Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
TWP #75; Stoned come Billy Stone e Robert Stones
Topic Started: Jun 27 2017, 02:27 (150 Views)
Il Cavaliere Nero
Member Avatar
AKA Pigmeo
[align=center]Prime immagini dalla Selland Arena di Fresno, anzi dal suo esterno.

“Buonasera spettatori! Sono la vostra Genny Suicide.”

L'intervistatrice sempre poco vestita ci accoglie con un raggiante sorriso.

Genny: “Siamo qui, ancora una volta nel parcheggio di un'arena. Ancora una volta per parlare di new Turkish order. La settimana scorsa ho avuto, non so se definirla la fortuna o la sfortuna, di registrare quanto accaduto tra Hun Baldone e Tommy Kent.”

Pausa.

Genny: “Questa sera siamo qui perché come noto, il new Turkish order ha annunciato che presenzierà all'evento, e per farlo ha affittato la Vip Box della Selland Arena. Siamo nel parcheggio... e questo alle mie spalle è l'ingresso esclusivo che porta alla luxury suite della struttura.”

L'inquadratura si sposta sull'ingresso alla Vip Box: un ascensore (anzi un mini-montacarichi a giudicare dalla capienza) con tanto di tappetino rosso.

Genny: “Come vedete c'è anche la sicurezza della Sellan Arena. Anche se non mi è chiaro se proteggeranno l'nTo da qualcuno... o noi dall'nTo.”

Un rumore di motore attira l'attenzione di Genny.

Genny: “Ecco credo che siano arrivati.”

Ed infatti due autovetture entrano nel parcheggio: un suv nero seguito da una limousine bianca.

Genny: “Sì, sono sicuramente loro, proviamo ad avvicinarci ulteriormente.”

La ragazza e il suo cameraman avanzano ma vengono bloccati dalla sicurezza.

Sicurezza: “Per favore, questa è una zona riservata.”

Genny: “Ma noi siamo del TWP.”

Sicurezza: “Questa è la politica della struttura, massima privacy per gli occupanti della Vip Box.”

Genny: “Ma questo è assurdo!”

Le due macchine si sono fermate. Rumore di sportelli che si aprono e di passi.

Genny: “Presto, inquadra!”

La telecamera prova a catturare le immagini di questo arrivo. Notiamo Ismail uscire dal suv, e Mehmet Arkin dalla limo... ma la sicurezza impedisce di filmare con calma. Mani sull'obiettivo (sembra una puntata di “Striscia la Notizia”).

Genny: “Ma questo è inaudito, vi ricordo che siamo del TWP!”

Sicurezza: “Per favore, allontanatevi.”

Ma una voce interrompe il dialogo tra l'intervistatrice e i “buttafuori”.

??: "Ragazzi ragazzi, per favore. La signorina sta facendo solo il suo lavoro. Lo so, lo so, anche voi state lavorando ma questa è una richiesta diretta degli occupanti della Vip Box, di chi vi sta pagando diciamo. Lasciamo che la signorina possa dare al suo pubblico ciò che più desidera: Il new Turkish order!"

Subito la camera si sposta, ed ecco in tutto il suo splendore: Mehmet Arkin.

Genny: “Signor Arkin! Permette delle domande?”

Mehmet: "Certo, avvicinati pure."

Una guardia scatta per bloccare l'intervistatrice

Mehmet: "Calmo, mi assumo io la responsabilità di ogni cosa."

La guardia si tranquillizza e lascia passare la Suicide

Genny: “Grazie Mehmet. Siete qui questa sera...”

Mehmet: "… per goderci uno show con tutte le comodità che si possono permettere delle star del settore come noi. Amiamo il lusso e l'agio e vogliamo avere il miglior trattamento possibile."

Genny: “Nella Vip Box?”

Mehmet: "Certo. I servizi offerti dalla Vip Lounge alleviano la sofferenza di vedere uno spettacolo come il TWP. È come quando aspetti la coincidenza con un altro aereo. È qualcosa di fastidioso, ma un conto è aspettarlo nella lounge per i clienti della business class, un altro conto aspettare l'aereo davanti al gate in mezzo a bambini urlanti e cose simili. Spero di essere stato chiaro e di aver usato una metafora vicina a te... anche perché io di solito utilizzo il mio jet privato."

Mehmet se la ride di gusto.

Genny: “Il pubblico non apprezza queste parole!”

Mehmet: "Quello che pensa il pubblico del TWP non mi tange. Noi abbiamo pagato il biglietto molto salato e abbiamo tutto il diritto di goderci un servizio che la vostra federazione fornisce a chi ovviamente può permetterselo. Che si metta il cuore in pace tutto lo staff del TWP."

Genny: “Avanti, cosa avete in mente?”

Mehmet: "Mangiare, bere, guardare il maxi schermo in 4K, farsi servire da qualche cameriera carina che non ha avuto la tua stessa botta di culo e che deve limitarsi a portare dei vassoi piuttosto che reggere un microfono, farsi due risate ascoltando quei cabarettisti di Raven e Steed."

Genny: “Quindi siete venuti qui a provocare?”

Mehmet: "Nah che provocare? Non ha senso provocare gente come RRR e Steed. Li hai sentiti parlare la scorsa settimana? Devo provocare gente che si presenta e si esprime in quel modo?"

Mehmet fa una strana vocina.

Mehmet: "NOI NON TRATTIAMO CON I TERRORISTI...BLA BLA BLA."

Chiaro riferimento a quanto detto da Steed

Mehmet: "Nessuna provocazione. Comunque lascia che ti presenti un amico. Sarà di sicuro uno dei migliori incontri che potrai fare nella tua misera carriera di intervistatrice del TWP."

Ed ecco che alle spalle di Arkin si “materializza” un uomo mascherato, lo stesso che abbiamo visto sia ad “Anarchy Day” che nell'inganno contro Tommy Kent.

Genny: “Lui chi è? È forse l'uomo che ha interferito nel match dei Das Extinction contro Unmovable Objects?”

Mehmet: "In carne ed ossa. Lui è la prossima stella di questo business. Un talento nato per questo spettacolo. È il portatore di giustizia, "The Flying Assasin" MURAD!"

Inchino del mascherato e Mehmet riprende la parola.

Mehmet: "Come spero tu sappia, in questo tempo mi sono ritirato dalla competizione lottata ma ho mantenuto vivi i miei affari in questo mondo, oltre a continuare la mia carriera di attore e anche regista. In questo tempo, anche con l'aiuto di mio fratello Selim, abbiamo cercato qualcuno che potesse continuare a gestire la parte "fisica" di questo business. E visto che per vostra sfortuna non esiste un terzo fratello Arkin, ho girato palestre, dojo per trovare un degno soldato. Ed Eccolo, MURAD, The Flying Assasin..."

MURAD ringrazia e parla.

MURAD: "Io sono MURAD, sono la giustizia che cala dall'alto. Sono l'assassino volante che precipita in picchiata su i nemici del new Turkish order. Sono il dubbio che si insinua sotto la vostra pelle, che vi scava da dentro, che vi divora silenziosamente. Io sono MURAD e se non mi conoscete imparerete a conoscermi, così come hanno imparato a farlo i Genocide. Chi pensa di essere più furbo di MURAD scoprirà che si sbaglia a sue spese!"

Murad ha appena finito di parlare, quando ecco che un altro personaggio entra in scena.

??: “Che succede qui? Dobbiamo salire, gli antipasti ci aspettano.”

Genny: “Kemal!”

Anche Kemal è qui.

Kemal: “In persona, signora. Piacere di conoscerti.”

Mehmet: "Kemal la signorina, inviata dagli alti piani del TWP, voleva sapere che ci fa l'nTo qua..."

Kemal: “Che facciamo qui? Avanti, Simon, puoi scrivere delle domande migliori per i tuoi dipendenti. Miss Genny, la situazione nelle ultime settimane non è cambiata. Noi vogliamo una sola cosa, un incontro pubblico con un leader di una delle vostre palestre, ovvero il signor Alexander Oturk. Ti sembra una richiesta difficile da esaudire?”

Genny: “Ma... ma...”

MURAD: "Nessun ma. Birader Kemal non ama ripetersi e il tuo capo ultimamente lo sta obbligando a ripetersi fin troppo."

La voce di MURAD si alza rimanendo ferma e decisa.

MURAD: "La richiesta del new Turkish order è tanto semplice e chiara che anche uno stupido che si permette di dire che non tratta con i terroristi riuscirebbe a capirla. Riporta queste parole di MURAD... riporta la richiesta del new Turkish order al tuo capo."

Mehmet sorride nel vedere l'intensità del suo "protetto".

Mehmet: "Fai questo favore Genny ad un gentiluomo come me, vai da Simon e portagli questa registrazione. Digli che un vecchio amico gli manda un messaggio."

Kemal: “Avanti, andiamo a goderci... lo show...”

Attimo di pausa teatrale. I turchi si allontanano verso l'ascensore, dove ci sono altri ad attenderli.

Kemal: “O ad essere parte di esso!”

Kemal allarga le braccia con fare sarcastico.

Genny: “Un attimo...”

Sicurezza: “Il vostro tempo è finito, per favore... allontanarsi, grazie.”

E le immagini sfumano.


Posted Image

LOCKER-ROOM

Ormai pronti per il loro match, troviamo Jesus Butler e Dylan McZax. Il rookie proveniente dalla UCLA è in piedi, pronto e baldanzoso. L'Albionic Panther, seduto su una panca di legno, si sta fasciando i polsi con delle wristbands leggermente usurate.
Con loro, nello spogliatoio, ci sono anche Black Panther X ed Harry Po.

Butler: "Ya know Ol'D... ho fatto i compiti per questo match."

Dylan solleva per un istante lo sguardo verso il suo rookie.

McZax: "Hai studiato gli avversari? Bravo Jess."

Butler: "No man, fanculo gli avversari. Ho studiato altro."

McZax: "Ovvero?"

Butler si rannicchia, per mettersi alla stessa altezza del Mentore, seduto.

Butler: "Listen up: adesso ti faccio una lista di nomi, e tu mi dici cos'hanno in comune: Daniel Stuart, Pedro Da Reis e/o Black Panther P, Stewart Farrell..."

McZax: "Pedro e Black Panther P erano la stessa persona..."

Butler: "Lo so."

Dylan sorride.

McZax: "E' ovvio che sia io la cosa che hanno in comune. Sono stati tutti miei tag-team partner."

Butler: "Fuochino, Ol'D. Oggi sei stranamente modesto. Questi non sono solo stati tuoi "tag-team partner". Con tutti loro, e due volte in due fed differenti con Pedro, sei stato tag-team champion. Cazzo Dylan, fare coppia con te è come mettere i soldi in banca, porti al successo chiunque. Praticamente sei arrivato ai tag-team titles con chiunque tu abbia fatto coppia, perfino con una pippa come Stewart Farrell!"

McZax: "Well, non proprio tutti in realtà. Con Charlie Catiati non ci sono riuscito... ma ero davvero giovane all'epoca."

Butler: "Charlie Catiati? E chi cazzo è?"

Dylan si alza, sospirando.

McZax: "Un idiota, ma ogni tanto mi manca."

Anche Butler si rialza.

Butler: "Cazzo, Dylan sei il single competitor che forse ha vinto più di chiunque altro nella categoria tag-team. O quasi, perchè qualcuno ha un palmares simile al tuo."

Dylan inarca un sopracciglio.

McZax: "E quel qualcuno è Red Revolution Raven, giusto?"

Butler: "Bingo."

Dylan sbuffa.

McZax: "E' abbastanza facile, quando si parla di record relativi a cinture vinte, sparare come primo nome quello della più grande belt whore del nostro business, assicura alte probabilità di successo."

Butler annuisce.

Butler: "B-West ai tempi della MPWA. Steed in WFS e anche una vittoria con Jack Leone. Now, man... OK, il nostro scontro di stasera non è un match titolato quindi, succeda quel che succeda, tu ed il corvaccio ve la giocherete in un secondo momento. Ma se vogliamo farne una questione di match-up, diciamo che per esperienza, palmares, costituzione fisica e quant'altro, tu e Raven ve la giocate in sostanziale parità."

Dylan si massaggia la nuca.

McZax: "Uhm... si. In realtà credo di essere stato colui che, più di ogni altro, l'ha quasi costretto al ritiro. Purtroppo non sono arrivato a rompergli il collo."

Butler: "OK, ma il punto è un altro: se tra te e Raven è parita, vorrà dire che se vogliamo vincere il match, dobbiamo sfruttare un mismatch dove siamo più avvantaggiati."

Dylan annuisce e sorride.

McZax: "In pratica, stai dicendo che se vogliamo vincere... devo puntare su di te."

Butler: "No, sto dicendo che se vogliamo vincere, dobbiamo puntare su Rushmore. Raven è Raven, OK? Ma Kevin... è solo un lagnosetto figlio di puttana, mal sopportato perfino dai suoi stessi "compagni di scuola". Forse loro penseranno lo stesso di me, che io sia l'anello debole del nostro team... ma tu LO SAI che valgo almeno due volte quello sfigato."

McZax: "E' vero, lo so. [silenzio per qualche secondo] Hai studiato una buona tattica, Jesus. Faremo in modo di convertirla in una buona strategia di gara. A quanto pare, ci tieni a vincere questo torneo."

Butler: "Ci tengo a vincere e basta, Ol'D. Del torneo in sè me ne frega un cazzo. Sai che non vado appresso a stà stronzata della categoria "rookie". Ma a quanto pare, il fatto che io me ne disinteressi, ha messo in luce delle emerite teste di cazzo come quel figlio di papà di Masters. O Logan, al quale hanno riempito la testa con tutte quelle cazzate del Bushido, ed ora pensa di essere uno dei Cinque Samurai."

McZax: "Non erano sette?"

Butler: "Parlavo dei cartoni animati."

Dylan ridacchia, poi da una pacca sulla spalla del suo allievo.

McZax: "Sai, dopo aver perso due volte di fila con Vince Ross, ho cominciato a pensare di essermi un po' arrugginito. Ma mi sa che stasera mi divertirò a combattere al tuo fianco. Andiamo adesso..."

Mentre Dylan si avvia verso la porta, Butler si volta verso i suoi compagni di squadra nel team "trios" della WTF.

Butler: "Mi raccomando, voi due... guardateci le spalle."

Sia Black Panther che Po annuiscono, Butler mostra loro le nocche del proprio pugno destro, e gli altri due avvicinano a loro volta il proprio pugno. Poi Jesus segue Dylan e la linea torna alla regia.


Posted Image

Locker room del Raven's Nest, al suo interno c'è il solo Red Revolution Raven che si sta preparando per il tag team match in cui lotterà al fianco del suo allievo Kevin Rushmore contro Dylan McZax e Jesus Butler. Ecco aprirsi la porta del camerino ed è proprio Rushmore, in abiti civili e col borsone a tracolla, a raggiungere il suo mentore: senza dire nulla, il giovane rookie inizia a cambiarsi. Raven lo osserva per qualche istante prima di rivolgergli la parola.

RRR: "Si può sapere dov'eri? Sei in ritardo..."

Nessuna risposta da Rushmore che guarda in cagnesco Raven e poi riprende a vestirsi.

RRR: "Kevin, ti ho fatto una domanda. Ti conviene rispondermi prima che mi incazzi."

Rushmore: "Perché dovrei? Voi non considerate me e allora io non considero voi."

RRR: "Ma di cosa stai parlando?"

Rushmore: "Lo vedi? Ti sei già dimenticato quello che tu e Scott mi avevate promesso!"

RRR: "Aspetta..."

Rushmore: "Mi avevate detto che saremmo andati tutti insieme da Steed e che avremmo fatto valere le nostre ragioni così avrei avuto la possibilità di tornare a competere per il Rookie Title! - Rushmore mima un applauso ironico - Sarete soddisfatti, immagino..."

RRR: "Kevin... Io sono senza parole..."

Rushmore: "Vorrei ben vedere!"

RRR: "Vorrei ben vedere un cazzo! Hai forse dimenticato tutto quello che è successo? Magari non ti interessa però dopo che noi abbiamo battuto l'Escuela è arrivato il new Turkish order, devo averti parlato di loro qualche volta, e ha interrotto i nostri festeggiamenti, e ora a quanto pare quei bastardi continuano ad aggirarsi nelle arene in cui noi andiamo con il Total War Project per rovinare il nostro spettacolo finché non troveranno i coglioni che stanno cercando... E questo è un grosso problema per tutti, soprattutto per me, e mi impedisce di pensare seriamente a tutte le altre questioni a cui dovrei pensare, tra cui anche quella relativa a te e al rompicoglioni che sei!"

RRR: "In secondo luogo, ti vorrei far notare un'altra cosa, Kevin... Questa sera lottiamo insieme ancora una volta, con la piccola differenza che siamo dentro ad un torneo il quale ci dà la possibilità, vincendolo, di avere una shot al Rookie Title... Sbaglio o è proprio quello che vuoi tu?"

Rushmore: "Io non merito di dover stare in un torneo e di dover lottare ancora per andare contro il campione... Quella shot mi spetta di diritto e Steed mi sta privando di un mio diritto!"

RRR: "Ok, sono d'accordo... Ma perché abbassarsi al suo livello? Se lui si sta davvero comportando da infame nei tuoi confronti, perché perdere tempo a pestare i piedi fuori dal suo ufficio quando possiamo dargli una lezione che non scorderà mai più?"

Rushmore sembra essere tutt'orecchi.

RRR: "Ti racconto una storia, Kevin, ascoltami attentamente: tempo fa, mi scontrai con Daniel Stuart, uno dei più stretti collaboratori di Dylan McZax, il nostro avversario di stasera, e fu una delle battaglie più dure di tutta la mia vita. Sai perché? Perché Daniel non si limitò solamente a lottare contro di me sul ring, ma lo fece anche fuori... Non sto a raccontarti per filo e per segno tutto quanto, ma ti dico solo che ho rischiato di finire in carcere..."

Rushmore: "COSA?!? In carcere?!?"

RRR: "Proprio così... Ma sai io cosa ho fatto? Non ho messo in mezzo avvocati e tribunali come ha fatto lui, ho messo sul piatto tutto me stesso e tutto quello di cui ero in possesso... E alla fine ho vinto! Ho sconfitto Stuart e ho riconquistato tutta la mia libertà! Capisci quello che voglio dirti, Kev? Noi non piangiamo se la vita ci fa male, non usiamo sotterfugi per sfuggire alle schifezze che ci propone la quotidianità, noi affrontiamo tutto quanto a testa alta e col petto in fuori... Perché siamo il Nest e siamo più forti di qualsiasi cosa! E' chiaro?"

Rushmore: "S-sì..."

RRR: "Molto bene... Adesso finisci di prepararti e poi andiamo che manca poco al match..."

Rushmore: "Ok... Però..."

RRR: "Cosa?"

Rushmore: "Poi andiamo comunque da Steed? Così, per sicurezza..."

Il facepalm di Raven è l'ultima cosa che vediamo prima che il collegamento si chiuda.


Posted Image

Master & Apprentice Tournament
Tag Team Match

Raven's Nest vs Wrestling Training Facility
Red Revolution Raven & Kevin Rushmore vs Dylan McZax & Jesus Butler

Primo match della serata e prima tra le tre sfide tra Maestri e Apprendisti, con in campo probabilmente due dei, se non i due più grandi nomi coinvolti.
Red Revolution Raven sfida subito Dylan McZax a partire dal primo minuto, ma vedendo che l'altro Maestro preferisce mandare avanti l'allievo, anche RRR si convince e la sfida inizia con Kevin Rushmore e Jesus Butler sul ring. Ben presto però, il piano di McZax è svelato, Butler sfrutta la sua forza per immobilizzare e portare al suo angolo Rushmore, per dare il cambio al suo allenatore. A questo punto, McZax e Butler iniziano a colpire in coppia Rushmore, sfruttando la superiorità numerica e dei rapidi cambi, tutti i loro tentativi di pin si fermano al 2 però, e l'ultimo è bloccato solo dall'intervento di Red Revolution Raven con un tuffo su Jesus Butler!

A questo punto RRR, stufo di aspettare inizia a colpire McZax, nonostante nessuno dei due sia l'uomo legale, fino a trascinarlo fuori dal ring, lasciando soli sul quadrato i due allievi. Butler prova immediatamente a chiudere la sfida con la sua UKLA, ma finalmente sfruttando il momento di fiato procuratogli dal suo maestro, Rushmore riesce a reagire con una scarica di pugni e porta Butler alle corde, JB però si attacca per avere il rope break... E poi connette un Eye Poke! Rushmore indietreggia e Butler ha di nuovo spazio per attaccare, ma Kevin reagisce di rabbia e istinto e connette un durissimo Yakuza Kick! Gold Rush seguita dal pin... Solo 2!

Rushmore ha una grande occasione ora e prova a sfruttarla dalla corda più alta, sale sul paletto ed è pronto per la Adrenaline Rush... Ma va a vuoto! Red Revolution Raven e Dylan McZax intanto raggiungono i rispettivi angoli e spronano i loro allievi per il cambio! Rushmore e Butler iniziano a strisciare e per primo arriva JB! Dylan prende il cambio e va subito a fermare Kevin da una gamba, per poi andare a sottometterlo con una Ankle Lock... No! Rushmore si gira e si libera con un violento Enziguiri! E poi si lancia per il cambio a Red Revolution Raven! Che attacca subito McZax, serie di colpi lancio alle corde ed Heavy Rotation Crossbody! Dylan prova a rialzarsi e Raven gli è di nuovo addosso, ancora una scarica di colpi e poi un Toe Kick e un Package Piledriver! Kevin Steen Rulez! Schienamento di Raven! Fermato al 2 da Butler!!!

Il rookie della WTF prova ad attaccare Raven, che però si libera rapidamente di lui e connette un Falling Neckbreaker! Quindi va sulla corda più alta e si sbarazza di Butler con la Boys Don't Cry Frog Splash! Butler non può essere schienato, RRR si limita quindi a buttarlo fuori dal ring e poi torna su Dylan McZax lo rialza e c'è la reazione... Calcione e The Signature!!! L'Albionic Panther capovolge l'esito dell'incontro con il suo Double Underhook Reverse Facebuster!!! Schienamento di McZax!!! E a un attimo dal 3 arriva Rushmore con un Flying Double Foot Stomp!!!

Il referee rimanda Rushmore al suo angolo e i due capi delle palestre cercano in ogni modo di raggiungere i rispettivi angoli, alla fine ci riescono e c'è un doppio cambio per gli allievi! Rushmore parte a razzo e prova una seconda Gold Rush! Butler però evita il colpo e appena Rushmore si gira connette il suo Light My Fire Superkick! Poi va nuovamente per la UKLA!!! Nooo!!! Interviene Red Revolution Raven a fermarlo! Nooo!!! Dylan ferma Raven impedendogli di fermare Butler! E UKLA a segno!!! Noooo!!! Rushmore si libera e capovolge la situazione a suo favore... Noooo!!! Ancora no! Butler con una proiezione da lotta greco romana lo porta a terra e lo mette spalle a terra per poi sedersi sopra di lui! C'è lo schienamento!!! Rushmore prova a liberarsi in ogni modo... Ma Butler si aggrappa con una mano alla middle rope mantenendo la posizione!!! E arriva il 3!!! Non arriva in tempo Red Revolution Raven e il referee non si accorge di niente! Il match finisce qui!

Xue: "I vincitori per schienamento con un Illegal Pin in 14 minuti e 22 secondi sono Dylan McZax e Jesus Butler!"

Posted Image

20 Agosto 2017, ore 10:55.
Golden Cube di Chicago, Illinois.

Ci troviamo in un ufficio al secondo piano, l'ufficio pubblico del nuovo proprietario del Gold Fist Club, si tratta di Walter Scott Simond Senior; l'ufficio esclusivamente in legno, alle sue spalle una bandiera confederata appesa poco sotto delle corna di bisonte.
Con lui troviamo uno dei figli, anzi la figlia ... Dixie Simond che in quanto a prestanza fisica ha preso tutto dal padre, non ha nulla di femminile.

Walter: "Sinceramente a me non me ne fotte un cazzo se il torneo per il titolo della tua scuola è fermo da mesi. Tuo fratello Scott non ha il cazzo di spazio per pubblicare un torneo tra fottutissimi dilettanti."

Dixie: "Non hai capito una mazza, non ti sto chiedendo niente. Ti sto dicendo che lo farò comunque, che tu lo trasmetta in TV o meno.
Quella è la scuola mia e di mia sorella."

Walter: "Cazzo centra l'altra figlia di tua madre? Quella storta deve rompere il cazzo anche qua?"

La diatriba familiare viene però interrotta dall'arrivo di un membro del Club, si tratta di Robert Stones, Dixie lo guarda e dopo essersi alzata fa per andare via, ma prima si volta un'ultima volta verso il padre.

Dixie: "Cerca di risolverla. Punto."

Sbatte la porta alle sue spalle mentre Walter scuote la testa scocciato.

Walter: "E tu che vuoi? Dio caro per qualunque cazzo di cosa parlate con lo zoppo, non con me, ho i miei affari qua."

Robert: "In realtà è proprio con lei che devo parlare ... non ha visto che presto dovrà lottare nel Total War Project nel Master & Apprentice Tournament!?"

Il Boss sospira, quindi fa per alzarsi.

Walter: "Usciamo da qui, mi sono rotto già abbastanza i coglioni di parlare con gente nel mio ufficio, scendiamo in palestra."

Simond esce fuori dal piccolo ufficio, quello per gli incontri pubblici e si incammina verso le scale.

Walter: "Gestire una scuola non è diverso da gestire dei figli. O parlare con delle ex mogli ... ed io ne ho ben quattro di fottute ex mogli."

Robert: "Immagino"

Walter: "Non mi interessa un cazzo se lo immagini o meno. Fammici arrivare: Una cosa che odio delle donne e dei bambini è che quando vogliono chiederti qualcosa o vogliono parlare non vanno mai al punto.
Che cazzo è questo torneo?"

Robert: "Lei non segue gli show del Total War Project?"

Walter: "Ho una mia federazione da gestire, fregan'cazzo delle altre. Voi siete qua solo perché mi piace tenere sotto contratto i vincenti. E le vostre vittorie sono le mie vittorie. Il resto è tutto in mano a Wolfram.
Ma se devo partecipare a qualche torneo, così sia. Non lotto da tre anni e l'ultima volta era un MMA Rules Match in Canada contro un fottuto italiano."

I due imboccano le scale che presto li portano al piano terra dove si trova la palestra.

Robert: "Affronteremo Mr.Khan ed il suo allievo Trevor Master, due lottatori di tutto rispetto, entrambi ex campioni ed anche Mr.Khan è a capo di una federazione, oltre che lotta più spesso di lei."

Walter: "Io non sono un wrestler professionista dal lontano 1988 ma questo non vuol dire che non ho fatto altro, sono un ex campione di MMA e quello non è come il wrestling ... non fare il coglione.
Non sono un vecchio da tirarsi dietro, fino a prova contraria sei tu il cazzone che è allievo all'età in cui io già lottavo da professionista.
Piuttosto, dimmi ... fino ad ora hai fatto nulla di valido per il club? O sai solo parlare come Yuri?"

Stones rimane come investito da un Tir a questa domanda.

Robert: "Beh, io ... si insomma ... nono io ho fatto. Ho lottato per il titolo rookie ... beh non l'ho vinto ma ci sono arrivato vicino ... diciamo e."

Walter: "Non ciancicare Per Dio! Sii chiaro. Hai fatto un cazzo da quando sei qua? Hai vinto qualche titolo?"

Robert:"No beh vinto un titolo no ma ci sono arrivato vicino"

Walter: "Allora tu non conti un cazzo. Se non sai le cose prima di parlare informati.
Dovrò lottare e portarmi dietro te per farti vedere come si lotta? Lo farò, questa ora è una scuola di Walter Scott Simond Senior, figlio di wrestler e nipote di wrestler e cascasse il mondo se io lascio girare coglioni con la puzza sotto il naso come te dentro una mia scuola senza educarli per bene al wrestling come dio comanda!"

Siamo nella sala principale, Walter posa il cappello su una panca e si butta dentro il ring dove una volta dentro si toglie la maglietta mettendo in vista un corpo ricoperto di peli ispidi ma dalla muscolatura ancor ben definita.

Walter: "Sali su questo ring, vediamo cosa sai fare e poi ne parliamo."

[Camera Fades]


Posted Image

Le immagini ci mostrano Robbie Nobunaga e The Big Shoa seduti ad un tavolo, di quelli abbastanza lunghi, da press-conference, lo zoom tuttavia inquadra solo loro, e Mr. Chow che è seduto direttamente SUL tavolo, gambe incrociate, visivamente tra i due, ma prospetticamente più avanzato.

Gli Unmovable Objects hanno invece, ognuno di loro, la propria cintura di FWF World Tag-Team Champion, posta dinnanzi a loro. Inizia a parlare Chow rivolgendosi direttamente alla folla che, non vediamo, ma percepiamo da un brusio di sottofondo.

Chow: "Buonasera... figli di tro.."

Nobunaga: "CHOW!"

Chow: "Ok, ok. [sospiro] Miei clienti panzoni mi hanno chiesto di fare persona seria, per una volta. E siccome Mr. Chow è più grande manager di questo business, asseconderà richieste del cazzo dei suoi campioni. Questi due, settimana scorsa, hanno raggiunto un importante traguardo... le cinture che vedete di fronte a loro. Ed ora lascio loro la parola, perchè per Chow è molto faticoso non potervi insultare come meritereste."

Nobunaga sospira.

Nobunaga: "Nessuno poteva crederci..."

TBS: "Nessuno, neanche nella nostra stessa scuola, avrebbe scommesso un solo cent su di noi."

Nobunaga: "Ma la verità è che finora, io ed il mio partner, non avevamo mai avuto concrete opportunità di emergere."

The Big Shoa picchetta l'enorme indice sulla cintura che ha davanti a sè.

TBS: "Abbiamo conquistato queste cinture alla PRIMA occasione che ci hanno dato. I titoli Tag-Team FWF, cinture che in passato sono state in mano a team come la Legacy."

Chow: "I Dev Adam."

Nobunaga: "Gli Exiled Souls."

Chow: "I Dev Adam."

TBS: "Jack Leone e Red Revolution Raven."

Chow: "I Dev Adam."

TBS: "I Rise & Fall."

Chow: "I Dev Adam."

Nobunaga: "Chow..."

Chow: "Che c'è?"

TBS: "HAI ROTTO IL CAZZO CON STI' DEV ADAM! ABBIAMO CAPITO CHE HANNO VINTO ANCHE LORO!"

Senza scomporsi, Chow si volta verso The Big Shoa.

Chow: "Non è colpa di Chow se cani turchi hanno visto cinture cinque volte."

The Big Shoa scuote la testa, Nobunaga prova a continuare.

Nobunaga: "Certo, non tutti i detentori sono stati all'altezza di queste cinture. Non lo sono stati i Das Extinction, oppure possiamo pensare al penoso regno dei nani Tokulucha, quello dei Kongorikishi o..."

Chow: "I Dev Adam."

TBS: "CHOW!"

Chow: "Giuro, era l'ultima, mi mancava la quinta."

Nobunaga scuote la testa, The Big Shoa fa prima training autogeno per non sbottare, quindi riprende la parola.

TBS: "Noi siamo all'inizio del nostro percorso, e quindi dobbiamo ancora dimostrare se facciamo parte della schiera di chi ha reso importante questo titolo, o di chi se lo è ritrovato tra le mani, più per volontà del destino che per effettivi meriti."

Nobunaga: "Ma possiamo dirvi, sin da adesso, che noi... gli Unmovable Objects... saremo UNICI. Perchè anche ora, all'alba del nostro regno..."

TBS: "Siamo l'unico tag-team..."

Nobunaga: "Ad aver battuto...."

Chow si alza sul tavolo ed urla a gran voce.

Chow: "IL RECORD COME MANGIATORI DI HOT-DOG: IN DUE NE HANNO MANGIATI 138 IN 10 MINUTI! SUCATE TEAM DI MERDA, NON CI BATTERETE MAI!"

Mentre una claque appositamente pagata comincia ad esultare come una folla di napoletani al terzo gol del Real Madrid contro la Juventus, l'inquadratura si allarga e mostra il tavolo... stracolmo di piattini di plastica vuoti, sporchi di ketchup, senape e molliche varie. Nobunaga e The Big Shoa perdono la serietà che li aveva contraddistinti fino a quel momento, e sollevano le cinture in segno di trionfo, come se quel record avesse una qualche valenza. Invece Chow da le spalle alla camera e... si abbassa i pantaloni mostrando il fondoschiena!

Chow: "E voialtri, baciatemi il cu..."

Stacco. L'immagine diventa nera, la linea viene staccata e questo scempio ha termine.


Posted Image

“Non rimandare a domani quello che puoi fare dopodomani, o anche fra una settimana, questo è il mio motto di vita”.

Trevor Masters si rivolge a una figura un po’ particolare. Il leader del Khanato della JLW, Mr. Khan. Un’armatura parziale attorno al suo corpo, e un elmo che gli fa anche da maschera, permettendogli di nascondere il suo volto. Inoltre, tiene con sé un bastone con il volto di un demone sulla punta, il Khanate, simbolo di comando nel Khanato.

Khan: “Ti ascolto.”

The Demonic Entity sembra interessato a cercare un dialogo con l’allievo del Jack Leone Dojo, l’ex TWP Rookie Champion.

Masters: “Il Gold Fist Club sta crollando a pezzi, l’acquisto da parte di quel riccone del sud degli States può portarlo sul lastrico del fallimento. Walter Simond non è l’uomo adatto a gestire un gruppo di combattenti duri e crudi. Ricordo che quando noi universitari siamo stati divisi fra le varie scuole, mi aspettavo di finire nel GFC, perché io sono un buon picchiatore!
E invece mi sono trovato nel Dojo… a subire lezioni di filosofia da Jack Leone e John Kratos. So che puoi capirmi, la filosofia non serve a nulla.”

Il Khan rimane immobile, lui che è abituato a dispensare discorsi complicati sulla sua vita e sul potere.

Masters: “Robert Stones l’ho già affrontato, e se già non era il migliore fra i rookie quando il Gold Fist Club era nel suo periodo migliore, immagina ora che tutto sta cambiando. Solo un sudista ignorante può seguire gli insegnamenti di Walter Simond. Stones non è un Rattlesnake, non è Trevor Nash. E qui non siamo nella Southern Wrestling Federation, ma nel Total War Project.
Insomma, perché preoccuparmi oggi se magari degli avversari decenti arriveranno fra due settimane o fra due mesi?”

L’autoproclamato “hardcorista” appare perplesso, come se non sentisse questo senso del pericolo nella sfida che lo attende, in coppia con il leader del Khanato. Dream’s End si rivolge a lui.

Khan: “Mai sottovalutare una battaglia, è stato l’errore di tanti potenti. Il fato trova spesso il modo di riscriversi, altrimenti il potere sarebbe l’unico criterio. Quando vedi al potere uomini gracili, politici senza alcuna capacità in combattimento, capisci che la forza e il potere fisico non sono i criteri moderni del dominio.
Oggi conta il carisma, l’influenza, la capacità di conquistare sempre più potere. Che tu piaccia alle persone o che loro ti ripudino, ha scarso valore, ma se sei in grado di usare migliaia di persone come burattini allora diventi un potente.
Ti piace il mondo in cui vivi?”

Masters sta per rispondere, ma il Khan solleva il bastone, come per interromperlo prima ancora che apra bocca. Era una domanda retorica.

Khan: “Walter Simond è potente, non solo per la ricchezza accumulata, ma perché è stato in grado di interferire nel corso degli eventi di varie federazioni. Ha sottratto la cintura principale della Catch Wrestling Society, ha acquistato il Gold Fist Club, divenendo parte del Total War Project. Ma io non sono da meno. Ho affrontato Jack Leone e l’ho sconfitto, ho preso il dominio della JLW che avevo finanziato nell’ombra.
Io ho creato la Jack Leone Wrestling e lui era il mio burattino, l’ho usato finché mi è servito. Ho preso sua moglie e l’ho usata a piacimento per consolidare la mia posizione e dividerla da lui.
Questo è il potere, questo è il controllo. E oggi ho un gruppo di cavalieri dell’Apocalisse che cercano di porre fine al mio mondo, ma io li sconfiggerò, perché il dominio del Khanato è supremo e continuerà a rafforzarsi.”

Finalmente, Trevor trova il varco in cui parlare al suo futuro compagno di squadra.

Masters: “Come posso entrare nel Khanato? Provo disgusto per questi cavalieri! Non mi piacciono per niente, io voglio essere parte di un progetto più grande, è tempo che io mi faccia valere. Serve un rito di iniziazione o qualcosa del genere?”

Mr. Khan rimane ancora impassibile dietro al suo elmo.

Khan: “Non ci sono rituali di iniziazione nel Khanato. Quando ne diventi parte è perché sei stato scelto. Trevor Masters, tu sei sulla buona strada per diventare uno di noi, ma il tuo dovere di rookie è di continuare ad allenarti. Conquista la cintura di Dojo Black Belt Champion e mi avrai convinto del tuo valore.
Altrimenti, c’è un’altra strada, qualcosa che stai già percorrendo ora. Vinci insieme a me questo torneo, insieme fino in fondo per essere i dominatori come mentore e rookie. In quel modo, sarà evidente che si sarà formato un legame di fiducia reciproca.”

Masters appare soddisfatto dalla proposta del Demonic Entity.

Masters: “Tutto qui? Mi basta vincere questo torneo insieme a te? Partiamo dal Gold Fist Club, dimostriamo a Walter Simond che ha commesso un errore, perché questa sua scuola non gli porterà alcun profitto, ma soltanto imbarazzo!”

Dream’s End rimane in silenzio, comprende che la determinazione di Masters è alta ed è esattamente ciò che gli serve per fronteggiare Simond e Stones. Il bastone viene abbassato a terra, ed arriva la quiete.


Posted Image

Locker room della Neue Deutsche Wrestling, gli allievi della scuola sponsorizzata da Alexander Oturk sono riuniti e in silenzio. Su di loro pesa ancora il momento di difficoltà successivo all'aggressione ai danni di Tom Kent da parte del new Turkish order.

"FANCULO!"

E' Mads De Vos a infrangere il silenzio sbattendo un pugno su un tavolo.

MDV: "Non possiamo continuare così, cazzo! Quei figli di troia dell'nTo ci stanno trattando come se fossimo le loro prede, ci tendono trappole e ci attaccano a tradimento come fanno i cacciatori con le fottute lepri... Non lo accetto! Questa situazione non può andare avanti ancora!"

Mads fissa i suoi compagni negli occhi.

MDV: "Dobbiamo passare al contrattacco e far vedere a quei bastardi chi è che comanda qui! Vendicheremo l'aggressione subita da Kent e ci riprenderemo anche i titoli di coppia che..."

De Vos fa una faccia schifata.

MDV: "Mi fa schifo il solo pensiero che siano finiti nelle mani gonfie di adipe di quei due lardosi del cazzo!"

Il belga scuote la testa.

MDV: "Nella mia carriera finora ho sempre avuto a che fare con dei totali figli di troia che hanno sempre cercato di mettermi i bastoni tra le ruote... Dylan McZax, David Kelevra... E ho sempre avuto ragione di loro! Beh, non permetterò a nessuno, che sia Kemal o Mehmet Arkin di fermarmi proprio ora!"

Il silenzio cade nella stanza. A fare un passo in avanti è Xenos Sommer.

Sommer: "Per quanto mi disturbi dare ragione a un belga, beh, ha ragione. Sinceramente, nel momento in cui mi hanno proposto di entrare in questa scuola mi aspettavo ben altro e non di certo veder il mio coach preso a calci nel culo da uno che si chiama Baldone. Eppure non ci siamo mossi di una virgola."

Fissa tutti quanti, nessuno escluso.

Sommer: "Non solo hanno inculato per bene Kent, ma ci hanno fatto perdere il titolo contro due fottuti tizi da un nome che descrive ottimamente tutto il loro essere."

Sembra ringhiare mentre dice queste parole. Il tono di voce si abbassa, fino a diventare un sussurro.

Sommer: "Sono stanco di essere solamente una comparsa. E' giunto il momento di fare ciò che è necessario. Ciò che bisognava fare tempo fa."

Silenzio nella stanza. Il tedesco guarda i suoi compagni, uno per uno.

Sommer: "Quindi, possiamo dare ufficialmente inizio alla caccia ai Dev Adam di sto grandissimo cazzo?"


Posted Image

Master & Apprentice Tournament
Tag Team Match

Jack Leone Wrestling vs Gold Fist Club
Mr. Khan & Trevor Masters vs Walter Simond & Robert Stones

Secondo match della serata e seconda sfida tra Maestri e Apprendisti.
I prescelti per iniziare la sfida sono come quasi sempre accade i due rookie, Masters da una parte e Stones dall'altra, si inizia subito con una prova di forza che Trevor riesce a vincere grazie ai suoi miglioramenti dal punto di vista fisico, una volta messo all'angolo però, Stones reagisce come un MMA fighter appoggiato spalle alla gabbia, ovvero bloccandolo dal collo e colpendolo con le ginocchiate, quindi all'angolo ci finisce Masters e Stones lo colpisce numerose volte per poi lanciarlo al suo angolo, cambio per Walter Simond e Double Suplex per il team GFC! Solo 2 per Walter Simond!

Che poi prova a sottomettere Masters... Senza successo, il rookie JLW riesce a liberarsi e a scappare al suo angolo, Simond lo lascia fare e c'è il cambio per Mr. Khan! Ed ecco i due maestri uno contro l'altro, clinch a centro quadrato che Khan porta a suo vantaggio, prova un German Suplex! No! Simond si libera con delle gomitate, poi prova un Belly to Belly! No! Mr. Khan lo blocca con una gamba e prova uno Small Package! Dopo l'1 Simond lo ribalta a suo favore portando spalle a terra l'avversario, solo 2 anche per lui! Si rialzano contemporaneamente e si colpiscono a vicenda con un Lariat! E dopo lo scontro equilibrato i due vanno verso i rispettivi paletti per il cambio e torna il momento degli allievi!

Stones parte meglio stavolta con un Overhead Kick! Masters non va già, ma Stones continua a colpirlo a ripetizione con calci e pugni da cui l'ex campione Rookie non riesce a difendersi, quindi lo lancia contro le corde e lo colpisce con un Tornado Kick!!! Noooo!!! Masters evita e continua la sua corsa, rimbalzo e Leaping Shoulder Block! Master Masters! Schienamento di Trevor Masters!!! Dopo l'1 interviene Simond! No! Mr. Khan lo intercetta al 2! E arriva il 3 per il team JLW!!! Noooo! Robert Stones alza una spalla!

Simond si rialza e va a fermare Masters, ma Mr. Khan è ancora lì e gli torna subito addosso, stavolta per buttarlo fuori dal ring con una Clothesline! E volano entrambi fuori dal quadrato lasciando campo libero ai due allievi! Trevor Masters sorride per l'opportunità e colpisce con degli schiaffi alla nuca Stones irridendolo, poi va a bloccarlo in una Pumphandle... Tutto pronto per la Ambition Slam! No! Stones reagisce caricandoselo sulle spalle e va a segno con un Samoan Drop! Gli trattiene un braccio, poi gli blocca anche l'altro e poi lo chiude in una presa a ponte!!! Bridging Double Chickenwing!!! Graveyard di Robert Stones sull'ex Rookie Champion!!! Prova a chiudere l'incontro per sottomissione!!! Masters non ha spazio per uscirne e le corde sono lontane, ma cerca di resistere il più possibile per dare modo di ritornare a Mr. Khan... E quando finalmente il leader del Khanato riesce a farlo... Spezza la sottomissionnoooo!!! Walter Simond lo afferra alle spalle con una Cobra Clutch e porta a terra anche lui!!! Entrambi i membri JLW sono a terra bloccati nelle sottomissioni avversarie... e Trevor Masters che è l'uomo legale è costretto a cedere!!! Robert Stones sorprende Trevor Masters e il Gold Fist Club fa fuori il team dell'ex campione, che rinuncia così al suo rematch contro Logan Manson!!!

Xue: "I vincitori per sottomissione con la Graveyard in 6 minuti e 36 secondi sono Walter Simond & Robert Stones!!!"

Posted Image

Non è sicuramente Fresno In California ciò che ci appare in questo video registrato, sembra l’Inghilterra o i Paesi Bassi non riusciamo a capire bene. Le telecamere inquadrano un Pub diroccato, quasi decadente dove al suo esterno vediamo Cthulhu con i suoi fidati Murdrum Brothers! I tre entrano dentro e noi con loro a poca distanza. Nel pub vediamo pochissima gente ma 5 personaggi vengono subito all’occhio: l’intera Militia sta aspettando, a suon di birre, i membri della HPL Wrestling School. Di cosa dovranno discutere? Cthulhu si siede al tavolo con di fronte i 5 crociati. I Murdrum Brothers rimangono in piedi alle spalle del loro leader.

Cthulhu: ”La vostra “sede” è molto colorita, per così dire. Come avete visto, siamo alla pari. La scorsa volta siete venuti voi da noi e questa volta è successo il contrario. Tutto sta andando per il meglio e il fatto che la Scuola abbia riabbracciato De Sade non cambia le carte in tavola, però ci costringe a fare dei ragionamenti. Ci costringe a parlare di strategia, questa vi è mancata nei precedenti scontri. Loro hanno una violenza quasi travolgente, non si possono sconfiggere giocando al loro gioco bisogna portarli nel nostro terreno per poi batterli facilmente. Esattamente come abbiamo fatto nel tag team match.”

Nessuno dei 5 della Militia sembra rispondere, ascoltano attentamente cosa Cthulhu ha da proporre.

Cthulhu: ”Il loro numero sta aumentando e così la loro convinzione, questo ci dà un vantaggio ma bisogna saperlo sfruttare. I Gemelli hanno già battuto due membri della Scuola e loro hanno Valtharius impegnato nel War Is The Answer Match, rimangono 3 ostacoli della Scuola Del Sapere da fermare assolutamente. Io proporrei i miei Gemelli più uno di voi, lascio a voi la scelta nel rispetto del nostro patto. So che sulla carta avete più motivazioni di noi, ma avere fin troppa foga potrebbe essere dannosa anche contro gente che fa della violenza cieca il suo punto forte. Serve uno di voi determinato, spietato, pronto a tutto. Pronto a far provare il Dolore a coloro che lo professano come Culto.”

Cthulhu sorride, quasi un ghigno malefico il suo. I Gemelli si guardano intorno per controllare che tutto sia tranquillo, loro sono pronti, loro seguiranno fedelmente il loro Maestro.

Jan: "Solo chi ha già abbracciato la via del Caos può seguirla di nuovo senza problemi..."

Jan de Stoute, senza essersi consultato con nessun altro, si propone.

Jan: "Questo è il nostro mondo! Non abbiamo sedi, non abbiamo case, non abbiamo NULLA! Siamo cavalli imbizzarriti senza guida e più nulla ci fa paura! Ci stiamo gettando nelle mani del Diavolo ma se è l'unico modo per abbattere i nostri nemici allora lo abbracceremo e ne saremo i bracci esecutori".

Discorso veramente inquietante da parte di Jan de Stoute.
La breve esperienza al fianco di Bohémien riemerge ogni tanto dalla bocca di Jan.
Courtois fa per intervenire, ma William Lionheart lo blocca.

Lionheart: "Cosa pensate sia un cavaliere?"

Nessuno del trio della HPL risponde.

Lionheart: "Pensate che noi siamo deboli pronti a combattere stando attenti a non far male il nemico? VOI NON CI CONOSCETE!"

Lionheart addirittura sbatte il pugno sul tavolo.

Lionheart: "Noi non siamo uccelli in gabbia. Noi siamo cavalieri, noi siamo BELVE! Non siamo semplici esseri umani, siamo dei MOSTRI, siamo delle bestie pronte ad essere rilasciate sul campo di battaglia. Non conosciamo pietà contro i nostri nemici, non prendiamo prigionieri. L'IRA verso i miscredenti ci pervade, la
sete del sangue nemico dev'essere appagata solo con l'annientamento totale di chi affrontiamo!"

Alfonso: "Se c'è una lezione che ci ha trasmesso Domenico Carafa è che anche la fede cristiana può portare ad enormi violenze... La vendetta del Signore si abbatterà sui suoi nemici in maniera terribile. Noi abbiamo la ragione dalla nostra parte, noi difendiamo i più deboli... Ma i nostri nemici non vanno protetti da nessuno."

Barbarigo: "Non c'è regola sul campo di battaglia. Ogni mezzo è lecito pur di sconfiggere il nemico. Il fine giustifica i mezzi, no?"

Courtois osserva i suoi compagni, si alza in piedi e dice anche lui la sua.

Courtois: "La nostra missione ci è stata data dall'alto. Noi ne siamo semplicemente gli esecutori. Le vie del Signore sono infinite! Nessuno può frenare la sua Provvidenza. Se i suoi nemici lo provocano, allora per loro ci sarà solamente pianto e stridore di denti".

La Militia mostra il suo lato più oscuro ed oscurantista, tutte le tensioni e la rabbia che hanno accumulato si stanno facendo sentire, e alla richiesta di provocare puro dolore, non si lasciano trovare impreparati, promettendo la maggiore violenza possibile.
I Gemelli sembrano quasi voler andare faccia a faccia con i membri della Militia, forse irritati dalle parole dei cinque. Cthulhu però rimane impassibile e anzi si alza in piedi allargando le braccia..

Cthulhu: ”Era questo che cercavo: una reazione. Siete in affari con il Diavolo e avete contro delle Bestie di Satana e questa è la reazione MINIMA che mi sarei aspettato da voi. Siete pronti, le vostre esperienze passate positivo o negative che siano vi hanno condotto a questo punto di non ritorno dove l’unica soluzione è la violenza. Non ho interesse nella vostra fede ma sono colpito da ciò che ne scaturirà.“

Cthulhu indica ai gemelli di rimanere calmi, la situazione è tesa. Cthulhu sembra aver ottenuto ciò che voleva, la Militia sembra più determinata che mai a schiantare la Scuola Del Sapere Superiore.

Cthulhu: ”Avete capito cosa serve per sconfiggere la Scuola, bisogna diventare Mostri, bisogna essere spietati. Ma alla fine cosa è un Mostro? E’ soltanto la parte peggiore di noi che decidiamo di tirare fuori o che vogliamo tirare fuori. Ognuno di noi ha un Mostro dentro di sé, molti però lo tengono nascosto per tutta la vita. Molti hanno un conflitto interiore una cosiddetta “Crowded Room” dentro di sé. Fate arrivare sotto la luce la vostra parte peggiore e la vittoria sarà nostra su TUTTA la linea. E quando sentirete i vostri nemici supplicarvi di risparmiarvi? Bè, gli taglierete la testa.”

Cthulhu abbozza un sorriso sempre più malvagio cercando di far capire che non vede l’ora che ci sia un bagno di sangue.

Cthulhu:”Forse ho già un’idea di chi sceglierete ma rendiamolo ufficiale chi sarà con noi?”

Come prima, è Jan de Stoute a farsi avanti.

Jan: "Mi perdonino i miei compagni, ma, se c'è bisogno di una bestia, devo essere io a farmi avanti".

Cthulhu annuisce, apprezzando la scelta. Ma Jan continua a parlare.

Jan: "Ma... Quando si rilascia una bestia sul campo di battaglia, non la si può controllare a lungo. Saremo fedeli alla causa fino a quando i nostri nemici saranno annientati. Il secondo dopo noi torneremo ad essere liberi da ogni legame, ricordatevelo..."

Jan sogghigna, aspettando una reazione dei membri della HPL.
Cthulhu sembra apprezza la sfrontatezza di De Stoute, si alza in piedi e conclude la discussione.

Cthulhu: ”I miei Murdrum Brother più Jan De Stoute. Interessante, la Scuola Del Sapere Superiore avrà vita breve e non ti preoccupare, Jan, nessuno cercherà di legarti. Non pensare al dopo pensa al momento, pensa a liberare la bestia. Non controllarti, spazza via ogni cosa e le cose andranno per il meglio per entrambi.”

Cthulhu infine porge la mano in direzione di Jan per suggellare l’accordo. Jan non sembra convintissimo ma infine stringe la mano al membro della Cerchia Interna. Cthulhu dopo la stretta di mano non molla la presa..

Cthulhu: ”Vedo un destino radioso per la nostra alleanza, il Grande Antico che venero sarebbe fiero di ciò che sto portando avanti.”

I tre della HPL lasciano il Pub osservati dai 5 della Militia. L’accordo è stato raggiunto, come reagirà la Scuola Del Sapere Superiore?


Posted Image

Dojo Shinsegumi (ormai ha le ragnatele tanto è il tempo che non appare ndM), Billy Stone entra leggendo il programma dell'evento, beccando Cassie che sta facendo delle trazioni.
Il giovane si appoggia alla barra verticale mentre lei soffia come un mantice tirandosi su.

Billy: "Hai visto Sis?Siamo contro punto di domanda jr e seniór punto di domanda"

Cassie: "-uff- ora metti -uff- Spagnolo ovunque?"

Billy: "Oh si, devo abituarmi, diverrò presto campione tag e devo abituarmi a dire: grazie senórità, io soy el campione, tu puede baciarme sienza problemas"

Cassie resta appesa

Cassie: "Fa parlare Ricky"

E si issa di nuovo.

Billy: "Ovvio, cooooomunque, a quanto pare non abbiamo un nome per i nostri avversari, solo a me da l'idea che sarà un colpo a sorpresa a nostro svantaggio?
Solo a me pare strano che capiti proprio a me e te dopo che tuu, hai sottolineato l'ovvio ossia che S.."

Cassie salta giù e poggia l'indice sulla bocca di Billy

Cassie: "sshhhhh, tranquilo"

Prende una maglietta con la sua foto in posizione d'attacco fatta in stile 8 bit

Cassie: "che te ne pare?"

Billy: "Sis mi piace un botto, ma per il match?"

Cassie la indossa, per pubblicizzarla ovviamente poi

Cassie: "Non ha importanza, cioè, ha ovviamente importanza chi avremo contro, magari la misteriosa dama Notte del Godai, oppure Viper e Kent dei Deutsche o Sage e quella bionda, anzi magari Lieder e il Kraken vestito da scolaretta nazi"

Billy storce il naso

Billy: "Nemmeno tutta la roba che mi fumavo potrebbe cancellarmi la scena disgustosa"

Cassie sorride

Cassie: "È un match e sarò sul ring con te, mi basta questo, brò."

Cassie da un pugno al petto di Billy

Cassie: "Combatteremo e vinceremo, se ci fregheranno daremo loro un match sudatissimo, il resto è solo contorno e problemi inutili.
Steed non mi odia, direi che ormai deve solo venerarmi, anche se gli da fastidio, ed adora anche te, adora tutti gli Shinsegumi, siamo nati qua e stiamo divenendo sempre più importanti e grandi, ogni volta che accade è la TWP che ci guadagna.
Quindi Steed non ci odia, ci vuole sempre al top e al centro delle telecamere"

Billy fa un cenno di assenso

Billy: "Anche perchè non è che ha tante altre scelte direi... avrei voluto abbattere Masters vincendo la possibilità di questo torneo, ma mi va bene anche spezzare l'acciaio.
Comunque non possono essere quelli del Godai, ma hai capito come funziona il torneo?"

Cassie si lega i capelli

Cassie: "Steed incasina anche un match uno contro uno, tendo a non ascoltarlo ma a concentrarmi sui nemici davanti e ai fianchi"

Billy: "E quelli alle spalle?"

Cassie: "Possono baciarmi il culo"

Billy applaude

Billy: "Quanta poesia! Comunque va bene"

I due si allontanano e Billy va un verso di disgusto

Billy: "Lieder vestito da scolaretta"

Cassie: "Kraken vestito da scolaretta"

Billy simula vomito.


Posted Image

Siamo nel camerino della Man House, ma questa volta le assenze sono molte, nessuna traccia della fazione 'greca' composta da Tyson Hardaway e Lemmy Crews, né di Anónimo recentemente accasatosi in Messico alla PELL, ma ci sono tutti i componenti 'americani': Takeshi Kodama impegnato nel Main Event della serata, Vince Ross il capo della Man House e Jeffrey Tucker il rookie che con il suo mentore è stato eliminato dal Master & Apprentice Tournament.

Ross: "Hai bisogno di sentirti dire qualcosa su Gallego?"

Kodama: "Ross-San, chi non lo conosce ormai? E' stato il campione più duraturo della federazione, ha superato prove incredibili e solo quel mostro di Volkermord è riuscito a strappargli la cintura, ho visto tutti i suoi match da quando sono qui e direi che non ho bisogno di altro."

Ross: "Intendo su chi sia davvero Jack, come si allena, come lavora, come si muove e come affrontarlo... Sai, abbiamo lavorato insieme per un sacco di tempo agli esordi di Ty."

Kodama: "Ross-San, Jackie non ha nessuno nella nostra scuola che possa fare lo stesso per lui, quindi declino la proposta. Mi limiterò a sfruttare quel che chiunque può vedere, ma che nessuno sa imparare e sfruttare come me."

Takeshi unisce un pugno e una mano e china la testa, mostrando rispetto nonostante il rifiuto.

Kodama: "Batterò Jack Gallego e mi qualificherò per gli ultimi posti del War is the Answer Match.
L'anno scorso ho contribuito all'eliminazione di Valtharius dalla competizione, ma sono entrato troppo presto per dire la mia quando contava. Quell'ingresso precoce però, mi ha dato la chance di vincere questo All in Match e avere molte chance di vincere la battaglia... E non posso non sfruttarla."

Tucker: "Take... Ne parli come se fosse già fatta, ma guarda che battere Gallego non è facile, è una vera impresa."

Kodama: "Ne sono consapevole, è più di un'impresa."

Prende una pausa, sta per dirlo?

Kodama: "Serve un miracolo. E questo è il mio campo."

Jeffrey si limita a sorridere, Ross si avvicina a Kodama e lo prende sotto braccio.

Ross: "Takeshi, hai ragione su tutta la linea. Ti serve un miracolo e non puoi sprecare questa chance, quando è il tuo momento, ci sono pochi attimi nella carriera di un lottatore in cui tutto diventa possibile e non serve che sia qualcuno a dirtelo.
Situazioni che si intrecciano nel modo ideale, possibilità insperate da cogliere e una forma fuori dal normale, come se il fato stesso si sia impossessato di te, capisci quando arriva questo momento e non puoi fartelo scappare."

Vince sorride ai suoi allievi e recupera la cintura di Silver Champion una volta WTF mettendosela in spalla.

Ross: "Quel momento a me ha portato questa e nemmeno io ho intenzione di sprecarlo."

L'argomento è cambiato e ora sembra che Ross stia parlando di sé.

Ross: "Settimana scorsa siamo stati eliminati Jeff... Ma nonostante ci abbiano battuto, misurarmi con un altro 'sensei' come Sora Saito è stata un'esperienza unica...
Che voglio ripetere."

Kodama: "Saito-San è un avversario onorevole, vuoi sfidarlo sensei?"

Ross: "Non solo lui."

Sorriso misterioso di Vince Ross.

Tucker: "Che significa quel sorrisetto, Man?"

Ross: "Che voglio affrontare Sora Saito, voglio affrontare Red Revolution Raven, voglio affrontare Jack Leone, John Kratos, Mr. Khan o chiunque altro sia il capo della JLW, voglio sfidare Tom Kent e tutti gli altri boss delle altre scuole, ma soprattutto voglio sfidare Cassie Carter, la donna così coraggiosa e valorosa dallo sfidare Simon Steed e tutti gli altri uomini in questa federazione."

Tucker: "Peccato che ormai siamo fuori..."

Ross: "Oppure..."

Ancora il sorriso enigmatico di Vince Ross.

Tucker: "Andiamo, sputa il rospo!"

Ross: "Ho fatto un patto con Steed."

Si sta proprio divertendo a lasciare i suoi allievi sulle spine.

Ross: "Questa cintura diventerà del Total War Project e chi vincerà il Master & Apprentice Tournament potrà scegliere se sfidare il Rookie Champion o me... Con in palio il mio titolo."

Vince sistema la cintura che cascava e si dirige verso la porta.

Ross: "Ah sì, Jeff... Vedi di muoverti a cambiarti."

Tucker: "Come?"

Ross: "In cambio siamo stati ripescati come ottavo team, quindi tra qualche minuto affrontiamo Cassie e Billy."

Tucker: "Cosa... Che..."

Ross: "VEDI DI MUOVERTI."

Vince Ross lascia il camerino e Tucker resta sbalordito, mentre Kodama alle sue spalle sorride e gli lancia il borsone.

Kodama: "Magari oltre che il nostro è anche il tuo momento 'magico', quindi..."

Takeshi fa spallucce all'indirizzo di Tucker.

Tucker: "Quindi? Ma che cazzo avete tutti da fare i misteriosi oggi?!?"

Kodama: "Quindi VEDI DI MUOVERTI."


Posted Image[/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Il Cavaliere Nero
Member Avatar
AKA Pigmeo
[align=center]Parcheggio della Selland Arena. Loschi individui (al bancone del bar pieni di whisky e margaridas, cit.) si aggirano stasera per la struttura californiana... anche se in realtà questa è la normalità nel nostro fantastico Grande Universo Narrativo.
Siamo a pochi passi dall'ascensore che porta alla Vip Box, che come sappiamo questa sera è stata affittata dal new Turkish order, perché godersi il Master & Apprentice Tournament bevendo “spremute d'arancia in bicchieri di cristallo” (cit.) non ha prezzo.
I due uomini della sicurezza della Selland Arena stazionano ancora all'ingresso, evidentemente la pasciuta mancia di Mehmet Arkin ha sortito gli effetti voluti. Ma c'è un uomo che vorrebbe entrare in quel dorato montacarichi.
Jeans, Champions, maglietta degli Steel Panther, occhiali da sole tirati sui capelli, Sami Maeda sorride mostrando le mani.

Maeda: "Easy men, easy, non sono qua a creare problemi, ho solo bisogno di salire al piano di sopra per un importante incontro, semplice no?"

Sami Maeda discorre amabilmente con le due guardie.

Sicurezza: “Non ti è chiaro? Staff del TWP e wrestler sono le due categorie che non possono mettere piede qui. Noi lavoriamo per questa struttura, non per Simon Steed o altri.”

Maeda porta le mani al petto.

Maeda: “La vostra professionalità mi scalda il cuore, altro che quei buttafuori che basta vedano una angelica sexy baby per farla entrare, ah che professionalità. Comunque, è giusto io vi venga incontro, tra l'altro vorrei il nome della vostra agenzia, desidero utilizzare i vostri servigi."

Una delle guardie sorride sorniona, Maeda estrae il cellulare.

Maeda: "Ho comunque qua un messaggio, che - inizia a smanettare – Dovrebbe...”

Si ferma e sorride mostrando la foto a una delle guardie che alza gli occhiali da sole stupita.

Maeda: "Notevoli vero? Mi adorano, e adorano i miei amici, quando smontate potreste venire al locale - anche l'altra guardia si perde nel vedere la foto - Sì sono gemelle le due, deliziose e molto disinibite, comunque - riprende il cellulare - Vediamo se troviamo..."

Sicurezza: “Inutile insistere, non ci risulta nessuna visita in programma...”

Come da tradizione... il tempo di concludere la frase che il bottone dell'ascensore si illumina. Qualcuno sta scendendo.
Maeda fa sparire il cellulare.

Maeda: "Ok, direi che questo risolve il problema, che dite? L'invito è comunque valido sia chiaro, le mie amiche vi adoreranno."

Le porte si aprono, ed ecco entrare in scena qualcuno.
Sami solleva la mano estroflettendo mignolo e indice e congiungendo pollice, medio e anulare.

Maeda: "Ecco chi aspettavo finalmente di rivedere - mano tesa in segno di saluto - A quanto pare questi kidz sanno fare il loro lavoro, Muscle Power!"

“nTo Mega Power” Hun Baldone in tutta la sua baffuta magnificenza saluta Sami Maeda.

Hun: “Hi Kidz, come ti butta dalle mie parti?”

Alle spalle di Baldone ci sono altri due individui. Sono Kemal e Mustafa che parlottano in turco tra di loro.

Kemal: “Strano... - si guarda attorno - strano che non ci sia in giro quella Genny qualcosa intervistatrice.”

Mustafa: “Che ti è venuta voglia di compagnia?”

Kemal: “Non mi piacciono i ficcanaso.”

Mustafa: “Ah grandioso, anche stasera stai sul frocio. Anche stasera solo lavoro.”

Kemal: “Ti sei grattato il cazzo per oltre un anno senza di me.”

Ma torniamo a Baldone e Maeda.

Hun: “Per caso sei andato in pellegrinaggio alla Muscle Beach di Santa Monica? La culla della Baldymania o Hunmania che dir si voglia?”

Maeda flette il muscolo.

Maeda: "Baldy Master, questi pythons non saranno come i tuoi ma come vedi, in essi la Baldymania scorre forte, ovvio che sono andato, non perdo occasione per migliorare e a questo riguardo..."

Sami si volta verso Mustafa e tende la mano, in un turco zoppicante ma abbastanza fluente parla.

Maeda: "Onore di rivederti Mustafa, poco tempo per dirti grazie per calcio che mi hai insegnato. Non è forte come tuo, ma ha saputo baciare con passione vecchio conoscenza Hardaway."

Stretta di mano tra Maeda e Mustafa, i due si sono incontrati spesso alla Baldhaus di Berlino, soprattutto quando Sami affrontava Tyson Hardaway,
Il Dev Adam parla in turco, perché a lui non interessa essere capito da tutti.

Mustafa: “Potevi portarci un barile di fica, lì ci stiamo annoiando a vedere la tv.”

Maeda spalanca le braccia e indica la propria maglietta.

Maeda: "Stasera concerto, musica non piace sicuro, ma fidati che taaanti barili, moltissimi barili!"

Sami porta la mano al petto e poi la tende, sorridendo.

Hun: “Per Mustafa non c'è bisogno di presentazioni, mentre per Kemal...”

Baldone fa un gesto come ad invitare i due a stringersi la mano.

Maeda: "Un onore conoscere anche il grande Kemal, finalmente oserei dire."

Kemal non stringe la mano.

Kemal: “Siamo qui per parlare di qualcosa di preciso. Giusto?”

Sempre sereno Maeda si passa la mano sul mento.

Maeda: "Direi che potremmo allora parlare da qualche altra parte per stemperare i toni, no? Magari ci faremo qualche risata pensando alla faccia di un certo Alexander Oturk piena di sangue o alla sua macchina ridotta ad un rottame. Nello stesso modo in cui finirà la sua NDW, no?"

Kemal: “Mi hanno raccontato del tuo incontro con Alexander Oturk. Ovviamente non ti aspetterai una medaglia per questo. Anzi, perdonami, ma quello che hai fatto non significa nulla per me.”

Hun: “Birader, non mi sembra il caso di essere così dubbiosi... è un bravo kid.”

Kemal: “Sbaglio o anche Yusuf era un bravo ragazzo? - sguardo tagliente su Baldy che poi si sposta su Maeda – nulla di personale, ma ho una leggera diffidenza verso chi è entrato nel new Turkish order senza il mio consenso.”

Interviene Mustafa.

Mustafa: “Se avessimo saputo dove eri sprofondato te l'avremmo chiesto.”

Kemal: “Non voglio essere inutilmente duro con te Maeda. Ma per quanto ne so, potresti essere anche d'accordo con gli Oturk. Sei o non sei un ex-OBW? Sono diffidente per natura. In mia assenza sia tu, che quell'altra ragazzina inquietante, Sehrazat, siete andati via come se nulla fosse. Nessuno lascia l'nTo dalla porta principale, salutando tutti così, senza conseguenze.”

Hun: “Birader ti ho già spiegato...”

Kemal: “Hun... - lo zittisce con un gesto della mano – qui parliamo tutti per esperienza personale, uscire dal new Turkish order è un'esperienza dolorosa. Soprattutto quando ha vinto il primo titolo della sua carriera, grazie a noi. Mr. Turkish Machismo.”

Mustafa interviene ancora.

Mustafa: “Se ti capiterà tra le mani torchierai allo stesso modo anche quella poveretta amica di Safiye?”

Kemal: “Come vedi, qui c'è gente pronta a mettere le mani sul fuoco per te. Ma le mie orecchie vogliono sapere di più.”

Maeda è serio ora e fissa Kemal.

Maeda: "Qualcuno pensa che la paura sia potere, poiché essa fa calare lo sguardo di chi ti teme, ma l'nTo mi ha insegnato che il rispetto fa sollevare lo sguardo di coloro che ispiri. Capisco perché il tuo nome sia leggenda ora."

Maeda si inginocchia e poggia gli occhiali a terra, chinando il capo.

Maeda: "L'nTo mi aprì una porta, permettendomi di conquistare il mio primo titolo, Mustafa e Baldone mi hanno aiutato e fatto crescere. Quando Hardaway ruppe la maschera vidi nel gesto qualcosa di irreparabile, divenni rabbioso e me la tolsi. Fu solo dopo averla raccolta che capii che avevo vinto, ma non avevo mantenuto fede alla parola data."

Maeda si alza e guarda di nuovo Kemal negli occhi.

Maeda: "L'unico motivo per cui mi privai del titolo, venendo tacciato di codardia, per cui lascia la mia prima grande conquista è che per quanto mio fosse il merito quel riconoscimento era dell'nTo. Ho provato dolore, molto, e rimpiango di averlo fatto, ma la via di un uomo va in una direzione, non indietro. Poiché questo mi è stato insegnato proprio da voi."

Ora Maeda tende la mano.

Maeda: "Oturk ha colpito voi, ha colpito Selim che avrei voluto affrontare con tutto il mio cuore. Io mi muovo col fuoco nelle vene, ma se ora mi dite di farmi da parte, gli Heel 4 Hire si faranno da parte."

Kemal ha ascoltato con attenzione.

Kemal: “Dovrei scorgere della nobiltà nel tuo cuore, ma non è così che ho creato un impero in questo sport. Ma come raccontava un tizio con una finta benda sull'occhio... l'nTo genera strani compagni di letto. Vuoi fare la guerra alla NDW? Accomodati, la tua squadra e quella degli Oturk fanno parte del grande circo di Steed, siete liberi di scannarvi come desiderate. Noi siamo fuori dalla competizione TWP, noi siamo un gruppetto di bambini sadici che si si diverte a schiacciare qualche formica, così casualmente...”

Maeda ora sorride, QUEL sorriso, il suo solito di quando sta per scatenarsi.

Maeda: "Allora abbiamo un accordo?"

Kemal resta in silenzio per qualche istante... e porge la mano al membro degli H4H.

Kemal: “Io non credo negli accordi con altri gruppi, ma a quelli tra le persone... do loro una minima speranza.”

Hun: “Cosa abbiamo birader? Un Happy End?”

Stretta di mano.
Maeda indossa gli occhiali.

Maeda: "Ah, se fossi rimasto con la maschera Kemal... ma bisogna andare sempre avanti."

Il Rock 'n' Rolla giunge le mani al petto e fa un inchino.

Maeda: "Ora vi devo salutare, ho una serie di atti di guerriglia da preparare. Mustafa, spero ci vedremo dopo, Hun, è sempre una gioia e Kemal, è stato un onore."

Il giovane si allontana, mentre il trio nTo si dirige verso l'ascensore, e Kemal dice qualcosa alla sicurezza.

Kemal: “Aspettiamo una visita... - porge un biglietto – nessun problema.”

La guardia annuisce.


Posted Image

MMaster & Apprentice Tournament
Tag Team Match

Shinsegumi vs The Man House
Cassie Carter & Billy Stone vs Vince Ross & Jeffrey Tucker

Terzo match del torneo della serata e ultimo dei quarti di finale della competizione, con il ripescaggio della Man House, che oltre al team composto da Ross e Tucker ha messo in gioco anche una shot al nuovo titolo del Total War Project!
A partire stavolta non sono i rookie, Cassie Carter sfida Vince Ross a iniziare con lei e il capo della scuola texana accetta. Quindi i due partono con un clinch a centro ring, The Man sfrutta la maggior potenza per girare un braccio dell'avversaria dietro la schiena, ma Cassie non si lascia intimidire e si libera girando la presa a suo favore, per poi colpire Ross con dei calci alla nuca, prima di andare a segno con un Tiger Suplex! Tentativo di schienamento a ponte, da cui Ross si libera poco prima del 2! Cassie però lo trattiene e lo rimette in piedi, portandolo al suo angolo per dare il cambio a Billy Stone!

Il rookie degli Shinsegumi senza nessun timore reverenziale colpisce con numerose Chop Vince Ross, quindi lo lancia alle corde e sul rimbalzo lo stende con uno Spinning Big Bròt! Altro tentativo di pin che si ferma al 2 e poi un nuovo sollevamento di Billy che stavolta immobilizza Ross a centro ring, per tentare un Deadlift German Suplex!!! Nooo! The Man lo blocca con un piede, lo ferma dal collo e lo proietta in avanti, Stone prova a rialzarsi subito, ma Ross lo blocca dalla vita e lo spinge al suo angolo per farsi dare il cambio! I due sollevano insieme Billy Stone e connettono un Suplex in coppia! Nuovo cambio e lo rialzano ancora, stavolta per uno Slingshot Suplex in coppia! Ancora cambio che rimanda in campo Tucker, che connette un Butterfly Suplex! Schienamento su Stone! Solo 2!

Tucker continua l'attacco, rialza Billy, che però lo blocca e connette un Belly to Belly Suplex! Quindi colpisce con una serie di calcioni alla schiena, fino a portarlo all'angolo del suo team per il cambio a Cassie Carter! Ora sono gli Shinsegumi ad attaccare il rookie della Man House, serie di calci dai due lati e da diverse angolazioni, poi c'è un Reverse Atomic Drop di Billy che trattiene Tucker... E arriva il Drill Missile Jumping Brogue Kick di Cassie Carter!!! Schienamento su Tucker! Solo 2, Ross interviene in tempo!!!

E Billy Stone gli si fionda addosso! Serie di Club to Back al capo della scuola avversaria e poi Billy lo manda fuori dal ring lasciando campo libera a Cassie Carter... Che attende che Tucker si rialzi per poi connettere un Tornado DDT... Dopo la quale trattiene la presa e lo blocca a terra con una Guillotine Choke!!! Butterfly Blade di Cassie Carter che prova a sottomettere l'avversario!!! Jeffrey Tucker prova a ribaltare la presa sollevando di peso Cassie e schiantandola con una Powerbomb! Ma non riesce a metterci abbastanza forza e Cassie mantiene salda la presa!!! Jeffrey Tucker sta per perdere i sensi... Il referee va subito a capire se Jeff sia in grado di proseguire o meno, lui non ha intenzione di arrendersi, non cede, ma le sue braccia sono sempre più molli ogni secondo che passa e alla fine... Vince Ross torna nel ring e spezza la sottomissione!!!

Boccheggiando Tucker rotola velocemente all'angolo, mentre Billy Stone fa segno a Cassie Carter di dargli il cambio a sua volta e arriva un doppio cambio! Billy Stone si fionda di corsa addosso a Vince Ross, serie di colpi al volto e al petto, poi lo blocca e va a connettere la Death by ElBROw!!! Nooooo!!! Ross si abbassa in tempo, Billy passa oltre e poi prova a girarsi verso l'avversario... Che lo anticipa con un Toe Kick e poi lo sbatte al tappeto con la Be The Man Sitout Facebuster!!! Quindi prova il pin... No! Arriva Cassie Carter a fermarlo... Noooo!!! Vince Ross anticipa la mossa della rivale e la carica sulle spalle... Per poi connettere una Death Valley Driver addosso a Billy Stone!!! Schienamento di Vince Ross su Billy!!! E Cassie è a terra poco distante da loro senza le forze per intervenire in tempo! E arriva il 3 per la vittoria della Man House!!!

Xue: "I vincitori per schienamento con la Be The Man in 10 minuti e 19 secondi sono Vince Ross & Jeffrey Tucker!!!"

Posted Image

Di ritorno dalla pubblicità parte California Love e Simon Steed fa il suo ingresso acclamato dal pubblico di Fresno, il proprietario del Total War Project rapidamente guadagna il ring salutando l'arena e una volta a centro quadrato riceve puntualmente un microfono.

Steed: "Come avrete sentito poco fa, presto il Total War Project avrà una nuova cintura!
Il titolo nato come Mentor Title e poi diventato Silver Title in WTF, presto sarà una delle 6 cinture TWP!
Dopo il King of War per il campione massimo, l'Anarchy per l'estremo, il Rookie per i nostri debuttanti, i Trios per le squadre e il Suicide per la categoria femminile infatti, ben presto avremo il titolo dedicato a coloro che guidano le scuole del nostro Project!
La presentazione ufficiale, avverrà alla fine del Master & Apprentice Tournament, qualora il team vincente sceglierà di chiedere una shot al titolo attualmente detenuto da Vince Ross, invece di quello in mano a Logan Manson di Rookie Champion!"

Novità ben accolta dall'arena, come anticipato da Ross poco fa, il Master & Apprentice Tournament ora non offre più una shot al Rookie Title, ma una scelta tra quello e il nuovo titolo TWP.

Steed: "Ma ora parliamo di un altro titolo, il King of War Title!
Nello scorso show ho annunciato una Big Challenge 4 a Big Prize, un Fatal 4 Way che stabilirà il prossimo sfidante al titolo di Volkermord, tra quattro autentici supermassimi del TWP e stasera è il momento di dirvi i loro nomi!
Per questa chance, non essendo preceduta da alcun match di qualificazione, ho deciso di dare spazio a 3 scuole che non hanno ancora mai avuto una chance di conquistare il King of War Title:
La Militia Romana Sacra, che sarà rappresentata da Jan de Stoute!
Gli Heel 4 Hire, che vedranno Danny Dozer sul ring!
La Neue Deutsche Wrestling, che avrà una chance con Moses Zero al suo debutto nel TWP!
E per finire, un altro debuttante nel TWP, perché la quarta scuola, quella che è stata a suo modo 'derubata' della cintura: il Gold Fist Club con Robert "Tex" Jackson!
Questi sono i quattro che si affronteranno tra due show a TWP #77 con in palio la..."

Ad un tratto una voce risuona nell'arena sovrastando quella dello Stuntman.

???: “BORING! BORING! BORING!”

Il pubblico è sorpreso. Steed d'istinto alza lo sguardo.

???: “Sapevo che eri un pallone gonfiato, innamorato del suono della sua stessa voce, ma credevo ci fosse anche un limite alla tua decenza.”

Simon ha capito immediatamente la fonte della “protesta”, ed anche le telecamere non hanno difficoltà a rintracciare il misterioso contestatore.
Ed eccolo, affacciato alle finestre della Vip Box, con aria divertita c'è lui: Kemal del new Turkish order.

Kemal: “Se vi state chiedendo come mai ho un microfono... su, dai, siamo l'nTo, non gli ultimi arrivati – pausa per il pubblico - Ciao Stuntman, è sempre un piacere vederti dall'alto verso il basso. La giusta prospettiva tra noi due.”

Stranamente, niente richiami alla sicurezza né richieste di chiudere il microfono, ma un sorriso per l'ex Stuntman.

Steed: "Esatto Kemal. La giusta posizione per entrambi, io sul ring come parte dello show, tu in tribuna, come spettatore... Pagante per di più, quindi grazie mille!"

Kemal: “Prego Stuntman. Fare l'elemosina è un pilastro della mia cultura. Aiutare i più deboli... mi sento una persona migliore. Però in realtà ci siamo un po' stufati di stare qui. Abbiamo finito tutti gli stuzzichini, svuotato il frigobar, ma non ci sono partite di basket in tv. Quindi ci siamo dovuti sorbire metà card... quando è troppo è troppo... Simon.”

Boato negativo del pubblico.

Steed: "So what? Questa arena avrà quante? 50, 100 uscite? Hai bisogno di interrompermi perché ti dica quale sia la più vicina?"

Kemal: “Perché il mio ottimismo ha un limite, e il momento in cui aprirai quel becco per dire... signori dell'nTo fatemi la grazia di scendere dalla celeste dimora della Vip Box per il vostro atteso incontro con Alexander Oturk, da me umilmente organizzato... mi sembra molto lontano. Non vorrai mica farci attendere fino alla fine dello show?”

Ancora l'espressione di scherno per i vecchi avversari.

Steed: "La fine di questo e di tutti quelli che seguiranno, per quanto mi importa. I vostri problemi con Oturk non mi interessano e non sapendo dove si trovi, né come contattarlo, anche volendo non potrei fissare un bel niente! Se hai problemi da risolvere con lui, affidati ai tuoi legali, sono sicuro che con i casini che hai combinato in tutto il mondo saprai a chi rivolgerti... E se invece i vostri problemi sono di soldi... puoi sempre smettere di sprecare quel che ti resta per uno show a cui non vuoi assistere, a quanto pare."

Il pubblico appoggia Steed.

Kemal: “Simon, Simon, Simon. È una questione d'intelligenza. Non è come credi tu, so che ti piace fare il duro da film d'azione, ma il tuo ragionamento non può funzionare. Qui non è in atto nessuna trattativa, l'nTo non ha mai trattato con nessuno, l'nTo si è sempre preso quello che voleva, Stuntman. E tu sai di cosa parlo. Sai che non ho voluto sostituire la placca con il tuo nome dalla cintura WFS Tag Team?”

Steed: "Lo immagino, è un sentimento d'affetto reciproco Kemal, io conservo la sedia con la sagoma della tua testa, fatta nel vostro ultimo match e..."

Si tocca dietro il collo.

Steed: "Ci sono i nomi Kemal, Mustafa e Memeth sulle tre placche di metallo che ho nel collo con cui ho combattuto per anni."

Un “ooh” dispiaciuto arriva dalla platea.

Kemal: “Che storia toccante... comunque, tornando a noi, il nome del gioco è Kemal ordina, Simon esegue. Non vuoi sottostare? Bene, allora paghi penitenza. E se credi che i nostri interventi per migliorare i ratings dei tuoi show si limitino a distruggere orrende scenografie di federazioni morte o ad aiutare il tuo peggiore tag team a diventare campione del mondo, allora sono pronto a deluderti. Io sono qui per darti dispiaceri – Kemal si volta all'indietro – avanti puoi venire.”

Qualcuno avanza e si posiziona al fianco del Dev Adam.

Kemal: “Steed, riconosci questo ragazzo?”

Le telecamere zoomano.
Un'espressione di sorpresa si dipinge sul volto dello Stuntman.

Kemal: “Signore, signori, lasciate che vi introduca Alexander Young, vincitore del California State Championship, colui che sarebbe dovuto diventare qualcuno qui in TWP. Sto raccontando il giusto, Simon?”

Steed: "What the fuck are..."

Kemal: “Non c'è bisogno di imprecare. Il povero Alexander... uhm, bel nome, ma sfortunato... è stato smistato alla UK Dragon Academy, aiutami a definirla, Mr. Steed.”

Steed: “Damned...”

Parole incomprensibili e indicibili.

Kemal: “Insomma, una scuola di cialtroni tuoi pari. Sparita nel nulla, e il povero Young è rimasto tagliato fuori. Questo sarebbe il tuo grande lavoro come promotore di giovani talenti? Questa sarebbe la tua gestione oculata?”

Il pubblico è inferocito.

Kemal: “Alexander, prima di tutto grazie per aver accettato il nostro invito.”

Young fa un cenno con la testa.

Kemal: “Come ti ho detto, tu questa sera avrai l'occasione di ottenere tutto quello che non hai potuto avere, a causa di quel signore – indica Steed – di colpo avrai tutta la fama che la UK Dragon Academy non ti ha saputo dare, la visibilità che ti è stata negata. Diventerai parte della storia della TWP... e forse anche dell'intero business, diventerai una stella, diventerai forse pari allo stesso Simon Steed!!!”

Kemal è teatrale come non mai.

Kemal: “Quindi... giovane Alexander, ho una semplice domanda per te. Vuoi essere aiutato a diventare una stella pari a Steed?”

Il pubblico fischia pesantemente, mentre Young ci sembra indeciso. Uno sguardo a Kemal, uno sguardo al lontano Steed.

Steed: "Alex, get out of...."

Alexander ci pensa ancora per qualche lungo istante...

Steed: "Alex... vieni giù da lì è una..."

Alexander fa un cenno... fa di sì con la testa!!!
UN RABBIOSO “BOOOO” SI ALZA DALLA SELLAND ARENA!!!! ALEXANDER YOUNG SI È APPENA UNITO ALL'NTO?!!!
Non sarà un grande shock per la storia della TWP, ma qualcosa di estremamente simbolico.
Steed fa di non con la testa. Kemal sorride con piacere...

Kemal: “Mi dispiace pubblico, ma nessuno è innocente...”

Cenno della mano del turco, qualcuno avanza... ED IN QUATTRO SI AVVENTANO SU ALEXANDER!!!
DEI MEMBRI DELL'NTO SI SONO AVVENTATI SU YOUNG!!! IL ROOKIE NON RIESCE A DIFENDERSI, È SOPRAFFATTO IMMEDIATAMENTE!!! PUÒ SOLO URLARE AIUTO!!!

Steed: "Stop it Kemal! STOP IT!"

Kemal: “Alexander preparati ad essere simile a Steed... simile a Steed durante Uprising #85!!!”

Per chi non lo sapesse, durante "Uprising #85", show della WFS del settembre 2013, il new Turkish order scagliò Simon Steed giù dallo stage. Uno dei momenti memorabili dell'ultimo periodo della federazione di Manchester.

Kemal: “Alexander sarai una grande stella... CADENTE DEL FIRMAMENTO DEL PRO-WRESTLING!!!”

Steed lascia il microfono, Ma è troppo tardi... IL NEW TURKISH ORDER DEFENESTRA YOUNG DALLA VIP BOX!!! UN VOLO DI SVARIATI METRI!!! OH MIO DIO!!!! YOUNG SPROFONDATA DIETRO LE SCENOGRAFIE PUBBLICITARIE.
Il pubblico californiano è diviso tra gli ammutoliti, gli scioccati... e i sadici eccitati. Le telecamere inquadrano la Vip Box, ma non c'è più nessuno alla finestra, l'nTo è fuggito dopo aver messo a segno l'ennesima malefatta e la linea va immediatamente alla regia.


Posted Image

BACKSTAGE

Non manca moltissimo al Main Event, Jack Gallego è già pronto. L'argentino sosta in corridoio, in attesa che gli venga detto di entrare, ed intanto fende l'aria con alcuni pugni. Genny Suicide gli si avvicina, con una certa titubanza.

Genny: "Buonasera Jack... mi secca disturbarti in questo momento, so che ti stai concentrando per la sfida a venire, ma..."

Gallego sospira, ma riserva comunque un sorriso, un po' melanconico, all'intervistatrice.

Gallego: "Tranquilla Genny. Se vuoi farmi qualche domanda sono a tua disposizione."

Genny sorride, rinfrancata.

Genny: "Allora... stasera una sfida contro Kodama. E' l'ormai eterna sfida tra la tua scuola e la Man House, ma stasera in gioco c'è anche di più visto che questo è un "All In Match" valido in vista del WAR IS THE ANSWER."

Gallego annuisce, poi risponde.

Gallego: "Ho sempre cercato di tenermi lontano... da quella che definisci come "eterna sfida" tra la WTF e la scuola di Vince Ross. Sono intervenuto, in un unico frangente, per fermare... un amico, si voglio definirlo ancora tale, che stava facendo una cazzata. Non era mia intenzione influenzare l'esito della sfida, ed infatti... il signor Ross ha vinto. Con pieno merito. Detto questo: rispetto molto Takeshi Kodama, apprezzo la sua tempra, la sua tenacia. Ma stasera avrà contro un Gallego molto motivato, ed è meglio che lo sappia. Non lo sottovaluto affatto, e pertanto darò il tutto per tutto per vincere. Al WAR IS THE ANSWER sono particolarmente legato. So che ripetersi sarà dura, ma vincere stasera può essere un buon viatico per tentare l'impresa anche quest'anno."

Genny: "Poco fa parlavi di un "amico" intervenuto nel match tra Dylan McZax e Vince Ross. Ti riferisci ovviamente a Tyson Hardaway. Credi davvero che la vostra amicizia sia ancora salda dopo quanto successo? E credi che Tyson si farà vivo stasera?"

Gallego si gratta la nuca.

Gallego: "Non ricordo che Tyson abbia parlato male di me, dopo quanto successo. Si è beccato un pugno... ed allora? E' sopravvissuto anche a quello che gli diedi nello scorso WAR IS THE ANSWER, no? Di certo, non può accusarmi di aver influenzato l'esito dello scontro. Tyson avrà i suoi casini con Dylan, e magari anche con altri dirigenti della WTF... ma, parlando fuori dai denti, questo non vuol dire che può fare il cazzo che gli pare."

Nonostante le apparenze, Genny Suicide sembra arrossire, forse perchè non abituata a sentire un tale turpiloquio da Jack Gallego.

Gallego: "Non so se Tyson interverrà stasera, non ho una palla di cristallo. Spero di no. E non lo dico perchè ho paura: un suo intervento rischierebbe di far squalificare Takeshi, quindi è meglio, PER TUTTI, se l'incontro fili liscio come deve andare, secondo le regole.
Ad ogni modo, spero che non intervenga perchè vorrebbe dire che Ty ha preso sul personale una sfida che in realtà non toccava nè me, nè lui. Ma, come ho già detto a Steed, se Tyson Hardaway vuole fare la voce grossa con il più grande King of War che ha avuto questa Federazione... allora si accomodi pure. Io non mi tirerò indietro."

Genny: "Sei stato molto chiaro Jack... e non voglio deconcentrarti oltre. In bocca al lupo..."

Gallego: "Crepi, Genny."

L'argentino torna al suo riscaldamento, la linea torna alla regia.


Posted Image

Nell'arena del TWP parte War is Coming, la theme music del King of War in carica. Volkermord appare in breve tempo sullo stage e cammina dritto, con andamento veloce, verso la rampa. Sembra non accorgersi neppure del fatto che ai suoi lati siano presenti in numero gli spettatori che hanno pagato il ticket per assistere allo show. Va semplicemente dritto per la sua strada, fino a quando dopo una decina secondi non lo troviamo già addirittura sullo squared circle.
Il wrestler tedesco chiede alla regia di tagliare subito la sua entrance music, poi si avvicina alle corde e richiede un microfono. E' visibilmente irritato da qualcosa, se qualcuno si trovasse su quel ring insieme a lui probabilmente il Berliner Annihilator gli avrebbe già messo le mani addosso.

Quando il teutonico ottiene il mic si posiziona subito al centro del ring, quindi inizia a parlare.

Volkermord: "Credo di essere capace, in qualche modo, di rispettare in minima parte il lavoro che viene svolto negli uffici di questa federazione. Non ho di certo un rapporto d'amicizia con il proprietario della baracca, Simon Steed, né credo ne avrò mai uno. Eppure in genere confido nelle sue capacità di giudizio, nella sua abilità nel vedere lontano per offrire un buon prodotto. Sicuramente è un uomo che sa quel che fa, forte della sua esperienza nel settore."

L'Unsterblich adesso cambia ancora espressione: si tratta sempre di rabbia, solo che sta volta è maggiormente accentuata. Il suo volto assume un colorito violaceo e i suoi muscoli sono tutti in tensione.

Volkermord: "Ma NON RIESCO AD ACCETTARE il fatto che abbia deciso di infangare IL MIO NOME e quello del TITOLO CHE DETENGO, nominando QUATTRO PERFETTI INCOMPETENTI per offrir loro la possibilità di conquistare una title shot per il King of War Title!"

Crowd: "BOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!"

L'arroganza del tedesco viene corrisposta, com'era ovvio, da una bordata di fischi.

Volkermord: "E' un vero scempio. Io, Re indiscusso della Guerra, dovrei sporcarmi le mani con il sangue di un jobber sopravvissuto ad un match tra jobbers?!? E' davvero questo IL MEGLIO che posso aspettarmi dal Total War Project?!? Potrebbe esserci soltanto UNA SOLA VALIDA GIUSTIFICAZIONE per permettermi di accettare tutto questo, ovvero il fatto che non si possa far affidamento su nessun altro perchè tutti gli altri si sono TIRATI INDIETRO, dopo aver visto i cumuli di ossa che mi sono lasciato alle spalle dopo i match che ho disputato. Potrei fare buon viso a cattivo gioco SOLO IN QUEST'EVENTUALITA'."

Ancora astio puro da parte del pubblico nei confronti del King of War.

Volkermord: "Quindi potrei, presto, dovermela vedere con quell'olandese campagnolo di De Stoute, che tra il raccogliere un tulipano e l'altro si sbronza come se non ci fosse un domani, compromettendo sempre di più ogni giorno che passa le sue doti atletiche, la sua forma fisica?!?
O magari contro Moses Zero, un fottuto APOLIDE che ha addirittura il coraggio di infangare l'essenza del WRESTLING TEDESCO. Considerando i traumi scaturiti dal genocidio del 1994 in Rwanda al quale è fortunosamente scampato, credo che se arrivasse al cospetto del GENOCIDIO INCARNATO potremmo vedere per la prima volta un lottatore che imbratta i tights di merda in diretta TV.
O magari mi raggiungerà Danny Dozer, un sempliciotto totalmente privo di sale in zucca che dà il meglio di sè stesso in certe occasioni, quando si arrabbia. Beh, un gigante rabbioso che pesta gli avversari come fossero formiche, peccato che nel caso in cui diventasse un contendente troverebbe di fronte a sè un wrestler decisamente più GROSSO di lui, e che il meglio del meglio di sè lo offre SEMPRE, dall'inizio alla fine.
...
E poi... Robert Jackson, IL COLMO DEL COLMO. Un Cacciatore di Luchadores, in genere uomini mingherlini sotto gli 80 Kg di peso, che decide di dare una svolta alla sua carriera mettendosi a cacciare un GRIZZLY. Ottime credenziali, uomo!"

Volkermord scuote il capo, ancora infastidito, poi decide di scendere dal ring.

Volkermord: "Sono molto deluso, e amareggiato. Spero che presto qualcuno venga da me a propormi una sfida più interessante, perchè se pensate che io me ne stia con le mani in mano fino alla mia prossima VERA sfida, allora vi sbagliate di grosso. Sono pronto anche a girare per il backstage e ad infortunare a random i membri delle varie scuole di wrestling, se la mia protesta non verrà ascoltata. E non è una minaccia.
Io non minaccio, io agisco."

***STUD***

Il tedesco getta il mic ancora acceso a terra, poi parte di nuovo la sua theme e lo vediamo dirigersi - sempre con andamento spedito - verso il backstage dell'arena.

Camera fades.


Posted Image

MAIN EVENT
War is the Answer - All In Match

Wrestling Training Facility vs The Man House
Jack Gallego vs Takeshi Kodama

Il Main Event della serata è l'ennesima sfida tra membri della WTF e della Man House, è inoltre l'unico match non valido per il Master & Apprentice Tournament, essendo il secondo degli All In Match che regalano una chance di entrare con uno degli ultimi quattro accessi nel War is the Answer Match, contro il rischio di non prendere parte del tutto.

La sfida parte con uno scambio di colpi a centro quadrato, una serie di Jab da parte di Kodama a cui Gallego risponde alzando la guardia e accettando lo scambio a base di pugni, che però il giapponese riesce a respingere grazie alle sue abilità nelle arti marziali, prima di rispondere con un paio di Overhead Kick! Gallego non va giù, ma Kodama può portarlo all'angolo e continuare ad attaccarlo! Per poi sollevarlo sulla corda più alta e andare subito per lo Sparrow Flight Top Rope Brainbuster!!! Ma Gallego reagisce a suon di pugni al costato dell'avversario ed è lui a sollevarlo per un Diving Front Suplex violentissimo! Schienamento di Gallego... Solo 2! Kodama kicks out!

Già dal primo scambio si capisce che nessuno dei due ha intenzione di andare per le lunghe, Gallego connette subito degli Elbow Drop, poi rialza l'avversario e colpisce con degli European Uppercut fino a portarlo alle corde, qui lo lancia dalla parte opposta, rimbalzo di Kodama che prova subito a colpire con uno Spinning Roundhouse Kick!!! Noooo!!! Gallego evita e appena il giapponese si gira se lo carica sulle spalle... E poi chiude la Fireman's Carry con un Argentine Uppercut!!! Altro schienamento di Gallego! Ancora 2!

Ed è già arrivato il momento di alzare il pugno sinistro al cielo! I suoi fan applaudono la scelta ed El Zurdo attende che Kodama si rialzi, per poi andare a segno con La Mano Izquierda de Dios!!! Noooo!!! Kodama non aspettava altro! Evita il pugno e blocca il braccio dell'avversario per poi schiantarlo a terra con un Cobra Clutch Suplex e connettere una Cobra Clutch Crossface!!! Oroburos Gatame di Takeshi Kodama!!! Gallego però non molla! E fa di tutto per raggiungere le corde... Kodama non molla la presa... L'ex King of War dopo aver tentato di raggiungere le corde alza la mano per cedere e la batte al tappeto... No!!! Afferra la corda più bassa e si salva!

Kodama non ha intenzione di farsi sfuggire la chance di infierire, si carica con delle pose da Kung fu fighter e quando Gallego si rialza va a segno con il suo Double Palm Thrust Exploding Vermillion Attack!!! Schienamento di Takeshi... Solo 2! Gallego alza la spalla sinistra! Kodama non si scoraggia e stavolta va sul paletto, quindi attende che Gallego si rialzi e lo colpisce di nuovo in caduta con il suo Top Rope Corkscrew Roundhouse Waterfall Kick!!! Noooo!!! El Zurdo evita!!! E blocca tra le gambe l'avversario per connettere subito una Elevated Powerbomb!!! Noooo!!! Kodama si spinge all'indietro e sfrutta il poco spazio guadagnato per un calcio ascendente il rotazione!!! 540° Crescent Gyro Dragon Kick di Kodama che manda al tappeto KO Gallego! Schienamento del giapponese!!! 1...2...3! Noooo!!! Gallego alza ancora il suo pugno sinistro!!!

Takeshi Kodama sembra averle provate tutte, ma nessuno dei suoi attacchi 'soliti' sembra bastare per la mascella d'acciaio dell'ex King of War, quindi annuisce per qualche secondo, accettando il fatto di dover utilizzare uno dei suoi colpi 'speciali', Gallego lentamente va a rialzarsi e Kodama lo raggiunge in corsa, serie di rotazioni volanti e Taekwondo 900° Fujin Kick!!! Nooooooo!!! Di puro istinto Gallego trova il varco per piazzare il suo gancio!!! La Mano Izquierda de Dios mette fine alle resistenze di Takeshi Kodama e un po' rintronato dai colpi subito El Zurdo può andare per il pin!!! 1...2...3!!!

MA IL REFEREE NON CONVALIDA IL PIN!!!

Gallego esulta, ma l'arbitro gli fa segno che non c'è stato il 3, perché Kodama ha un piede sulle corde! Gallego fa segno al referee che è impossibile l'abbia fatto dato che è knock out... Ma poi vede che fuori dal ring c'è Tyson Hardaway e capisce tutto!!! Il Ty-Phoon ha messo un piede del suo compagno di scuola sulla corda più bassa salvandolo e Jack Gallego si sporge alle corde furioso indicandolo e minacciandolo!
Sguardi e parole di fuoco tra i due, con Hardaway che alla fine con una mano fa segno a Gallego che 'parla troppo'... E per tutta risposta l'argentino si siede sulla seconda corda sfidandolo a salire sul ring per dimostrargli che non ci sono solo parole ad attenderlo!!!

Hardaway però non accetta la provocazione che porterebbe alla vittoria per squalifica di Gallego, ma si limita a continuare a punzecchiarlo, finché Gallego non torna a concentrarsi sull'incontro... E si vede 'volare' addosso Takeshi Kodama con un Kung Fu Running Flying Side Raijin Kick!!! Che stavolta va a segno!!! Come il Fujin Kick, che Gallego era riuscito ad evitare, anche il 'calcio del dio del fulmine' non ha mai lasciato scampo a chi l'ha subito finora (capirai, era Timmy Vandalo n.d.T)!!! E dopo il colpo arriva lo schienamento!!!

1...2...3!!!

La Selland Arena di Fresno ammutolisce!!! Jack Gallego è eliminato dal War is the Answer Match che nella scorsa edizione gli aveva dato la chance, poi sfruttata, di diventare King of War!!!
Takeshi Kodama torna a realizzare uno dei suoi 'miracoli', nonostante in questo caso, buona parte del merito è senza dubbio da dividere con l'intervento in suo favore di Tyson Hardaway, che per il bene della sua scuola, per il male di quella sua rivale o semplicemente per punire Gallego ha stravolto completamente l'esito di un incontro dai ritmi e dagli impatti clamorosi!

Xue: "Il vincitore per schienamento con il Raijin Kick in 17 minuti e 42 secondi e qualificato al War is the Answer Match è Takeshi Kodama!!!"

Posted Image

Non ci sono più match ad aspettarsi, ma la linea torna al backstage dell'arena, dove si è appena portato il King of War in seguito al suo intervento al microfono sul ring del Total War Project. Volkermord avanza lungo un corridoio, con il suo solito passo da Grizzly che non conosce ostacoli da scansare, ma solo formiche sulle quali passare sopra. Mentre passa, infatti, alcuni operatori dello staff TWP sono costretti a scansarsi insieme alle loro attrezzature per evitare di collidere con il colosso di Berlino.
Dopo una manciata di secondi l'Unsterblich raggiunge la porta del suo camerino, ben distinguibile per via della targhetta che vi è affissa sopra. Ma non ha neanche il tempo di allungare una mano sulla maniglia che qualcuno attira la sua attenzione: Volkermord si ferma, fa un passo indietro e si rivolge completamente verso l'individuo che ha appena intravisto.

Volkermord: "Chi non muore si rivede."

Alle sue spalle si presenta un uomo in maschera, quella classica antigas che caratterizza i molteplici sosia di Genocide che stanno infestando il TWP, la voce invece è come sempre resa irriconoscibile dal distorsore vocale.

Genocide: "Un po' di tempo fa qualcuno ci è andato vicino... ma Omega non ha avuto il coraggio di andare fino in fondo, quindi eccomi ancora qui."

La classica risata sadica del Quarto.

Genocide: "Tu piuttosto... Quando ti ho aiutato contro Bakunin non avrei certo pensato che questo ti avrebbe portato a perdere tempo con i fantocci scelti per te da Steed..."

Völkermord assottiglia lo sguardo su Genocide IV, riflettendo su quanto ha appena detto.

Völkermord: "In effetti è stata una perdita di tempo per tre quarti. Ma uno su quattro di loro punterà il dito contro il mio regno da King of War e, sai, mostrare al nemico a cosa potrebbe andare incontro non guasta mai.
Lottare contro di me è come mettersi in bocca dell'azoto liquido. Puoi essere temerario e tenerlo sulla lingua per una breve manciata di secondi, ma poi sarai costretto a sputarlo fuori, a mollare, a meno che tu non voglia che finisca nelle vie respiratorie per poi farti implodere spedendoti all'altro mondo. Le mie parole spesso sono il foglietto illustrativo di una sostanza che viene tenuta sotto chiave, ma in pochi lo leggono e si fermano in tempo. Molti altri invece ci trovano una sfida, un limite da varcare, e ci rimangono secchi."

Il Berliner Annihilator allarga le braccia, poi poggia le mani sui fianchi.

Völkermord: "Poi ci sono quelli che prendono le giuste precauzioni dalle sostanze tossiche."

Il tedesco indica la maschera antigas del suo interlocutore.

Völkermord: "Quelli come te le conoscono, sanno quando avvicinarsi e quando starne alla larga. Sanno quando riporle lontane dall'aria calda e rovente, come al tempo in cui fui Genocide XL e perdemmo la nostra opportunitá, e quando invece tornare ad integrarle nel proprio arsenale distruttivo per generare uno scempio sul ring. Come, suppongo, stia accadendo ORA...
...
Cosa bolle in pentola, Genocide?!?"

L'uomo in maschera antigas spalanca le braccia con il suo solito fare teatrale.

Genocide: "La guerra, come sempre.
Sta per iniziare Volkermord... E tu che sei la macchina da guerra per eccellenza, dovresti sapere perché sono qui."

Il Quarto muove le braccia e fa oscillare un sacchetto nero, simili a quelli della pattumiera, che finora era passato in secondo piano.

Genocide: "Ti voglio al mio fianco, nei Das Extinction, per riprendermi le cinture che mi sono state rubate, quelle che non siamo riusciti a conquistare al nostro primo tentativo."

Il Berliner Annihilator alterna lo sguardo tra il volto mascherato di Genocide e il sacchetto nero.

Volkermord: "Finisce una battaglia, ne comincia una nuova fino a quando non si conclude la guerra. Finisce una guerra... E una nuova guerra viene annunciata.
...
La prima volta non siamo riusciti a mantener fede alla portata del nostro nome, non abbiamo portato a compimento il nostro piano di devastazione. Genocide e la sua versione XL hanno fallito."

Dalle parole dell'Unsterblich si evince quasi che egli non voglia cimentarsi di nuovo nell'impresa, che stia per rifiutare la chiamata alle armi. Ma poi...

Volkermord: "Ma il sol pensiero che quell'episodio sia stato legato a gente come Mascara e il suo compare mi convince, sempre di più, di quanto questo ambiente necessiti di una sana pulizia etnica. L'estinzione fu annunciata, ora... Non resta che portarla a termine.
Penserò a quell'infausto giorno come ad uno stop temporaneo piuttosto che una sconfitta vera e propria, vedendoci solo una delle tante battaglie che compongono la guerra. Se tu, Genocide, ritieni che questo sia il momento giusto per riprovarci, se anche tu reputi che quel capitolo sia rimasto aperto e che spetta a NOI porre la parola fine su questa guerra..."

Il tedesco si avvicina al Quarto, fissandolo dall'alto verso il basso con il suo sguardo glaciale e impenetrabile.

Volkermord: "Allora combatteremo, di nuovo, insieme. Stavolta per lasciarci alle spalle due carcasse smembrate private della possibilità di una degna sepoltura."

La risposta del Quarto è solo un ghigno, reso malefico dal distorsore vocale.
Il patto è rinnovato, Genocide IV ha ricevuto l'ok del King of War Volkermord, che tornerà così ad essere la sua versione XL e con i Das Extinction che tornano alla loro formazione originale, per un secondo attacco ai titoli di coppia, si chiude la puntata numero 75 del Total War Project!
[/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Seifer
La "Concorrenza"
Puntata di buon livello ma senza nessun quid particolare che mi abbia colpito in maniera particolare.

Visto che Tave ci teneva, commento più che altro per dire che per me non ne ha risentito troppo in qualità questo tipo di writing.
La vita è un varieté
e 'o cazz è cumm 'o rré
e io ca so' guaglione,
t'o ronco 'stu bastone sott' 'a luna
puttana comm'a ttè.

(O' tiempo se ne va - Squallor)
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Seifer
La "Concorrenza"
Voto: 8,5 comunque.
La vita è un varieté
e 'o cazz è cumm 'o rré
e io ca so' guaglione,
t'o ronco 'stu bastone sott' 'a luna
puttana comm'a ttè.

(O' tiempo se ne va - Squallor)
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
ShaneSimond
Member Avatar
SlasherShane
Seifer,27 June 2017
16:46
Voto: 8,5 comunque.

Secondo me è un "8 bll sciò"
Palmarès

-1 time NWR Tag Team Champion with Kevin Nash (In coppia con SCSA nei New Outsiders) [29gg]
-1 time NWR Tag Team Champion with Robert Conway (Con Sylvan Grenier nella Resistance) [98gg]
-1 time NWR USA Champio with Simon Dean (Regno Più longevo) [100gg]
-MITB 2014 winner NWR with Kevin Thorn
-1 time NWR Universal champion with Mordecai [91gg]
-1 time NWR Female Champion with Rosenrot Bluttal [7gg]
-1 time NWR Undisputed Womens Champion with Sirelda [180gg +/-]
-1 time ICF Tag Team Champion with Simon Dean (Con Matt Striker) [Albo non trovato]
-1 time REF Bellatrix Tag Team Champion with Sirelda (Con Daffney) [179gg]
-1 time REF World Champion with Big Van Vader [6gg]
-1 time REF Tag Team Champion with Ron Conway (Con Dolph Ziggler nei Beautiful Empire) [29gg]
-1 time PWA Champion with Kevin Nash [14gg]
-1 time PWA Champion with Ethan Simond [134gg]
-1 time ECF YoungBlood Champion with Yuri Bakunin [70gg]
-1 time TWP Anarchy Champion with Yuri Bakunin [132gg]
-1 time WBFF Tag Team Champion with Hog Family (Tag with Angel Obike Lowe) [7gg]
-2 time JLW Custom Champion with Ethan Joel Simond [27gg / 49 gg]
-Awersome Trophy JLW 2k16 with Ethan Joel Simond
-1 Time JLW World Champion with The Terrific Blue [27gg]
-1 Time VDW Tag Team Champion with The Kadets (Izidor & Boria) [250gg]
-1 Time IUW Xtreme Kombat Title with Saif Eddine Almandjur [180gg]
-1 Time CWS European Champion with Seamus O'Malligan [6 Mesi]
-1 Time WTF Starlette Tag Tean Champion with The Orthrus (Tanija & Zoe) [57gg]
-1 Time VDW Double-X Champion with Quinn Moore [84gg]
-Double Awersome Trophy 2k17 with Ethan Joel Simond e Jeff Houdson
-1 Time THÈA-PELL International Atómicos with THÈA Masked All-Star (Lady Hattori, Dark Viper with Elwira Waldo & Sly Liger) [??gg]
-1 Time WTF Tag Tean Champion with The Jotunns (Hallbjorn & Bjorn Ironside) [120gg]
-1 Time EWW Tag Team Champion with The Kadets (Izidor & Boria) [89gg]
-PWA Rise Hall of Famer class 2018 (Walter Simond)
-PWA Rise Hall of Famer class 2018 (Simon Dean)
-International Atómicos Title (Lilith, Elwira Waldo & Chanel Simond)
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
The Special Uan
Member Avatar
The Good
quando ci sta Mimmo lo show diventa pure da 10
ME DOVEDE DA LI SORDI, QUELLI GROSSI, BIG MONEY I BIG MONEY, I WANT BIG MONEY
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Cross Wizard
Member Avatar
Grazie Gianni, GIAOOOO!
Ecco, ora lo show è completo:

Posted Image D
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
zanding/STEWIE01
Member Avatar

Sono soddisfatto dell'andamento che il feud sta prendendo e la prossima settimana il 3 vs 3 sarà il primo vero capitolo della faida.

L'NTO lo conoscevo solo di fama ma mi sono piaciute tutte le loro interazioni e i loro discorsi, il loro segmento dove hanno fatto volare un Rookie è molto d'impatto, forse avrebbe meritato il finale di puntata e mi piace che ci sia stato un rimando a vecchie ruggini con Steed.

Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Cith
Member Avatar
The Usual Suspects
Lo stile di writing mi piace, è snello. Ah, se solo io fossi capace a scrivere in quel modo, ci ho provato e ho scritto ancora di più di prima. Però così va bene.


Immaginavo che la mia collaborazione con Mr. Khan avrebbe portato a un promo meno d'impatto di quanto avrei voluto, ma il Khan è molto tirannico e si prende tutta la scena. Povero Masters.

Genocide e Völkermord sono spettacolari, già tifavo per loro quando avevano fatto team in passato.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Psykomarty

Cith,1 July 2017
18:43
Lo stile di writing mi piace, è snello. Ah, se solo io fossi capace a scrivere in quel modo, ci ho provato e ho scritto ancora di più di prima. Però così va bene.


Immaginavo che la mia collaborazione con Mr. Khan avrebbe portato a un promo meno d'impatto di quanto avrei voluto, ma il Khan è molto tirannico e si prende tutta la scena. Povero Masters.

Genocide e Völkermord sono spettacolari, già tifavo per loro quando avevano fatto team in passato.

Cith Durden...
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
DealsFor.me - The best sales, coupons, and discounts for you
« Previous Topic · Show · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR