Welcome Guest [Log In] [Register]
Welcome to Raven Project.


If you're already a member please log in to your account to access all of our features:

Username:   Password:
Add Reply
THÈA "NEW YEAR'S EVE PARTY" 31/12; feat. DU "Last Night on Earth"
Topic Started: Dec 31 2017, 16:04 (176 Views)
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Il collegamento si apre e vediamo la classica Tsuki Takahashi che sorride in direzione della telecamera. Il titolo in spalla. Scuote il capo, come se fosse abbastanza contrariata, ma senza volerlo dare troppo a vedere.

B-chan: “Da quando la DU è diventata la puttana dell’Empress?”

Fa schioccare la lingua sul palato.

B-chan: “La dirigenza avrà sicuramente voluto dare modo di mettere in mostra la compagnia e la sua voglia di apparire, di mostrarsi come palcoscenico adatto. Peccato che si sia voluto mettere insieme varie cose che c’entrano poco col contesto.
Siamo alla 2FH Arena, cristo. Siamo dove tutto è iniziato, almeno per me. Quindi perché devo essere inserita in una contesa di un torneo di cui non me ne fotte nulla?
Perché è questa la verità, non me ne fotte nulla dell’Empress. Non me ne fotte nulla di questa competizione di gente a me ignota e di cui non ho neanche voglia di cercare notizie. E prima che qualche coglione commenti deliberatamente che è qualcosa detto sulla falsariga de ‘la volpe che non arriva all’uva’ voglio spiegare una cosa: l’anno scorso mi sono impegnata per procedere in questo torneo. Ho dato tutta me stessa ed ho accettato il fallimento. Ho accettato perché ho compreso che non ero pronta, non ero adatta.”

Pausa.

B-chan: “Ero ancora la Tsuki che voleva vincere con onore ed orgoglio, ma adesso sono cambiata per fortuna. Adesso posso andare avanti senza guardare in faccia niente e nessuno. Però rimane l’incognita, perché combattere in una competizione che non mi interessa? Secondo quale logica dovrei essere motivata. È questo il punto. Io sono qui per vincere, sono qui per rimanere campionessa ed impedire alla prossima puttana di provare l’assalto alla MIA cintura. Io STASERA combatterò non per l’Empress, ma per me stessa. Perché sono nel palcoscenico che mi ha lanciato per primo. Per quanto io sia una figlia di buona donna sono anche consapevole che ogni passo è importante, soprattutto il primo. Quindi prenderò quella troia di Marlene e la spremerò fino a renderla poltiglia.
Del torneo non me ne frega. Di me stessa, sì.

Anche perché guardate la card intera. Siamo diventati la fiera della patata. Così tanti confronti che al pubblico sicuramente interesseranno per il proprio Fap Time. Gente che viene qua e poi se ne andrà senza neanche aver capito a fondo l’ideale che c’è dietro la DownUnder o che c’era dietro la Fight For Honor. Gente che vuole andare avanti per vincere un torneo per poter dire di essere la ‘migliore’, ma in cosa di specifico? In cosa pensano di essere migliori? Provate a fare quello che ho fatto io.”

Sorriso.

B-chan: “Provate a rinnovarvi. Provate a crescere. Provate a capire dove sbagliate. Provate a rialzarvi sempre. Provate a tironfare. Come ho fatto io. Provate in questo modo e forse potrete dire di essere tra le migliori. Prima di allora autoinfibulatevi e tacete.”

Sguardo serio e determinato della giapponese, la quale poi mostra il titolo.

B-chan: “Questo è il mio premio ed il simbolo del mio successo. Questo è ciò che sono, la campionessa. Qualcosa che è cresciuto dentro di me si è manifestato, la voglia di primeggiare. Ciò non mi rende speciale, siamo tutte partite dal medesimo punto, ma ciò che ci differenzia è la determinazione. Non vi permetterò di mettermi i bastoni tra le ruote finché ci sarà questo” – alza leggermente il titolo – “di mezzo. Asfalterò chiunque ci proverà, anche se questo vorrà dire proseguire in questa pagliacciata. Ma alla prima occasione utile mi tirerò fuori da questo evento tanto stupido per cui quattro sgallettate si ammazzano. Per cosa poi? Una corona d’ottone che non è neanche eterna. Siete patetiche. Siete stupide. E ciò vi rende ai miei occhi facili prede.

And that’s so… kawaii.”

Posted Image

Sigla!

[utube]https://www.youtube.com/watch?v=Pzx33i0Ygrs&feature=youtu.be[/utube]

Posted Image

Primo match dell’Empress of Europe, e partiamo subito alla grande.
Sul piatto ci sarà anche il DownUnder World Women’s Title perché a lottare saranno Berzerk-Chan e Marlene! Ed ecco arrivare proprio la lottatrice del Project Insanity sulle note di “Gangsta” di Kehlani! Fischi per la ex-Harley Night che raggiunge il ring lentamente ma con estrema concentrazione al punto di non curarsi dei fischi e degli insulti ricevuti, una volta all’interno del ring però tocca alla sua avversaria e sulle note dell’intro giapponese di Sailor Moon è Berzerk-Chan a raggiungere il ring di gran carriera! Buon riscontro per la giapponese che, nonostante non faccia molto per farsi amare, è comunque molto più ben voluta di Marlene. Ormai è tutto pronto, l’arbitro alza la cintura di campionessa al cielo e dà subito il via al match!

1st Match - Empress of Europe - Round 1/DownUnder World Women's Title:
Berzerk-Chan © vs Marlene


Marlene si avvicina e con fare mellifluo porge la mano a B-Chan in segno di rispetto ma la giapponese non vuole farsi fregare e non vuole mostrare nessun crepa nel suo muro e schiaffeggia con sdegno la mano dell’avversaria… E poi le salta addosso con una Lou Thesz Press! Marlene a terra e B-Chan infierisce su di lei con una violenta scarica di pugni al volto, quindi la giapponese risolleva l’avversaria e poi la lancia all’angolo con un’Irish Whip! Running High Knee Strike a seguire e poi B-Chan connette con un Running Bulldog che termina proprio al centro del ring! Subito tentativo di pin! One, two and NO! Marlene kicks out!

B-Chan però non ha intenzione di dare scampo alla sua avversaria e la intrappola subito in una Crossface! Marlene soffre moltissimo ma non intende cedere e alla fine è la stessa Berzerk-Chan a decidere di interrompere la manovra di sottomissione… Ma solo per continuare a infierire sull’avversaria con una violenta serie di Stomp! Marlene è in completa balia di B-Chan ma ecco che c’è la reazione della lottatrice di Las Vegas che rotola via evitando i colpi di B-Chan finché non finisce fuori dal ring! B-Chan non perde tempo e scende anche lei dal ring per inseguirla ma fa proprio il gioco di Marlene! Leg Lariat improvviso di The Cure che aveva calcolato tutto!

B-Chan finisce a terra ma Marlene la rialza all’istante e con precisione chirurgica la whippa direttamente contro i gradoni d’acciaio! OUCH! Brutta botta per B-Chan che resta a terra tenendosi un ginocchio dolorante, Marlene non indugia un solo istante e la lancia nuovamente all’interno del ring dove la segue a ruota per intrappolarla in una Single Leg Boston Crab alla gamba che prima aveva impattato contro i gradoni. Ora è B-Chan a essere in difficoltà e a soffrire ma la giapponese ci ha abituato a non arrendersi mai e infatti anche ora lentamente si trascina verso le corde… Le ha quasi toccate! SI’! B-CHAN TOCCA LE CORDE! Marlene però non molla la presa, intenzionata a indebolire il più possibile la resistenza dell’avversaria, e l’arbitro è costretto a intervenire per contare la squalifica!

1!
2!
3!
4! Marlene molla la presa!

L’arbitro la redarguisce ma la lottatrice appartenente al Project Insanity nemmeno lo ascolta e adesso sulla terza corda e poi attende che B-Chan si rialzi…

E POI VOLA CON UN MISSILE DROPKICK!

NO!!! OH MY!

Tsuki Takahashi blocca il colpo afferrando al volo le gambe di Marlene che sbatte duramente con la schiena contro il mat… E ora la rigira intrappolandola in una Boston Crab! B-Chan restituisce pan per focaccia all’avversaria stringendo le sue gambe in una mossa di sottomissione molto dolorosa alla quale Marlene decide comunque di resistere! Eccola trascinarsi verso le corde… E anche lei riesce a toccarle! B-Chan però molla subito la presa senza costringere l’arbitro a intervenire… Ma solo per connettere con un Double Foot Stomp direttamente sulla nuca di Marlene! CHE BOTTA! La Voce del Project Insanity sembra aver completamente perso i sensi e allora B-Chan la trascina al centro del ring dove esegue subito un tentativo di pin!

1!!!
2!!!
3NO!!! Incredibile kickout all’ultimo momento di Marlene! Il match continua!

B-Chan non si dispera e attende con pazienza che Marlene si rialzi… E LA CARICA CON LA KAWAII!! NO!!! Marlene riesce a evitare il colpo ma quando si volta B-Chan la sta già attendendo e la stende con un Superkick che la fa crollare gambe all’aria! B-Chan ora sale addirittura sulla terza corda… E VOLA SU MARLENE CON UN MOONSAULT! ESECUZIONE PERFETTA! B-Chan resta su Marlene e l’arbitro conta!

1!!!
2!!!
3NO!!! Ancora nulla da fare!

Incredibile resistenza da Marlene, ma B-Chan stavolta è stufa e non vuole andare avanti ancora a lungo quindi solleva all’istante la sua avversaria e se la carica sulle spalle… BERZERK DROP! NO! Marlene scalcia e riesce a scivolare alle spalle di B-Chan… E prova un Roll Up!

1!!!
2!!!
3NO!!! Anche B-Chan si salva all’ultimo!

Ma appena la giapponese si rialza, Marlene è pronta a chiudere il match!

GOONIGHT!

NO!!! E’ ancora giorno per Berzerk-Chan che blocca il colpo Marlene parandolo coi gomiti… Toe Kick! E ancora una volta Marlene finisce sulle sue spalle!

BERZERK DROP!

E stavolta la finisher va a segno! B-Chan copre all’istante e l’arbitro conta!

1!!!
2!!!
3!!!

Berzerk-Chan b. Marlene (9:11) con la Berzerk Drop difendendo il titolo.

Ennesima prova di forza da parte di Berzerk-Chan che dopo aver sconfitto Lilith riesce ad avere la meglio anche su Marlene! Chi potrà fermare ora la sua avanzata?

Posted Image

Beatrice: Dove sono stata inserita?

La Golden Witch alza un sopracciglio indecisa davanti alla sua interlocutrice: la sua portinaia Gaap dai boccoli biondi.

Gaap: Riice sei stata inserita nel torneo Empress of Europe che è arrivata alla sua quinta edizione! Non è tanto difficile da capire per una come te.

Mostra alla sua padrona la lettera d’invito.

Gaap: Ormai sei importante nel panorama del wrestling femminile: non solo hai vinto il titolo femminile della Valley Death Wrestling ma hai anche conquistato il prestigioso Minerva Championship dalle mani di Nurse Lisa … stai diventando un faro nel mare sperduto della divisione anche se le tue “colleghe” non vorranno ammetterlo per gelosia o cecità nei tuoi confronti.

La Strega incrocia le mani in una posa meditabonda.

Beatrice: Ambiente della THEA giusto?

L’altra annuisce.

Beatrice: Dunque devo ritornare là dopo il mio match contro la mia compagna Liiva? Interessante: a quanto pare lì succedono cose molto pittoresche e succulenti per me. Ma non posso andare alla cieca in un ambiente a me sconosciuto altrimenti la mia disfatta sarà immediata e prevedibile … Gaap.

L’altra si mette ironicamente sull’attenti.

Gaap: Sì Riice?

Beatrice: Due cose: se continui a prendermi in giro la pagherai severamente e ho bisogno di informazioni sulla mia prima avversaria. Voglio nome, cognome, ring name e abitudini … ogni cosa che possa servire al mio fatidico scontro d’accordo? Ogni dettaglio, ogni pelo … TUTTO!

La irriverente serva della Strega non se lo fa dire due volte e poggia sul tavolo delle pergamene scritte in maniera minuziosa.

Gaap: Avevo già previsto la vostra “semplice” richiesta e quindi ho già trascritto della vostra avversaria: il suo nome è Caitlin.

La italo-giapponese prende le pergamene e comincia a leggerle.

Beatrice: Una ragazza dalla lingua lunga, che pretende l’ultima parola e si dice che sia maledettamente furba … mi ricorda una certa serva che deve imparare la catena di comando ancora.

Alza lo sguardo in maniera accusatoria verso Gaap, che mantiene il suo sorriso arrogante.

Beatrice: È già stata campionessa Thea???

Gaap: Di coppia: ha detenuto i titoli di coppia della Thea.

Beatrice: Potrebbe essere un osso duro quanto Kim Popart allora.

Gaap: Kim è nel torneo padrona!

Lo sguardo di Beatrice si infiamma.

Beatrice: Prego?

Gaap: Anche Kim Popart è nel torneo padrona … e anche Liiva!

La Strega si alza in piedi.

Beatrice: Perfetto!!! Vorrà dire che dovrò impegnarmi sul serio: pensavo che questo torneo fosse solo l’ennesima inventiva senza senso fatta solo per impiegare ragazze affinchè non si impigriscano … ma se hanno preso sia Liiva che Kim vorrà dire che la questione si fa ancor più interessante di quanto ritenessi!

Gaap: Padrona … riguardo la vostra avversaria? Da quanto ho saputo anche lei sembra essere esperta nel wrestling tecnico.

Beatrice: Vorrà dire che la signorina Caitlin di Vancouver, Canada vedrà delle MAGIE in quel campo: può essere esperta quanto vuole ma io ho trionfato anche contro degli uomini e non mi farò mettere i piedi in testa da una tizia ossessionata dai cellulari. Il potere dell’oro trionferà.

Gaap: IL POTERE DI RIICE TRIONFA SEMPRE!

Beatrice: Accompagnami alla barca Gaap: ci aspetta un lungo viaggio.

Si incammina verso l’uscita mentre la portinaia la guarda con occhi sognanti mentre ridacchia.

Gaap: Adoro il suo savoir faire.

Riceve uno scappellotto da parte del maggiordomo Ronove.

Ronove: Padron Beatrice ti ha dato un compito quindi eseguilo.

Gaap: Che noia … vado a farlo! Un po’ di calma eh?

Si allontana borbottando in maniera infantile.

Ronove: Perché Beatrice non la caccia ancora?

Posted Image

Continua l’Empress of Europe e in questo nuovo match del primo round si andranno a scontrare Caitlin della DownUnder contro Beatrice della World Bloody Fight Federation! Andiamo subito a vedere gli ingressi! Risuona “Ricordando il passato” ed è Beatrice a comparire sullo stage! Fischi per la Golden Witch che non si cura dei suoi detrattori e raggiunge il ring a passo spedito in attesa della sua avversaria… Che arriva subito! Parte “Turn it Up” dei CFO$ ed è il turno di Caitlin! Buon riscontro per la Lady Nerd che qui nella 2FH Arena è di casa e infatti raggiunge il ring scambiando hi-five e saluti con i fan delle prime file. E’ tutto pronto, il match ora può avere inizio!

2nd Match - Empress of Europe Tournament - Round 1:
Caitlin vs. Beatrice


Le due atlete vanno una incontro all’altra… Beatrice squadra con supponenza Caitlin, la quale mantiene invece un atteggiamento umile e al contempo distratto che sembra innervosire la Golden Witch che dal nulla carica un colpo su Caitlin! EVITATO! Miss Geek passa alle spalle di Beatrice e la colpisce con un calcio dietro al ginocchio, Beatrice si inginocchia e Caitlin connette con una Blockbuster! OTTIMA MANOVRA! Subito tentativo di pin da parte della lottatrice della DownUnder! One, two and NO! Beatrice kicks out! Caitlin però non si dispera e intrappola subito l’avversaria in una Boston Crab! Beatrice soffre ma prova subito a raggiungere le corde e data la freschezza riesce a toccarle subito!

Caitlin molto correttamente molla subito la presa e si allontana, Beatrice prova a rialzarsi ma Caitlin corre subito su di lei! NO! Beatrice si abbassa nuovamente e tira giù la terza corda! CAITLIN CAPITOMBOLA FUORI DAL RING! Beatrice se la ride, soddisfatta per aver fregato l’avversaria, poi vede che Caitlin si sta rialzando… E si lancia su di lei con un Pescado! Ottimamente eseguito! Caitlin crolla nuovamente a terra sotto il peso dell’avversaria che ora la rialza… Irish Whip contro le transenne! OUCH! Caitlin resta alle transenne dolorante e Beatrice ne approfitta per infierire su di lei con una serie di Chop! Che dolore! Ma l’arbitro nel ring sta procedendo col Count Out e allora la Golden Witch lancia subito la sua avversaria all’interno del quadrato, ma poi si ferma sull’apron… PER VOLARE CON UNO SPRINGBOARD LEGRDROP! A SEGNO! E c’è subito il pin a seguire!

1!!!
2!!!
3NO!!!

Beatrice vicinissima alla vittoria! Il match continua però ma la Golden Witch ha già qualcosa in mente e solleva Caitlin per stordirla con dei pugni al volto dopodiché la whippa all’angolo! Running High Knee a seguire da parte di Beatrice che poi proietta a terra Caitlin con uno Snapmare e colpisce con un Penalty Kick durissimo! TERRA DORATA! Caitlin è dolorante ma Beatrice non ha pietà, la solleva nuovamente… DEATH VALLEY DRIVER! A SEGNO!!! E c’è ancora il pin!

1!!!
2!!!
NO! Ancora nulla da fare!

Beatrice però ne ha abbastanza e prima infierisce ancora sull’avversaria con una lunga serie di pugni al volto, poi sale fin sulla terza corda… DOVE VIENE RAGGIUNTA DA UNA REDIVIVA CAITLIN! Breve colluttazione tra le due in cui Caitlin riesce comunque ad avere la meglio…

E ORA CONNETTE CON UNA MOONSAULT SIDE SLAM!!!

INCREDIBILE!!!

Mossa spettacolare da parte della Bitch with WiFi che ora lentamente si trascina sull’avversaria per tentare il pin!

1!!!
2!!!
3NOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!! BEATRICE ALZA UNA SPALLA!

Caitlin lentamente si rialza e si appoggia ad un angolo per recuperare energie… Intanto anche Beatrice si riporta in posizione eretta… Ma si becca un Running Dropkick da parte di Caitlin che la manda nuovamente a terra! E adesso la lottatrice di Vancouver continua a lavorare alle gambe dell’avversaria intrappolandola in una Sharpshooter! Ancora una volta la strega della WBFF soffre moltissimo ma non vuole assolutamente cedere e allora lentamente prova a raggiungere nuovamente le corde! Ce l’ha quasi fatta… E INVECE NO! CAITLIN TRASCINA NUOVAMENTE BEATRICE AL CENTRO DEL RING! Si mette malissimo per la Golden Witch che ora non sa più cosa fare… Anzi sì! Beatrice punta le mani sul mat sollevandosi lievemente… E POI CON UN COLPO DI RENI ESEGUE UNA CAPRIOLA IN AVANTI TRASCINANDO CAITLIN CON SE’ CHE SBATTE A TERRA!

Incredibile la manovra con cui Beatrice è riuscita a uscire dalla Sharpshooter della sua avversaria, ma la Golden Witch è troppo debilitata alle gambe e si rialza in ritardo, quando anche Caitlin è già in piedi e ha avuto modo di anticipare la sua avanzata con un Toe Kick che le spezza il fiato! Suplex a segno da parte di Caitlin che ora vuole chiudere il match e si allontana di qualche passo attendendo che Beatrice si rialzi…

YOU’VE BEEN HACKED!

NO!!!

Beatrice salta con un Leap Frog sopra la schiena di Caitlin mandandola a vuoto! La Lady Nerd prova a girarsi subito… Ma si becca un Superkick in pieno volto! La lottatrice della DownUnder barcolla senza cadere a terra… E allora Beatrice ne approfitta e la afferra per un braccio buttandosi poi a terra per intrappolarla in una Kimura Lock dolorosissima! Fortuna vuole che le corde siano vicine e che a Caitlin serva solamente allungare un po’ la gamba per toccare la prima corda! MA BEATRICE NON MOLLA LA PRESA! L’arbitro è costretto a contare la squalifica e solo al 4 la Golden Witch molla la presa! Beatrice si rialza e non si cura dei richiami dell’arbitro iniziando a colpire Caitlin con degli Stomp al braccio che aveva appena incastrato nella sua manovra di sottomissione.

Caitlin soffre ma Beatrice non ha pietà e solleva l’avversaria e le incastra il braccio dolorante alle corde, quindi prende la rincorsa per colpire l’arto con un Running High Kick! NO! Stavolta è Caitlin che si abbassa, tirando verso il basso la terza corda e restituisce il favore a Beatrice! Ma la Golden Witch non rotola fuori ring e riesce a mantenersi sull’apron… E quando Caitlin si volta vola su di lei con una Springboard Huracanrana! MANOVRA ECCEZIONALE! Caitlin rotola a terra mentre Beatrice corre alle corde…

TSUBASA!

NO!!!

Caitlin si sposta ma Beatrice riesce ad atterrare in piedi! La Lady Nerd prova una Clothesline ma Beatrice evita, Toe Kick e poi afferra Caitlin per la testa e si lancia verso il paletto… ONE-WINGED BIRD! NO!!! Caitlin annulla anche questa mossa spingendo Beatrice che impatta malamente contro i sostegni del turnbuckle! La Golden Witch barcolla all’indietro… E Caitlin la abbranca per connettere con un ottimo Release German Suplex! CHE COLPO! Caitlin non perde un attimo e si getta su Beatrice… PER CHIUDERA NELLA WI-FI ATTACK!

NO! NO! NO!

Beatrice gioca di astuzia ed è lei a intrappolare Caitlin…

NELLA DAWN OF THE GOLDEN WITCH!!! Manovra letale da parte di Beatrice… Caitlin cerca di liberarsi ma la presa della Golden Witch sembra essere d’acciaio!

E alla fine a Caitlin non resta che cedere!

DIN DIN DIN!

Beatrice b. Caitlin (10:45) con la Dawn of the Golden Witch.

Grandissimo successo per Beatrice che tra i fischi del pubblico della 2FH Arena porta a casa un’importante vittoria contro una beniamina dell’ormai defunta Fight For Honor e si guadagna un meritatissimo passaggio del turno.

Posted Image

Viene inquadrata una bara aperta.
Seduta sul bordo vediamo una ragazza, la cui identità è abbastanza ovvia.

Pain.

Pain: “Ma dai, l’Empress of Europe di nuovo?
E anche questa volta perché l’ha voluto una Di Mag”

La ragazza si mette una mano davanti alla bocca, fingendo di correggere un errore

Pain: “Ops, scusatemi…non si chiama più così, ma devo sempre abituarmi.
Solo che non è per niente facile e continuerà a non esserlo, finché emanerà la puzza tipica della sua famiglia a chilometri di distanza!”

Pain scuote la testa

Pain: “Due anni fa Zoey mi inserì in questo torneo al solo scopo di farmi perdere il titolo Diamonds, poiché era perfettamente consapevole che non sarebbe mai riuscita a strapparmelo in prima persona.
Tu invece che cosa vuoi ottenere, Kayl”

Di nuovo la mano davanti alla bocca

Pain: “Tu vuoi che la DownUnder, che tu comandi grazie ad un’idea che hai palesemente copiato a tua sorella, ottenga i migliori risultati possibili anche all’esterno così da far apparire la tua opera di gestione come di grande valore. E copiando, tra l’altro, riesci perfino a far passare Zoey come quella capace tra voi due…come puoi anche solo sperare di risultare un minimo credibile?”

Scuote la testa e fa “no” anche col dito

Pain: “Tu vuoi sfruttare la nostra sete di successo personale per portare un guadagno solo e soltanto alla tua immagine, ma anche se sicuramente le mie colleghe si faranno fregare non riceverai da me la stessa soddisfazione.
Io vado oltre la Morte, quindi figurati se non posso andare oltre e te ed il Project Lob”

E ancora una volta, si diverte proprio a prendere per il culo Karin Hawthorne

Pain: “Vincerò stasera, vincerò nelle serate successive e mi siederò finalmente sul trono che mi spetta ma che per via di una famiglia che vuole sempre essere al centro dell’attenzione anche quando non c’entra assolutamente nulla non ho mai neanche visto da vicino.
Ed ogni passo lo farò solo e soltanto nel MIO nome.
Vieni a trovarmi quando avrò raggiunto un punto che neanche sommandoti a tutte le tue parenti e sottoposte potrai riuscire anche solo a sognare.
Comando solo e soltanto io, ed inizierò a dimostrarlo proprio stasera””

Posted Image

La 2FH ARENA - Vuota, la notte prima dell'evento.

E' praticamente notte fonda, l'arena è nella semioscurità. Solo qualche faretto di sicurezza ad illuminare i vari settori. Si sentono dei passi riecheggiare, all'altezza del secondo anello. Poi si fermano. Sono quelli di un uomo, di mezza età, della parte meridionale dell'arcipelago giapponese, fasciato in un completo total black. Chi segue altre federazioni, come la Thèa o la WTF, lo conosce come Mr. Tofu. Quale sia il suo vero nome, è ancora oggi un mistero. Ciò che è noto, invece, è che Tofu è il manager della lottatrice mascherata nota come Lady Hattori. Che proprio in questo momento viene raggiunta da colui che ne fa gli interessi.

Lady Hattori è... appollaiata, praticamente, su un sediolino, e fissa il ring, flebilmente illuminato. Tofu resta in piedi, sui gradini di cemento che scendono fino alle balaustre.

T: "Suggestivo, non trovi?"

Hagane risponde con voce atona.

LH: "Dici?"

T: "Ogni arena vuota ha un suo fascino. Domani, questi stessi spalti saranno gremiti di gente. Svariate migliaia di anime che verranno a parteggiare per questa o quella lottatrice. Chissà... magari ci sarà anche qualche tuo supporter."

LH: "Ne dubito."

T: "Ma non ti importa, vero?"

LH: "Non me ne è MAI importato. Lo sai."

Tofu annuisce, e si accende una sigaretta. Lady Hattori si volta verso di lui per un istante, infastidita. Quindi torna ad osservare il ring, già montato.

T: "Tranquilla... una sola sigaretta, in un ambiente così grande... non farà scattare l'allarme anticendio."

Nessuna risposta da parte della nipponica.

T: "Cosa vedi quando osservi quel ring?"

Lady Hattori impiega qualche istante per rispondere. Poi replica, in maniera definitiva.

LH: "Decadenza."

Tofu solleva un sopracciglio... Lady Hattori si prende qualche secondo, poi riprende, articolando meglio il suo pensiero.

LH: "Quando mi è stato detto che la Thèa mi aveva iscritto, d'ufficio, all'EMPRESS OF EUROPE e che il primo turno si sarebbe svolto nella DownUnder, mi aspettavo che ci sarebbe toccato volare in Australia. Invece siamo qui... in Irlanda. Alla 2FH Arena. La DownUnder, più che una Federazione, mi sembra un feto incapace di staccarsi dal suo cordone ombelicale."

La giapponese si alza dal suo posto... ed in maniera ben poco elegante, sputa per terra.

LH: "La "famigerata" divisione Diamonds della 2FH che rivive qui... alla fine non sono altro che quattro cagne impegnate a strapparsi i capelli tra di loro e che credono di essere il centro dell'universo, quando invece non rappresentano assolutamente nulla di più che un... circoletto ricreativo di stronzette viziate."

T: "La tua avversaria, Pain..."

Lady Hattori però è categorica e stoppa immediatamente il suo manager.

LH: "Rientra perfettamente nella descrizione."

Il tono lapidario di Hagane è una chiara antifona per Tofu, che si zittisce. I due riprendono a camminare, per lasciare la zona. Dopo diversi metri, è sempre Lady Hattori che ricomincia a parlare.

LH: "Non so nulla di più di Pain, nè mi interessa sapere altro. Non ho alcun astio verso di lei. La considero solo... sfortunata. Un'anonima rappresentante, di una sopravvalutata divisione femminile, che ha avuto la sfortuna di incrociare me sulla propria strada. Domani... farò in modo che Pain tenga fede al suo nome... contemplerà il dolore, come probabilmente finora non ha fatto mai."

L'Urban Ninja affretta il passo, addentrandosi nella semioscurità dell'arena, per abbandonare il luogo. Alle sue spalle, Mr. Tofu sorride.

Posted Image

Questa prima tornata di match del torneo Empress of Europe è ricco di match inediti. Anche questo incontro a cui stiamo per assistere è un inedito, che vedrà affrontarsi due lottatrici che sono state campionesse nelle rispettive federazioni d'origine.

La prima ad entrare è Pain, prima lottatrice in assoluto a vincere il titolo 2FH Diamonds. La reazione del pubblico irlandese è sostanzialmente positiva, Dublino non ha dimenticato la lottatrice di Las Vegas. Pain è alla sua terza partecipazione consecutiva, e le due precedenti partecipazioni si sono concluse al primo round. Una simile striscia negativa appartiene addirittura a Lilith, che però ha vinto la seconda edizione.

Ingresso per Lady Hattori, accompagnata dal suo manager Mr. Tofu. La platea irlandese accoglie freddamente l'ex-campionessa WTF Starlette, non proprio una calamita di simpatia. Per la “ninja girl” si tratta del debutto assoluto nell'Empress of Europe, e dalla sua ha una vittoria in un'altra competizione: l'Heavenly QueenScramble 2017, andata in scena a novembre.

Operazioni di rito concluse, possiamo cominciare...

DIN! DIN! DIN!

3rd Match - Empress of Europe Tournament - Round 1:
Pain vs. Lady Hattori


Come iniziare un match? Ovvio, con una fase di studio subita da un ancora più classico Clinch al centro del rin.
Giusto per rimanere nella tradizione, la giapponese fa indietreggiare Pain fino alle corde, l'arbitro interviene dividendo le due... ma ecco che la wrestler di Las Vegas reagisce con una ginocchiata al basso ventre a tradimento.
Pain affonda i suoi colpi sul volto mascherato di Hattori, subito dopo Irish Whip... rimbalzo... l'americana si piega in avanti... BACK BODY DROP!!! La nipponica è proiettata a terra, e Pain salta per colpire... LEGDROP!!!
Colpo a segno e primo tentativo di pin del match.

1...
2... No!

Hattori si libera con decisione. Pain non demorde e continua a controllare con attacchi serrati alla testa della Lady. Subito dopo arriva un DDT!!! Ouch!!! Inizio in salita per la nipponica, e secondo pin...

1...
2... No!

La giapponese esce ancora con decisione, Pain però domina ancora chiudendo una BODY SCISSOR!!!
La presa va avanti a lungo, con l'americana che non si fa scrupolo di tirare l'avversaria per i capelli o per la maschera, anche se poi è ella stessa a mollare la presa. Pain si rialza, serie di stomp e poi pin...

1...
2... No!

Pain sta letteralmente dominando queste fasi del match, e adesso prova a caricarsi sulle spalle una Lady Hattori in difficoltà... NO! LA GIAPPONESE RIBALTA IN UNA CRUCIFIX HOLD!!! Pin...

1...
2...
2,9NOOOO!!!

Per poco non riusciva il colpaccio della ninja. Le due si rialzano, Pain è furiosa ed attacca ma trova un BACKFIST ad accoglierla. Mezzo giro, Hattori si trova l'avversaria di spalle... chiude un HIGH-ANGLE RELEASE GERMAN SUPLEX!!!
La giapponese suona la riscossa, rialza l'avversaria, serie di colpi lancio contro l'angolo più lontano, con corsa ad accompagnare (solo)... BACK LARIAT!!! Hattori stordisce l'avversaria con una gomitata alla nuca, poi le alza le gambe sulla seconda corda, poi si mette tra il paletto e Pain... AIDED SITOUT POWERBOMB!!! Pin...

1…
2…NO!

Pain esce dal pin, Hattori continua a controllare chiudendo un BOSTON CRAB!!!
La wrestler di Las Vegas soffre ma non vuole cedere e cerca le corde. Hattori allora concentra tutto su un solo arto... SINGLE-LEG BOSTON CRAB!!! Scelta però non ottima, Pain con uno sforzo titanico molla un calcio sulla schiena della nipponica liberandosi così dalla morsa. Le due lottatrici si rialzano, ma purtroppo per l'americana la ninja è lesta con uno SPIN KICK!!! Pain cade a terra ed arriva un pin...

1...
2.. NO!!!

Pain alza una spalla da terra, il match continua. La Hattori stende nuovamente l'avversaria con degli stomp, quindi punta al paletto e ci sale per un Moonsault... NO! Pain si rialza e corre per smuovere le corde, quanto basta per far perdere l'equilibrio alla giapponese che resta abbarbicata sulle protezioni. L'americana si fionda alle spalle della giapponese, l'afferra alle spalle... prova a vincere la resistenza... ci riesce... SUPER GERMAN SUPLEX!!! OOOOOOOOOOOOOOH!!!
Impatto mostruoso, Pain cerca il pin...

1...
2...
2,9999999999NOOOOOOOOOO!!!

Per pochissimo, per un nulla, perdiana!
Pain se la prende con l'arbitro, chiede la VAR, ma è tempo prezioso per Hattori che rotola lontano verso l'angolo.
L'americana torna sull'avversaria per afferrarla alle spalle... reazioni improvvisa della Hattori... BLACK SKY!!! Reverse STO e Pain finisce con il volto contro il pad!!! Hattori recupera l'ormai stordita americana per chiudere senza problemi la HANZOGON!!! Grounded Dragon Sleeper serrata, per Pain non c'è nessuna speranza, ma lei non si arrende... non si arrende... per l'arbitro è troppo, chiama lo stop. Il match è finito.

Lady Hattori b. Pain (9:09) per stop arbitrale via Hanzogon.

La “lady ninja” supera il primo round, con glaciale pragmatismo.
Pain esce di scena al primo round senza però arrendersi.

Posted Image

Ci troviamo in un camerino con un cartellone appeso: 90’s Zone, la zona degli anni ’90. A rappresentare quest’epoca è la cantante ed idol Kim Popart, che si sta facendo sistemare la veste da combattimento dal suo manager discografico “Ziggy” Bryan Ziggermann.

Ziggy: “Perfetto così, Kim, sei pronta a scatenarti sul ring contro Elwira Waldo.”

La lottatrice appare emozionata, batte le mani dall’eccitazione.

Kim: “È un torneo e questo è solamente il primo passo. Il Kim Popart Tour nell’Empress of Europe, questo è un successo intercontinentale!”

Ziggy: “Questo è marketing. Partecipando al torneo dove sono presenti le migliori lottatrici di tutto il mondo ti rendi appetibile anche al pubblico europeo, così da poter fare altri tour, vendere finalmente qualche disco. Stai realizzando il tuo sogno di diventare una cantante famosa. Stavolta per davvero!”

La popstar sembra perplessa dalle parole del manager.

Kim: “Ehi, io non sono qui per fare pubblicità. Io voglio il palco, il piacere, il successo, godermi l’adrenalina del pubblico festante. Non c’è nulla di emozionante come la musica pop anni ’90… a parte il Wrestling, quello è sempre eccitante. Ma non partecipo a questo torneo per fare presenza, io voglio vincere ogni round, uno dopo l’altro, affrontare le migliori e chiudere con la mia Hit of the ‘90’s.”

Ziggy: “Il successo… eh, Kim, tu hai già un titolo in carriera ed è lo Starlette Tag Team Championships. Vuoi mettere l’ambizione di poter competere in singolo con le migliori lottatrici?”

Kim: “Ma Elwira non è fra le migliori! È una delle tante, ho affrontato avversarie di livello molto più alto di lei, perfino la mia super amica e super rivale Nurse Lisa mi ha messo alle strette, per non parlare di Liiva e Beatrice, entrambe mi hanno sconfitta, ma io ne sono uscita benissimo. ♫”

Ziggy: “Sei uscita sui tuoi piedi, devo ammettere questo. Ma poi a te il nome Waldo non ricorda qualcosa?”

La bionda di Dover corruccia il viso con un’espressione buffa.

Kim: “Conosco l’altro Waldo, e lui è un uomo tosto, è come Rambo in versione lottatore di Wrestling. Ma Elwira ha solo il suo cognome… non è lui! Io posso cavarmela, poi voglio dire… non ho mai visto una maschera così brutta come la sua. Manca di stile, manca di sostanza, sarà una sfida facile. 1… 2… 3 e si prosegue verso la gloria!”

Il manager si avvicina a Kim e cerca di incoraggiarla faccia a faccia.

Ziggy: “Ti meriti questo momento, sei giunta al punto della carriera dove finalmente puoi farti valere. Perciò continua a fare quello per cui ti sei preparata così a lungo. Non hai bisogno di battutine, di frasi ad effetto… sii naturale, sii una idol anni ’90 e porta i tuoi valori sul ring.”

Kim: “Lo farò di sicuro. Grazie Ziggy, sei sempre così ambizioso! È bello avere un manager come te.”

Ziggy: “Non dirlo nemmeno per scherzo. Io sono il manager più spietato in circolazione e se qualche altro produttore musicale cerca di corteggiarti dovrà vedersela con i miei metodi brutali.”

Kim: “Non mi interessa di un aumento del 5% o del 10%, io voglio dare il 100% con il mio stile anni ’90. Perciò potrai sempre contare su di me. ♫”

Ziggermann si allontana, lasciando la pop idol a riflettere prima della sfida.

Posted Image

La palestra che abbiamo visto solo un altra volta, è nuovamente di fronte a noi, non che possa essere molto riconoscibile se non per il ring che porta i colori di Marcko Waldo e lo stendardo recante la sua maschera appeso ad una parete.
Sul ring, sulla cime di uno degli angoli troviamo la Waldess intenta a tuffarsi sul nulla in quello che pare un esercizio per attutire le cadute.
Si lascia cadere di spalle sul mat e vi impatta facendo abbastanza rumore.
Rimane in silenzio per qualche attimo, con le braccia aperte e le gambe larghe, distesa sul mat ma notata la telecamera a bordo ring si mette immediatamente a sedere, sistemandosi i capelli e la benda sull'occhio.

"Hey People! Avete visto? EH?"

Rotola su un fianco più volte fino ad uscire dal ring e rimanere seduta sull'apron.

"Quando io prometto di vincere, io vinto. Proprio come Macko Waldo! Ecco perché sono la mercenaria più importante del circuito.
La Reina e quell'altra mi devono un gran compenso per quanto fatto ma il passato è passato e io me lo segno sul taccuino, sia mai che me lo scordi!
Mai dimenticare le cose passate o si rischia di ripetere gli errori. Nevvero??"

Mette le mani sui fianchi mentre guarda la telecamera di traverso per qualche attimo.

"Ma ora, è arrivato il momento di passare oltre, è iniziato uno dei tornei più importanti! E no ... non è il 2W1C, quello non è importante. Quello che conta è tutto qua! Oh Yeah!
Quando sento Wagner mi viene voglia di occupare la Polonia! Ma ogni volta mi rendo conto che sono solo una mercenaria senza un Kommando Kaiserreich Krieg che mi aiuti a conquistarla, dovrò scegliere un'altra via.
Cosa meglio di diventare imperatrice d'europa!? Sono la favorita e Gott in Himmel ho contro una rivale terribilmente facile! Ne sono certa, assolutamente certa, dannatamente certa, certissimamente certa! Oh Yeah Nigga!"

Elwira salta giù dall'apron e inizia a camminare per la palestra, in parte polverosa ma dopo che se ne è impossessata lei, beh un po' l'ha risistemata, ma non troppo.

"Kim Popart! Pfff, quanto devi essere sfigata per essere una come te?? Eri l'ombra di Jennifer Belle. Damn! Potevi scegliere qualcuno che valesse! Come Marcko Waldo!
Jennifer Belle cosa ha fatto? Ha vinto dei titoli in una federazione con base in una nazione con il debito pubblico alle stelle?? Guarda la mia amata germania! Le Germania di Waldo!
Kim, le tue canzoni sono terribili, e non lo dico perché le ho comprate ma perché le ho scaricate illegalmente, e menomale perché canti peggio di Paris Hilton."

La Waldess sembra essersi persa in uno sproloquio insensato, forse se ne rende conto e si ferma.

"Oh My! Kim, pensa, anche Jennifer ti ha sostituito in un batter d'occhio. Nessuno si ricorda più di te ... è il momento dell'eutanasia sportiva per te. Metterò fine alla tua carriera e andrò avanti nell'Emperess of Europe Tournament!
E nessuno mi fermerà finché non mi schieneranno! O finché i poteri forti non proveranno a mettermi i bastoni tra le ruote. Ma confido che nulla andrà Storto."

E con queste ultime parole la Waldess si allontana mentre il collegamento si chiude.

Posted Image

La voce di Shania Twain viene pompata a tutto volume dagli altoparlanti dell’arena e questo significa che è arrivato il momento di Kim Popart, con la giacca tigrata come la Shania.

Si muove rapidamente verso il ring mentre la sua musica lascia posto ai Waldo’s People che introducono l’emule di Marcko Waldo: Elwira Waldo! Per l’occasione la Waldo indossa la stessa maschera del suo idolo.

Raggiunto il ring l’arbitro compie i controlli di routine. Tutto ok? Si, avanti!
Il match ha inizio ufficialmente.

DIN DIN DIN!

4th Match - Empress of Europe Tournament - Round 1:
Kim Popart vs. Elwira Waldo


Si parte nel modo più classico di sempre: con un clinch al centro del ring. Il collar elbow tie up viene spezzato dalla Waldo che applica immediatamente un side headlock. Serie di backelbow della Popart che fanno retrocedere la mascherata alle corde. Li utilizza le stesse corde per liberarsi e per lanciare l’avversaria in avanti.

Passo in avanti e al rebound Kim viene colpita da una shoulder block che la atterra. La Waldess scatta di nuovo alle corde e subito Kim le si butta ai piedi in dropdown cercando di farla cadere. Ovviamente Elwira la salta continuando la corsa alle corde con un altro rebound.

Kim è subito in piedi e al rebound esegue un leapfrog lasciando passare ancora all’ennesimo rimbalzo l’avversario. Questa volta Kim può prendere il sopravvento e all’ennesimo rebound la afferra di lato e la proietta con un Hip Toss! Ben eseguito!

La Popart allarga le braccia in segno di vittoria e compie una riverenza verso la Waldo che si rialza dolorante.

“Visto che so fare? Tsk!”

L’emule di Marcko Waldo si fa avanti verso di lei. Le porge la mano come a voler mostrare rispetto…e Kim gliela stringe!

Beh, da brava fan di Waldo, Elwira sa bene come comportarsi: toe kick! DDT! A segno!

Il pubblico fischia, ma lei copre:

Uno!
Due!
No.

Sono queste le manovre che hanno portato il Waldo originale a tante vittorie durante la sua carriera. La Waldess rialza Kim per i capelli (e Kim urla di non rovinarli). La porta con le spalle contro le corde dove gli rifila una bella chop over the head.

La afferra poi per un polso e va di irish whip. No! Ribaltata! La Waldo viene lanciata contro le corde ma…non prende il rebound! Si aggrappa alle corde interrompendo la corsa. Kim la carica a tutta velocità ma la emule di Marcko si abbassa e abbassa le corde facendo volare l’avversaria fuori ring.

Rapidamente Elwira la raggiunge e la rialza. La afferra per i capelli (“Not my hair!) e la sbatte face first contro l’apron (“Not my face!”). La muove poi per il bordo ring fino ad una posizione comoda. Front facelock e suplex…NO!

Kim scivola alle spalle dell’avversaria, la volta, e la blocca a sua volta in un facelock. SUPLEX! Auch! L’atleta mascherata si dimena in preda al dolore fuori dal ring. Kim Popart finalmente prende il controllo del match. Rialza l’avversaria e gli rifila un right hand costringendola a rientrare nel quadrato. La segue con rapidezza e la ferma poco prima che possa rialzarsi.

Serie di forearm strikes per spingere all’indietro l’avversaria e Irish whip. Elwira prende un rebound e al ritorno viene fermata da un flying forearm degno di Tito Santana.

Uno!
Due!
No, niente.

Kim rialza di peso ancora l’avversaria e la spinge contro l’angolo. La colpisce con un right hand e successivamente usa tutta l’estensione della sua gamba sinistra per strozzarla all’angolo. Mossa ovviamente bloccata dall’arbitro che non può far altro che minacciare il DQ. La Popart molla la presa.

Waldo boccheggia e viene afferrata frontalmente da Kim. Lenegade Suplex a segno! La Starlette Tag Champion non va per il pin, ma si azzarda a scalare l’angolo cercando forse una mossa aerea.

La Waldo, da terra, chiama il ref. Quando si avvicina lo spinge contro le corde facendo perdere l’equilibrio a Popart che cade sul cuscinetto più alto! Rapida la mascherata si rialza e scala le corde fino alla middle rope…MIDDLE ROPE SUPERPLEX!

Coverrr

Uno!
Dueeee
NO!!

Kim Popart ne esce!

La Waldo va a lamentarsi con il referee. Il direttore di gara conferma la sua decisione: due!
Fuck.
La mascherata torna dalla sua preda, che intanto si sta rimettendo in piedi e la ferma frontalmente…SMALL PACKAGE DA PARTE DI KIM!

UNO!
DUE!
NO!

La Waldo ne esce! Le due si rialzano allo stesso istante ma la Popart riesce ad anticipa le mosse dell’avversaria con un braccio teso!

Kim si carica! Sente il momento dalla sua! Si sposta dall’avversaria invitandola a rialzarsi e quando lo fa….

SUPERKICK! HIT OF THE 90!

NO!

Elwira schiva il colpo e…front kick a seguire!

FIX IT IN YOUR MIND!

UNO!
DUE!
TRE!

Elwira Waldo b. Kim Popart (10:21) con la Fix It in Your Mind!

ELWIRA WALDO PASSA IL TURNO!
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
Uno specchio d'acqua riflette l'immagine di Lara Schultz, donna che conosciamo meglio con lo pseudonimo di Liiva. L'inquadratura si allarga, lentamente e progressivamente, fino a quando non scorgiamo per intero la sua sagoma di profilo. L'Angry Clairvoyant indossa un cappotto lungo - tenuto aperto - di colore grigio scuro, sotto il quale intravediamo dei pantaloni in pelle nera che penetrano in basso all'interno degli stivali e un corsetto color porpora che cinge il suo busto mettendo in risalto le generosità del suo petto. Si trova su un piccolo molo di legno, con lo sguardo basso sulle acque del Reuss, fiume che attraversa la sua città natale: siamo a Lucerna, in Svizzera.
Il paesaggio è pittoresco nonostante ci troviamo in una delle sette città più grandi e popolose della Svizzera. E' un'esplosione di colori, le tinte verdi e rossastre del fogliame degli alberi vengono accentuate dai raggi del sole e si riflettono nel corso d'acqua; in lontananza invece intravediamo degli edifici caratteristici, con numerose finestre che si affacciano sul fiume e dei tetti spioventi molto alti, che somigliano quasi a cupole a spicchi.

L'atmosfera sembra lieta, la sensazione è quella che "Bitch of a Witch" si sia recata in quel luogo di proposito per meditare e prepararsi adeguatamente all'importante match che l'aspetta in Irlanda tra qualche giorno.

Liiva: "Sono passati anni dall'ultima volta in cui sono stata qui. Ho trovato la sensazione di essere a casa mia anche in altri luoghi, negli Stati Uniti, ma questo è l'unico posto al mondo in cui percepisco un legame indissolubile tra me e tutto ciò che mi circonda.
L'unico... In cui riesco a riflettere su chi ero, sul percorso che ho intrapreso e, soprattutto, su chi sono diventata oggi."

La donna si concede un lungo sospiro, che dona enfasi alle sue parole.

Liiva: "Già, non lo faccio spesso. Non sono molto propensa alle riflessioni, in genere sono molto impulsiva, agisco d'istinto. Faccio e dico ciò che mi passa per la testa, senza pensare troppo ai benefici o alle conseguenze negative che possono scaturire dal mio agire.
Eppure alle volte, quando arrivano delle tappe importanti nella mia vita - che possono segnare delle svolte - torna in me l'esigenza di capire come sono arrivata ad essere la donna che sono oggi e perchè."

Liiva adesso si concede un lieve sorriso, poco marcato.

Liiva: "Come tutti ho attraversato dei momenti molto difficili. So che, in una condizione di serenità, probabilmente non avrei intrapreso la strada del wrestling e - quasi sicuramente - non sarei neppure piombata a picco nel mondo dell'esoterismo. Ho fatto di tutto, dalla vita di strada alla cameriera. Sono stata una Strega del covo di Salem, e una lottatrice che facendo carriera ha acquisito in una federazione dei poteri analoghi a quelli del Chairman.

...

E non rimpiango nulla di ciò che fa parte del mio passato, perchè ha costruito una personalità forte che mi rende capace di fare a pugni con il mondo intero e di rimanere sempre in piedi. Neppure i tempi in cui sono finita nel circolo vizioso dell'alcol e della droga. Perchè si, cazzo, è stato proprio quel passaggio a generare l'esplosione di Liiva. E' stata la transizione dalla feccia alla rincorsa di una prospettiva più rosea che ha rafforzato il mio spirito, la mia forza di volontà, quei valori che oggi mi permettono di cimentarmi in qualunque impresa con decisione e senza timori."

L'atleta svizzera volge lo sguardo verso la telecamera: i suoi occhi trapelano orgoglio e determinazione.

Liiva: "Oggi sono una donna con un'alta autostima. Sono diventata una lottatrice professionista e ho trovato il mio stile, uno stile unico ed originale che mi distingue, la mia dimensione. Conosco il mio potenziale, so usare gli strumenti della seduzione, posso essere la più preziosa e leale alleata e la furia cieca che travolge ogni cosa quando l'ira turbina dentro di me. Ho trovato un equilibrio in mezzo a picchi estremi, sono l'ago della bilancia che rimane fermo al centro nonostante gli eccessi e l'euforia."

L'Angry Clairvoyant scosta una ciocca dei suoi capelli corvini dietro l'orecchio, poi riprende a parlare. La sua espressione facciale muta nuovamente, adesso il volto sembra più freddo, quasi inespressivo.

Liiva: "Eppure un rimpianto ce l'ho. Tutto ciò che ho desiderato fortemente l'ho sempre ottenuto con l'impegno e l'ostinazione, tranne una cosa... Essere una degna rappresentante di quella che è stata la mia culla da pro-wrestler, il posto in cui il nome Liiva è stato pronunciato per la prima volta al microfono da un ring-announcer. La Thèa Ladies Pro-Wrestling.
E' per tale ragione che il prossimo Empress of Europe Tournament V costituisce, per me, una delle più importanti opportunità per mettere in cassaforte anche l'ultimo dei miei traguardi da raggiungere."

La donna annuisce con convinzione.

Liiva: "Non ho mai preteso di essere la migliore, affatto. Non sono folle al punto da promettere di poter arrivare fino in fondo al torneo, semplicemente perchè conosco il valore di quasi tutte le mie avversarie. Ma una cosa è certa, è l'unico obiettivo sul quale verranno concentrate adesso tutte le mie attenzioni e le mie risorse e posso assicurare, a tutte loro, che troveranno sul ring un'avversaria tanto determinata da opporsi perfino ad un eventuale fato avverso.
Sarò una delle prove più dure e ardue che abbiate mai dovuto superare nell'arco di tutta la vostra carriera. Perchè non mi batterò per una corona che potrebbe anche passare dal mio capo a quello di un'altra nel corso del tempo, ma per spingere le mie chiappe su un cazzo di trono che NON E' MATERIALE, ma simbolico, fatto di fama e rispetto. Voglio fare del mio un grande nome, e ci riuscirò. Che sia oggi o domani non importa."

Bitch of a Witch adesso allunga una mano verso l'obiettivo della telecamera, con l'indice proteso in avanti come ad indicare qualcuno. Adesso troviamo sul suo volto il suo classico grugno condito da uno sguardo di fuoco, che trasmette agli spettatori grande spirito combattivo.

Liiva: "E se i gradini per l'ascesa devono essere, in questo mondo fatto di lotta, cataste di corpi umani... Sappi che il primo sarà proprio il tuo, Reina. E, considerando la tua stazza, credo proprio che il tuo mi darà uno slancio verso l'alto di una certa rilevanza.
Nulla di personale, vorrei dirti... Ma ho una pessima notizia per te. Nel nostro scontro c'è, alla base, anche una motivazione ideologica da parte mia. Stiamo disputando questo torneo in Europa, nella culla del mondo occidentale e della civiltà moderna. Una di noi tutte sarà l'Imperatrice d'Europa, ergendosi al ruolo di sua rappresentante nel mondo del pro-wrestling.

...

Motivo per il quale... NON PERMETTERO' CHE LA PROSSIMA EMPRESS OF EUROPE SIA UNA LOTTATRICE PROVENIENTE DA CITTA' DEL MESSICO!"

Il tono di voce alto dell'Angry Clairvoyant spezza irrimediabilmente lo stato di quiete e armonia che il luogo in cui si trova suscitava.

Liiva: "Puoi lottare in Europa, fare la tua carriera, vincere titoli europei, ma questa volta è diverso... Questo è un terreno di scontro in cui entrano in gioco ideologie, culture e bandiere proprie delle nazioni dell'Unione, che tu lo voglia o no. Potrei anche firmare un contratto con una federazione di Lucha Libre, ma di certo per rispetto del tuo paese e della sua tradizione non mi iscriverei mai ad un torneo destinato a far emergere una figura di rappresentanza dell'America Centrale.
La differenza tra me e te non sta, dunque, solo nel peso o nel fatto che io nelle ultime due edizioni sono arrivata ad un passo dalla finale mentre tu non hai mai superato neppure il primo turno, MA...

...

Nel fatto che io, sul ring di Dublino, ci salirò per offrire alla gente una prima dimostrazione di quanto io sia pronta per diventare la quinta Empress of Europe. Mentre tu, Reina, credo proprio che non ci troverai altro che un biglietto di ritorno per l'America, con imbarco al Gate THE CLAIRVOYAGE e decollo previsto al tre. No, hai capito bene, non alle tre... Ma al CONTO di tre."

[align=center]Posted Image[/align]

Dublino, Irlanda.
Ultimo giorno dell’anno.

La Sangre Real al completo (Reina Explosiva, Ultima Princesa e Chica Mariposa) non indossano i soliti abiti rinascimentali larghi, pomposi ed elegantissimi. No.
Perchè il 31 dicembre a Dublino fa un freddo porco.
Le tre sono indossano pellicce belle grosse e, spero per loro, calde.

In queste vesti si perde la Regalità del trio, ma lo stile, quello, non manca mai.

Le tre scendono da una limousine che ha appena parcheggiato nella 2FH Arena. Il parcheggio, simpaticamente, è all’aperto e non appena le tre arrivano i fan che stanno facendo la fila per entrare iniziano a scattare foto e a lanciarle urli. Alcuni lanciano qualche insulto e battuta ai danni della Ultima Princesa e dei suoi problemi di capelli.

Le tre reali si muovono verso l’entrata riservata quando una intervistatrice le ferma. Armata di microfono e cameraman chiede qualche parola in vista dell’incontro.

“Reina, Princesa, Chica, benvenute a Dublino! Dalla vostra ultima comparsa a Berlino non vi siete fatte sentire. Qualche parola in merito del torneo? Qualcosa su Liiva?”

La Reina appare stizzita, ma si prende comunque il tempo di rispondere. Si aggiusta la pelliccia e alterna lo sguardo sulle sue donne prima di replicare.

“La verità mia cara, è che trovo incredibilmente ingiusto passare l’anno nuovo in Irlanda. Nel mio paese, in Messico, ahora es verano. È estate! La gente passa il capodanno in piscina, qui hace mas frio que la chucha. Ho i capezzoli duri come pietre!”

La Mariposa ridacchia.

“Dovevamo dare altro spettacolo dopo Berlino? No, abbiamo vinto il nostro match, il pubblico turco tedesco è stato orribile e stop. Speriamo solo che il pubblico Irlandese possa essere migliore, anche se già vedo gente ubriaca che straparla. Ay dios mios.”

Uno sguardo verso la fila dove il pubblico ha già perso l’attenzione e ora sta pensando a qualcos’altro.

“Sono altresì scioccata di trovarmi ad affrontare quella degenerata di Liiva, una donna che non ha nessun diritto di calcare il ring con qualcuno come me, qualcuno così reale, superiore ed elegante come me. Quella povera ragazza ha bisogno di un miracolo della madonna di Guadalupe per guarire, l’avete vista?”

La Princesa, ironicamente, si fa il segno della croce.

“Per non parlare della sua attitudine nel quadrato. Questo è uno sport Regale! Non è una rissa da strada! Dov’è il suo stile? Di certo non qui, nel regno della rissa da Pub. Sono sicuro che il pubblico locale la apprezzerà.”



“Ma sai cosa niña anonima? Liiva è troppo irrilevante per rovinarmi la serata. Che ha fatto di interessante negli ultimi mesi? Nulla, ha perso qua e la. Nonostante tutti i problemi che ho con questo show di questa sera almeno sono sicura che il match sarà rapido, in un attimo quella niña degenerata di Liiva sarà eliminata. Adios.”

La intervistatrice la interrompe: “Un momento! Una parola su Milton Turco?”

“Chiii???” Conclude la Reina prima di entrare nell’arena seguita dalle sue donne.

[align=center]Posted Image[/align]

Passiamo al match fra la Strega di Arkham, la Bitch of a Witch (Stronza di una Strega) Liiva, svizzera di Lucerna residente nella lunare Salem, e la sua avversaria Reina Explosiva, direttamente dal Messico.
Con il brano “Ese Menace” è Reina a entrare per prima, accompagnata da Ultima Princesa, che rimane dietro di lei a farle da supporto.
Arriva subito dopo anche Liiva su “Celestial Spheres” degli Obscura. L’Angry Clairvoyant e Mistress of Elementals mostra i suoi sei anelli degli elementi della natura in suo possesso, poi sale sul ring e arriva faccia a faccia con Reina. Ci troviamo una sfida internazionale al primo round dell’Empress of Europe.

5th Match - Empress of Europe Tournament - Round 1:
Liiva vs. Reina Explosiva


DIN DIN DIN.
Non appena l’arbitro dà il via alla sfida, si scatena il putiferio. Liiva, nel suo stile selvaggio da brawler, si scatena con una raffica di pugni che porta Reina all’angolo. Continua l’attacco selvaggio, che viene interrotto quando la lottatrice di Ciudad de México la colpisce con un calcio alla fronte, seguito da un atterramento che le permette di posizionare entrambe le ginocchia sulla sua gola. Non siamo di fronte a una lottatrice dal parco mosse esaltante, ma sa lottare e l’abilità da luchadora è facile da notare.
Arriva un Inside Cradle che le permette di provare uno schienamento improvviso ai danni di Liiva.
1…
2…
Nulla da fare.
L’Angry Clairvoyant si rialza e la solleva per un German Suplex, poi decide di ricorrere a qualcosa di più condito… SHAPE SHIFTER! Il suo Package Piledriver.
Arriva lo schienamento… ma no! La lottatrice viene distratta da Ultima Princesa, che la chiama a sé. Liiva si concentra su di lei, ma è qui che Reina Explosiva dà il meglio di sé. Headscissors sulla Bitch of a Witch, che la fa atterrare a bordo ring. Liiva esce all’esterno e Reina sale all’angolo per gettarsi fuori con un Diving Cross Body.
Spettacolare!!! Travolge in pieno la Bitch of a Witch.
Con l’aiuto di Ultima Princesa, Reina getta Liiva all’interno del ring per poi andare subito a schienarla, approfittandosi del duro colpo inferto in volo.
1…
2…
Ancora niente.

La sfida si sta facendo spettacolare grazie alla solidità dei colpi connessi dalle due lottatrici, ma quando tutto pare complicarsi è qui che Liiva dà il meglio di sé. Mentre è stesa a terra arriva un Dodge per schivare un Diving Leg Drop! Rise Up, si rialza di scatto, poi arrivano a seguire cinque Furious Repeated Facebreaker Knee Smash.
Devastante, la colpisce brutalmente ma non è ancora finita. Corsa verso le corde e Ropes Rebound, che le permette di connettere con un Running Missile Dropkick sull'avversaria accovacciata.
Questa era una sua trademark, il CLAYVOYANT COMEBACK, che la riporta in auge a farsi valere nel pieno della lotta.
Arriva lo schienamento dell’Angry Clairvoyant sulla Reina Explosiva.
1…
2…
NO!
Cradle da parte di Reina.
1…
2…
No!
Arriva un Cradle anche da parte di Liiva.
1…
2…
Nulla da fare. Altro Cradle di Reina.
1…
2…
NO! Termina qui questa fase mozzafiato di una battaglia che potrebbe vedere qualsiasi risultato.
Reina Explosiva è stata degna del nome che porta, mentre Liiva ha usato mosse brutali per prendere il sopravvento. Comincia a mancare il fiato, ma non la grinta. La Bitch of a Witch connette con uno Yakuza Kick e poi sferra una sberla degna di un macellaio. Ma Reina connette con una Clothesline outta-nowhere! Liiva viene scaraventata all’angolo, si abbassa distendendosi e questo permette alla luchadora di connettere con il Bronco Buster. Manovra che le dà la possibilità di togliere fiato alla rivale prima di eseguire un altro Inside Cradle.
1…
2…
3NO!
Mancava pochissimo!!!

Ultima Princesa sembra motivare l’amica dall’esterno, sa che Reina può vincere questo match, è solo il primo passo di un lungo torneo, la lottatrice può arrivare ad ottenere prestigio e successo, ma deve abbattere l’Angry Clairvoyant, che non ha alcuna intenzione di arrendersi e si rialza di scatto per eseguire il WITCHHAMMER. Spinning Elbow Smash dalle corde che colpisce la Regina, poi Liiva sale all’angolo… WITCHHAMMER pure da lì!
Stavolta la Stronza d’una Strega va allo schienamento.
1…
2…
Piedi sulle corde!
L’arbitro se ne accorge e interrompe lo schienamento, mentre Ultima Princesa non pare affatto contenta di questo tentativo scorretto e arriva a discutere con la strega, che sembra sul punto di metterle le mani addosso. Bisogna stare molto attenti, c’è il rischio di squalifica e Princesa non può permettersi nulla del genere. Ma ecco che Reina Explosiva è di nuovo in piedi. Siamo ormai oltre i dieci minuti di match, la lottatrice messicana travolge Liiva con una Clothesline non appena lei si volta.
Un colpo tremendo! La mossa è efficace e permette a Reina di riprovare a tentare il successo con la sua manovra più efficace.
TONANTZIN REVENGE, il Falling Neckbreaker.
NOOOOOOOOO!
Liiva va di counter all’ultimo momento, arriva un altro WITCHAMMER, Spinning Elbow Smash che travolge l’avversaria facendola cadere al tappeto.
La Strega si prepara a chiudere tutto con l’EVIL EYE, il Malocchio. Inverted Stomp Facebreaker.
MANOVRA DEFINITIVA!!!
Ma Princesa interviene spintonando leggermente Liiva, le fa perdere l’equilibrio e Reina va a schienarla.
STA PER ARRIVARE IL CONTEGGIO DECISIVO GRAZIE ALL’AIUTO DI PRINCESA!
1…
2…
3NO! NO! NO!
Kick-out all’ultimo centesimo di secondo da parte della Strega di Arkham, nemmeno lei sa come ha fatto a salvarsi quando tutto sembrava perduto. Lo sguardo di Liiva è infuocato, è chiaro che vuole vendicarsi di Ultima Princesa e scende dal ring per prendersi “cura” della principessa. La trascina per i capelli sul ring ma Reina si getta con un altro Cross Body, travolgendo la strega.
Ultima Princesa rimane ferma per non rischiare di causare la squalifica.

Siamo alle battute finali, ormai Reina riporta sul ring Liiva, sembra quasi dimenticarsi di Princesa che si è appena rialzata ed è appoggiata alle corde, vuole andare a chiudere sulla strega e sa di averne l’occasione perfetta. Ma c'è la reazione di Liiva che anticipa Reina con un Toe Kick...

EVIL EYE!

NO! Ancora una volta la manovra non si concretizza ma stavolta perché Reina è abile a sgambettare la gamba rimasta a terra di Liiva facendola cadere schiena a terra! La Bitch of a Witch prova a rialzarsi subito ma Reina la colpisce con un poderoso Toe Kick che le spezza il fiato...

E POI VA A SEGNO CON LA ESTILO REAL!

OH MY!!! Manovra finale messa a segno da Reina Explosiva!

1!!!
2!!!
3!!!

Reina Explosiva b. Liiva (9:37) con la Estilo Real.

Liiva ce l'ha messa tutta ma l'astuzia e il cinismo delle Sangre Real hanno avuto la meglio su di lei e Reina può festeggiare con la Princesa un passaggio del turno molto importante!

[align=center]Posted Image[/align]

Locker room di Lilith. La serba si sta preparando in vista del match che la vedrà opposta a Cassie Carter in quello che sarà il primo round della quinta edizione dell'Empress of Europe.

L: "Ciò che ti avevo promesso alfine si è verificato, Cassie Carter. Ti avevo detto che avresti avuto una sfida degna delle tue capacità ed alfine il tuo desiderio è stato esaudito... Mi rendo conto che potrai finalmente sorridere e gioire: dopo interminabili mesi in cui le tue capacità sono state frustrate e private della possibilità di esprimersi liberamente in un contesto adeguato ora puoi confrontarti con una sfida che vale la pena di essere affrontata."

Lilith sorride sardonicamente.

L: "Puoi dire addio allo squallido starnazzare di Sarah Jean Underwood, puoi evitare di dover nuovamente fissare negli occhi gli spiacevoli volti di Atalanta o di Kim Popart, non dovrai più soffocare il senso del ridicolo che attanaglia chiunque salga sul ring con Franziska D. James, potrai finalmente cancellare il ricordo della maschera inespressiva di MIYAKO. Eppure..."

La serba assume un'espressione riflessiva.

L: "Eppure stasera imparerai anche che spesso bisogna stare attenti a ciò che si desidera perché soddisfare le proprie ambizioni può risultare più nocivo rispetto al non riuscirvi. Sai perché, Cassie Carter? Perché la sfida che ti attende è ben oltre la tua portata, perché le avversarie che d'ora innanzi si pareranno di fronte a te sono estremamente più pericolose e letali, perché ora che hai allargato i tuoi confini ti renderai conto del mondo crudele e senza pietà in cui sei finita. Hai iniziato a comprenderlo quando Safiye ti ha strappato il Suicide Title e ora stai per acquisire ancora maggiore consapevolezza di ciò."

Lilith scuote la testa con fare compassionevole.

L: "Povera Cassie Carter... Per mesi hai dannato Simon Steed e la sua scarsa attenzione alla categoria in cui lottavi e ora che invece egli ha fatto qualcosa di buono, esso si rivela la tua peggiore maledizione! Tu, orba, che finora sei stata regina del regno dei ciechi, sei appena finita in un mondo in cui tutti possiedono l'uso di entrambi i bulbi oculari e stai per comprendere tutte le amare conseguenze che ciò comporta... Quale triste destino il tuo!"

Lilith scoppia in una sonora risata.

L: "Non sei ancora pronta per ambire a salire sul trono di Imperatrice d'Europa, non sei ancora pronta per provare a entrare nell'Olimpo delle migliori lottatrici di sempre, non sei ancora pronta per essere come me! Io invece necessito di questa vittoria, necessito della gloria che deriva dal vincere questo torneo, e soprattutto necessito del sangue delle avversarie che dovrò avversare per arrivare fino alla vittoria finale. Poiché io ho consacrato la mia nuova vita al Dolore e la sofferenza tua e di chi verrà dopo di te sarà il pegno con cui renderò onore al mio Signore."

Lilith parla con voce sommessa e dai tratti inquietanti.

L: "Ma non averne a male, Cassie Carter. Sono sicura che avrai occasione di trovare presto l'occasione per il tuo riscatto, avrai modo e maniera di recuperare i tuoi svantaggi e di provare a rifarti."

Un sorriso sadico si dipinge lentamente sul volto della serba.

L: "Poiché in fondo tra me e te questo non è altro che l'inizio."

E sul sorriso sempre più inquietante della Lady Vampire le immagini vanno lentamente in dissolvenza.

[align=center]Posted Image[/align]

Ore 10.00

Dublino

Apro il cellulare.

OmegaLadhttp://www.treccani.it/vocabolario/ironia/

Conclude con uno smile che strizza l'occhio.
Non parla ma usa i messaggi come un dannato e da qualche mese pure gli emoticons.

Cassie Carter è appena arrivata a Dublino, il tempo non è dei migliori, la temperatura è bassissima, oltre ad una giacca pesante il cappello della ragazza la rende irriconoscibile, tira un trollei, due cambi, l'abito da wrestling e magliette, la base di quando giri il mondo per fare la lottatrice.
Si incammina e recupera un auto in affitto, andando verso la sua destinazione


Dublino, mai stata a tanto in Inghilterra, ieri Caleb (Omega, il Silent Warrior, compagno di lotta di Cassie in varie federazioni ndMarty) mi ha mandato la parola Paradosso.
Stronzo, lo ha fatto perchè sono qua per la Théa, in un evento della Downunder che è una federazione Australiana.
Ed io sono Australiana, o per meglio dire mio padre è Australiano.
Parte del fascino dei misteri di Cassie Carter e degli Shinsegumi, abbiamo tutti più o meno doppio passaporto, io sono Australiana e Americana.
Si, è paradossale io sia qua, e che lo sia in questo momento, ma sono arrivata e non ho tempo.

Ore 13.40 2FH arena.

Il catering era ben fornito, ci tengono alle lottatrici qua, abbiamo gente quasi da ogni angolo del mondo, ripenso al paradosso di stamane.

Disposte in ordine una dopo l'altra le partecipanti ricevono indicazioni sugli spogliatoi, dove potersi allenare e dove saranno le telecamere, le luci e come funzioneranno le loro entrate.
Fondamentale per ogni show e sopratutto per eventi importanti.
Alcune parlano tra loro, si conoscono, c'è chi è arrivata e sparita senza dir nulla e tra qualcuna si sente astio e rabbia.


Non ci sono stata nell'ultimo Empress, un mio sbaglio me lo ha precluso ho atteso un anno intero, un anno a prepararmi ed a portarmi oltre ogni limite.
Prepararmi per arrivare qua ed ora che sono qua mi accorgo a quanto le cose non siano come me le aspettavo.
Sono circondato da campionesse, da vincitrici e da guerriere.
Quando la Thèa divenne famosa, più di una scommessa e di un semplice rischio richiamò altre.
Le lottatrici si sentirono attratte e capirono di non dover solo essere bei corpi da rimirare, molte federazioni cercarono e cercano ancora di imitare la Thèa, ma solo una federazione ci si avvicinò, la Fight For Honor.
Nata da una pazzia e conclusa da una follia; le lottatrici qua non si sono mai trattenute, mai limitate, la loro guida, la loro musa tirava le fila senza porre limiti o quant'altro.
Invidio chi qua abbia potuto lottare ed ora, senza chiedere o sperarlo mi trovo a lottare per due dei mondi che più sono fondamentali per il wrestling femminile.
Non avrei mai potuto entrare in 2FH per problemi di tempo ma mi ci trovo ora ironicamente e paradossalmente.
Sento tutto quello che hanno da dirmi, lo registro e vado via, mi vado ad allenarmi e basta, non posso e non voglio fare altro per ora.

Ore 21.15

Ho passato la giornata a lottare ed allenarmi, è incredibile davvero vedere come questo posto sia organizzato, differente da altri posti dove sono stata, a volte era Sami a farmi da spogliatoio, tenendo la giacca aperta e sorridendo a chi lo fissava con me dietro in mutande (Sami Maeda, amico/fratello/boh di Cassie, rapporto complicato ndMarty)
Dio, tutto questo rende questa sera ancora più importante, non lotto solo per la Thèa, lotto per la Down Under, per la Fight For Honor e non porto anche parte della TWP e della Rainbow Bridge.
Lotto per i miei fratelli e per il mio mentore, perchè da un anno io attendo solo questo.

L'organizzazione è precisa anche nelle interviste, dopo qualche minuto iniziale coi fan per le foto ed il merchandaising è tempo di parlare.
Cassie, in uniforme da lotta ed una maglietta rilavorata con tagli e cuciture esposte con la scritta FIRE FREAK sopra sorride alla camera


Saltello e muovo la testa, metto le mani sui fianchi e alzo il dito indice:"Un anno, ho dovuto aspettare un anno per questo.
No no, non intendo spiegare perchè e per come io non sia potuta entrare nell'Empress nella precedente versione.

Ma sappiate che ho atteso a lungo e dai, anche voi avete atteso no?
Si perchè avrete visto nomi noti, nomi curiosi ed alcuni nomi che vi avranno fatto dire: e questa cosa ci fa qua?
Ma quando avete visto il mio di nome avete pensato la stessa cosa che ho pensato io: finalmente.

Oh si, finalmente, perchè avete visto questo fuoco scalpitare per mesi, nutrirsi e crescere in attesa di poteri rifocillare e nutrire.
Ed è ora.
Pensavo di esser fortunata a poter lottare nell'Empress e di poterlo fare in un posto così importante ma a quanto pare Babbo Natale mi ha visto meritevole perchè la mia vittima sarà Lilith"

Sorrido e mi guardo in giro, il nominarla mi infastidisce e non poco:"Ora, penso che sia ben più nota di me a molti di voi, ex manager che cresce e diventa una lottatrice capace, sempre rabbiosa e vestita come una pornostar.
So perfettamente che qua lei abbia una storia più lunga della mia e un desiderio di farcela ancor più forte.
Ma per me il conto è diverso, Lilith è quella tizia a scuola che si sente la più figa e che inizia a dare di matto quando becca una freak come me alla quale non frega niente di lei.
Come le fighe scolastiche è una bambolina senza nulla dentro, non voglio tediarvi a lungo ma se aveste voglia di farlo vi anticiperei dicendo che negli ultimi mesi ha vissuto come una trottola, cercando un identità che non ha e ballando tra gruppi differenti.
Tutto cercando notorietà infastidendo qualcuna che lei reputa migliore, me"

Punto i pollici verso il petto e sorrido:"Cosa c'è miss personality hai capito di non aver nulla dalla tua e hai deciso di affrontare qualcuno che vale più di te?
Ti ha turbato cosa?
Che nessuno abbia cagato le tue fans di Castelvania mentre io mietevo premi su premi o che dopo una vita intera in un aolo match Safiye stimi più me di quanto abbia mai fatto con te?
No, inutile perdere tempo, la tua unica importanza è di darmi lo slancio per proseguire in questo torneo.
Il tuo unico valore è come elemento del primo round che mi farà proseguire ed il tuo unico premio è questo piedino che ti centrerà in pieno il faccino.
Mi hai infastidito finchè speravi di avere qualche notorietà e quando hai capito che non sarebbe successo sei scappata ma il fuoco non smette di bruciare appena lo stuzzichi e questa sera"

Mano a pistola, la calo dall'alto verso la camera:"Avrai quello che hai richiesto, che ti stia bene o meno"

Lascio il posto allontanadomi, prendo il cellulare prima del mio match.
Sensei: Arrendersi mai
Billy: Sis' spaccagli le chiappe!
Ricky: Credo in te
Sami: Rompi le ovaie a quella fregna di ghiaccio.
Caleb:http://www.treccani.it/vocabolario/imperatrice/

Sorrido e avanzo, fino alla meta, sino alla vittoria.

[align=center]Posted Image[/align]

Procediamo con gli ottavi di finale dell'Empress of Europe Tournament, edizione numero cinque.
Assistiamo ad uno scontro figlio di una serie situazioni nate tra THÉA e TWP negli ultimi mesi, le quali sono generate parallelamente all'ascesa di Safiye al ruolo di bi-campionessa FWF Women's-TWP Suicide.

Durante "MOTHERLAND", show andato in scena a Mosca lo scorso settembre, la Carter fu scelta dalla International Bord come “Special Guest Referee” del 4-Way Match tra Zoey Di Maggio, Katheryn Hudson, Safiye e la stessa Lilith.
Fu proprio Cassie, quando l'arbitro ufficiale finì KO, a contare il pin deciso che significò per la Turkish Delight il terzo titolo FWF dopo 3 anni di digiuno, ma anche l'allontanamento della serba dalla THÉA, come da stipulazione decisa prima del match. In cerca di vendetta, Lilith ha poi debuttato in TWP come componente della NDW, scuola ormai chiusa legata alla famiglia Oturk, acerrimi nemici dell'nTo. Per decisione di Simon Steed, capoccia della sigla statunitense, la vampira è stata scelta come “Guest Referee” del “2 Titles, 3 Stage of Hell” tra Safiye e Cassie, che metteva in palio sia il titolo FWF che il TWP Suicide. Nel corso delle contese, ci furono scintille tra la Carter e Lilith, tanto che l'arbitro ufficiale decise di allontanare la sua “aiutante”, e il tutto si è concluso con una vittoria regolare della rossa dell'nTo.
Oggi finalmente vedremo Lilith e Cassie sul ring nello stesso ruolo, di lottatrici, senza nessuna casacca da arbitro, senza nessuna Safiye di mezzo, una contro l'altra per il primo rounde dell'Empress of Europe.

Ingresso delle due lottatrici, e le reazioni sono abbastanza contrastanti. Divertente rivedere la serva sugli schermi della THÉA, per la seconda volta dopo il licenziamento, in virtù della sua permanenza in altra sigla (verconia!1!).
Concluse le varie “cerimonie” di ingresso possiamo iniziare.

DIN! DIN! DIN!

6th Match - Empress of Europe Tournament - Round 1:
Lilith vs. Cassie Carter


Fase di stallo iniziale, con Lilith che resta al proprio angolo, lasciando a distanza una guardinga Cassie.
La serba alza il braccio in segno di sfida, e la 2FH Arena risponde negativamente. La serba inizia quindi a passeggiare attorno al ring accarezzando le corde. Finalmente arriva un contatto, un Clinch al centro del quadrato.
Serie di scambi tecnici tra le due, alla fine è la Carter ad avere la meglio, prova a chiudere un Armbar, ma nulla di fatto, la vampira è lesta a toccare le corde, l'arbitro interviene. Lilith rotola giù dal ring, ha deciso di mantenere i ritmi del match bassi.
Cassie attende che la serba concluda la sua passeggiatina a bordo quadrato. Lilith ritorna, breve studio, affondo di Cassie, la serba la sgambetta chiudendola poi in una STF!!!
Lilith serra la morsa per diversi istanti, salvo poi cambia rapidamente submission, afferrando la gamba di Cassie e chiudendo un SINGLE LEG BOSTON CRAB!!! Niente da fare però, la ragazza americana tocca la corda.
L'arbitro interviene nuovamente a bloccare l'azione, Lilith molla la presa ma continua a controllare rialzando l'avversaria e chiudendola in una Front Headlock, e spingendola contro il paletto. Serie di ginocchiate, la Carter rimane sull'angolo, Lilith si allontana per una rincorsa... salta... CORNER SPLASH!!! La serba schiaccia l'avversaria, afferrandola poi per il collo... SNAPMARE! Cassie è messa a sedere e Lilith le afferra un braccio per chiuderla in un'Armlock,
Con molta sofferenza la Carter riesce a rialzarsi con una capriola in avanti ma non a liberarsi dalla chiave di Lilith.
Cassie allora sorprende l'avversaria con una manata in faccia riuscendo così a liberarsi... rapido Low Kick... e subito dopo WOLFSBANE!!! La serba finisce contro l'angolo dopo il Superkick, e Cassie la sorprende con un placcaggio al ventre.
L'azione di sfondamento è ripetuta per due volte. Cassie decide di andare dietro le corde e poi sul paletto, afferra Lilith per i capelli e salta... DIVING BULLDOG!!! Pin...

1...
2... No!

Lilith si libera con decisione. Cassie prova a rialzare la vampira che però reagisce spintonandola e poi pressandola contro il paletto. Due ginocchiate, Irish Whip verso il paletto opposto, Lilith corre dietro Cassie... DOUBLE KNEE STRIKE!!!!
Salto a ginocchia unite sul ventre! Ouch! La Carter crolla in avanti, Lilith la rialza lentamente per lanciarla nuovamente contro le corde.. Irish Whip... Lilith affonda un Lariat... a vuoto, Cassie si abbassa, continua la corsa, secondo rimbalzo e DROPKICK!!!! Lilith viene sbalzata fuori dal ring, la Carter si allontana verso il centro del ring, ha inquadrato Lilith che si è rialzata e scatta... BLUE RING!!!! Second to Third Rope Corckscrew Pescado, Cassie vola verso l'esterno del ring travolgendo Lilith!!! Le due lottatrici rimangono a terra a bordo ring, l'arbitro inizia a contare il count out...

1...
2...
3...
4... Cassie si è rialzata e va per risaliere
5... Lilith la raggiunge pressandola contro l'apron!!!

La vampira lancia l'americana nel ring. Lilith afferra la Carter per i capelli, HAIRMARE! La serba proietta l'americana al tappeto, breve rincorsa con rimbalzo... KNEEDROP!!! Pin...

1...
2... No!

Cassie si libera ma Lilith controlla ancora con un Armbar. Capriola avanti ed evoluzioni, la Carter riesce a liberarsi e a portare a terra Lilith in una CROSSFACE!!! Lilith subisce la mossa per diversi secondi prima di riuscire a toccare la corda con una mano. Cassie molla la presa... ma prova rapida un pin!

1... Ancora una mano sulla corda.

Lilith questa volta preferisce rotolare nuovamente giù dal ring. Qui vi resta prima per qualche secondo prima di ritornare su. Affondo frontale di Cassie, Lilith risponde con una sberla, inizia un fitto scambio di colpi, e alla fine tutte e due finiscono fuori dal ring. La battaglia continua a bordo quadrato, serie di calci di Lilith che afferra la Carter... LUCYPHER!!! Northern Lights Suplex sul pavimento.
La serba rialza l'avversaria e la lancia contro le transenne afferrandola poi per i capelli per riportarla sul ring... ma ecco reazione di Cassie... gomitata all'addome e poi... FALLING NECKBREAKER!!! Le due restano a terra...

1...
2...
3...
4...
5... Cassie si rialza
6...
7...
8...
9... Cassie rimanda Lilith sul ring

La Carter rialza l'avversaria... doppia sberla, Spinning Back Chop e Roundhouse Kick! Combinazione BLEEDING HEART!!!
Applausi della 2FH Arena, l'americana corre verso il paletto... ci sale... salta... WASP DIVE!!!
Front Flip Senton a segno! Pin...

1...
2...
2,9999999999NOOOOOOOOOO!

Lilith si salva all'ultimo, Cassie non ci crede, quasi si dispera.
La serba approfitta del momento per rotolare via e rialzarsi sulle corde. La Carter torna all'attacco ma va a vuoto perché la serba si scansa all'ultimo istante e quando si gira l'accoglie con un Low Kick, testa tra le gambe, sollevamento... RELEASE POWERBOMB!!!! Lilith prova lo schienamento...

1...
2...
2,99999999999999NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!

Cassie non si arrende, anche lei esce all'ultimo istante dal pin. Lilith ringhia contro l'arbitro.
Le due lottatrici si rialzano con difficoltà, ed è ancora Lilith ad attaccare con Low Kic... no! La Carter para il calcio e controbatte con un Elbow Smash... afferra l'avversaria... DEAD STALKER!!! High Angle Fisherman Suplex a segno, e pin che arriva lievemente in ritardo...

1...
2... NOOOOOOOOOOO!

Lilith scolla la spalla da terra. Le due lottatrici rotolano in direzioni apposte prima di rialzarsi.
Le due si guardano da un lato all'altro del ring, Cassie fa un gesto con le mani: simula l'estrazione di una katana, e poi scatta verso Lilith... Satellite Headscissor into Rolling Cradle... MASAMUNE BUTTERFLY BLADE!!! Pin...

1...
2...
3!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Il match è finito.

Cassie Carter b. Lilith (15:01) con la Masamune Butterfly Blade.

Con un guizzo d'autore, la Carter supera il primo round dell'Empress of Europe Tournament V.
Lilith eliminata ancora una volta al primo round, e questa si tratta della terza volta consecutiva. Esclusa la seconda edizione, vinta, la serba è uscita sempre al primo round. Un paradosso per la lottatrice che più di chiunque altra ha detenuto il titolo FWF in termini di lunghezza dei regni.
La Carter sta festeggiando... ma ecco che arriva la frustrazione di Lilith!!! La vampira attacca la vincitrice e la chiude nella Ode to Hell!!! L'arbitro interviene e con lui il personale a bordo ring per salvare Cassie dalla furia della sconfitta Lilith.

[align=center]Posted Image[/align]

La 2FH Arena si trova ad essere attraversata dalle note di “Ölürüm Sana” di Tarkan.
L'Irlanda ritrova l'unica “rossa d'importazione” ad aver lasciato il segno sui suoi ring, l'attuale Empress of Europe, la bi-campionessa FWF World Women's & TWP Suicide, la “Turkish Delight” Safiye.
Il tributo che le viene dato dal pubblico DownUnder è quello che si deve ad una “giovane leggenda”, come di fatto lo è diventata la ragazza del new Turkish order. Ovviamente non manca la solita “variegatura” di disapprovazione che accompagnerà sempre la stable dei turchi.
Safiye è in tenuta elegante, con la corona di Empress of Europe sulla testa, assenti le cinture per non stonare troppo con la grazia della sua tenuta (Miccio Mode On, ndVinci). Percorre la strada verso il ring, e qui il personale l'aiuta a passare attraverso le corde. Ancora qualche istante di theme, e poi tutto sfuma, le luci tornano alte e Safiye prende la parola.

Safiye: “Buonasera Irlanda, terra generosa e magica.”

Pausa per incassare il facile “pop” positivo.

Safiye: “Ehi tu – indica il pubblico, c'è un fan con un cartellone che recita “Happy Birthday Safiye” - grazie mille. E si, oggi è proprio il mio compleanno. Sono 26 primavere – si accarezza la fronte – ormai sono ufficialmente più anziana di Lilith, lei è ferma a 25 da almeno 12 anni. Non credevo che questo giorno sarebbe arrivato così presto.”

Finge dispiacere.

Safiye: “Ormai sono abituata a sentirmi dare della vecchia, della finita, paragonata ad una cariatide mutilata dal tempo. Anche la vostra indimenticabile Zoey Di Maggio era solita fare certe osservazioni. Tanto preoccupata dal dover parlare della mia di fine, che quando è arrivata la sua non se ne è nemmeno accorta. Non lo trovate poetico?”

Reazioni del pubblico.

Safiye: “Sapete, signore e signori, essere nate l'ultimo dell'anno ha significato tante cose per me. La prima è che difficilmente qualcuno veniva al mio compleanno, erano tutti impegnati a festeggiare nelle proprie case! - largo sorriso – La seconda è che anche arrivando per ultimi si può lasciare il segno. Ditemi quello che volete, ma anche se sono nata nell'ultimo scampolo dell'anno, per i miei genitori e fratelli, il 1991 è il mio anno!”

Altro sorriso sbarazzino.

Safiye: “Il destino in un giorno, nascere prima della fine per preannunciare un nuovo inizio. Negli anni scorsi sembrava che il mio ciclo come campionessa in singolo fosse finito, che la mia carriera fosse indirizzata verso la non meno nobile categoria tag. Ho trovato gioie nel lottare al fianco di Nene Hatun, di Allyson, e di tutte le Kurofune, con le quali ho vinto titoli e ottenuto riconoscimenti. Un anno fa, qui in questa arena, ha avuto la fortuna di battermi con Sara Stark. Una leggenda, una che lottava quando io ero ancora una bambina.”

Safiye si riferisce all'evento "DIAMONDS ARE UNBREAKABLE", andato in scena il 30 dicembre 2016, proprio qui nella 2FH Arena, con i primi match della quarta edizione dell'Empress of Europe.

Safiye: “Superata lei è iniziato un percorso che mi ha portata qui, nuovamente in Irlanda, davanti a voi come Empress of Europe in carica, Reina de Monterrey del CAL – altro torneo vinto ad inizio anno – campionessa FWF World Women's, campionessa TWP, e per il terzo anno consecutivo, e questa volta tutta da sola, vincitrice del Ladies Award della International Board. Per fare questo ho dovuto superare ostacoli che rispondono al nome di Zoey, Lilith, B-Chan, Katheryn Hudson, Cassie Carter. Per essere in cima alla montagna bisogna pur scalarla.”

Pausa scenica.

Safiye: “E adesso? Cosa sono venuta a fare qui? A mettere in palio tutto, contro chi? Una barbara, perché di questo stiamo parlando, di una portatrice di barbarie. Arianne, al di là di quello che posso sforzarmi a dire per riconoscere le sue doti o presunte tali, non posso negare l'evidenza. Lei è un'emissaria del Kommando, basta questo ad identificarla. Persone di quella risma non dovrebbero nemmeno esistere.”

La Turkish Delight si mostra aggressiva.

Safiye: “Qualcuno forse potrebbe trovarmi ipocrita nel sentirmi definire vergognoso il gruppo di Lieder. Ma questo qualcuno ha semplicemente gli occhi foderati dall'odio e dall'invidia nei confronti del new Turkish order. Me ne faccio una ragione ma spero che tutti voi, pubblico, siate al mio fianco.”

Mette una mano sul fianco.

Safiye: “Questo ring diventerà un labirinto, proprio come quello del mito. La differenza è che il filo di Arianna non porterà alla salvezza ma ad un destino ancora più crudele di quello del minotauro. Perchè se quel mostro era metà uomo e metà bestia, Arianne non è una via di mezzo, è umana cattiveria e forza bruta.”

Pausa scenica.

Safiye: “Cosa potrebbe succedermi se dovessi cadere questa sera? Per me di certo non sarebbe una resa, ma sicuramente non darei torto a chi potrebbe parlare di una disfatta estremamente simbolica, chiudere l'anno della mia gloria con una sconfitta, perdendo i titoli e la possibilità di vincere ancora l'Empress – sorride sarcastica – proprio come la piccola Safiye nascendo il 31 dicembre fece suo tutto il 1991, la grossa Arianna abbattendo l'imperatrice dei due mondi, farebbe suo il 2017 all'ultimo round.”

Stende il braccio verso il pubblico.

Safiye: “Ma così non sarà, la rossa principessa divenuta imperatrice, spezzerà il filo nero di Arianne, la bestia sarà messa a dormire, i muri del labirinto crolleranno e ciò che ne resterà sarà lo splendore della delizia turca.”

Il pubblico applaude davanti a tanta determinazione, “Ölürüm Sana” di Tarkan riparte e le immagini sfumano.

[align=center]Posted Image[/align]

Parte sul maxischermo un video ambientato in una palestra.
Una donna bionda con i capelli raccolti in uno chignon è impegnata in uno squat particolarmente impegnativo, assistita da un uomo gonfio e definito oltre il limite dell'ipertrofia, i frequentatori della struttura che la conoscono meglio la guardano quasi divertiti, i neofiti che evidentemente non sono in confidenza, sembrano quasi intimoriti dai pesi sollevati, probabilmente superiori a quelli attualmente alla loro portata.
Finito l'esercizio, l'uomo palestrato aiuta la donna a liberarsi del manubrio e poi le porge un asciugamano, accompagnandola, seguito dagli uomini che sorridevano guardandola allenarsi, fino alla telecamera.
Arrivati tutti abbastanza vicini da occupare interamente l'inquadratura diventa chiaro a chiunque li conosca che si tratta di Arianne Koch, la rappresentante femminile del Kommando, che il trainer che la stava aiutando è il Generale Frank Steiner e che gli altri che li hanno seguiti altri non sono che i Bruder Muller, i ragazzi stupiti dal suo allenamento, probabilmente, altro non sono che giovani prospetti del Militarlager a Dresda.
I tre uomini si limitano quindi a fare da contorno, mentre a prendere parola, dopo essersi asciugata dal sudore è la Wunderfrau Arianne.

"Guten Abend Safiye."

La tedesca inizia ad esprimersi interamente nella sua lingua madre.

"Spero non ti disturbi se uso il tedesco... Dopotutto nonostante ti piaccia giocare a fare la turca con i tuoi amici del New Turkish Order, in realtà sei nata a Berlino e avrai frequentato le nostre scuole, quindi dovrebbe essere anche la tua lingua... E di tutti gli altri che ascolteranno, non mi interessa assolutamente niente, io voglio parlare solo a te."

Nonostante ad Arianne questo non interessi, l'intero discorso viene opportunamente sottotitolato per il pubblico.

"Dicevamo Safiye, di me, di te e del New Turkish Order..."

Nel ripronunciare il nome degli attuali rivali del Kommando, l'espressione di Arianne è particolarmente schifata.

"...Quando ascolterai queste mie parole, purtroppo, i miei commilitoni qui presenti avranno già debellato per sempre quel virus che ha infettato per anni il nostro mondo e pertanto questo non potrà essere per voi un avvertimento, ma solo un ricordo di quanto già accaduto.
Quindi eviterò di mettere in guardia i Dev Adam riguardo la coesione dei Bruder Muller, Hun Baldone della potenza di Steiner o MURAD riguardo la capacità di trovare una via per la vittoria di Genocide, ma mi limiterò a dirti che ad Age of War hanno avuto quello che meritavano e che siamo ben felici che finalmente il nTo sia stato distrutto dal Kommando ed espropriato di tutto ciò che un tempo gli apparteneva:
Soldi, successo e il ruolo di gruppo dominante nel business, che ora è a tutti gli effetti nostro!"

I tre mostrano compiacimento per le parole di Arianne, ma si guardano bene dal sottolinearlo con pacche o altre dimostrazioni 'fisiche', sono soldati in guerra, non amici a una scampagnata.

"E il mio unico dispiacere è che io e te abbiamo dovuto rimandare a oggi la nostra resa dei conti.
Mi sarebbe piaciuto darti ciò che meritavi ad Age of War, per finire l'opera una volta per tutte, tutti insieme, in un'unica, grande, catastrofica, disfatta per i vostri colori e in un epico trionfo per i nostri.
Ma così ha voluto il destino e quindi prenderò il buono dalla situazione."

Dal sorriso di Arianne traspare perfidia, se non pura malvagità.

"Tu arriverai sola al nostro appuntamento.
Distrutta nello spirito, dopo aver visto i tuoi compagni cadere uno dopo l'altro sotto i nostri colpi, senza più speranza né fiducia nelle tue capacità, ma conscia al 100% della nostra superiorità!
Ci rimuginerai nei giorni che seguiranno Age of War e arriverai con una sola convinzione a Last Night on Earth, quella di non poter sconfiggere il Kommando e di essere stata sfortunata a essere solo nata in Germania... Senza essere una vera tedesca!"

La Wunderfrau schiocca le dita mostrando la muscolatura delle braccia e del petto, definita al punto da non sembrare nemmeno appartenente a una donna.

"E se non dovesse bastarti la superiorità del Kommando sul New Turkish Order e della razza germanica su quella turca, se riuscirai comunque a trovare il coraggio... Se la prospettiva di diventare ancora una volta Imperatrice d'Europa ti darà abbastanza forza da provarci comunque... Arrivata sul quadrato troverai ad attenderti la sottoscritta.
Pronta a sbatterti fuori dal torneo e a strapparti le cinture, pronta a mettere fine alla tua carriera e pronta a mostrarti anche la Superiorità di Arianne!!!"

Chiudendo con il suo classica 'Die Arianne Überlegenheit', la tedesca del Kommando chiude il suo discorso e la linea torna alla regia.

[align=center]Posted Image[/align]

Sulle note del Kommando compare sullo stage la "Wonderfrau" Arianne, la teutonica solleva le braccia mostrando i muscoli per poi andare verso il ring.

Il turno di Safiye solleva invece una salva di applausi, la Turkish Delight raccoglie molti più consensi ovviamente.

Salite sul ring e dopo i preparativi le due possono iniziare, Arianne tiene le braccia lungo i fianchi, avvicinandosi con fare supponente a Safiye già in posizione di lotta.

7th Match - Empress of Europe Tournament - Round 1/FWF World Women's Title & TWP Sucide Title - Suicide Rules: Safiye © vs. Arianne

Inizia la Tedesca con un assalto frontale, schivato dall'avversaria che fa partire dei velocissimi e violentissimi calci bassi alla gamba sinistra della teutonica, la quale risponde in maniera diretta con una clotesline che colpisce l'aria con Safiye che prosegue con altri calci sempre nel solito punto, Arianne stavolta carica direttamente e spinge la Turca sino all'angolo.

Lì nel clintch parte con degli hammer strike dai quali Safiye si para con le braccia, poi si sposta velocemente lasciandola contro l'angolo, Arianne si volta e viene centrata da dei calci alla gamba ma Safiye si ferma e arretra sotto indicazioni del direttore di gara, Arianne avanza e stavolta fa partire un big boot frontale Safiye si sposta e prende l'altra gamba, la sinistra, facendo impattare di faccia la Tedesca.

Ora chiude l'arto in una ankle hold, torcendolo, Arianne non ne vuole sapere comunque di cedere e allungando le braccia riesce a prendere la testa di Safiye e partire con dei pugni, la Turca molla la lock e si rialza onde non fare da punching ball.

Arianne si mette in ginocchio e Safiye le va immediatamente contro con un dropkick che centra il ginocchio sinistro!
Ora le prende la gamba e fa partire dei calci all'arto ma stavolta Arianne tira a se Safiye e la centra con dei pugni in testa e poi con un calcio al petto che la manda contro il paletto.

Arianne si rialza con l'ausilio delle corde, Safiye non risparmia le energie e le è nuovamente addosso ma Arianne risponde e con una back body drop la scaglia fuori ring!!
Impatto violento con il bordo ring, Arianne muove la gamba e poi sale sull'apron

Safiye si sta rialzando ed Arianne scatta colpendola con una rolling senton!
Grande mossa, Arianne ora si alza e solleva Safiye, prendendola in posizione tabletop, corre contro il paletto esterno e ci schianta la schiena di Safiye, per poi spingere sul collo e la gamba per piegarcela contro!!

Safiye urla e Arianne dopo qualche istante la molla, fischi dal pubblico alla quale risponde con disprezzo, ora solleva la Turca in posizione Oklahoma la sbatte contro il bordo ring e poi la getta sulla balaustra esterna, la Turca cade a terra senza fiato.

Arianne sale sul ring per fermare il conto arbitrale e riesce subito, Safiye intanto arranca a carponi verso il bordo e ci si issa, Arianne la spinge dentro e poi sale sull'apron entrando da sotto la seconda corda, fulminea la Turkish Delight le prende la gamba che ha messo dentro il ring ed esegue un fulmineo Dragon Screw!!!
Arianne resta appesa alle corde dopo un urlo di dolore, Safiye prende un attimo di fiato e poi parte con una violenta ginocchiata al cranio di Arianne con gli omaggi di Nene!!!

Arianne crolla dentro il ring, Safiye la tira su e connette con un paio di chop e poi una serie di calci alla gamba sinistra, Arianne finisce in ginocchio, Safiye va alle corde e viene presa al volo con la Kinderspiel, che stavolta non vede la presa mantenuta a lung ma comunque efficace, la Turca è dolorante e si regge la schiena.

Arianne la tempesta di pugni sedendosi sopra di lei e poi la prende per le gambe facendola ruotare in una giant swing!!

Safiye viene lanciata via e atterra in malo modo, Arianne sta alle corde e parte con degli stomp sulla schiena di Safiye andando poi a mettercisi sopra in piedi, quando scende urla al pubblico di tacere e solleva Safiye in posizione Vertical Suplex ma viene stupita con un Inside Cradle velocissimo!!

Pin!

1
2
Arianna si libera e si rialza, dropkick alla gamba di Safiye che ora prende per cercare la Sheerazade Sleeper, ma Arianna prende le corde, Safiye molla poiché spinta dal direttore ma fa partire dei calci alla gamba, quando Arianne si rialza si becca dei calci alla testa terminati da uno ad ascia che la accartocciano a terra, Safiye va alle corde e attende la Tedesca si alzi, parte poi per la sua famosa culata voltante ma con un incredibile sforzo fisico Arianne la prende al volo ed esegue un german suplex!!

Safiye é a terra, Arianne si rialza a fatica e la alza, powerbomb in vicinanza del paletto per poi salirvi, forse vuol eseguire la Shooting Star Press?
Ci mette troppo tempo però causa la gamba e Safiye ha tempo di riprendersi ed andare a sua volta sul paletto, scambio di colpi tra le due, con la Turca che ha la meglio e la fa cadere sul ring, Safiye si alza in piedi e spicca il volo con un diving cross body!!

Arianne la tiene!!
Incredibile!!

Ora la passa sulle spalle ed inizia a girare su se stessa con una airplane spin.

La Die Arianne Überlegenheit in arrivo!!!

Nou!!!

La Tedesca non ce la fa, la gamba fa troppo male e lascia cadere Safiye la quale non si ferma, calcio in testa, secondo, terza, axe kick!!

Arianne crolla a terra, Safiye va al paletto, VALIDE TORNADO!!!!

PIN!

1
2
3!!!!

Safiye b. Arianne (14:40) con il Valide Tornado difendendo i titoli.

La Turkish Delight chiude in grande il 2017, difende le sue cinture e resta in corsa per quella che potrebbe essere la sua terza corona da Empress of Europe.

[align=center]Posted Image[/align]

Continua in DownUnder

[align=center]Posted Image[/align]
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Red Revolution Raven
Member Avatar
The Ugly
I miei commenti.
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Psykomarty

Un inzio empress amaro, amarissimo, anzi, freddo, freddissimo; insomma si poteva fare di meglio.
Ci sono stai molti non commenti ed alcuni promo mi han fatto girare le palle.
Ma poichè reputo che la questione non riguardi il promo in se ma chi lo ha scritto, non commenterò nulla nello specifico.

Andiamo un pochino in ordine:

Beatrice a me non mi dispiace, però si sente leggermente quel "non so chi ho contro" che appesta questo tipo di tornei purtroppo, ma il personaggio c'è e anche l'handler e questo è un bene.

Pain parla di qualsiasi cosa tranne la sua avversaria, benissimo, ricordo quando in 2FH lamentavo proprio che nei match dove usavo Allyson contro qualcuna la mia avversaria parlava di Zoey ignorandomi ma pare che la maledizione continui.
Posso dire che sto cambio di Lady Hattori ben poco mi sconquinfera?
Cioè, è stata obbligata ad entrare nell'Empress, tira merda sulla divisone Diamond (che a parte tutto è stata seconda solo alla Thea) ed infine "me ne fotto di chi sia Pain", diciamo che se solo la sua avversaria si fosse concentrata di più sto turno Hattori lo salutava e poi non poteva lamentarsi di sicuro di esser obbligata a partecipare.

Carino il promo di Kim, ma sottovalutare la Walda le costa caro, questa infatti fa un promo molto solido e merita la vittoria a parere mio.

Temo che Russo non sia preso benissimo da Reina, perchè con altri personaggi lo vedo pompare di brutto si sente e stavolta Liiva mi ha saputo convincere di più, tolte le stupidate come le manie e i problemi a parlare ha tirato fuori un ottimo promo; vince Reina, qua avrei dato la vittoria alla strega invece.

Promo di Cassie recepito male da Diggia, non è un discorso di superiorità ma di "hai deciso di rompermi le palle per quale motivo?" quello di Lilith aveva buoni spunti, felice di esser passato ovviamente.

Bellissimo il promo di Safye mentre quello di Dolpha Lungrenda non lo ho capito, o Tave ha cambiato l'idea che aveva per lo show TWP o la Tedesca è strafatta e non capisce un cazzo di cosa legge.

Ultimo match particolare, che racconta benissimo la storia che si sviluppa per tutto lo show, a me che Karin sia quasi sovrannaturale non infastidisce, siam creaciuti con Undertaker gente.

Ripeto, bello show ma macchiato dal comportamento di alcuni handler purtroppo
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
Il Cavaliere Nero
Member Avatar
AKA Pigmeo
Psykomarty,17 January 2018
17:04
Bellissimo il promo di Safye mentre quello di Dolpha Lungrenda non lo ho capito, o Tave ha cambiato l'idea che aveva per lo show TWP o la Tedesca è strafatta e non capisce un cazzo di cosa legge.

era semplicemente ambientato prima di Age of War
Offline Profile Quote Post Goto Top
 
1 user reading this topic (1 Guest and 0 Anonymous)
ZetaBoards - Free Forum Hosting
Free Forums with no limits on posts or members.
Learn More · Register for Free
« Previous Topic · THÈA Show · Next Topic »
Add Reply

Theme Designed by McKee91 and Lout of ZNR