Brien significherebbe anche l'esclusione dal match di Michael Roses infatti!"

Cletus: "E se da una parte altri della Militia erano combattuti sulla strada da intraprendere, lui è sembrato molto chiaro, lotterà per la vittoria e lo farà con la massima determinazione!"

E la determinazione di Barbarigo si traduce in una serie di colpi che continua a protrarsi, con una serie di Stomp anche ora che l'avversario è a terra, quindi una breve rincorsa e Knee Drop dell'italiano!
Steven O'Brien prova a rimettersi in piedi, ma anche mentre lo fa Barbarigo colpisce con dei pugni il texano, per poi bloccarlo da un braccio e spingerlo contro le corde, rimbalzo di Steven O'Brien e Arm Drag di Barbarigo! No! Steve-O lo blocca e lo trattiene... Per poi stenderlo con un Short-Arm Lariat! Barbarigo non ci sta e si rialza, ma O'Brien lo anticipa e blocca immediatamente per un Reverse Atomic Drop... E poi lo stende con una Running Clothesline mentre saltella sul posto! Schienamento di O'Brien!

Uno... Due... No! Barbarigo kicks out!

O'Brien però lo rialza tenendolo dal collo e lo schianta nuovamente a terra con una Body Slam, per poi fare segno che la sfida è già finita! Quindi si piazza l'avversario tra le gambe e lo blocca per una Powerbomb! Sollevamento e The Future!!! Noooo!!! Barbarigo reagisce proprio al momento decisivo con un Hurricanrana e si libera! O'Brien si rialza subito, ma Niccolò gli sta già correndo incontro per un Running Calf Kick! Steve-O va nuovamente a terra, ma prova subito a raggiungere le corde per rimettersi in piedi, mentre Barbarigo va a un paletto... O'Brien si rialza e Barbarigo si lancia... E connette un Diving Superkick!!! Schienamento del membro della Militia!

Uno... Due... Tno!!! O'Brien alza una spalla!

Fullerton: "Non mollerà tanto facilmente, ha perso per un soffio troppe volte la sua shot e oggi non permetterà che accada di nuovo"

Cletus: "E' sempre stato messo in prima linea da Red Revolution Raven per il King of War Title, ma per un motivo o per un altro non è mai riuscito a diventare il Re!"

Ora però, purtroppo per lui, Barbarigo è pronto per il suo Bucentaur Attack! Si piazza a un paletto e attende che Steven O'Brien si rialzi... E quando inizia a farlo gli corre incontro per uno Shining Wizard!!! Nooooo!!! O'Brien si rialza in tempo e lo solleva... Per poi schiantarlo a terra con la sua Sitdown Powerbomb! The Future di Steve-O a segno!!! E' già in posizione di pin!

Uno... Due... Trnooo!!! Barbarigo alza una spalla!

E allora O'Brien va a chiudere! Blocca l'avversario al collo e lo solleva, tenendolo per la sua Facebuster Slam! Die Daddy Die!!!

NOOOOO!!!

Barbarigo si dà lo slancio e dopo il sollevamento sfrutta la forza del suo avversario per connettere un Head Scissor Takedown! Velocissimo va sulle corde e quando O'Brien si rialza lo prende in pieno volto con il Bucentaur Attack! E poi va sul paletto per chiudere l'incontro! Sale sulla corda più alta e prende la mira... Per poi lanciarsi con un Phoenix Splash!!! Volo da Rialto!!! Connessa!!! Dopo due dei suoi colpi migliori Barbarigo è finalmente sicuro della vittoria e alza una mano mentre schiena l'avversario!

Uno... Due... Tre!!!

NOOOOOOO!!!
Steven O'Brien alza ancora una spalla salvandosi!!!

Stavolta però Barbarigo non rialza nemmeno l'avversario... Ma lo chiude semplicemente in un Magistral Cradle!!! Che porta O'Brien abbastanza vicino alle corde da poterle sfruttare per spingere con una gamba sulla middle rope, facendo pressione per tenere l'avversario con le spalle a terra!

Uno... Due... Tre!!!

Xue: "Il vincitore per schienamento con un Magistral Cradle in 9 minuti e 36 secondi è Niccolò Barbarigo!!!"

Fullerton: "E stavolta, avvantaggiandosi con un'irregolarità, Niccolò Barbarigo schiena Steven O'Brien e gli nega ancora una volta l'opportunità di diventare King of War!!!"

Cletus: "Ora, come prevedibile, arrivano i fischi per lui, per come ha vinto e per aver dato un'ultima chance di rimettersi in gioco a Michael Roses, ma la prova di Niccolò Barbarigo è stata senza dubbio ottima!"

Posted Image

Spogliatoio della Man House, come sempre solo Kodama e Tucker al suo interno, già pronti per il loro prossimo match.

Tucker: "Sei pronto a fargliela pagare?"

Il giapponese sorride, contento della determinazione del suo 'allievo'

Tucker: "Quel bastardo di Timmy Vandalo, ha deciso di fare la sua prima apparizione nel Total War Project attaccandoti a tradimento e rovinando il tuo match con Butler... E oggi lo puniremo, rovinando il suo match di debutto!"

Kodama: "Ora però calmati Jeff."

Il rookie della Man House è sorpreso.

Kodama: "Di fronte abbiamo Vandalo, che mi ha attaccato la scorsa settimana, è vero... Ma con lui c'è anche Harry Po, non sarà un uno contro uno e non sarà un regolamento di conti.
Ormai l'abbiamo imparato vedendo a più riprese beffati Ross-San e Ty. Gli uomini che scelgono Dylan McZax e Mr. Chow sono sempre scaltri e in un match di coppia potrebbero fregarci se non stiamo bene attenti."

Tucker: "Hai ragione, dobbiamo vincere ad ogni costo o questa sarà l'ennesima volta che la WTF avrà l'ultima parola sulla Man House."

Stavolta Kodama si limita ad annuire.

Kodama: "Come ho già detto, fino a che almeno uno di noi rimarrà qui e in condizioni di combattere, terremo alto il nome della nostra scuola.
E per farlo, dovrai rimanere concentrato Jeff, ancor più del solito, perché siamo contro due debuttanti.
Questo significa che non sappiamo cosa aspettarci da loro, che non abbiamo idea di come proveranno a colpirci e che non c'è modo di preparare una tattica adeguata per sconfiggerli.
Dovremo combattere 'alla cieca' questa sera."

Tucker: "La situazione peggiore... Noi non sappiamo niente di loro, che al contrario sanno tutto di noi."

Kodama: "Tutto?"

Tucker: "Direi di sì... Ci hanno visto combattere finora e ormai sanno come ci muoviamo..."

Kodama: "Jeff... Non pensare troppo a tutte queste cose, stai concentrato e fidati di me.
Non hanno ancora visto un bel niente."

Sicuro di sé il giapponese esce dalla stanza senza aggiungere niente, seguito dal rookie della sua scuola.


Posted Image

C-Kan 'Mexicanos a grito de guerra' è la theme song che risuona nella Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, ed è la theme del team di luchadores della Escuela de Lucha Libre. Loro sono i campioni di coppia EWW: Ignazio Munoz e Sombra Maldita, Los Malos Originales! Il duo viene pesantemente fischiato dai fans di Oklahoma, ma non sembra loro importare e tirano dritto per il ring, con le tag belts tra le mani. Arrivati davanti al quadrato, prima di entrarvi, si armano di microfono e poi raggiungono il centro del ring, cosi da godere al massimo delle spotlight

Munoz: "Non potete proprio sopportare l’idea che due come noi si trovino qui, sotto i riflettori. Voi tutti, cosi come quei perros che gestiscono questo business, avete rosicato e di molto quando io e il mio amigo qui abbiamo sottratto queste cinturones ai Fellowship, e non avete intenzione di lasciarci godere del momento…"

CROWD: "Booooooooo"

Munoz: "…potete fischiarci quanto vi pare, prima o poi vi mancherà il fiato e quello sarà il momento in cui rideremo di voi… anzi, perché aspettare, possiamo ridere di voi anche ora, aqui en este momento"

E difatti, Munoz ghigna, ignari se anche Sombra Maldita si sia unito alla risata del suo compagno di team

Munoz: "Ahora, noi non ci tiriamo indietro da niente e nessuno, ne tanto meno quando ci sono stati anticipati i nostri futuri avversari, o quanto meno la escuela di appartenenza."

Sombra: "Ssssappiamo che sssono due membri della Jack Leone Wresstling e tanto ci bassta: tanto ci bassta per essssere certi che il risssultato non cambierà e che alla fine di tutto trionferemo ancora, porquè Loss Malosss Originaless, e con qualunque mezzo, sssaremo ancora i vostri campeones de parejas"

Ancora fischi da parte del pubblico

Sombra: "Non importa chi arrivi dalla JLW, la loro fine è già sssegnata. Potrete fantassticare quanto volete durante tutto il tempo che quesssta inutile faida prenderà piede, ma alla fine, sssaremo noi a riportarvi alla realtà delle cosse, e quando vi sssveglierete dalle vossstre fantasssie, vi accorgerete che Losss Maloss Originalesss sssono e sssaranno i campeonesss de Parajesss per molto, molto tempo"

Munoz: "E se questa realtà non vi piace, problemi vostri: esta es la realidad, e la realtà brucia"

Uhn Tiss Uhn Tiss Uhn Tiss dei Bloodhound Gang interrompe lo sproloquio dei messicani ed a presentarsi sullo stage vediamo arrivare un giovane vestito con completo blu gessato con T-Shirt che recita la scritta 'It's So Looooong ... Jimmy!'
L'omino è accompagnato da una stangona più alta di lui di ben venti centimetri. Le curve sono contenute a mala pena dal body di pizzo nero.
Il pubblico è diviso tra chi li conosce e chi non li ha mai visti. Ed i primi sono divisi tra contestazioni e festeggiamenti.
Entrambi prendono il microfono ... ed a parlare è l'uomo.

???: "Beh ... vedo che siamo appena arrivati a 'Casa vostra' ed abbiamo già più successo di voi ahah... figa! Sono contento che la mia fama mi preceda eh!"

Crowd: "Ethan Fotter! Ethan Fotter! Ethan Fotter!"

???: "We Figa! Dovete attendere per Ethan Fotter! Alcuni qua non sanno neanche il mio nome!
Pubblico!
Campioni ...
Io sono Ethan Joel Simond!! In Arte Jimmy Loong ... Attore, sceneggiatore e produttore Pornografico di proprio qui vicino we! Nevada! La patria del divertimento. AH! And ... sono anche Il PornStar Champion della Jack Leone Wrestling WoWo!!!
E sarò anche il vostro rivale!
Esattamente ..."

Asserisce con il capo prima di fermarsi e pensare un attimo.

Ethan: "Figa non avevo presentato il mio tag partner! ... "

Indica la biondona al suo fianco.

Ethan: "Lei è la She-Guard Rosebud Sixincher, di SanFrancisco. E sarà lei a lottare insieme a me."

Il pubblico che non conosce i lottatori della Jack leone Wrestling rumoreggia. Hanno messo l'intergender????
Anche i messicani stanno per parlare ma vengono interrotti dal pornoattore

Ethan: "We fermi tutti! Ma che ohhh... lasciatemi finire Figa. Lei lotterà con me, non vi sto prendendo per il culo."

La bionda alza l'indice della mano destra con eleganza mentre prende la parola.

Rosebud: "Buona sera ... il mio nome è Rosebud Sixincher, sei pollici nel cognome ma otto di presenza ..."

Reazione del pubblico che inizia a capire dove si va a parare.

Ethan: "Rosebud è la mia fottiamica nonché la transessuale più gnocca di questo stato.
Ed ora io e lei ci presentiamo a voi cari amici del sud del muro!"

Rosebud mima un inchino.

Ethan: "E siamo qua per contendere ai vostri titoli Figa!
So Long! Gay Boys!!"

Ignacio Munoz mette le mani in testa, tra la bandana e i non esistenti capelli. Testa chinata in basso, occhi chiusi e avambracci che coprono la testa, appoggiato coi gomiti alle corde alte, ma poi eccolo sbarellare totalmente: prende a calci le corde basse e gira attorno al ring imprecando pesantemente in lingua madre. Sombra Maldita resta immobile, silenzioso e fermo a centro ring, consapevole di ciò che gli sta accadendo attorno.
Ignacio arriva a lanciare fuori dal ring il proprio microfono, che impatta contro le transenne, e poi è lui stesso ad uscire dal ring e andare a prendere una sedia, per poi rientrare nel ring e sedersi su di essa, al corner. Verso il proprio amigo, urla 'IO MI RIFIUTO', facilmente udibile anche alle telecamere e a qualche fan nelle prime fila del bordo ring

Sombra: "Non pretenderò di sssapere cosssa passsa per la mente del mio amigo qui e del perché sssi ssstia comportando in quessta maniera, perciò mi limiterò a parlare per me ssstesssso quando dico: cosss’è quesssta buffonata?"

Ignacio allarga le braccia, ancora seduto al corner. Potenzialmente, è il suo stesso pensiero

Sombra: "Quando ci era ssstato detto che avremmo affrontato qualcuno della Jack Leone Wressstling, anzi, quando ci viene detto che dobbiamo affrontare qualcuno… buffoni come voi, non sssono i nossstri pirmi pensssieri"

E Ignacio che applaude il proprio compare

Sombra: "Non posssiamo che capire quindi le intenzioni di chi controlla il busssinesss, che confermano il nossstro pensssiero essspressso poco fa: nesssuno può sssopportare l’idea che la Essscula de Lucha Libre abbia il sssuccessso che gli ssspetta di diritto, e pur di levare a noi due i titulosss de parejasss, hanno mandato voi due nella sssperanza che posssiate batterci… ma la realtà dei fatti, è che vi hanno chiusso in gabbia con degli animali feroci, sssenza via di ussscita e vi hanno armati di ramossscelli"

Ethan se la ride sonoramente mentre Rosebud più seria rimane a guardare limitandosi ad assecondare Ethan con un sorrisetto quando questo lo giarda.

Ethan: "We è stessa razione di Jack quando ha saputo Matt Leone ha firmato il contratto sulla JLW finanzia il mio prossimo film. AhAhAh.
Ma we mi spiace ragazzi, proprio come Ethan Fotter è iperatteso con Hype da tutti i miei funz. Anche questo regno EWW pornograficamente DOTATO è atteso con ansia da tutti loro! Uh Yah gay boys!
Sono in uno stato di grazia dopo aver vinto le Pro Wrestling Wars ed esser diventato il primo Due volte Cum Champion!"

Rosebud: "Custom Champion. Ma ha ragione. Voi messicani siete troppo ristretti di vedute."

Ethan: "We figa è strano visto che i meglio transessuali vengono al di sotto del muro ah ah ah.
Questo mi ricorda Escape or Cum. Un giovane costretto a lottare con un messicano zoticone dentro una gabbia ... We figa Ethan non tiene paura do gabbie! E non certo dei MeSSSSi-Cani bau bau.
Cioè se magari era una gara a chi picchia di più la propria donna o a chi ruba o spaccia meglio figa se sareste avvantaggiati! Ma non in questo campo!"

Rosebud: "Perciò *indica entrambi con la mano aperta* esorti mr.Bandana e mr.Sadomaso a prendere un po' più seriamente la sfida o magari so troveranno messi a novanta e ..."
Ethan: "WoWo! Ci fottiamo le cinture ed anche voi! Ahah"
Rosebud: "E fidati ragazzo ... Siamo armati molto più pesantemente."

Ethan: "Figa esattamente! Siamo superdotati. Altro che funghetti messicani"

Sombra non ha niente da aggiungere e Munoz... Lui non voleva nemmeno crederci, quindi non ha niente da aggiungere nemmeno lui, i quattro restano a fissarsi a distanza, Los Malos Originales hanno appena conosciuto i loro prossimi sfidanti e la linea può tornare alla regia!


Posted Image

Locker-Room della Chesapeake Energy Arena.

Jesus Butler è in piedi nello spogliatoio. Indossa una felpa grigia, con cappuccio ed il logo della WTF stampato sul petto, e pantaloni dello stesso tipo ma neri. Osserva seriamente i due colleghi seduti su una panca di legno di fronte a lui: sono Timmy Vandalo ed Harry Po.

Butler cammina avanti ed indietro, poi indica la porta. Tutti modi di fare da "capitano" navigato, sebbene sia del tutto un novizio, e non solo in questo ruolo.

Butler: "Stasera, lì fuori, vi fischieranno peggio di Kevin Durant."

Nè Timmy, nè Harry, sembrano cogliere la metafora, evidentemente non sono ferrati in materia di NBA. Butler però continua.

Butler: "Sarete i nemici pubblici, perchè quei due pagliacci che affronterete, Tucker e Kodama sono i classici perdenti che lo spettatore medio dell'Oklahoma, un ciccione fallito buono solo a rosolare pork ribs durante i barbecue, AMA. Perchè è risaputo che i perdenti amano i perdenti."

Butler si ferma, mani sui fianchi, gambe aperte in posa spaccona.

Butler: "Ecco... fissate bene questo concetto nella vostra mente: solo i perdenti vengono amati in questo sport. I vincenti no, perchè loro attirano solo invidia. E l'invidia porta all'odio. Adesso..."

Butler torna a rilassarsi.

Butler: "E' bene che sappiate che io vi voglio così. Odiati. Perchè nel momento in cui dovesse succedere il contrario, vuol dire che qualcosa non va. Vuol dire che vi state dimostrando come un duo di patetici perdenti. Voi siete qui... solo perchè Chow dice di aver visto qualcosa in voi. Sinceramente, se avessi dovuto scegliere compagni di squadra, avrei valutato opzioni diverse..."

"Hùndàn..."

E' Harry Po a mormorare, ma il suo biascicare sotto voce viene comunque udito da Butler.

Butler: "Hai detto qualcosa, Po?"

Il cinese si ricompone.

Po: "Sorry Jess. Non volevo interromperti. Ma non devi preoccuparti. Io un po' di esperienza ormai l'ho fatta... lascia che ti dica che si, magari tu non mi avresti scelto, ma io non ti farò rimpiangere di avermi in squadra. Vedrai."

Butler annuisce, soddisfatto della risposta del cinese, quindi si volta verso lo "Smelly Cat".

Butler: "Tu non hai niente da dire?"

Vandalo fa spallucce.

Vandalo: "A me tutti questi discorsi sembrano solo fregnacce. L'unica cosa di cui mi fotte è il match. Gli avversari di stasera sono il nostro primo ostacolo. Un muro da superare. Ci sta chi i muri li aggira, ma sai io cosa faccio?"

Butler: "Si, me l'hanno accenn.."

Vandalo: "IO I MURI LI ABBATT!!!"

Il Vandalo alza improvvisamente il tono di voce, e si alza di scatto, provocando sconcerto nei suoi interlocutori. Poi prende e lascia la stanza mentre Po e Butler si guardano poco convinti.

CAMERA FADES


Posted Image

Una settimana fa.

Siamo nel backstage, le telecamere entrano nello spogliatoio, dove un dolorante Sami Maeda è seduto reggendosi la schiena, Danny Dozer sta a braccia conserte mentre Drew va verso la camera con fare rabbioso.

Maeda:"Drew!Drew amico, lasciali entrare, questo è il loro lavoro"

Maeda si alza con lo sguardo incazzato:"Avete visto cosa è accaduto vero?Lo avete visto tutti?Sapete cosa significhi?
Sapete cosa è successo?"Maeda picchia il taglio della mano sul palmo aperto:"E' palese sotto gli occhi di tutti, quel che è accaduto è..."

Sami cambia espressione e sorride:"E' stato sublime"

Maeda poggia le mani sui fianchi, lo sguardo sereno:"Come altro potrei definire qualcosa che mi dia ragione e soddisfazione in questo modo?
La Scuola del Sapere Superiore.
Il Dolore come modo per migliorarsi no?
La ricerca del proprio bene confrontandosi col dolre e altre cazzate new age.
Eppure Morgan il tuo Valtharius ha compiuto un atto vigliacco e spregevole, oh forse è colpa mia giusto?
Cazzo Morgan, ci vuole ben poco allora per abbandonare i precetti del culto a quanto pare no?
Cosa farai ora, punirai Valtharius, il quale ovviamente se ne fotterà di te e della tua dottrina, un po penoso come insegnante sai.
Almeno finchè sono stato sotto di lui il mio di insegnate dettava le regole ed io le seguivo; perchè non avrei dovuto, dimostrava quanto fosse in gamba, tu invece si vede che fai un pochino schifo ed eccoti la prova.
Ma lo ripeto, cosa farai Morgan?
Come ti comporterai verso chi ha tradito i tuoi precetti?"

Maeda si fa passare dell'acqua da Danny:"Ma un secondo, arriviamo al top.
Godai Dojo.
Si parlava prima del mio sensei, sai cosa diceva Sora-kun?
Che perdere da pecora è orrendo, ma vincere da pecora è un destino che non augura a nessuno che segue la via dell'onore.
E adesso cosa farai con Hayate?
Non ha vinto, lo sai tu, lo sanno i tuoi allievi ed i vostri fan; non ha vinto.
Sarebbe andato a terra se non fosse stato salvato e adesso Sora?
Adesso rifiuterai il tittle match poichè l'universo intero è in un ordine e le forze dei tuoi allievi lo dimostrano?"

Maeda getta la bottiglie:"I told ya, è tutto una farsa.
La Scuola non rifiuterà gli sfidanti poichè non meritevoli e il Dojo non rifiuterà il match poichè conscio di non meritarlo.
Si nasconderanno entrambi dietro scuse continue e infantili per non affrontare le realtà.
PUT YOUR CAM HERE!!!"

Maeda indica il suo volto, la camera si avvicina:"La realtà è che a loro non frega un cazzo di niente di ciò che dicono, a loro fotte solo di potersi attaccare ad un titolo prima di sparire spazzati via dal vento.
Ma non temete"

Maeda arretra spalancando le braccia:"Il vento è arrivato e non potrete attaccarvi a nulla"

Drew riceve un cenno e spinge fuori la camera.


Posted Image

Xue: "Il prossimo match è un Tag Team Match!
I primi warriors a presentarsi, dalla Man House è il team composto da Takeshi Kodama e Jeffrey Tucker!"

Che accompagnati da TNT fanno il loro ingresso nell'Arena ricevendo una buona accoglienza da Oklahoma City, per poi salutare lungo la rampa e salire su due paletti opposti, per un saluto al resto del palazzetto.

Xue: "E i loro avversari, dalla Wrestling Training Facility, entrambi al debutto nel Total War Project sono Timmy Vandalo ed Harry Po!"

E se di solito si aspetta di vedere un debuttante all'opera prima di giudicarlo, per loro non c'è nemmeno da attendere l'arrivo sul ring, perché la Chesapeake Energy Arena li fischia prima ancora che entrino, grazie a chi li ha introdotti al Total War Project e a come si sono presentati, nel caso di Timmy Vandalo.
Anche loro raggiungono il quadrato quindi e quando tutti e quattro i lottatori sono a centro ring, il referee può ricordare loro le regole e chiedere solo gli uomini legali all'interno, per poi dare il via all'incontro quando rimangono solo Jeffrey Tucker e Harry Po al suo fianco.

Tag Team Match
Wrestling Training Facility vs The Man House
Timmy Vandalo & Harry Po vs Takeshi Kodama & Jeffrey Tucker

E al gong partono con un clinch a centro ring! Tucker grazie alla sua maggior stazza riesce a spingere l'avversario fino alle corde, dove lo blocca dal collo e lo spinge dalla parte opposta del quadrato, rimbalzo di Harry e Shoulder Block di Tucker! Che prende a sua volta la rincorsa mentre Po si rialza e... Non riesce ad attaccarlo, perché Harry si sposta su un lato e lo spinge con una mano facendone proseguire la corsa, altro rimbalzo di Jeffrey Tucker e Single Leg Dropkick di Harry Po sul rimbalzo! Tucker va a terra e Po contro le corde, rimbalzo e Leg Drop! Poi va alle corde e salta sulla seconda per uno Springboard Moonsault! E' già in posizione per lo schienamento!

Uno... Due... No! Tucker alza una spalla!

Fullerton: "Non male come partenza per essere al suo esordio, qui, sembra già chiaro che Po non sia un debuttante assoluto, come invece è Tucker."

Cletus: "Sta cercando di mettere in mostra da subito le sue caratteristiche principali, rapidità e imprevedibilità, per un Rookie come Jeff non è facile fronteggiare un avversario simile senza conoscerlo."

Harry Po ora va a rimettere in piedi l'avversario, lo lancia contro le corde e sul rimbalzo c'è l'Arm Drag del cinese! Tucker si rialza subito... E c'è un altro Arm Drag di Po, che poi tenendo il braccio e girandolo in un Arm Wrench va a rimettere in piedi Tucker e poi lo blocca per un German Suplex! Nooo! Jeffrey sgomita all'indietro da una parte e dall'altra per liberarsi! E poi si gira di scatto, bloccando l'avversario e sbattendolo a terra con un Belly to Belly Suplex! Che però a Tucker non basta! Tenendo dal collo Harry Po lo rimette in piedi e lo solleva in verticale per un Suplex.... Connesso! Schienamento di Tucker!

Uno... Due... Tno! Harry Po kicks out!

I due quindi vanno gattonando fino ai rispettivi angoli, nessuno dei due sembra intenzionato a rinunciare al cambio per fermare l'avversario, fidandosi dei rispettivi partner... Cambio di Tucker per Kodama e cambio di Harry Po per Timmy Vandalo!

I due nuovi uomini legali si corrono incontro a centro quadrato... No!

Takeshi Kodama stacca in salto dalla distanza... E colpisce in pieno volto Timmy Vandalo con un Kung Fu Flying Kick!!! Raijin Kick di Kodama, che prova subito il pin!

Uno... Due... Tre!!!

Harry Po rimane spiazzato dall'accaduto, non è nemmeno intervenuto per cercare di fermare lo schienamento non ritenendolo possibile con un solo colpo, ma a quanto pare è bastato!

Xue: "I vincitori per schienamento con un Raijin Kick in 3 minuti e 46 secondi sono Takeshi Kodama & Jeffrey Tucker!!!"

Harry Po entra nel ring cercando di rianimare Vandalo, mentre Tucker lo fa per festeggiare con Kodama, con il referee che gli solleva le braccia in segno di vittoria... Ma il loro festeggiamento viene bruscamente interrotto!!!

Una sediata alla schiena di Kodama e una sediata alla schiena di Tucker!
E dietro di loro, in piedi con le sedie bene in vista ci sono altri due membri della Wrestling Training Facility: Jesus Butler e Black Panther X, lottatore già visto apparire in WTF, costando un match niente meno che a Vince Ross!!!

I due consegnano una sedia a Harry Po e ne hanno un'altra pronta anche per Timmy Vandalo, che nel frattempo con qualche sberla in faccia si sta riprendendo...

Per poi venire colpito in testa da Jesus Butler!!!
Vandalo però non va giù, Po lo tiene in piedi e lo colpisce in testa anche Black Panther X!!!
Ancora una volta però Vandalo non viene lasciato cadere, Butler lo trattiene e a colpirlo è Harry Po!!!

Kodama aiuta Tucker a uscire dal ring, per una ritirata strategica, dovuta a inferiorità numerica e armamento del nemico... E la sedia che era stata preparata per Timmy ora è messa a terra per lui...

Perché Jesus Butler lo afferra e connette il suo UKLA Belly to Belly Kneeling Piledriver sulla sedia mettendo definitivamente fuori gioco quello che doveva essere il loro partner Timmy Vandalo!!!

Fullerton: "E' stato incredibile! A partire dal KO con un solo colpo di Kodama, fino al finale..."

Cletus: "Lo scenario ora sembra essere di fatto un nuovo trio per la WTF, una vittoria ancora rovinata dai rivali per la Man House e forse un addio definitivo per Timmy Vandalo!"

Posted Image

Backstage, Genny Suicide è con Cassie

Genny: "Cassie stiamo attendendo l'arrivo di Omega per il Ring of Pain, cosa puoi dirci su questo match"

Cassie non cela in alcun modo il nervosismo mordendosi la nocca del dito indice

Cassie: "Cosa dico?
Sai cosa significa combattere sul ring Jenny?
Significa cadere, significa sbattere e farsi male, la prima cosa che ti insegnano è proprio quella, saper cadere.
Senza quello non puoi fare il resto.
Ma seppur tu possa imparare per filo e per segno tutto abbiamo bisogno di attutire l'impatto ed ecco perchè esistono le protezioni esterne"

Cassie preme le dita di una mano sul pano dell'altra

Cassie: "Quando impatti su qualcosa di morbido il corpo ammortizza la caduta, effetto elastico.
Ma se cadi su e contro qualcosa di duro non esiste nessun tipo di ammortizzamento, l'impatto ti esplode dentro"

Cassie spalanca le dita
Genny osserva seria la mano

Genny: "Quindi ogni mossa eseguita diventa più letale?"

Cassie stringe i pugni

Cassie: "Letale per chi la subisce e per chi la esegue, ogni singolo movimento va calcolato o rischi di non alzarti"

Genny: "Ma Omega è molto preciso nelle mosse"

Cassie guarda la ragazza

Cassie: "Omega"

Il suo sguardo si sposta dietro di lei

Cassie: "Ma non Asura"

Genny si volta ed Omega è lì, elmetto dipinto e poncho nero, tiene la testa bassa e prosegue oltre

Genny: "Quindi cosa..."

Cassie alza la mano

Cassie: "Scusami Genny, ma non è più tempo di parlare, ne parleremo poi"

I due si allontanano.


Posted Image

Nell'arena risuona a pieno volume "War is coming" dei Six Feet Under, un titolo che sembra calzare a pennello con la competizione che sta per essere sancita e con l'evento in cui prenderà piede.

Volkermord appare sullo stage e viene subito accolto con una bordata di fischi. Il wrestler teutonico però si mostra indifferente all'opinione della platea e avanza lungo la rampa senza neppure guardarsi intorno.

Una volta raggiunto lo squared circle il Berliner Annihilator allunga una mano a palmo aperto verso Steed, chiedendogli il microfono. La theme musice viene interrotta e Simon, dopo qualche istante trascorso a squadrarlo da cima a fondo, cede il mic all'Unsterblich.

Volkermord: "Non voglio pronunciare parole scontate ed annoiarvi, non voglio parlarvi di cosa le mie mani sono in grado di fare né delineare il fato che attende Gallego sul ring di WarPath. Oggi sono salito su questo ring con uno spirito diverso... Forse è perché sono passato da un periodo in cui il mio nome faceva tremare le fondamenta di quest'arena ad uno in cui qualche risultato negativo mi ha ricordato che posso ancora fare di meglio, raggiungere una forma fisica e mentale migliore, superiore.
Ero abituato a lasciarmi alle spalle solo cumuli di ossa rotte e a cospargere il mat di colore rosso vermiglio, e ho compiuto l'errore di credere che passando ad un livello di competizione d'elite tutto questo - ciò che sono, ciò di cui sono capace - potesse bastare senza che venissero richiesti sforzi aggiuntivi."

L'Unsterblich inizia a passeggiare sul mat con lo sguardo fisso verso terra, proseguendo la sua riflessione.

Volkermord: "E' facile per un uomo come me cadere in quella trappola, sottovalutare i miei avversari è semplice e naturale, istintivo, un po' come avere un'erezione di fronte ad un bel lato B. Ma adesso il gioco si sta facendo molto duro e sono pronto a mostrarvi qualcos'altro, il mio lato migliore che coincide anche con quello peggiore. Sono pronto a farvi vedere cosa succede quando Volkermord capisce che è arrivato il momento di fare SUL SERIO, e di farlo sfruttando ogni sua minima risorsa, ogni molecola del suo potenziale distruttivo."

Il Berliner Annihilator si volta e fissa lo sguardo in direzione dello stage.

Volkermord: "Jack Gallego... Uno dei miei obiettivi è sempre stato quello di eliminare la feccia che infanga questa disciplina in modo che - un giorno - il wrestling venga purificato e conti solo la presenza di veri guerrieri, combattenti a 360 gradi.
Penso che tu possa essere uno di questi, perché mantenere una cintura stretta alla propria vita per quasi cinque mesi di fila non può essere soltanto un caso. Ma voglio darti un consiglio, un avvertimento... Questa volta, Jack, sarà più difficile. Quello di WarPath sarà il match più duro che tu abbia mai disputato in TWP. Non ti basterà fronteggiare uno dei tanti contendenti e mantenere il tuo trono da Re della Guerra, questa volta... Vedrai nella faccia del tuo avversario il volto stesso della Guerra, questa volta non ti sarà chiesto di rappresentare la Guerra ma di GUARDARLA NEGLI OCCHI, di non indietreggiare, di affrontarla e sconfiggerla, di conquistarla davvero."

Il tedesco, caricato dal significato delle sue stesse parole, inizia a respirare con affanno per lenire l'adrenalina.

Volkermord: "Per conquistare la Guerra dovrai fronteggiare il suo spirito e la sua incarnazione.
Tu sarai emblema della Guerra solo quando avrai distrutto me, Volkermord, THE WAR MACHINE.
Se sei uno di quelli che studia i match del passato per prepararsi a quello da disputare, stavolta non farlo. Perché il Volkermord che vedrai sul ring di WarPath sarà diverso, sarà l'evoluzione più terrificante e catastrofica dell'Unsterblich, una macchina da distruzione che ha perfezionato il suo arsenale.
Perfezionato, si. E' quello che farò, giocherò ogni carta Jack, cercherò l'approccio giusto, tornerò ad allenarmi duramente, rivedrò il mio move set se sarà necessario. Sono disposto a qualunque cosa pur di mettere le mani sul King of War Championship. E tu dovrai fare lo stesso se non vorrai soccombere, dovrai offrirmi il Jack Gallego migliore che abbia mai calcato un ring di wrestling... Riordinare le tue risorse, prendere le migliori e coltivarle ANCORA, perché questa volta rischierai di cadere e se lo farai sotto di te troverai un precipizio pronto ad inghiottire la tua integrità fisica, quella mentale, e anche tutti i successi che hai raggiunto fino ad oggi."

Volkermord adesso torna ad indirizzarsi verso Steed.

Volkermord: "C'è un uomo conosciuto come The Stuntman su questo ring, forse può insegnarti come si fa a sopravvivere ad un'onda d'urto potenzialmente letale. Ma se sei già abbastanza sicuro di te stesso allora limitati a portare il tuo culo qui, ADESSO, e a firmare quel fottuto contratto.”

Il tempo di finire la frase che “Kings Never Die” risuona nell’arena… e sono applausi scroscianti quelli che stasera accolgono Jack Gallego, il King of the War, del Total War Project!

Jack indossa jeans, un giubbotto di pelle ed una t-shirt bianca, senza loghi. La cintura è adagiata sulla spalla sinistra. Per quanto tenti di non darlo a vedere è nervoso. Si dirige, quasi con stizza, verso il ring, allungando il passo cercando di mostrare frenesia anziché timore. Nel momento stesso in cui sale sul ring appare evidente che tra lui e Volkermord c’è un vero e proprio abisso fisico… tuttavia Gallego non indietreggia. L’argentino si avvicina a Steed che porge un microfono anche a lui.

Gallego: “Ho sentito parole di stima nei miei confronti… e ti ringrazio di ciò.”

Gallego sospira, fissa il tedesco con intensità.

Gallego: “Non aspettarti che siano ricambiate.”

Boato del pubblico che applaude Gallego! Il quale attende che gli applausi si calmino, per proseguire.

Gallego: “Non avrò mai rispetto verso chi fa discorsi del tipo il “voler purificare il mondo del wrestling dalla feccia”. Por Dios… ero convinto di aver già messo un chiodo sulla bara del gruppo di nazisti più “famoso” della Federazione, ma tanto per una citazione cinematografica, vedo che gli “emulatori” sbucano dalle fottute pareti.”

Ancora applausi per El Zurdo, ma l’espressione di Volkermord non sembra promettere nulla di buono.

Gallego: “Pensieri di merda del genere, ideologie di merda come quelle che vai propinando fanno si che io non possa nutrire il minimo rispetto per te. Ti temo?
Beh, prenderti sottogamba sarebbe da folli. Ma la vita stessa mi ha insegnato che la paura è una cosa buona.
La paura ti può tenere in vita, la tua paura ti impedisce di compiere avventatezze. Ti temo abbastanza da arrivare a quel match sapendo di non abbassare la guardia… ma la mia paura non mi paralizzerà.”

Adesso Gallego azzarda un sorriso sprezzante.

Gallego: “Anche perché non mi sento come se dovessi affrontare l’impersonificazione stessa della Guerra… no… piuttosto…”

Gallego va a mettere la firma sul contratto, poi fissa Volkermord negli occhi a due passi.

Gallego: “Tutto ciò che vedo, tutto ciò che mi sembra di dover affrontare è la dimostrazione più evidente di cosa succede di fronte ad un abuso di steroidi.”

Volkermord: "Questo ammasso di steroidi concorda con te su una cosa..."

Il wrestler teutonico si avvicina al tavolo e, dopo aver afferrato la penna con la quale aveva appena firmato Gallego, s'appresta a porre sul foglio del contratto anche la sua di firma. Mentre scrive continua la sua frase.

Volkermord: "Arriverai davvero a WarPath sapendo di non dover mai abbassare la guardia."

ATTENZIONE! SHOULDER BLOCK IMPROVVISA SU GALLEGO! Si tratta della BERLIN WALL! Volkermord, dopo aver colto di sorpresa il King of War Champion, lo rialza immediatamente da terra e se lo carica sulle spalle...
ARGENTINE BACKBREAKER STANCE INTO SIT-OUT FACEBUSTER!
Völkerstrasse... ON THE SIGNING TABLE! Il tedesco manda il tavolo in frantumi con il peso di Jack Gallego!

Crowd: "You suck! You suck! You suck! You suck! You suck!"

Il Berliner Annihilator, soddisfatto del suo operato, incrocia per l'ultima volta lo sguardo di Steed. Poi scende dal ring mentre risuona in arena la sua theme music, che però si interrompe subito!

Nell'arena risuona Hey You degli Aspid, la theme che preannuncia l'arrivo del Red Snowman Yuri Bakunin!
Abiti da Spetsnaz e Tonfa in mano il russo si avvicina al ring fermandosi appena fuori. Non sembra abbia interesse ad entrare.
Bakunin: "Jack, cosa farà piccolo tecnico di corrente diventato per sbaglio lottatore.
Quando sarà solo di ring contro di due veri fighter? Questa volta quando tu cadrà giù tu no rialza."
Si sposta in direzione del tedesco ... I due hanno fatto squadra alle Pro Wrestling War della JLW, ma qua è tutt'altra situazione. Nessuno parla.
Bakunin: "Volk tu ha avuto fortuna di me in squadra in federazione di vecchio Leone. Noi ha lottato contro tante volte ... Ma tu sta certo che di questa volta Yuri quando distruggerà te. Lo farà in maniera decisiva ..."

E mentre prima sperava che se ne andasse via il prima possibile, stavolta Simon Steed cerca di trattenere Volkermord sul quadrato, mentre Gallego è immobile tra i resti del tavolo nel ring e Bakunin sembra divertito all'esterno.


Posted Image

"Vada come vada... La tua maschera è caduta e la mia missione completata."

Nell'inquadratura c'è la maschera antigas di Genocide.

"Finalmente oggi combatterai con il tuo vero aspetto, il demone Asura che da sempre tenevi dentro di te ormai è venuto fuori ed è pronto a lottare.
Deve farlo."

Ansimo del Quarto.

"Perché ha fame dice la tenera piccola Cassie... Ed è vero.
Troppi anni l'hai tenuto incatenato, un'intera vita a fingerti ciò che non sei, con la maschera che raccontava al mondo di un ragazzo sfortunato, vittima degli eventi, che si batte con tutto se stesso per superare i suoi traumi.
Ma ora è finalmente libero.
Non dovrà più limitarsi, non dovrà più contenersi o restare sotto la maschera di Caleb Graenwood detto Omega."

La risata di Genocide, come sempre resa malefica dal distorsore vocale.

"Tu non capirai mai Caleb. Omega non capirà mai Genocide. Ma Asura...
Lui mi combatterà con tutto quello che l'hai costretto a trattenere, ma dentro di se, mi dirà grazie.
Con ogni colpo, dopo ogni caduta, ad ogni scontro, con ogni goccia di sudore e sangue che lascerà nel Ring of Pain, lui mi dirà grazie."

Ora Genocide spalanca le braccia.

"E non c'è modo che tu lo rimetta al suo posto dopo questo, perché tu sei un debole, mentre lui al contrario è forte. Molto più forte di quanto tu potresti mai diventare riprendendo il controllo.
E quel che vuoi è questo.
Essere più forte."

Genocide alza un dito della mano dopo ogni aggiunta ora.

"Per rendere tuo padre orgoglioso.
Per ringraziare gli Shinsegumi per quanto hanno fatto per te.
Per scrivere la tua storia in questo mondo.
Per proteggere Cassie."

Ancora la risata, stavolta prolungata per molto tempo, come se Genocide fosse fuori di testa.

"Sei libero ora Omega, libero di non esistere più, libero di liberare Asura.
Grazie a me. Non dimenticarlo mai.
Se mi sopravvivrai, vivrai il resto della tua misera vita, sapendo a chi devi tutto ciò che riuscirai ad ottenere."

Il Quarto incrocia le braccia a X sul petto.

"Quanto a me, ti ringrazio Omega... Perché grazie a te ora so che nessun uomo potrà fermarmi, ma che dovranno ricorrere a un demone per provarci e avere qualche possibilità di successo.
Grazie Omega. E addio."

Le braccia vengono aperte di scatto, il gesto di 'cancellazione' di Genocide e la linea torna alla regia.


Posted Image[/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Il Cavaliere Nero
Member Avatar
AKA Pigmeo
[align=center]Xue: "Il prossimo match è il Main Event della serata ed è un Ring of Pain Deathmatch!
Il primo warrior a presentarsi, con il peso di 80 kg, senza una scuola nel Total War Project, è il Quarto del suo nome, l'uomo in maschera a gas: Genocide!!!"

Celebration of the Fourth risuona e l'Arena gli dedica la peggiore delle accoglienze negative, superando tutte quelle viste finora, fischi, insulti, versacci, manca solo il lancio di oggetti per cui probabilmente stanno solo aspettando qualche minuto.
Genocide senza pensarci troppo percorre la rampa fino al ring, concentrato sull'incontro più che sulla Chesapeake Energy Arena e infine raggiunge il quadrato, dove sale sulla seconda corda di un paletto e fa il suo gesto di 'cancellazione', per poi saltare sulla terza corda e scende dal paletto con una capriola all'indietro.

Xue: "E il suo avversario, con il peso di 77 kg, dagli Shinsegumi, è il Bishamonten, il primo King of War del TWP, il Warrior dell'anno del 2016: Omega!!!"

Parte Dogfight e stavolta l'Arena, al contrario, si scatena per il suo beniamino! Omega, sembra abbastanza incurante dell'accoglienza riservatagli, completamente concentrato sulla sua sfida risolutiva con il suo acerrimo nemico, niente saluti alle transenne e niente saluti sui paletti, Omega entra nel ring e si limita ad avvicinarsi a pochi centimetri da Genocide, per fissare la sua maschera antigas, nel punto dove può vedere i suoi occhi.

Fullerton: "Dovremmo chiamarlo Omega o Asura, secondo te?"

Cletus: "Quello che vediamo è Omega, niente maschera, pittato in faccia e sul corpo, niente interesse per il pubblico o qualunque cosa non sia l'avversario... Ma io so che è Caleb Graenwood, Omega."

Fullerton: "Quindi hai intenzione di continuare a chiamarlo Omega, ok."

Cletus: "Chiamalo come ti pare, amico... Ciò che conta è che stasera farà il culo definitivamente a Genocide!"

Fullerton: "E la stipulazione glielo consente, niente squalifiche, niente schienamenti, niente sottomissioni, si vince solo per KO, ogni arma è ammessa e ogni cosa che li circonda è potenzialmente un'arma!"

Cletus: "Proprio così Nick, agli angoli non ci sono protezioni, all'esterno del ring è stato scoperto il concrete, le transenne sono metalliche come sempre... E in più, hanno tolto anche le coperture dal nostro tavolo!"

Fullerton: "Mi fanno male i gomiti, cazzo! Ridatemi il nostro solito tavolo!"

Cletus: "Come on guy... Potresti esserci tu a combattere un match simile, quindi falla finita!"

Mentre i due commentatori spiegavano le regole ai telespettatori, Xue ha fallo lo stesso per l'Arena e il referee ai due partecipanti alla sfida, quindi dà l'ok al timekeeper e il match può iniziare!

Main Event
Ring of Pain Deathmatch

Shinsegumi vs ?
Omega vs Genocide

Con Omega che parte subito all'attacco di Genocide! Serie di violenti pugni, l'uomo in maschera antigas prova ad alzare la guardia, ma non riesce a fermare l'avanzata del rivale, che lo trascina fino alle corde, quindi lo lancia dalla parte opposta del quadrato, rimbalzo di Genocide e Clothesline di Omega! L'uomo in maschera antigas si rimette in piedi subito, ma Caleb lo blocca subito da un braccio e lo lancia all'angolo... Primo impatto più duro del solito per Genocide che va a sbattere sul ferro che tiene insieme le corde! Rimbalza verso il centro del ring... Dove Omega lo attende per un Dropkick in pieno sulla maschera!

Fullerton: "A questo punto, Omega proverebbe un pin, o scalderebbe il pubblico..."

Cletus: "Ma forse hai ragione tu e dovrei chiamarlo Asura, perché invece continua ad attaccare."

Serie di Stomp di Omega sull'avversario, stavolta Genocide non prova a rimettersi in piedi, ma è Omega a rialzarlo, trattenendolo dal collo in una Front Headlock, quindi indietreggia trascinando il nemico verso le corde... E lo solleva... Solo per poi farlo girare a mezz'aria e mandarlo con le gambe sulla corda più alta per uno Slingshot Suplex! Tenendosi la schiena Genocide si rimette in piedi... Ma Omega salta immediatamente sulla Top Rope e va a connettere uno Springboard Roundhouse Kick!
Il Quarto ancora a terra e Omega lo rialza per poi tenerlo dal collo e portarlo all'angolo e sbatterlo contro il ferro!!! Noooo!!! Genocide si ferma con le mani sulla corda più alta e poi reagisce! Una, due, tre gomitate al volto del nemico, poi un calcio all'addome in rotazione e dopo essersi girato con una ginocchiata alla stessa parte del corpo, per poi bloccare Omega in posizione DDT... E sbatterlo di faccia contro il ferro che tiene insieme le corde centrali!!!

Fullerton: "E ora inizia la guerra... Genocide esce dal ring rotolando sotto la bottom rope."

Cletus: "Sono d'accordo con te, credo andrà quanto prima a recuperare delle armi e questo cambierà le cose completamente"

Genocide cerca sotto il ring per un attimo solamente e tira fuori una sedia, per poi tornare subito nel ring e colpire alla schiena Omega ancora appoggiato alla seconda corda! Una! Due! Tre volte! Quindi lancia via la sedia e afferra Asura in vita... Per un Release German Suplex! Omega non ne ha ancora abbastanza e va a rimettersi in piedi, ma l'uomo in maschera antigas lo raggiunge con uno scatto e lo colpisce in pieno con una Shining Wizard!!! Stavolta è Omega a restare a terra e Genocide va ancora giù dal ring, mentre il referee inizia il conto per il KO!

Uno... Due... Tre... Quattro... Cinque... Omega si rialza mentre Genocide recupera una scala...

E gli corre incontro con uno scatto, Genocide molla la scala e Caleb si tuffa tra seconda e terza corda... Per un Suicide Dive! Chiuso in Tornado DDT!!! Omega Sanction a segno!!! SUL CONCRETE!!!
La maschera antigas di Genocide si ammacca sulla fronte e il pubblico festeggia l'avvenimento, ma da parte di Omega non c'è nessuna esultanza, si limita a prendere dal collo l'avversario e rimetterlo in piedi... Per poi buttarlo contro una transenna metallica! Il pubblico capisce dalla sua postura che è il momento di allontanarsi dalla zona... Rincorsa di Asura... E attacco diretto all'addome di Genocide, che sposta la transenna indietro di almeno un metro!!!
Il Quarto si aggrappa alla transenna per non cadere a terra, ma Omega gli salta al collo e lo stacca con un Hurricanrana... Che si conclude con il Bishamonten sopra l'avversario a riempirlo di pugni alla maschera! Ancora una volta Genocide prova a coprirsi alzando la guardia, ma ancora una volta il suo tentativo è inutile, l'attacco di Omega va avanti senza interruzioni, fino a che non è lui a lasciare perdere e rialzarsi con un urlo liberatorio, mentre il referee conta il suo KO!

Uno... Due... Tre... Quattro... Omega torna sul ring in attesa... Cinque... Sei... Genocide si rimette in piedi!

Il Quarto prova a tornare sul ring... Ma Omega lo raggiunge in corsa con una Baseball Slide!!! Nooooo!!! Genocide stavolta lo anticipa e lo afferra dalle gambe... E dopo una mezza rotazione lo lancia sul concrete, con una 'Giant' Swing!!! Genocide va all'apron e recupera dal ring la sedia abbandonata precedentemente, poi va a mettersi in piedi sull'apron... Omega si rialza, ma l'uomo in maschera antigas scatta sull'apron e gli si lancia addosso... Per il suo Flying Spinning Corkscrew Leg Lariat con la sedia d'acciaio!!! The Bigger Bang!!! La Kaboom nella sua versione originale va a segno in pieno e mentre Genocide sembra restare a terra solo per recuperare a differenza dell'avversario, con il referee che conta entrambi per il KO!

Uno... Due... Tre... Quattro... Cinque... Genocide rotola su un fianco e si rialza con l'aiuto di una transenna... Sei... Sette... OttOra anche Omega si rimette in piedi!

Ma Genocide lo raggiunge di corsa e lo colpisce con un Bycicle Kick!!! Nooooo!!! Stavolta il colpo viene evitato ed è lui ad andare a segno con un Lariat appena l'avversario si gira!!! Burning Wild Strong Style Lariat di Omega che stende l'avversario e poi va a terra in ginocchio per i colpi precedenti.
Il Bishamonten riesce comunque a rialzarsi prima dell'avversario e appena Genocide si rimette in piedi, lo blocca e connette un Saito Suplex!!! Daisetzukan Oroshi sul concrete del primo King of War del TWP!

Fullerton: "Dopo un colpo che poteva metterlo KO, come già fatto in passato, Asura si è rialzato e ha connesso due colpi violentissimi e ora potrebbe essere lui ad aggiudicarsi la vittoria!"

Cletus: "Una dopo l'altra, due dei primi colpi risolutivi di suo padre, Caleb sta riportando in scena gli albori della famiglia Graenwood! E ora il referee conta per Genocide!"

Uno... Due... Tre... Quattro... Cinque... non è ancora finita! Il Quarto è riuscito a raggiungere il tavolo dei commentatori... Sei... Sette... Otto... E si rimette in piedi, appoggiando le mani al tavolo!

Omega però stavolta non sembra volergli concedere tregua, si è armato della scala che aveva tirato fuori l'avversario e la usa per colpire Genocide alla schiena! Una! Due! Tre volte! Fino a che il Quarto non è definitivamente appoggiato al tavolo, quindi Omega lo prende dalle gambe e lo manda a sdraiarsi, scomodando Nick 'The Big Mouth' Fullerton e Cletus, che fanno un passo indietro immaginando cosa stia per succedere! Il Bishamonten apre la scala nei pressi del tavolo di commento e poi inizia a salire!!!

Fullerton: "Andiamo Omega... Non serve farlo..."

Cletus: "Ma finiscila! Tutti qui vogliono che lo faccia! Tu vuoi solo restare comodo!"

E ignorando le preghiere di Fullerton, Omega si lancia con un Double Stomp dalla cima della scala!!! Con la RashomoNoooo!!! Genocide si sposta in tempo e Omega si fracassa contro il tavolo, distruggendolo nell'impatto! Asura si tiene le gambe dolorante, potrebbe essersi infortunato seriamente dopo il colpo subito e Genocide non sembra passarsela molto meglio, a terra di fianco a lui, con l'arbitro che conta entrambi!

Uno... Due... Tre... Quattro... Cinque... Sei... Genocide si rimette in piedi, addirittura aggrappandosi a Fullerton per farcela... Sette... Otto... Non va avanti! Claudicante anche Omega si rialza...

Ma viene subito bloccato alle spalle dal nemico!!! Genocide solleva di peso Omega e connette la Omega Driver!!! Third Day Comeback sui resti del tavolo appena distrutto!!! Il referee inizia nuovamente il conteggio, ma il Quarto gli fa segno di lasciar perdere e va a sua volta sulla scala, fino in cima... Dove finalmente si lancia nel vuoto per una Spiral Tap!!! Kansas City Shuffle che va a segno!!! Il referee può iniziare un nuovo conteggio per entrambi immobili a terra!

Fullerton: "E nonostante l'esecutore, il pubblico non può esimersi dal complimentarsi con lui!"

Cletus: "E in generale con entrambi, non stanno risparmiando energie o cercando di evitare impatti e le ripetute cadute sul concrete lo dimostrano!"

Uno... Due... Tre... Quattro... Cinque... Sei... Genocide si risveglia! Sette... E rotola via dai detriti, per rialzarsi con l'aiuto della gabbia... Mentre anche Omega sembra iniziare a riprendersi... Otto... Nove... Genocide è in piedi appoggiato alla scala! Dieciriesce anche Omega!!! Che si rialza in piedi e poi barcolla fino a crollare dall'altra parte della scala!

E Genocide vede il suo crollo come un richiamo! Passa dall'altra parte della scala e prende dal collo Omega sbattendolo un paio di volte contro la stessa! Per poi colpirlo alla schiena con dei pugni e fargli salire i gradini uno dopo l'altro, fino a tornare nuovamente in cima... Dove blocca Omega dal collo... E lanciarsi!

PER UN BACKFLIP STO!!! WRESTLER HOLOCAUST DALLA CIMA DELLA SCALA!!! CHE FA VOLARE I DUE OLTRE LA TRANSENNA SOPRA GLI SPETTATORI!!!

HOLY SHIT!
HOLY SHIT!
HOLY SHIT!
HOLY SHIT!

E' l'urlo dei tifosi non schiacciati dai due lottatori, che probabilmente grazie a loro riescono almeno in parte ad attutire la caduta e non hanno bisogno del conto del referee stavolta!
Si rialzano entrambi e iniziano a colpirsi con dei pugni tra la folla che li incita uno alla volta a rispondere all'attacco precedente, mentre il referee scavalca la transenna e chiede spazio al pubblico per la correttezza dell'incontro!
Che prosegue sulla stessa lunghezza d'onda, ad avere la meglio sembra Genocide che riesce ad attaccare il doppio delle volte dell'avversario e lo trascina sempre più lontano dal ring, facendo spostare una fetta sempre più abbondante di pubblico, fino alle scale per il settore più alto... Ma Omega non sta a guardare nonostante tutto e messo con le spalle al muro reagisce in maniera furibonda, con una mitragliata di pugni alla maschera antigas, di cui le fattezze sono ormai irriconoscibili, e poi con dei calci al petto dell'avversario, per poi bloccarlo dal collo e schiantarlo immediatamente! Con la Stoner Sunshine sugli scalini dell'Arena!!!

Fullerton: "Un colpo potenzialmente da KO!!! Con questo Asura potrebbe aver la meglio su Genocide!!!"

Cletus: "Ma non sembra interessargli! A quanto pare Omega non ha la minima intenzione di aspettare i dieci secondi!!!"

Omega va infatti a sollevare Genocide dal collo... E lo blocca per una Dragon Sleeper! Per poi procedere a ritroso lungo i gradini del palazzetto, salendo a un settore più alto... Ma non è ancora soddisfatto e va oltre, ancora più su, in modo che tutto il pubblico di Oklahoma City e del Total War Project possano vederlo all'opera... Per poi infine buttarsi a terra sotto Genocide e avvinghiarsi con le gambe al corpo del rivale... Chiudendo la Omega Blade!!!
Il Bishamonten chiude l'avversario nella sua manovra di sottomissione letale e Genocide sembra non avere nemmeno lontanamente le energie necessarie per liberarsi! Muove le braccia all'aria alla ricerca di un miracolo, probabilmente, ma ben presto deve arrendersi e limitarsi allo sforzo per tenere le braccia di Omega abbastanza lontane dal suo collo, senza però riuscirci!!! La presa è salda, non c'è modo di liberarsi e alla fine le braccia di Genocide smettono di tentare di fronteggiare la forza dell'avversario e crollano lungo i fianchi! Il referee prende un braccio del Quarto e lo solleva, per poi lasciarlo cadere... E va giù!!!

ED EVITA DI FARLO PER ALTRE DUE VOLTE!!! CHIAMANDO IMMEDIATAMENTE IL KO DI GENOCIDE!!!

Xue: "Il vincitore per KO tecnico con la Omega Blade in 34 minuti e 49 secondi è Omega!!!"

Fullerton: "Asura ha fatto perdere i sensi all'avversario e la vittoria che mette la parola fine alla loro rivalità è sua!"

Cletus: "E dopo una sfida simile il pubblico sembra avere solo una cosa da chiedergli!"

UN-MASK-HIM!!!
UN-MASK-HIM!!!
UN-MASK-HIM!!!
UN-MASK-HIM!!!

E così, trattenendo ancora l'avversario dal collo Omega lo rimette in piedi... E' pronto a smascherarlo e rivelare finalmente chi si nasconde sotto l'identità del Quarto Genocide una volta per tutte!!!

E INVECE NOOOOOOOO!!!

Asura lancia giù da quell'altezza Genocide!!!
E la regia sulla sua caduta nel vuoto dopo aver perso i sensi, interrompe il collegamento, mettendo fine alla puntata numero 64 del Total War Project!!![/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
ZetaBoards - Free Forum Hosting
Join the millions that use us for their forum communities. Create your own forum today.
Learn More · Sign-up for Free
« Previous Topic · Show · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR